Home Vilipendio tour Vilipendio ad Oristano

Vilipendio ad Oristano

CONDIVIDI
Vilipendio Sabina Guzzanti Oristano

Vilipendio Sabina Guzzanti Oristano

Vilipendio, lo spettacolo di Sabina Guzzanti in scena ad Oristano

Vilipendio Sabina Guzzanti Oristano – Anche ieri piazza stracolma, spettacolo ok.

Camerino in una vecchia enorme casa in restauro, sopra una frigitoria mooolto puzzolente, ma il pesce buono.

Avevte letto ieri che la chiesa perdona Berlusconi se proibisce la pillola del giorno dopo?

Quante povere ragazze che avrà messo incinta lui, costrette ad allevare un mostro, facendosi carico delle malefatte del padrone che le ha comprate con una tartarughina e tante bugie.

Dopo i sismografi bisognerebbe dedicarsi agli ipocrisometri.

Una macchina dove si inseriscono contraddizioni palesi parole che significano l’opposto e si traduce tutto in equazioni e si misura.

Andrebbe fatto.

Ieri sull’unità c’era un articolo sui ragazzi che costruiscono l’ecovillaggio e poi da quello un campus universitario e poi una città ideale.

Pare che il PD li abbia adottati. Meno male, una volta tanto non si scagliano contro i giovani di sinistra. Miracoli del terremoto. Sono contenta a parte il sarcasmo.

Oggi a cagliari anfiteatro romano dove abbiamo girato le ragioni dell’aragosta. Mi turberà, mi commuoverò.

Per quelli che l’hanno visto, vi ricordate il tizio che racconta che Loche gli ha dato una sola, che ha cantato Sandokan 4 volte e il pubblico non ne poteva più?

E’ venuto ieri mi ha chiesto di Loche con un tono che non mi è piaciuto per niente. Allora gli ho detto che in autunno partirà con una mega produzione, musiche di Piovani e bellissima scenografia. E che ha scritto un capolavoro un testo geniale.

Anziché essere contento (perché ci ha creduto), si è visto che gli rodeva.

Oggi proseguiamo con lo scherzo perché stasera torna e c’è anche Pier Francesco…

Sta sera vengono a vedere Vilipendio i cassintegrati che hanno votato Berlusconi, che gli aveva promesso che il suo amico Putin non gli avrebbe chiuso la fabbrica. ah ah ah…

>> GUARDA LO SPETTACOLO “VILIPENDIO” <<

Commenta questo post

78 Commenti

  1. mamma mia! mi spiace per quei poveri bambini che nasceranno. purtroppo nessuno puo’ scegliersi i genitori.

    e chi se la scorda quella scena dell’aragosta? poi quella della cena era meravigliosa 🙂

    ci saranno i cassa integrati? wow, mi pare strano che gli elettori berlusconiani vengano a vederti, ma se e’ cosi vuol dire ke l’han fatto per ingenuita’ e non perche’ pensano davvero che lui “ci liberera’ dai comunisti” e scemenze simili, i berlusconiani veri sono quelli che gli credono sempre anche se gli dicesse che i bambini li porta la cicogna e han di fianco una partoriente, son felice di vedere anche che non sempre quelli del pd ci danno contro.

    io invece prima di partire voglio rivedermi viva zapatero, tanto ormai l’incazzatura della prima volta (lo comprai il 31 luglio dello scorso anno e mi prese una stizza tale che non lo rividi piu’ per un pezzo altrimenti avrei schiaffeggiato qualcuno) si e’ un po’ quietata. ma alimentare l’indignazione ogni tanto non fa male.

  2. Ah, che meraviglia le ragioni dell’aragosta….anzi mo’ me lo rivedo per la terza volta. Mi ridà un po’ di energia.

    @gloria89

    purtroppo tra i Berlusconiani ci metto tutti quelli che lo hanno votato. E’ loro la responsabilità di averlo messo al governo. E l’ingenuità non mi è sufficente per giustificare. Bisogna informarsi, sapere, leggere. E lo devono fare tutti.

    Scusate se sono sempre fissato con Pasolini…
    La sequenza del fiore di carta…
    http://www.youtube.com/watch?v=h2p79MM17Sc

  3. Gente, c’è speranza. Pochi mesi fa un amico mio, fascista, nato e cresciuto in famiglia fascista, dice che pure lui si è rotto i coglioni di B, F, il B con l’ictus e compagnia bella. (Ma che gente frequenti, mi direte voi ? Beh, lasciamo perdere. E’ un amico d’infanzia, sono anni che cerco di farlo ragionare).

    Bene, dicevo che lui e la sua famiglia hanno cambiato ‘bandiera’ per Di Pietro, e mi sono detto che se c’è gente che cambia così tanto, allora una speranza c’è. Semplicemente, non abbiamo raggiunto il limite, che, seppure più alto visto che siamo italiani, ci deve pure essere.

    Mi chiedo anche, contemporaneamente, quanto durerà il cambiamento politico di questo mio amico…speriamo non torni indietro…

    Per riallacciarmi a quanto ha detto Sabina, è naturale che ci sia gente che l’ha votato e che la va a vedere…un certo malcotento c’è, e per fortuna sta crescendo, al di là delle statistiche.

  4. Io tra i due ho preferito di gran lunga Viva Zapatero.
    Ne Le ragioni dell’aragosta c’è più sentimento, l’anima dei personaggi esce fuori e mostra tutta la sua fragilità contro situazioni e problemi spesso più grandi di lei.
    E’ più triste, più toccante. In più mi è dispiaciuto tantissimo che Corrado non ne abbia fatto parte, avrebbe dato quel quid in più.
    Sono d’accordo con AlessandroL, inutile distinguere tra berlusconiani e non, quando poi alle elezioni lo votano tutti.
    Non posso credere che tra tutti i partecipanti alle successive manifestazioni (ed erano miliardi… “ma che dico miliardi, milioni!”) nessuno avesse votato Mr Boccamafiosa. I conti non tornano.

  5. @psymon

    La speranza è l’ultima a morire….e sennò non sarei qui. Sono contento che persone che tu conosci cambino idea, almeno è qualcosa.
    Quello che intendo io è che manca proprio l’interesse di fondo, la cultura di appartenenza a dei valori. E che le persone cambino così, come gira il vento, o perchè magari un anno hanno pagato più tasse o abbiano preso qualche multa, non è una cosa molto positiva.
    Cioè non capisco (ma ne prendo atto) come si possa un momento votare a sinistra, una volta a destra, e poi al centro. Magari in base a discorsi sentiti a Porta a Porta.
    Lo so che è un sogno irrealizzabile avere una popolazione consapevole, che sia la consapevolezza di essere di destra o sinistra, ma almeno che si informino, che decidano a quali valori culturali politici appartenere. E’ questo che non sopporto, vedere gente in piazza protestare contro Berlusconi dicendo “io l’avevo votato e invece ci ha fregato, non ha fatto questo o quell’altro”.
    Santo cielo, degli operai in fabbrica devono imparare informandosi (almeno un pochino, basta poco eh…) che loro non possono votare Berlusconi. Devono sapere che non protegge loro, ma gli interessi di pochi suoi amici. Se sei operaio non puoi votarlo.
    Ah…che utopia eh…?

  6. ..ah..ah..ah.. io, a sorpresa, farei inziare lo spettacolo a loche con sandokan..!! al tizio del teatro di cagliari verrebbe un colpo..!!

    quanto al ricatto della chiesa.. come sempre.. chiesa ordina.. stato esegue..!! e meno male che “bisogna guardare il peccato, e non il peccatore”.. naturalmente nel caso di berlusconi la regola diventa un eccezione.. ed eccezionalmente a berlusconi tutto si perdona.. purchè.. belah.. che vergogna..!!

  7. @alessandro l.

    hai ragione: capisco nel 1994, di b. si sapeva poco, e’ durato 7 mesi e vabbe’. ok anke per il 2001 magari non tutti si sn informati come si deve anke xke’ l’abbiam gia’ visto ke dopo il 2 governo han mancato tutte le promesse elettorali, quelle porcherie delle censure…

    forse esagero io ma ragazzi ke ci sia gente cosi COGLIONA da prendere una cantonata 3 volte no!!!

    il fatto ke dietro la realta’ da fiaba ke t presentano ci siano un sacco di disastri non sono frutto di ossessioni ne tanto meno li andiamo a scovare noi con chissa’ che mezzi….

  8. Cara Sabina, ti segnalo il blog di un prete di campagna, che in modo un po’ colorito grida sacrosante verita’ su Berlusconi, la lega e il Vaticano. La controffensiva leghista e berlusconiana e’ partita lancia in resta (studio Aperto, ecc), ma incredibile a dirsi i parrocchiani del suo paesino dell’alta Brianza terra leghista quasi per natura si e’ raccolta compatta attorno a lui: http://www.dongiorgio.it e oggi sul suo blog risponde Castelli.

  9. un mondo proprio scombinato , non ci si capisce più niente.

    grande cambiamento alle direzioni dei quotidiani : feltri al giornale , belpietro a libero , giordano probabilmente a panorama; i militari andranno a dar la caccia città per città ai vu cumprà , in un paese dove nessuno ti ha mai fatto uno scontrino; la chiesa dopo cinquecento anni dice che il processo a galileo non solo andava fatto , ma che galileo si dimostrò estramemente molto più preparato in teologia ed i gesuiti molto più preparati in scienza, che la fede è l’unica scienza e pure illuministica; con l’ultima finanziaria è stato dato al via l’ultimo passo per poter cominciare il ponte di messina; mentre ero nel giardino a prendere il sole in questo torrido agosto è passato un uragano e ha portato via il mio ragazzo , insieme ad una casa , una macchina , una roulotte , e due cani; ti piacciono le esperienze forti , solo in italia le puoi trovare: quest’estate prova la salerno reggio calabria; questo g8 è stato un successo talmente unico che non potrà essere ripetuto , per questo le prossime edizioni verranno fatte in maxischermo con la riproiezione delle registrazioni; occorre combattere il terrorismo perciò è necessario abbassare i salari degli operai; ieri mentre compravo del fumo , è arrivato un altro tizio che voleva del fumo , ma lo comprava solo se il pusher aveva il permesso di soggiorno; smentita di bossi sulla richiesta di ritiro dal teatro afghano , c’e’ stata una incompresione , ha detto il leader della lega , non avevo capito che a lasciarci le penne è stato un teron , la missione deve assolutamente continuare , e con maggiore impegno; record di tutti i record nei mondiali di nuoto , a quanto pare nei costumi dei nuotatori erano dispiegati dei micro reattori a propulsione idraulica , alla prossima olimpiade si pensa di inserire nell’acqua piccole particelle di idrogeno con lamierini in platino sui fondali , l’idrolisi è ancora allo studio della commissione tecnica , la sigaretta di un spettatore potrebbe innescare risultati non voluti;

    io invece credo che il voto al pdl non sia così incosciente , e che il giudizio in ambito elettorale non può essere isolato , è nel confronto che emerge la decisione di voto , e rispetto a questa italia dei valori , mille volte pdl;

  10. ..mi stropiccio ancora gli occhi.
    non è possibile, non voglio credere che il vaticano (che in tempo di crisi economica costruisce una specie di mausoleo tuttto d’oro in onore di padre pio!!) ficchi il naso e metta bocca in questioni che non lo riguardano e non lo devono riguardare. Il medioevo è finito da un pezzo. Sono riusciti a mantenere un stato tutto loro e chiese sparse ovunque. Si limitassero a suggerire ai loro fidati fedeli (4 gatti) di seguire le direttive papali.
    Prima il testamento biologico…ora la pillola del giorno dopo..a quando l’appuntamento per rivedere divorzio e aborto e ripristinare ufficialmente la schiavitù?????????????????
    SBATTEZZIAMOCI TUTTI. Si può fare, facciamolo.

  11. @sasà

    sbattezzarsi significherebbe sopravalutare il battesimo. Perché ad ogni cosa bisogna per forza dare un’etichetta contro o a favore?
    Io sono stata battezzata, ma oggi a 22anni credo che il battesimo sia una cosa ingiusta. Non posso etichettare un figlio imponendogli una religione che da grande probabilmente non vorrà. Così come si scagliano contro l’aborto per “salvare vite”(ma in realtà lo fanno solo perché se si limitassero le nascite ci sarebbero meno battesimi, meno comunioni, meno cresime, ecc ergo meno traffici per loro fruttuosi) dovrebbero, coerentemente, eliminare la buffonata del battesimo perchè un neonato non è in gardo di scegliere. A questo punto alcuni ribatterebbero, lo potrà fare poi da grande e si sbattezzerà… doppia buffonata.
    Concludendo, a me non serve lo sbattezzo per sentirmi sbattezzata. Forse sbattezzarsi darebbe più considerazione ad una cosa così insignificante.

  12. @ Muffin Man

    Io ho scritto R I B A T T E R E B B E R O. Ripeto: A questo punto alcuni ribatterebbero “lo potrà fare poi da grande e si sbattezzerà”… doppia buffonata.
    Non condivido ciò che hai scritto, considero il battesimo una “festa”(come l’hai chiamata tu) non per i genitori, ma per i preti, così come le comunioni, le cresime, i matrimoni(a questo proposito, non ci si può sposare tra cugini di secondo grado ma se paghi anche questo diventa possibile, “doppia festa”per loro), le sagre, etc etc… Non sono d’accordo, ma sono commossa dalla capacità di dialogo che sei riuscito a raggiungere.
    To be continued 😉

  13. «C’è chi, pur essendo ateo, fa battezzare cristianamente il suo bambino, e chi va sotto le armi, come tutti gli altri, per quanto maledica grandemente l’odio tra i popoli, chi corre in chiesa con una femminuccia perché lei ha una parentela di gente devota, e fa la sua promessa davanti a un prete, senza vergognarsi.
    “Non è essenziale, se anche uno di noi fa quello che tutti fanno e hanno sempre fatto” – così si esprime il pregiudizio grossolano! Il grossolano errore! Poiché non c’è niente di più essenziale del fatto che ancora una volta sia riaffermato, attraverso l’azione di un uomo riconosciuto come razionale, quanto è già potente, tradizionale, e irrazionalmente riconosciuto: in tal modo esso riceve, agli occhi di tutti coloro che hanno notizia di questo fatto, la sanzione della ragione stessa.
    Tutto il rispetto per le vostre opinioni! Però piccoli atti anticonformisti hanno più valore!»
    (Friedrich Nietzsche, “Aurora”)

  14. «Si chiami la storia “sacra” col nome che merita in quanto storia maledetta; le parole “Dio”, “salvatore”, “redentore”, “santo” siano usate come oltraggi, come epiteti da criminali». (F.N.)

    Nuovamente nel blog alligna la PUZZA DI DIO…
    …nuovamente i liberi pensieri vengono infastiditi da superstizioni primordiali e dalla pochezza di questi creduloni ammaestrati.
    Si chiami il battesimo cristiano per quel che è: UN’IMPOSTURA… un’orrenda violenza, un marchio d’infamia applicato a creature inconsapevoli.

  15. Quello che si sta verificando per quanto riguarda la pillola Ru486 è vergognoso.
    Come al solito la laicità dello Stato italiano si riduce ad un bla bla bla. Poi il Vaticano parla e subito chiunque sia al governo si comporta in modo fantozziano.
    Se il governo accetterà l’imposizione, il nano sarà a posto e si risparmierà pure il viaggio da Padre Pio 🙁
    Cmq., anche senza questo ‘regalo’, non è che il Vaticano si sia mai fatto sentire più di tanto contro le prodezze di b… 🙁
    Felicissimi per il miracolo del terremoto sul PD.
    A proposito, il nostro volantinaggio per l’ecovillaggio prosegue 🙂

    @Sabina: di sicuro lo spettacolo di stasera sarà meraviglioso e commovente, come lo sarebbe stato quello (mai fatto) delle ‘Ragioni dell’aragosta’. Bacioni! 😀

    P.S. Grandissimo Pier!

  16. @Maleficus
    primo: visto che parli a citazioni, “puzza di dio” è una citazione, devi nominarne l’autore, ovvero Carmelo Bene.
    secondo: io la penso come te sul battesimo ma a mio avviso sei troppo aggressivo verso chi non la pensa come te. C’è chi è ammaestrato e chi ammaestra. Io preferisco scagliarmi contro chi ammaestra, è fin troppo facile distinguersi tra gli ingenui e gli ignoranti.

  17. @leragionidigiulia

    Rispetto il tuo punto di vista, ma ne ho un altro diametralmente opposto. Non prenso affatto che sbattezzarsi equivalga a sopravvalutare il primo sacramento, ricevuto (nel mio caso) a pochi mesi di vita (un ampio reportage fotografico può confermare la mia totale estraneità ai fatti, di cui sono stata involontariamente resa protagonista). Ritengo piuttosto che sia moooolto qualunquista rimanere nelle liste della chiesa cattolica, nonostante io non condivida una virgola di quanto concepito (evidentemente senza alcun aiuto e/o suggerimento da parte dello spirito santo o chi per lui) dalle alte e rigide sfere clericali e non metta piede in chiesa se non per sbirciare ogni tanto chi ha ancora il coraggio di sorbirsi inutili ed evanescenti prediche da bassi pulpiti (mi diverte contare quanti sono: pochissimi, sempre meno). Così facendo, ho l’impressione di dare a vescovi, cardinali o chiunque indossi una tonaca e strambi copricapi (non mi riferisco a transessuali e transgender, di cui spesso apprezzo la frivola fantasia) i numeri per dire le nefandezze che da milleni dicono, anche in mio nome. Diversamente, sbattezzandomi, toglierei loro questa chance, chiudendo sic et sempliciter ogni rapporto.
    Un saluto.

  18. Mi spiace, cara Giulia la ragionevole, ma se è vero che Carmelo Bene ad un “Costanzo Show” dichiarò che c’era troppa «puzza di dio», neanche questa sua affermazione è originale. Giacché dalla “morte di Dio” in poi, si iniziò anche a parlare del lezzo e del fetore tremendo della decomposizione di dio.
    Ma non è questo il punto.
    È vero che di norma le citazioni vanno virgolettate, trascritte con scrupolosa esattezza e soprattutto bisogna attribuirne la paternità… Infatti le citazioni senza autore risultano decontestualizzate e possono mutare di segno e significare tutt’altro rispetto al pensiero originario.
    Tuttavia, visto che gli strumenti della cultura sono a disposizione di chi la adopera, non sempre è necessario per ogni concetto che si esprime riportarne una bibliografia di riferimento… Certi concetti sono dati per acquisiti e condivisi da chi pensa, chi non pensa ha bisogno dell’autorizzazione di un autore “importante”…

  19. I latrati uggiolanti dei teo-licantropi (deus-homo homini lupus!) sono da ignorare in toto, soprattutto per la loro completa e palese inettitudine alla argomentazione dettagliata e ragionata financo a sostegno delle loro traballantissime tesi. Solo risibili residui di catechesi mal compresi e strumentalizzati a proprio uso e consumo. Nessuna traccia di lettura e studi diretti sui cosiddetti “testi sacri”, nessuna traccia di esegesi, nessuna traccia di studi delle altrui religioni, nessuna traccia di studi scientifici e filosofici, infine nessuna traccia di libera ricerca personale…………. solo conformismo tribale e totalitario!

    Gli IPOCRISTIANI e tutto il variegato arcipelago di delirio lucroso-religioso si nutrono della propria e dell’altrui ignoranza in un circolo vizioso letale per tutto il pianeta!

  20. @ sasà
    se sbattezzarti ti farà sentire meno legata, fai bene a farlo. Io, ripeto, non ne ho bisogno, mi sento già fuori da quella lista senza ricorrere ad altri inutili riti. Anche se forse, come dici tu, se si arrivasse ad ottenere una maggioranza di sbattezzi, sarebbe un buon risultato nella speranza che qualcosa cambi da questo punto di vista.

  21. Ecco che grazie a wikipedia gli ignoranti credono d’aver trovato il bignamino del sapere e senza alcuno sforzo e nessuna fatica far “bella figura” con gli “esperti” del bar sotto casa…
    È inutile, a questi esseri tarati e malriusciti sarebbe già una grave responsabilità affidargli una zappa… guai a dar loro un libro!!!

    Aggiungo che è singolare la faccia tosta di questo troll… Dopo le sue conclamate azioni di disturbo, isteriche e fasciste, ricompare come un agnellino facendo finta di niente… Non capisce che si beccherà soltanto dei chiari e sonori VAFFANCULO!!! servo del nano e devoto a padre-pio!!!

  22. @ Maleficus

    sei tu che per il 99 per cento parli a citazioni quindi la tua frase…(è tua?)
    “Certi concetti sono dati per acquisiti e condivisi da chi pensa, chi non pensa ha bisogno dell’autorizzazione di un autore “importante”…” dovresti rivolgertela contro.
    Aggiungo… almeno Maffei è cambiato in bene. Non c’è speranza di vedere in te un cambiamento, sai solo criticare l’evidenza. Facile.

    Buona serata

  23. Giulietta cara… mi spiace che tu non venga neanche sfiorata dal significato di quel ho scritto. Ma non è importante…

    Mi stupisce invece la tua bizzarra affermazione: «almeno Maffei è cambiato in bene», come se si potesse dare un bel colpo di spugna sulla violenza e prevaricazione delle sue azioni di disturbo, isteriche, sguaiate e di puro stampo clerico-fascista…
    È ritornato facendo l’agnellino, fischiettando allegramente e facendo finta di niente… confidando che gli ingenui e gli sprovveduti dimentichino e perdonino le sue malefatte e non lo mandino affanculo come merita.

    E poi, senza un nesso logico preciso, concludi: «Non c’è speranza di vedere in te un cambiamento, sai solo criticare l’evidenza. Facile».
    Provaci tu, cara mia, a «criticare l’evidenza», forse scoprirai che l’evidenza è la più segreta e misteriosa delle entità del reale.

  24. @Claudio Maffei:

    Risposta ai tuoi post di questa pagina.

    –>”l Vaticano è uno degli Stati più piccoli del mondo. E da secoli non rivendica nulla sotto il profilo territoriale.”

    Giusto dalla fine del XIX secolo, cioè un secolo e mezzo circa.

    –> “Il dato di fatto sul quale ci si sofferma sempre troppo poco, è che la Chiesa fa parte del contesto storico e culturale che ha creato una mentalità, che coinvolge milioni di persone, in molti paesi.e ciò si è tradotto in movimenti di opinione che coinvolgono anche i partiti.
    Questa è la democrazia”

    Ti ricordo che finché la Chiesa ha avuto potere ha effettuato, nei secoli, efferatezze e atrocità che al confronto quelle di Hitler e Stalin insieme fanno ridere. Dalle crociate al genocidio dei popoli nativo-americani al sacrificio di innocenti nei modi più atroci durante l’inquisizione, solo per fare degli esempi.
    È solo da quando in Europa è apparso l’illuminismo che, perdendo sempre più potere, queste cose si sono limitate nel corso del tempo.
    Di fatto, tutt’ora, per la Chiesa è un peccato che la donna non sia sottomessa all’uomo, dato che è nata per lui, da una sua costola. È un peccato che si disperda il seme, anche solo con la masturbazione. È un peccato mangiare carne il venerdì e durante tutti i 40 giorni che precedono la Pasqua. È un peccato non andare in chiesa durante le celebrazioni, tutte.
    Potrei continuare a lungo, facendoti rendere conto che se l’Italia non è l’Iran è solo perché, alla fine, il Papa quando ci fa comodo lo mandiamo a cagare.
    Politicamente parlando, ad ogni modo, la Costituzione Italiana dice che l’Italia è uno stato laico (Articolo 7: “Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani”). Principio, del resto, ribadito dalla Corte Costituzionale (sentenza n. 203: http://www.giurcost.org/decisioni/1989/0203s-89.html ) per la quale la laicità è un “principio supremo dello Stato”.

    > “Che corrotti e corruttori facciano parte del politicume intrallazzato con l’imprendiitoria o proveniente da essa, è per certi versi nell’ordine delle cose. Ma che nella spirale della grande abbuffata, vi siano entrati esponenti di sinistra e rapprsentanti sindacali, fa veramente cadere le palle”

    Siamo d’accordo che sia riprovevole. Ma non capisco perchè ti ostini a parlare della Guzzanti e di chi appoggia le sue idee (come me) come un iscritto al PD. Il fatto che una persona critichi Berlusconi non vuole automaticamente dire che voti PD. Non siamo allo stadio, anche se si fa di tutto per farlo sembrare. Mi sembra che centinaia di commenti da parte nostra (e imitazioni della Guzzanti, come di D’Alema e Rutelli) rendano più che chiara la nostra opinione sull’attuale sinistra.

    >”Nella festa del battesimo com’è adesso comunque vedo la festa per un bimbo che si affaccia alla vita e che merita di essere considerato al centro dell’attenzione. E quindi una festa che può esere condivisa anche da chi di solito non và in Chiesa.”
    Ti sbagli completamente. Senza offesa, ma questo fa parte dell’ipocrisia della maggioranza delle persone, le quali non sanno nulla della Chiesa ma la seguono ugualmente. Il Battesimo non è una festa. È un SACRAMENTO. Facendo battezzare tuo figlio dichiari di vivere in un certo modo e che lui vivrà nella stessa maniera. La prossima volta che fai un figlio, dato che secondo te un sacramento è una festa, portati i popcorn dentro la chiesa, già che ci sei…

    >”Perciò anche non battezzare un figlio, in un paese in cui la cultura del battesimo è ancora dominante, ha il sapore dell’imposizione.”
    Non c’è assolutamente nessun problema nell’aderire ad una religione da adulti. Uscirne è molto piú traumatico.

    >”Io la pensavo come te, su per giù, 35 anni fa”
    Scusa, ma quanti anni hai?? Senza offesa, veramente, ma dopo una settimana che vai scrivendo cazzate per fare il troll, pensavo fossi decisamente più giovane.

  25. @ Maleficus
    Caro Maleficus, probabilmente la pensiamo uguale in molte cose, ma non condivido il tuo modo di porti, tutto qui.
    Prendo atto che è diverso dal mio e lo dico, è normale che un’opinione negativa abbia una veste antipatica quindi non te la prendere, sarebbe una battaglia anche questa troppo facile. Se leggi bene i miei interventi ho più volte ironizzato sulla deficienza di Maffei e simili e non voglio affatto difenderlo solo perché ha stranamente deciso di cambiare, credo anzi che si diverta ad attirare l‘attenzione. Ma è sinceramente l’ultimo dei miei pensieri. Quanto la voglia che avrai di ribattere.
    Saluti.

  26. La giulia è così: è piena d’amore “per il prossimo”, specie il più infelice, il più incapace il cristiano per intenderci.

    giulia scorge in questi l’immagine riflessa del suo mito adolescenziale: gesù di nazareth, un povero invasato, un capellone bello ma non troppo che, -ammesso e non concesso sia mai esistito- era talmente pieno di sé da definirsi figlio di “dio” e da condannare all’eterna dannazione chiunque non ubbidisse alla propria parola.

    gesù essendo poi solo un povero disgraziato, come è ovvio, perse la propria battaglia contro il sistema politico-teologico-economico vigente; ed è proprio la sua SCONFITTA miticizzata ed imposta con ogni forma di violenza nel corso dei secoli ad “averlo reso” così amabile, eroico agli occhi di tutte le isteriche vissute sino ad oggi. Esse amano gesù perché non-è-proprio-uno-di-successo o meglio se l’è “sudata”, avrebbe potuto evitare tutta quella gavetta, viste le “conoscenze”, ma lui no, lui era un cocciuto figlio di puttana che si “batteva” per il maffei di turno: ecco perché lo amano!

    Infine giulia ama i malriusciti appunto perché è proprio dal gobbo di questi nani che si erge poi nello splendore della propria vanità isterica. giulià è così, ama gli ignoranti basta che questi abbiano un poco di buone maniera ma detesta, in maniera diametralmente opposta i sapienti o quanto meno i non-ignoranti e lo fa con tutto il cuore visto che questi ultimi la riconoscono per quello che è..

    Saluti

  27. Un grazie di cuore a Sabina che ha portato una ventata di sana e pungente SATIRA, quella vera, ad ORISTANO ormai terra, haimè di berlusconiani, e di bigotti incalliti.

  28. In verità nessun intento polemico e volontà di ribattere per pura puntigliosità…
    E so bene che ad essere “se stessi” si piacerà a pochi, e NON si può piacere a tutti… Oppure, per dirla con Indro Montanelli: «Le persone di carattere hanno un brutto carattere»…
    E dunque immagino mi percepirai come estremista, eccessivo, manicheo, partigiano. E forse mi troverai altezzoso e indisponente, con un linguaggio truculento e poco accomodante…
    Invece a me non sei antipatica. Già dal nome mi riporti, evochi con prepotenza, Giulietta degli Spiriti… E infine questo enunciarsi come “Le ragioni di” indica una rivendicazione di sé che è coraggio e temerarietà. Doti e virtù che un Gentile come me apprezza e stima.

    In ultimo una considerazione sul fenomeno dei troll: è uno stato patologico, di competenza psichiatrica.
    Ritenere che da questa premessa un troll possa “emendarsi” e condurre un normale e civile contraddittorio è una beata e folle ingenuità. In particolare quest’ultimo che ha imperversato indisturbato nell’ultimo periodo mostra tutti i chiari segni del fanatismo e dell’intolleranza, aggravati dalla protervia dalla “bontà” cristiana. Tali individui sono irrecuperabili, ma bisogna evitare che infettino le nuove generazioni…

  29. @ Maleficus
    A me non sei antipatico per il semplice fatto che, non conoscendoti, non potrei mai fare un ritratto di te come ha fatto di me il tuo amico Karl (che legge e studia, ma mi sa che non gli serva a molto…) Io giudico quello che ho, parole scritte, che ho trovato spesso aggressive. Ma non avrei mai voluto scatenare una polemica tra perfetti estranei. Saluti.

    @Karl
    «Se ti do uno schiaffo, porgi l’altra guancia, se no pure la stessa che cambio io la mano.»
    (Corrado Guzzanti)

  30. Va bene, Giulia, non erano parole da “ramoscello d’ulivo”, erano aggressive eccome. Ma, non erano gratuite. Chi ha seguito l’alternarsi dei post fino al conclamato smascheramento del troll, riconoscerà che il “mandarlo affanculo” era pienamente legittimo e perfino inderogabile.
    Perché non è vero che siamo dei perfetti estranei: per chi sappia ben vedere la scrittura è rivelatrice della personalità dello scrivente (e non c’è “mascheramento” che tenga…) – dunque attraverso quel che uno sconosciuto scrive, mi si rivela con simpatia o con antipatia… mi trasmette il suo pensiero e più che altro il suo stesso “atto di pensare i pensieri”… E così via.

  31. Io ti vedo, Gesù
    hai gli occhi di mare
    e i capelli mossi dal vento.
    Io ti vedo là, dove l’amore
    dipinto a colori pastello
    sorride pietoso e perdona,
    i dardi e i chiodi dell’odio.
    E ti sento nei lamenti
    all’ombra delle miserie,
    e a pezzi, le tue membra, io vedo
    sulle tavole porpora dei potenti.
    Io ti vedo, Gesù,
    fioca luce di pace,
    tra le nuvole nere
    del cielo di Pristina,
    e nel fango pregno di sangue
    che annega l’Irlanda.
    Io ti vedo ad Oriente,
    nelle ciotole senza chicchi di riso,
    e nella disputa delle pietre
    sotto il muro del pianto.
    Ti vedo in Africa, Gesù,
    e asciughi le lacrime di madri,
    che stringono figli morenti.
    Io ti cerco, nel magico incanto,
    di un amoroso, adagio appassionato,
    e ti trovo, tra le labbra e le dita
    della donna che mi ama.
    Io ti sento, Gesù,
    tra i battiti d’ala del desiderio,
    e nei voli del cuore,
    che mi conducono su un’ isola,
    dove i sassi sono d’argento.

    (Roberto Russo)

  32. @Le ragioni di Giulia:
    A difesa di Maleficus, a me è venuta all’occhio più che altro una cosa. Dire di una persona che “è cambiato in bene” soltanto perché, dopo giorni e giorni, ha finalmente cominciato ad esprimere un’opinione invece che cercare di bloccare quella degli altri…. ecco….mi pare un po’ ingenuo.

  33. Con tutto il rispetto per Roberto Russo, a me la figura di Gesù non piace proprio per niente.
    D’accordo, è una figura mitica, una purissima invenzione, una colossale mistificazione su cui si basa tutta la dottrina di redenzione del cristianesimo. Ma questo personaggio letterario raccontato malamente e con vistosissime contraddizioni nei vangeli, mi risulta odioso e deplorevole. Semmai fosse esistito benissimo fecero i Romani a castigare questo sciagurato ribelle che fomenta il popolo con la sua buona novella di risentimento e odio ammantato di buoni sentimenti e vilissima pietà.
    Se proprio si deve cercare una fonte di saggezza ci si ispiri a Socrate… e si lasci perdere questo fantomatico lazzarone ebreo e l’abominio teologico di paolo di tarso fino al dogma folle e delirante dell’immacolata concezione (la madre del cristo sarebbe stata vergine prima, durante e dopo il parto… sic)… e così via elencando le scelleratezze di questa ridicola superstizione da servi e da malriusciti.

  34. a proposito dell’aragosta..

    a me fa troppo ride la scena in cui loche racconta la storia del brodo…

    broodo .. broodo…

    madò che tajo! ahahahahahahah

  35. @ le ragioni di Giulia:

    ti rispondo sulla falsariga della tua professione di fede presa in prestito dal Russo:

    ANTI-IPOCRISTIANO

    Non ti vedo più:
    ho agli occhi un tumore
    e i capelli rosi dalle piogge acide.
    Non ti vedo là, perchè un umore
    purulento trasuda dal cervello,
    corrode e copioso cola
    come ardente, bollente olio.
    E non odo che i lamenti
    dei tuoi concessionari
    per la carenza di pezzi delle tue membra
    e per la crescita del numero dei possibili acquirenti.
    Non ti credo più,
    fiacca faccia di pece,
    tra le venule nere
    come un coagulo che domina
    il flusso spesso del sangue,
    come ghirlanda che strangola.
    Non ti chiedo niente,
    e tra le setole, senza denti, un sorriso,
    lapidato dalle pietre,
    resiste allo schianto.
    La sete d’Africa, laggiù,
    beve tutte le lacrime di madri,
    illuse da missionari conniventi.
    Io ricerco, nel tragico canto,
    un clamoroso sfregio commissionato,
    e ritrovo tra la lebbra e la vita
    una donnola che scava.
    Io mi avvento vieppiù
    sugli ebeti nel presbiterio,
    tra i ceri e le suore,
    che squartano, come in una favola,
    i più fessi dell’armento.

    (SALEAL)

    Saluti Caustici

  36. vedo che l’apologismo si è spostato dal forum al blog;

    quando lessi il vecchio testamento , rimasi assai affascinato dalla figura di dio , quando lessi il nuovo testamento , sapevo già che uno che professava di esserne il legittimo figlio , sarebbe stato lapidato o perlomeno crocifisso all’istante , legato ad una sedia e minacciato fin tanto non avesse sputato fuori l’osso : “dicci dove si nasconde il bastardo , brutto figlio di un bastardo !!”;
    fortunamente il mondo è cambiato , la civiltà si è sviluppata e se oggi il figlio di dio tornasse direbbe : “io sono il figlio di dio , e sono venuto a reclamare i copyright” , i suoi discepoli sarebbero dodici avvocati di harward e di yale (uno di loro , giuda , in realtà prese la laurea all’università di messina …);

    i miti servono a farci ridere di loro e della morte; rispetto alle letture è si interessante socrate , anche se forse nei suoi testi (o meglio in quelli di platone) si può intravedere una sorta di monoteismo a mio parere se qualcuno si vuol proprio divertire , le metamorfosi di apuleio è l’opera maxima che può far capire la natura non tanto degli dei , e dei miti e dei giganti , ma tanto della stupidità e della risata che riporta la democrazia;

  37. @ Saleal

    S-t-r-e-p-i-t-o-s-o, grazie.

    @giulia

    Premetto che a me non sei simpatica per nulla, ce ne sono sin troppe in “giro” di giulie ahi noi! È vergognoso il fatto che tu non abbia minimamente affrontato le istante che ti ho posto con attenzione e serietà, è vergognoso dicevo, ma è assolutamente “normale” in quanto non hai in nessun modo la capacità intellettuale, la minima perizia culturale ed infine la necessaria disciplina per affrontare queste argomentazioni. Ma appunto sei una “credente” che tradotto significa una senza-vergogna che -come i tutti metafisici moralisti da 4 soldi- ATTACCANO le modalità, in sostanza i “modi” saltando a piè pari i CONTENUTI.. niente di nuovo, punto.

    —-

    Vorrei aggiungere una premessa a mio avviso sostanziale.

    Lasciamo pure perdere quest’invenzione, questo espediente pubblicitario, questo gesù; l’aspetto REALMENTE intollerabile è il BISOGNO di questi infelici di appoggiarsi a questa stampelle metafisiche (soprattutto i “grandi” monoteismi con i loro semidei “umani”) che esprimono in tutto e per tutto come appunto questi infelici non TOLLERINO la vita, o meglio come la vita stessa non li sopporti.

    Essi necessitano infatti di una sorta di supereroe capace di prodigi (camminare sull’acqua, muovere montagne ed altre fandonie all’infinito) perché sono TALMENTE pieni di sé da non essere in grado di SOPPORTARE la morte, anzi stazionano in una sorta di limbo esistenziale, sono gli aborti par excellence perché come detto tediano la vita (per via delle difficoltà intrinseche che comporta) ma al tempo stesso si PERMETTO di “sfidare” la morte, di “sconfiggerla” attraverso la propria disgustosa ed inqualificabile vanità. Né l’una né l’altra loro “scelgono” il loro dio su misura, il loro niente esentasse.

    XXIII

    […] È necessario sostenere chi soffre,
    con una speranza che nessuna realtà possa smentire, che
    nessuna realizzazione possa vanificare: una speranza nell’aldilà. (Fu
    proprio a causa di questa capacità di tenere in sospeso gli infelici
    che i greci consideravano la speranza il male dei mali, il male più
    insidioso: quello rimasto in fondo al vaso del male).

    Perché l’amore
    sia possibile, Dio deve essere una persona; affinché gli istinti più
    bassi abbiano voce, Dio deve essere giovane. Per soddisfare l’ardore
    delle donne si pone in primo piano un santo di bell’aspetto, per
    appagare quello degli uomini una Maria. Ciò si fonda sul
    presupposto che il cristianesimo intendeva dominare su un terreno
    dove il culto di Afrodite e Adone aveva già determinato il concetto di
    culto religioso. La pretesa della castità rafforza la veemenza e
    l’intensità interiore dell’istinto religioso, rende il culto più caldo, più
    fanatico e spiritualmente più intenso.

    L’amore è la condizione in cui
    l’uomo il più delle volte vede le cose come non sono. La forza
    illusoria raggiunge qui il suo apice, come pure quella che mitiga e
    trasfigura. Nell’amore si sopporta di più, si tollera tutto. Si trattava
    di rintracciare una religione nella quale l’amore fosse possibile: con
    essa ci poniamo al di sopra degli aspetti peggiori della vita, non lo si
    vede nemmeno più. E così è per le tre virtù cristiane: fede,
    speranza e carità: io le definisco i tre stratagemmi cristiani.

    […]

    F. Nietzsche (L’Anticristo)

  38. visto che il dibattito religioso vi sta appassionando vi copio-incollo un post di qualche anno fa di fiorella mannoia che non sarà martin luther king ma credo abbia scritto una cosa bellissima.
    E’ un post del 2001 parlava dell’interminabile scontro israeliani-palestinesi

    “… Le tre religioni monoteiste rivendicano la propria verità,…, ed in nome di questa verità presunta scorrono da millenni fiumi di sangue.
    Un sasso in particolare è oggetto di discordia, si, un sasso, una grossa pietra dove i Cristiani sostengono si sia seduto Gesù il giorno della sua presentazione al Tempio, Gli Islamici sono convinti che su quello stesso sasso si sedette Maometto al suo rientro dalla Mecca, ed infine per gli Ebrei su quella pietra Abramo stava per sacrificare suo figlio Isacco in nome di Dio.
    Premetto che non sono religiosa, o almeno non abbastanza da possedere il dono di quella fede granitica che ti fa sentire convinta di essere nel giusto, (e aggiungerei purtroppo), per cui non riesco a capire cosa spinge interi popoli che da millenni si uccidono fra loro, per rivendicare la verità su una pietra, un tempio, un calice, una strada, e tutto sempre in nome di un Dio buono e misericordioso, (pensiamo all’Irlanda del Nord o alla follia dei Talibani in Afghanistan).

    Qualcuno diceva che le religioni sono l’oppio dei popoli, ma i certi momenti mi viene da pensare che più che di oppio si tratti di “crack”, in tutti i sensi.”

  39. BYE BYE ITALIA

    http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/politica/rai-2/regalo-mediaset/regalo-mediaset.html

    Ecco, dato che io vivo in Spagna, ho ancora qualche settimana di tempo prima di darvi l’addio, almeno televisivo. Non che sia Rai-dipendente, però c’erano ancora alcuni programmi interessanti, come Ulisse, Anno Zero, la Littizzetto, Rai Storia… E va beh…Che ci volete fare? Il PD grida al conflitto d’interessi, ma ormai è tardi. L’Italia è perduta. A destra si vende a Berlusconi, a sinistra si vende al Vaticano.

    Ragazzi, o lo buttate giù in fretta o finite male…

  40. Ieri sera a Cagliari l’anfiteatro era gremito di gente..Grazie per le ore trascorse con noi!!!Acuta e meravigliosa come sempre 😀
    In fin dei conti chi smette di pensare inizia un pò a morire….Sardegna rinasci!!!!!

  41. @ Karl
    primo: che non ti sono simpatica si è capito, visto che attacchi e continui a descrivermi senza sapere il colore dei miei occhi. Più ignoranza di così, ma va beh. Fai, fai pure, mi diverte molto.
    secondo: io sono più atea di te e se leggendo la poesia di Roberto Russo hai capito il contrario, te come altri che ti appoggiano, devo dire che siete voi gli unici ignoranti. La poesia, se letta bene e con attenzione, è pregna di critica. Critica a chi ha trasformato un uomo esistito realmente in un Dio, a chi si è impossessato indegnamente dei suoi insegnamenti, del suo esempio di pace, di amore e di valori talvolta del tutto assenti in questo blog. E’ una poesia fortemente anticlericale, ma evidentemente siete così accecati dal vostro bisogno di sprizzare saccenza che non mi rimane altro che assecondarvi come si fa con i fanatici.
    Ognuno è libero di credere ciò che vuole e io rispetto i vostri punti di vista anche se non condivido nè i toni, nè la vostra mancanza di rispetto.
    Cercate di sprecare le vostre energie per scagliarvi verso i veri nemici, se ci metterete la stessa aggressività con cui vi agguerrite contro “l’aria”, raggiungerete di sicuro ottimi risultati. Tanti auguri.

  42. Fantastica, semplicemente fantastica ieri sera qui a Cagliari.
    Grande energia come sempre, grande precisione nei dettagli ,e notizie e sospetti che si insinuano nelle (poche) persone che al giorno d’oggi si informano ancora, quantomeno per la voglia reale di conoscere di che pasta (putrida ripugnante e indigesta) è fatto chi dalla stanza dei bottoni delibera della nostra vita…chi con il suo fare arrogante, dittatoriale e squadrista prende per il naso milioni di Italiani, facendo gli interessi suoi, dei suoi STALLIERI e di tutti i compagnucci di merende sparsi l’Italia intera…colui che, essendo lui stesso la principale fonte d’informazione per questo popolo di disinformati che guarda culi e tette in bella mostra ai TG (e non solo quelli privati), quale Unto dal Signore (della vasellina) si arroga il diritto di fare leggi e modificare la costituzione ad uso e consumo personale…
    oddìo Sabì con tutti ‘sti “colui che, colui il quale, chi” sembro il prode Walteroni, che pur di far vincere il suo avversario nelle politiche ha evitato di pronunciare il suo nome e di spiegare agli elettori che cosa aveva combinato e continuava a combinare il nano di arcore, evitando gli affondi e gli attacchi in nome di una moderazione che puzza tanto di resa e pure di para*ulaggine…
    bisogna fermare questa follìa, e io spero che le orecchie dei cagliaritani ieri all’Anfiteatro fossero tese e pronte a recepire quanto chi si informa in rete come me e come noi tutti già sa da tempo, molto tempo…troppo tempo…anche Aristofane (geniale commediografo ateniese pronto a scagliarsi nella sua satira contro politici e governanti del suo tempo tramite parodie che travalicano la realtà) avrebbe molta difficoltà oggi a fare la parodia della parodia di realtà in cui stiamo vivendo…
    Grazie Sabina

  43. Sabina, i complimenti per il tuo spettacolo (Cagliari) non basterebbero mai, ma la cosa più importante per me è che grazie al tuo impegno e a quello di altre persone eccezionali come te, non mi sento un’aliena quando mi indigno e quando combatto le mie piccole battaglie quotidiane mentre tutti mi dicono di lasciar perdere… che sono troppo puntigliosa (???)….di vivere tranquilla… ho giusto una vertenza in sospeso, sarebbe molto più comodo andare in ferie e fare finta di niente perchè rischio di mettermi tutti contro, ma dopo averti visto ieri sono carica come una molla, vado avanti a testa bassa… magari me la sfascio ma butto giù il muro. Grazie ancora Sabina, vai avanti sei la nostra forza! …PS:come soubrette non sei niente male

  44. @ giulia

    Senti non me ne volere ma evidentemente un “dialogo” implica 2 aspetti irrinunciabili:

    – una certa “familiarità” con l’argomento principale della discussione
    – il presupposto imprescindibile di essere ONESTI a tutti i costi (vale a dire tacere se non si conoscono alcune diciamo specifiche o meglio ancora chiedere) ed infine riconoscere la propria impreparazione che, è come sottolineo, un nobilissimo gesto.

    Tu ovviamente, non soddisfi NESSUNO di questi “criteri” e come tutti i LESTOFANTI utilizzi un vocabolario che i tuoi aguzzini in gonnella (anche parenti sicuramente) ti hanno insegnato con tanta dovizia, vale a dire ti “auto”-martirizzi (!!) BERLUSCONI DOCET?

    TRADOTTO: non sei tu che sei una IGNORANTE senza-vergogna che non si “ricrede” nemmeno dinanzi ad argomentazioni strepitose -gemme, diamanti, frutto di pensieri siderali- (ovviamente per la maggiore di pensatori che purtroppo non sono più tra noi da tempo), NO, NO, siamo “noi” che ti attacchiamo così autoreferenziali e pusillanimi: povera anima bella!

    À propos (permettimi una battuta di bassa lega, visto il livello a cui mi hai portato, 1 posso anche permettermela), dov’è il tuo gesù ora? perché non ti difende da questi barbari che vogliono solo umiliarti con le loro menti bacate? dov’è il tuo bel gesù capellone dispensatore di luce e di ogni sorta di magia strabiliante? ..porella!

    Oltretutto ora sei riuscita pure a “stupirmi”, la tua assenza di ogni tipo di, non oso asserire COERENZA, ma diciamo piuttosto lucidità mentale ti porta addirittura ad affermare che: “io sono più atea di te” ..eheh patetica (!!) ma chi se ne frega, questa non è una gara tra chi ce l’ha più lungo, capisci?

    Infine come tutte le isteriche dopo la seconda riga sostituisci il tu (rivolto a “me”) classificandomi o meglio massificandomi facendo un gruppetto per meglio massificare, e così “io” diventa un “voi”, giusto per generalizzare per confondere.. furbetta lei, probabilmente -ne sono sicuro- nemmeno te ne accorgi vista l’abitudine..

    ..tuo marito fa per caso Ferrara di cognome?

  45. Sì sì, con l’acqua santa magari.

    Te lo ribadisco: VERGOGNATI (non lo farai, semplicemente perché non sei nobile abbastanza ed al contempo non saresti in questi condizioni culturali ecc..) parli a vanvera per non dire peggio e poi una volta “ripresa” ti chiudi a riccio ed hai l’ardire di vittimizzarti, ripeto: BERLUSCONI DOCET!

    Non sei tu ignorante ed impreparata (quanto meno sulle argomentazioni delle quali abbiamo “discusso”), sono “io”, o se preferisci “noi” che ti attacchiamo.. sicuramente per ragioni ideologico-politiche! eheh… che pena.. Ci sarebbe da ridere se non fosse che la stragrande-fottuta-maggioranza di questo paese devastato ti assomiglia così tanto..

    Chiudo perché ora la faccenda sta divenendo realmente penosa, imbarazzante e soprattutto noiosa.

    Saluti

  46. I troll riescono a condensare in pochissime righe un concentrato letale di cazzate sovrumane…

    137. * «I lettori peggiori. I lettori peggiori sono quelli che si comportano come soldati che saccheggiano: arraffano certe cose di cui possono aver bisogno, insudiciano e gettano per aria il resto e bestemmiano su tutto».
    F.Nietzsche – “Umano, troppo umano”, II.

  47. Un volgare reazionario, un cialtrone disonesto e mistificatore, provocatore al soldo dei potenti, servo leccaculo dei preti, pretende di giustificarsi… e minaccia pure che ricorrerà «alle buone o alle cattive» per affermare la sua protervia e la sua violenza squadrista.

    MA VATTENE AFFANCULO CLAUDIOMAFFEI TROLL BASTARDO E SERVO CAROGNA!!!

  48. Lo psicotico sta affossando i commenti che non gradisce ed in compenso sta votando i commenti della povera giulia visto che è l’unica -essendo qualcosa di mooolto simile- che è pronta a redimerlo a braccia aperte.

    maffei-nculo sei proprio un fascistoide maledetto!!

  49. maffei, lei “proposto 3 -4 opinioni…”? Hai detto solo delle
    enormi cazzate da quando sei entrato con tutto il tuo fetore.
    Per come la penso io, adesso meno male che sei qui,
    almeno posso, a giusto motivo, mandarti semplicemente
    AFFANCULO…

  50. Ho proprio la sensazione che certo ateismo tragga forza dalla stessa fonte di fanatismo clericale e teologico.

    Mi trovo a volare basso nel mio infimo agnosticismo, perciò penso che, ad esempio, la richiesta ai medici di obiezione di coscienza in tema di contraccettivi e/o interruzione di gravidanze, riguardi più gli uomini che dio (o Ragione, o comunque si voglia chiamare il pensiero perfetto).

    La “difesa” della vita, a mio modestissimo parere, riguarda più l’idea del possesso che dell’appartenenza.

    ——–

    Ma tornando sull’idea dei sardi berlusconizzati, credo che il voto espresso a febbraio sia stato influenzato da più fattori:
    – televisioni e maggiori giornali locali in mano dei massoni;
    – ingenuità (nel sulcis-iglesiente, zona nella quale, un secolo e mezzo fa, è nata la lotta operaia italiana e che è stata terra natale di gramsci) da parte degli operai del comparto industriale, che hanno voluto credere alle impossibili parole di silvio, spacciate per certezze (ci si aggrappa alla religione quando non si ha la possibilità di rivolgersi a uno psicoterapeuta);
    – Soru che si è presentato con il PD (chiunque avrebbe perso con quell’acronimo);
    – individualismo caratterial-culturale restìo a ogni forma di modernizzazione sociale e quindi progettuale;
    Insomma, secondo me sono stati pochi i sardi davvero berlusconiani, piuttosto li ho pensati molto depressi e, cme spesso fanno i depressi, anche loro hanno scelto di stare molto peggio.

  51. @ Maffei:
    Sei un deficiente che gode ad attirare l’attenzione e ci riesce alla grande.
    Ma mi meraviglio degli intellettualoidi come Karl che ti stanno dietro…
    Ti pregherei di non nominarmi (invano), altrimenti fomentiamo la Karl’s list. Già si inventa cose da solo, figuriamoci se gli porgi il vassoio che ti combina.
    Ritorna tra gli elfi e gli hobbit altrimenti qua non la si finisce più con l’aria fritta. Grazie. 😉

    http://www.carefuleugene.ilcannocchiale.it/mediamanager/sys.user/40909/The%20world%20is%20in%20their%20feet%20_%20Norman%20Bug.jpg
    THE WORLD IN THEIR FEET.

  52. Non credo che le vittime del comunismo possano definirsi vittime di atei,ma di un regime dittatoriale.In fondo una dittatura è una religione con adepti.Il cammino per l’ateismo passa attraverso la scienza e soprattutto Darwin,che ti posso garantire non avrebbe fatto del male ad una mosca.Comunque anche se tutti diventassimo atei,ciò non garantirebbe automaticamente l’eliminazione della violenza dal mondo.Comunque cambiamo discorso.Sono convinto che l’ombra di Berlusconi accompagnerà questo paese per lungo tempo ancora.Per ogni italiano che disprezza il berlusconismo ce ne sono tre che lo adorano.L’italiano è cosi.Quando può cerca di fotterti.

  53. @Claudio Maffei
    Cambiare l’andazzo qui?? E tu chi sei?? Tu non devi proprio cambiare nulla, ne hai alcun diritto di farlo. L’unica cosa che devi fare tu è argomentare le tue opinioni e rispodere a quelle degli altri, compreso agli eventuali cafoni, con educazione.

    Sull’argomento delle religioni ribadisco quanto ho scritto, e dubito altamente che le vittime degli atei siano superiori a quelle delle religioni, almeno dalla caduta dell’Impero Romano in poi.

    Non avevo dubbi che non fossi cambiato, non ti preoccupare.
    Ad ogni modo non mi sembra che tu abbia ne la cultura, ne l’intelligenza, ne l’educazione per poter scrivere in blog in modo serio ed educato. E tanto meno che tu possa rivendicarti il diritto di “democratico liberatore”. Mi fa ridere solo a scriverlo…

  54. Ehi… senza offesa, eh?! Mi piace tutta la tua famiglia al completo da sempre… Era una tristezza vedere lui col nano…

  55. @ Gloria89

    Non sarei troppo tenero con questi ex apologeti del nano defenestrati e pentiti… Finché c’era un buon osso da rosicchiare nel loro piatto non si lagnavano, adesso che una velina con due tette esuberanti gli frega il posto da parlamentare si lamentano che il duce non è stato democratico.

  56. @ maleficus

    non intendevo esser tenera , volevo solo dire ke trovare uno di quelli ke ammetta quel sistema e’ dura.

    mai capitera’ nella vita ma, se mai incontrero’ uno di questi “signori” giuro che per nulla al mondo gli stringero’ la mano!!!! nemmeno se avro’ una pistola alla tempia. non riusciro’ piu’ a guardarmi allo specchio se lo facessi e mi toccherebbe buttare via i dvd, dell’aragosta, di viva zapatero nonche’ i libri di travaglio, luttazzi ed anche il tuo sabina.

    @gimba

    quella scena e’ meravigliosa: sabi, ma farai mica cosi ad ogni spettacolo?? spero di no, anche se e’ normale un po’ di nervosismo.

    e’ bellissimo anche quando apri la porta per chiamare anita 🙂

  57. appena si parla di chiesa , si cerca sempre un paragone , un punto di confronto per poter tramite similutidine e rapporto affermare che non si era peggio di , o si era meglio di , o si era uguale a;
    ed i punti di riferimento sono sempre il nazismo nella sua ideologia , ed il comunismo della sua violenza di stato;

    un accostamento che viene spontaneo a cattolici e non , e che si servono di questo schema per dimostrare che se il male assoluto erano il nazismo ed il comunismo gli andava dietro allora è logico che il cattolicesimo era la migliore aspettativa , o viceversa se il comunismo era il male assoluto , dunque il nazifascimo era la salvezza; (una metodologia assai discutibile, ma a volte è cercando un fiume che si trovano pianure , colline , e mare)

    nella ricerca del male assoluto tra i tre , dico che quel nazismo-fascismo durò un ventennio , e che lo stalinismo durò forse un trentennio , il cattolicesimo durò più di un millennio , l’epoca che vede il potere temporale sovrastare il mondo si chiama medioevo , e viene sempre inteso come il più retrogrado tempo che l’umanità visse : l’entità della catastrofe umana di generazione in generazione , che copre più di un millennio (un periodo che verrà chiamato oscurantismo ) si può comprendere leggendo i testi di Archimede di Siracusa vissuto duecento anni prima di cristo e quelli durante il risveglio della ragione nel cinquecento e capire come una distanza così breve non può significare che la nullità del progresso compiuto durante gli anni della chiesa, già lucrezio un secolo prima di cristo riprendendo epicuro aveva affermato la non creazione e la conservazione dell’energia , nulla si crea e nulla si distrugge , tutto si trasforma; significa in pratica che per secoli , è esistito un testo unico , e che tutti gli altri vennero aboliti.
    non solo , questo testo unico , non poteva essere letto a piacimento , doveva esser letto dai prelati certificati che spiegassero il significato parola per parola , già la lotta fatta dai frati francescani per un testo in volgare , fu una lotta sanguinaria (bonifacio viii aveva per hobby quello di far inchiodare la lingua dei frati ai portoni dei nobili e jacopone da todi ad una carcerazione piena di torture – dario fo , mistero buffo).

    il rogo di giordano bruno , fu l’esempio massimo di come il pensiero della chiesa fosse di un assolutismo che non concedeva contrari. ma evidentemente , non poteva bastare , la morte è nulla , si rimaneva sconfitti di fronte al pensiero , fu così galileo galilei fu costretto all’abiura , e a firmare un documento dove rinnegava le sue teorie e verso coloro che le avrebbero rese pubbliche si impegnava a denunciarli a quella stessa inquisizione , documento che venne inviato in tutta europa , in segno di vittoria della chiesa;
    la storia vuole che galilei fosse un copernicano come altri , e che la chiesa fermò la sua ricerca , oggi rimane uno dei padri del risveglio , della scienza moderna , in realtà le sue osservazioni portarono un prezioso contributo , ma viene ricordato soprattutto per la sua travagliata storia di conflitti e di ostacoli che ebbe con la chiesa ed in particolare con Urbano viii nonostante questo papa sapesse essere molto affabile (la storia moderna , che va dal 1500 al 1850 , è identificata dagli storici come la storia della distruzione del potere temporale , e di una rinascita) : fu il tedesco keplero lontano dal potere della chiesa a realizzare la più grande opera cosmologica , attualmente studiata dagli studenti di tutto il mondo , l’orbita elittica ed il sole che occupa uno dei due fuochi; la storia conta , newton , pascal , boyle , maxwell , ampere , herz , darwin , kant , hegel , lagrange , cauchy , sophie germain (in arte le blanc) , golois , laplace , questo paese conta qualche gregario importante ed una marea di santi;
    non è invidia , rispetto ad una filosofia , una matematica , astronomia , chimica , fisica , che si è sviluppata distante da noi , ma è una mancanza che oggi paga;

    tutto questo per dire che il cattolicesimo è un male assoluto a partire dal proprio pensiero , e ne abbiamo avuto la dimostrazione scientifica.

    per quanto riguarda la polemica dell’ateismo , non esiste nessun ateismo , esiste un anticattolicesimo , dovuto al comportamento di schiavitù morale proselitata dalla chiesa , ma l’ateismo non ha una ideologia , un padre fondatore , non ha struttura , e nemmeno punti di riferimento. l’ateo è un uomo libero da dio , che ha rappresentanto la più nefanda forma di schiavitù nel medioevo;

  58. SII UMILE E DISOBLITERA IL TUO PROPRIO IO
    DISSOLVENDO IL TROMBO IN CRESCITA CHIAMATO DIO
    PRIMA CHE L’ISCHEMIA T’INGOLFI IL CEREBRO IRREPARABILMENTE
    E NULLA RIMANGA DI CIO’ CHE SI NUTRE OGNI MENTE……………
    FIERO LIBERO PENSIERO!
    ————————————————————————————————————

    NON DIO MA ACQUA DISSETA LA BIOSFERA,
    TUTTAVIA IL DIRITTO UNIVERSALE ED INALIENABILE DI AVERNE A SUFFICIENZA VIENE CALPESTATO E NEGATO SISTEMATICAMENTE ORMAI OVUNQUE:
    http://www.acquabenecomune.org/spip.php?article=6380

  59. Attenzione gente,
    riprende il copia-incolla masturbatorio ossessivo compulsivo!

    MAFF……FOTTITI UNA BUONA VOLTA, MAF….IOSO NOIOSO DE-(privo di)-MENTE!

  60. Mi chiedevo…. quanto sia fuori luogo pensare anche solo per un istante, che esista l’ipotesi che la buona e brava Sabina stia sfruttando la sua immagine non più popolare nel mondo dello spettacolo, per un unico scopo, cioè quello di raggiungere il quorum necessario per creare una forza politica che acconsentirebbe il suo ingresso nel mondo politico! Forse con un semplice mio pensiero sono riuscito a risponderti a nome di tutti caro Claudio Maffei, se non erro, ti chiedevi perchè nessuno qua dentro si è mai lamentato o abbia avuto il coraggio di dire che gli stipendi ed i privilegi dei parlamentari sono un’indecenza!! E’ legittimo pensarlo, ma rimane solo un mio pensiero…..

  61. È malato, visibilmente disturbato. Sarà stato il troppo bere o sarà stata una tara congenita, rimane il fatto che è un povero malato.
    Abbiate una schifata compassione e senza chiasso mandatelo affanculo.

  62. Aldilà della discussione creata su religione-chiesa cattolica-ateismo-agnosticismo……perle date in pasto ai porci come il cmaffei&soci…rinnovo il msg a chi ancora ha capacità di discernimento e lucidità ……..non inculatevi affatto cmaffei, non replicate, non fatevi provocare, ignoratelo nel più completo silenzio e scritto! Vedrete che compariranno altri nick, ci sarà un lavoro di spalla fra loro…..attenzione il tutto camuffato con le regole di quella democrazia che lor signori hanno largamente calpestato con arrogante “sprezzo del pericolo”…..
    Io voglio poter tacere in questo blog/forum, se ritengo di non aver nulla da dire di utile…..ma invoco il rispetto delle regole e chiamo in causa l’adm ad una più attenta e cordiale “vigilanza” verso chi DEVE tacere per il suo stesso modo di essere…!

  63. “io sono di quelli che pensano e anzi sanno che davvero tutto è politico, che la vita privata di una persona pubblica è pubblica e che si risponde di tutto, anche del modo in cui ti allacci le scarpe.” P. Guzzanti.
    La citazione mi consente di dire la mia a riguardo, con rispetto.
    Ricollegandomi a Jeff Caird, anche per me era davvero strano vedere l’uomo che “ha partorito” due geni come Corrado e Sabina, rimanere dalla parte diametralmente opposta. Mi sono sempre domandata come faceva ad essere così sordo a quei 2 o 10 minuti di verità che i suoi figli riuscivano a regalare attraverso uno sketch.
    Non credo sia stato facile accettare la situazione per loro e ora che Paolo ha lasciato Berlusconi non può che essere una bella cosa.
    Io però, con tutto il rispetto più sincero, non trovo le giustificazioni di papà Guzzanti soddisfacienti. Nel suo blog spiega e ribadisce i perché del suo cambiamento ma sinceramente lo trovo tardivo e per questo poco credibile. Ma in fondo è la storia dei politici.

  64. ieri sera , è successo un’ altra volta;

    due bestie mi fermano : ‘documenti prego’;
    saranno stati incollati alla mia carta d’identità per tre minuti buoni , e dopo aver decifrato i caratteri cubitali , per aver conferma del loro successo : ‘come si chiama ?’;

    – ‘scusate siamo qui da quindici minuti , non vi sembra di esagerare;’
    – ‘stiamo aspettando conferma dalla centrale;’
    – ‘ma siete sicuri che funzionano le radio;’
    – ‘ .. va bene può andare.’

    sono finiti i tempi in cui andavano con le macchinine a fare le corse per il centro , cosa vuoi la crisi petrolifera ripropone ripercussioni inaspettate
    adesso per risparmiare hanno attaccato le bestie ai lampioni delle piazze , e quelli per passare il tempo e conoscere qualcuno , abbaiano e scondizolano , si mettono a ringhiare e poi di punto in bianco tutti contenti si mettono a scodinzolare;

  65. Per me la cosa più ridicola che ho letto sul caso P.Guzzanti è la frase:sono state dette frasi indecenti e terribili(più o meno cosi).Ma ancora,nel 2009,quando una donna parla di sesso può esserci qualcosa di “terribile”.?Ma questo cosa pensa che a letto un uomo ed una donna si raccontano le poesie di Byron.Ridicolo.L’altra scemenza è che Berlusconi ha indotto l’idea che le donne per fare carriera devono darla!Quelle non aspettavano altro:cavolo le troie ci sono e ci saranno sempre.Insomma io non capisco questa società del cavolo:da una parte tutti gli uomini giovani e non fanno carte false per trovar di che trombar e poi fanno i moralisti.Ma la cosa più penosa è la sinistra:tiene ,con l’uccello duro,la candela al suo avversario e invidiosa si lamenta.Che massa di sfigati….

  66. A onor del vero, sempre per quanto riguarda le affermazioni di Paolo Guzzanti, non è solo da ora che lui si è espresso contro i costumi e le prodezze del Presdelcons.
    E’ già da quel dì che ne parla (suoi sono il termine ‘mignottocrazia’ e la definizione di ‘pisello irrefrenabile’ per b).
    E’ certo anche che sembra abbastanza incomprensibile che per parecchio tempo b. gli sia andato a genio …

Rispondi a Lilly Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here