Home Puntate Tg Porco 2° serie TGPORCO, RENZI: UN UOMO SÒLA AL COMANDO| 2°SERIE

TGPORCO, RENZI: UN UOMO SÒLA AL COMANDO| 2°SERIE

CONDIVIDI

GUARDA TUTTE LE PUNTATE DEL TGPORCO

“RENZI: UN UOMO-SòLA AL COMANDO”

Chi avrebbe mai sospettato che DE LUCA un giorno sarebbe stato sospettato di aver corrotto un giudice per aggirare la legge Severino?

Chi avrebbe mai sospettato che i giudici potessero essere sospettati di essere corrotti? Di emettere sentenze contro ogni logica, in cambio di un buon posto di dirigente?

L’itagliano medio non può nemmeno prendere in considerazione che questo sia possibile.

Con l’occhio a mezz’asta l’itagliano fissa il TG che da giorni contiene una parola conosciuta e sconosciuta allo stesso tempo: “STABILITA’” .

L’itagliano non ha capito nemmeno che la stabilità sarebbe la finanziaria che gli hanno cambiato nome da quando è stato introdotto il fiscal compact, cioè da quando siamo costretti a versare 50 miliardi all’anno per appianare il debito.

L’itagliano medio è interessato soprattutto a quanto lo pagano se li vota. Stavolta Renzi è in difficoltà e l’itagliano sa che può chiedere di più degli 80 euri dell’ultima volta.

L’itagliano medio è contento così, per questo è destinato all’ESTINZIONE.
Solo i più smagati riusciranno a sopravvivere al massacro dei tagli, dello sperpero di fondi a scopo elettorale e allo smantellamento dei diritti.

Il TgPorco e la satira sono tornati per metterci in salvo. Benritrovati!

Grazie a tutti voi che anche con pochi euri, state aprendo uno spazio di satira libera.
Continuate a sostenerci se volete, cliccando qui e poi nel rettangolo verdolino.

E visto che siete i nostri produttori: che ve ne pare di questa nuova formula? E’ molto più lungo, avete notato? Tre pezzi lunghi, più due cazzate, che ve ne pare?

Un grande abbraccio da me e da tutto il gruppo di porcelli ribelli
CONDIVIDETE IL NUOVO TG PORCO! OINK OINK

Commenta questo post

4 Commenti

  1. Nel tuo Tg anche tu menzioni il 40% dei voti presi dal PD alle Europee. Io credo che bisogna invece chiarire a tutti quelli che ascoltano che quel 40% è dovuto solo al fatto che non si è tenuto conto dei non votanti che erano il 50%.Per cui la percentuale ventilata sempre con tanta enfasi dal PD vale effettivamente soltanto il 20% degli Itagliani(come li chiami tu e va bene così)aventi diritto al voto. Non possiamo rendere invisibile quel 50%,anzi dobbiamo darne risalto perché comunque,a loro modo,si sono espressi;se non li si considera è come se fossero morti e per fortuna morti non sono.Ciao,AoE.

  2. Il ritmo.
    All’interno di ogni servizio la serafica e stilosa giornalista deve avere tempi via via piu ridotti mentre la riccioluta deve progressivamente “dilagare” con le sue verità, inarrestabile, magari creandole qualche brevissimo contrattempo (delle piccole sfighe che fanno sembrare che anche il fato le rema contro, tipo il microfono che gracchia, un passante non umano che interviene fuori campo pisciandole sulle scarpe: lavora aggratis? La sfiga la deve perseguitare).
    Comunque: la versione precedente mi sembra piu efficace. Statemi bene tutti.

  3. lunga vita a questoTGPORCO,molto più serio e vero di quegli di Renzi.Sono però convinto che gli itagliani sapranno rimediare presto alla prossima occasione a
    questo grave errore fatto con Renzi pd,dovuto comunque all’inganno subito dal
    pinocchio renziano che non ha capito che non siamo nel paese dei balocchi e
    dei suoi balocchi ne abbiamo pieni i corbelli,si renda conto che questo paese non
    ha bisogno di giocatori ” al gioco della fortuna”ne di boy scaut presuntuos ma di persone serie capaci di cose normali , risollevare questo povero paese troppotempo rimasto in balia di personaggetti è cosa seria, i lacchè servitori dei potenti hanno
    finito il loro tempo.Verrà chissa mai il giorno di pagare i danni fatti a questoPaese;
    è utopia lo so ma è anche bello sognare.

  4. Faccio notare che ormai sui Tg nazionali le giornaliste vestono saldo-maso! La tua giacca la portavano un pò di tempo fa con camicetta trasparente sotto – tanto per far concentrare l’ascoltatore su “le notizie”!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here