Home Politica Terremoto – Amatrice a chi sa amare

Terremoto – Amatrice a chi sa amare

CONDIVIDI
terremoto di amatrice

Terremoto DI Amatrice
No A SPECULAtORI

Terremoto di Amatrice, diciamo NO a massimo profitto

Terremoto di Amatrice – Carissimi, vi immagino sprofondati nella commozione per questo nuovo terremoto che di nuovo ha solo il dolore, che è sempre nuovo.

Ci viene naturale lasciarci andare alla rassegnazione, offrire con tutto il cuore quello che possiamo in attesa della prossima strage.

Dobbiamo invece pretendere che le cose cambino, che i nostri soldi, che vengono dal nostro lavoro, che sono il frutto delle nostre energie emotive, fisiche e mentali, vengano spesi in modo razionale.

Politici, imprenditori, clero e criminali si tufferanno di nuovo tra le macerie cercando di trarne il massimo profitto.  Approfittiamone anche noi. Chiediamo con la determinazione che viene da questo ennesimo terribile lutto, che vengano spesi tutti i soldi necessari per mettere in sicurezza le costruzioni nelle zone sismiche.

Su come si possano reperire i fondi e quanto sia a lungo termine anche economicamente conveniente c’è un’ampia letteratura. Marco Travaglio ha riassunto molto bene tutto quello che c’è da dire a riguardo nell’editoriale del 26 agosto.

L’opinione pubblica e chi nel mondo della comunicazione ha ancora una coscienza, deve pretendere che le zone sismiche vengano messe in sicurezza.

>> Draquila, l’Italia che trema <<

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here