Home Politica Chiara Stoppa e attualità

Chiara Stoppa e attualità

CONDIVIDI
Chiara Stoppa

Chiara Stoppa e attualità

Uno sforzino perché non scrivo da tanto. Non scrivo perché non voglio partecipare. Voglio poter dire io non c’ero. Siamo tutti saliti sulle astronavi e osserviamo dall’alto le esalazioni.

Ieri ho visto un altro spettacolo bello, Cometa Off, Chiara Stoppa. Da vedere. Questo mese forse aggiungono 3 repliche.

Per il resto? Ieri sono incappata in uno di questi che vogliono parlare di “politica” per forza e ha esordito dicendo che Ruby è così bella che non capisce come farebbe Berlusconi a “nun annacce”. Gli ho detto che non avevo voglia di sentire zozzerie e l’ho dovuto ribadire 3/4 volte prima che tacesse. Con molta calma ogni volta che riapriva bocca ho riaffermato il mio diritto a non ascoltare le sue porcate. Solo lo squillo provvidenziale del telefono lo ha vinto. Sempre ieri un altro ragazzo è espatriato.

Qualche giorno prima ho discusso animatamente con persone di sinistra col solito ritornello, gli italiani sono così. Così i benpensanti si lavano le mani per avere accettato, per non avere urlato quando bisognava farlo. Ora è colpa dei poveracci che sono “di natura” furbi e non vogliono pagare le tasse. Quelli che dicevano a sinistra e al centro “è già ricco non ruberà” o “non demoniziamo” o “ammettiamo che è un genio” già non esistono più. oggi sono indignati e non devono rispondere di nulla. se alla fine ce la farà torneranno a dire che ha ragione. l’unico valore riconosciuto è il successo. credono di parlare con un bicchiere di brandy in mano invece sono in cannottiera a sputare e scaccolarsi e  a scommettere sui galli da combattimento.

Le masse. la massa esiste anche se nessuno ammetterebbe di farne parte. i pubblicitari hanno lusigato i suoi membri raffigurandoli come “unici” ma non è vero. siamo unici potenzialmente, potremmo essere unici, ma possiamo anche non esserlo affatto.

i pochi che hanno spirito critico, che si potrebbe anche chiamare semplicemente intelligenza, avevano un ruolo un tempo ora sono ai margini, sono zero. se fai notare a chicchessia che si sta muovendo eterodiretto, chicchessia ti urla addosso. nega che questo possa accadere e che possa accadere a lui. i chicchessia pecoroni sono ormai in tutti i luoghi dove si prendono decisioni.

chi non si è fatto comprare verrà preso per fame, questa è l’idea. ma per chi voleva, a ciascuno è stato dato un prezzo, nessuno è stato escluso. e ra alla resa dei conti, quella parte che era previsto non si sarebbe piegata, quella parte viene dipinta come in estinzione. è solo questione di tempo visto che è sparita da quasi tutte le forme di rappresentazione. prima si viene cancellati, o ci si prova, nel mondo delle idee e poi si viene cancellati nella realtà. i nostri voti, le nostre idee hanno un valore di ostacolo provvisorio destinato ad essere rimosso perché alla fame non si resiste. nel deserto non si fanno proggetti. i deserti sono fatti per essere attraversati, non per viverci, non per nascerci. eppure eppure anche questo passerà e chi non ne ha fatto parte uscirà intatto. continuiamo a ragionare, a lavorare a progettare come si può, con quello che c’è. per adesso procederei così.

cuffaro in prigione

I giudici della seconda sezione penale della Corte di Cassazione, presieduta da Antonio Esposito, hanno confermato, a carico dell’ex governatore della Sicilia Salvatore Cuffaro, la condanna a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra e violazione del segreto istruttorio nell’ambito del processo “talpe alla Dda”. Cuffaro, eletto al Senato con l’Udc è poi passato ai Popolari Italia Domani che sostengono il governo.

Commenta questo post

27 Commenti

  1. Tutte le donne che volessero aderire all’appello di Concita De Gregorio,nel firmare la reazione del mondo femminile alla donna oggetto mediatica,infusa da anni dal caimano e non solo,ecco il link http://www.unita.it/firmedonne/

    Chiaramente è solo una firma,penso che l’intento sia di non farsi scivolare tutto addosso,e in questo Sabina è una professionista eccezionale.

  2. Ciao Sabina,
    Vorrei aggiungere un paio di cose al tuo sfogo. Ho notato che all’inizio della carriera politico-mafiosa di Silvio B. molta gente che lo votava (aveva la maggioranza quindi circa il 25% degli Italiani) non riusciva proprio ad ammetterlo e si nascondevano, o preferivano dire di aver votato per partiti come “Forza Nuova”. Ricordo anche che allora era una vergogna essere fascisti, e che a nessuno passava nemmeno per la mente di difendere Craxi o Andreotti. I tempi sono passati, il bombardamento mediatico di ignoranza continua tutt’oggi, e queste persone hanno iniziato a levarsi la maschera. Ad oggi Andreotti è diventato senatore, Craxi è stato mediaticamente riabilitato, essere fascista è diventato di moda (così come non sapere la storia contemporanea), essere comunisti invece è diventata un offesa, Il presidente del consiglio è sempre più giustificato confondendo e mischiando legalità ed etica o legalità e giustizia, fino ad affermare che la giustizia non c’entra nulla con la legalità. Ad oggi la massa è diventata questa, una massa fatta di ignoranza, persone plagiate o che vogliono rubare anche loro, persone bugiarde, e povere signore anziane che hanno la colpa solo di passare troppo tempo davanti alla tv. Un pò ti ammiro, non ho tutta la pazienza e la diplomazia che hai tu. Non ho ancora lasciato l’Italia, per andare in una patria che meglio accolga le persone oneste, solo perché in fondo una piccola speranza ce l’ho ancora.

    Una piccola parentesi, non sono né “comunista” né “fascista”, non mi piace nessuno stato di tipo totalitario, e se proprio avessi la possibilità di scegliere opterei per l’Aristocrazia (il governo dei migliori)

    Scusate lo sfogo
    D.M.

  3. un po’ come gli jedi che hanno aspettato in silenzio e nascosti il tempo della fine dell’impero del male.
    mi faccio una tisana, meglio.

  4. Il fatto è che tutto è stato già detto, ridetto, gridato! Hai ragione Sabina, ci meritiamo un indispensabile, nutriente silenzio.
    dopo anni di viaggio – causa la cancellazione di sopra – , ho scelto Berlino e da 5 abito in questa oasi di energetica tranquilità. Eppure – con tutto il ben di dio che ho intorno, spendo un sacco di forze per seguire compulsivamente quello che succede.Telegiornali, scontri tribali, rettiliani che dibattono!! Aiuto!
    Dovrei fottermene, mettere distanza, ma non ci riesco.
    Mi viene da chiedere se la mia è una dipendenza, un vizio, oppure la situazione è veramente così preoccupante?
    Good Luck!!
    Nishanga

  5. E’ davvero sconcertante il coro che si leva di fronte agli ultimi avvenimenti, che sia quello di chi si ostina a difendere l’indifendibile, come un unico grosso e ottuso bovino, o quello di chi si indigna, che scuote la testa dicendo ‘Non se ne può più!’
    Non se ne può più, certo. E già da parecchi anni qualcuno di noi lo gridava.
    Ma perché vi indignate solo ora che scoprite che a capo del governo c’è un erotomane?
    E perché mai per il fatto che sia più che sospettato di essere a braccetto con la mafia?
    Qui il silenzio è assordante e, a tal proposito, nessuno degli indignati dice una parola.
    Eppure proprio in questi giorni a Firenze sta continuando il processo per le stragi di mafia del 92-93 e il collaboratore di giustizia Grigoli ha ribadito ulteriormente il ruolo di dell’utri, forza italia e b.
    (www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/20/strage-93-parla-il-pentito-salvatore-grigolidellutri-era-in-mano-ai-graviano/87475/)
    Invece a sentire tutti i discorsi più o meno vuoti che turbinano in questi giorni in ogni dove siamo assaliti da un senso di nausea.
    Ma vogliamo credere come tu dici che ‘anche questo passerà e chi non ne ha fatto parte’, chi non ha accettato di avere un prezzo, ‘uscirà intatto’.

  6. ciao Sabrina
    mi chiamo Massimo ed ho 39 anni
    le tue parole arrivano dritte, forti e dirompenti….suscitando una scossa emotiva…che mi farebbe molto felice sapere comune a molti, qui nel nostro Paese…
    inutile dire che mi dissocio da tutti i pecoroni che giustificano con luoghi comuni e rassegnazione il modus vivendi/operandi di una classe politica inutile e penosa, che ha fatto strage di valori come dignità, etica, serietà e coerenza…
    sono un operaio, e nel luogo dove lavoro devo trangugiare una sequela di porcate come quelle che menzionavi all’inizio del tuo sfogo, ma non mi rassegno e non lo farò mai!!!!…non mi rassegnerò a questo fango che arriva ormai alla gola e tenta di strozzare l’urlo di protesta delle persone “colpevoli” di ardimento ed intelligenza e si oppongono fiere dei propri valori, tramandati dai “vecchi” che hanno vissuto e combattuto nel ventennio fascista il precursore dello schifo a cui stiamo assistendo oggi.
    La mia compagna si chiama come te e quasi 6 mesi fa ha dato alla luce un gioiellino di nome Gaia e quando la guardo e mi sorride penso che dovrò fare qualcosa che serva per farle trovare una società migliore di quella che conosciamo oggi nel nostro “stivale” …ma ogni tanto, citando Nada, mangio le mie lacrime, lacrime di rabbia, e mi perdo, perchè non sempre é facile riuscire a reggere la velocità con cui stiamo cadendo in basso, un po come quando mi spaventavo a morte sulle montagne russe da bambino, solo che quelle duravano poco e dopo non ci salivo più….oggi invece la storia dobbiamo farla noi e ci vogliono imporre “come”, senza pensare al futuro, un futuro fatto per i nostri figli, per vivere meglio la nostra vecchiaia, per un Paese ed un mondo migliore.
    Ho fiducia, voglio fortemente avere fiducia nella magistratura e in tutti quelli che lavorano per uno Stato che combatte il crimine e chi delinque, pensando che i “vecchi” hanno combattuto per liberarsi, combattuto con le armi in braccio nascosti sulle montagne….oggi noi dobbiamo combattere con le nuove armi che sono nelle nostre idee, nel coraggio di difenderle e sostenerle…e nella forza di insegnarle ai nostri figli.
    Sono di sinistra?…boh…oggi dov’é?…se esserlo vuol dire non fare un prezzo per vendersi, per non esser “folle banderuola” come dice mia madre, per avere i coglioni, come dice mio padre, allora forse potrei esserlo…sicuramente sono incazzato nero e tutto questo non lo sopporto più!!!!!
    Perdonami se sono andato pesante…ma uno sfogo, quando parte, rende più leggero il cuore se lo condividi con qualcuno…

  7. Cuffaro nella grande tradizione cattoandreottiana aspettava raccolto in chiesa la sentenza definitiva , entrato a rebibbia dichiara ” ho fede ” .
    E te credo , con gli sponsor che ha non ci vorra’ molto a che lo mettano ai domiciliari
    è pazzesco come tutti quei pezzi di merda mafiosi siano credenti

  8. Sì, cerchiamo di resistere. Che significa sperare ma anche lucido senso critico e ricerca. Ricerca di voci che illuminino questa “terra desolata” cui vorrei non appartenere più. La tua intelligenza, Sabina, mi è di grande conforto. E di luci così ce ne sono poche. Non solo tra i volti noti ma anche e soprattutto tra la gente comune. Mi sforzo di credere e di accettare la mia “unicità” in un’Italia becera e pecorona che vorrebbe l’omologazione del pensiero unico. E miserabile. Grazie anche da parte mia, per quel che vale.

  9. Ma ci pensate se B. diventasse presidente della repubblica? Lo ha detto chiaramente che quello è il suo progetto.

    Temo che ci toccherebbe di passare dalle parole ai fatti.

    A questo punto siamo arrivati.

  10. Io faccio parte della massa, ma sono sicura di essere unica anche se faccio la fame grazie a chi si permette di “disincatare” bimbe che potrebbero essere mie figlie:Quanto ho fatto, pensato, studiato,lavorato per essere donna libera……….preferisco mettermi in disparte ..attendere,,c’è una giustizia ci deve essere e che sia anche spietata

  11. …TESTIMONIANZA: ….giusto per avere un’ opinione dalle persone che casualmente ho incontrato sul mio passo, in questi ultimissimi giorni, ho cercato di parlarne…….ho osservato…………..ho visto…..da lontano una macchia nerastra semovente, come un esecito di cimici, che adempiva correttamente e puntualmente il mesto rito delle compere del uic end…….ci si guarda incrociandosi con sospettosa complicità, con una sorta di timore per aver fatto in passato, forse inconsapevolmente, una mossa sbagliata che ha permesso tutto cio’…..un piccolo evento….microscopica sciagurata scelta….sono anch’io colpevole…..??? E’ anche mia la responsabilità????? NO TI PREGO DIMMI DI NO!!!!! Sarebbe il dolore piu’ grande apprendere che una mia piccola goccia di superficialità si possa essere aggiunta a quel maleodorante oceano di schifo………non potrei accettarlo……..

    Mi avvicino ad un abitante della terra di queste parti…..”senti ma….hai sentito quella storia lì….si insomma rubi….il premier….dai ……..che schifo eh???”…..tutti daccordo si si schifo…….nauseante….obrobrioso…..vergogna (questa la dicono sempre)…..la barzelletta ecc ecc…….”pero’ dai!!!!!!!” dico io………..”meno male…….sembra che siamo al capitolo finale!!!!!!!!!!!!!!!!………..stavolta è incastrato…..il malato di mente!!!!!!!!!!!” ……….e l’altro…………”eeeh ………si ……….figurati………ha gia’ detto che non va’ dai piemme……poi ci sono i suoi che lo difendono……….AMICO……QUELLO LI’ NON LO TOGLI PIU’ DI LI’!!!!!!!!!!!”

    e io mi arrabbio per aver sentito questa cosa……

    ma come, penso io, …….stiamo soffrendo di questo male non ben localizzato e nemmeno diagnosticato………arriva una possibile, debole possibilità di guarigione, un disperato antidoto scovato dalla cassetta dei medicinali della nonna…..sara’ pur amaro e lento ad agire ma che succede….. non vogliamo guarire?????????????? DITEMI CHI E’ COLUI CHE, SE FOSSE AMMALATO, NEL PRENDERE UNO SCIROPPO PENSEREBBE ALLA SUA INEFFICACIA ?????? QUANTE PROBABILITA’ AVREBBE COSTUI DI GUARIRE DEFINITIVAMENTE DALLA SUA MALATTIA????????????

    …..c’è gente cosi’ in giro…..non si crede nelle possibilità liberatorie…….si crede solo che riceveremo sempre e solo mazzate….ingiustizie e soprusi nella difficoltà piu’ terribile……le cose “fighe” le vivono gli altri…..quelli della pubblicita’ e della televisione ( che visione patetica ) ma……. se dovesse succedere qualcosa di giusto, finalmente, non esultatr troppo facilmente, cio’ durerebbe sicuramente poco perchè ci sarebbe un’altro malvagio li’ dietro la porta pronto a sostituirlo……. posso essere daccordo che, per una nazione cui sia stato instillato piu’ che ad ogni altra il senso del PECCATO senonchè un sottile e morboso piacere di appartenere TUTTI ad una società dove TUTTI sono felici nel LAMENTO, sia molto difficile pensare di vivere tutti in una società piu’ giusta……..ma penso, (ed è una mia personale opinione) che se iniziassimo a crederci davvero…..se iniziassimo a guardarci per strada, riconoscendo nell’altro la reciproca possibilità di riscossa e potenziale VERA rivoluzione di valori……..li spazzeremo via tutti……….sti schifosi……

    …..m’illudo che sia cosi’……ma ci credo profondamente…..

    …..buona giornata a tutti Ste

  12. ciao ti conosco come artista da molti anni…la satira mi fa piangere…veramente…..riconosco l’intelligenza tua e di tuo fratello e mi piace…BRAVA…BRAVI…ogni tanto riuscite a farmi ridere…ripeto …la satira mi fa piangere in quanto VERA. GRAZIE. approdo al tuo sito, diciamo così, per sentimenti umani…mi piaceva molto quello che stavi passando… alfabeto…il francese…come si chiama? non riconosciamo più la bellezza…vera…quella della gioventù…quella delle rughe..dei capelli bianchi…la bellezza delle parole pure…la bellezza degli umani…sono d’accordo sulla forma di protesta del non esserci…anche io quando non sono d’accordo vado via….non è un andarsene ma è un NON parteciare. non mettere il mio contributo non esporre la mia persona a ciò che non ritengo GIUSTO….è un DISACCORDO!! Per altri motivi in questo periodo cammino e vivo con de andrè…….SIAMO LO STESSO COINVOLTI..NOI C’ERAVAMO…si aimè….! cerco di fare la differenza nella vita quotidiana…continuo a tentar di fare la differenza nella vita quotidiana. Avrò confuso l’amore con la passione ma non ho creato dolore…eccolo di nuovo..de andrè..Il testamento di Tito…Ecco siamo tutti sbiellati….tutti sregolati….ci sono delle leggi universali a cui non stiamo aderendo…Conosci susanna parigi? ottima musicista…bellissimo linguaggio…e già…la manipolazione attraverso le parole….a vantaggio personale ….a discapito dell’altro. un compagno può avere un abito di caschemere(sono un analfabeta della grammatica italiana, chissà se si scrive così…)….dicevo,.si, ma uno..non il guardaroba…completo! ritorna il bello…ci sono dei tessuti, come l’alpaca…meravigliosi…la pelle gode…hai visto la marcia dei tunisini per i diritti civili???MERAVIGLIOSO…hai visto l’entrata della Libya in finmeccanica???????? sono una profuga della libya…..parliamo anche del mondo….spostiamoci ogni tanto….cambiamo punto di vista….proviamo ad essere l’altro….l’altro mondo ci sta chiedendo aiuto….e noi non lo vediamo..non ne parliamo…non diffondiamo…non sosteniamo….POSSIAMO PROVARE A RIFLETTERE L’IMMAGINE??? POSSO IO, POSSIAMO NOI, PROVARE A FARE DA SPECCHIO ALL’ALTRO? CI PRENDIAMO LA RESPONSABILITA’? da leggere…Bollè sui bambini profughi……bacio

  13. Sabi, deve finire per forza… prima o poi…
    Sto leggendo il libro di Paolo… non condivido tutto quello che ha scritto… in particolare sulle donne negli anni sessanta e settanta… donne che lavoravano come operai… avendo avuto la fortuna di vivere per alcuni anni in un paese dell’Est, mi rendo conto quanto il lavoro abbia potuto fare tanto….
    Oggi è tutto denaro e solo denaro… posto che è importante… non è fine a se stesso… e serve solo a elevarsi… non siamo solo consumatori, siamo individui!
    Noto la stessa disperazione. Forse quest’anno riuscirò ad andarmene di nuovo, non so, lo spero. Ma continuo a pensare che siamo meglio di quello che qualcuno pensa: ovvero vuole farci pensare così… ed invece NO. Alla facciazza sua! Sono molto meglio di loro!

  14. Oggi era il 23 anno di nascita. , ma oggi ne abbiamo27.
    Leggendo questo post ho pensato alla tua situazione di persona nota, particolarmente nota per la particolarità del tuo fare e dire. Allora dovrai essere munita di una certa pazienza, per far buon viso a tutti quelli che, approfittando di tuoi momenti di pausa, stretta all’angolo, l’angolo di un bar, di un locale, di un muro, forse anche all’uscita di un cesso… sarai costretta a subire parole parole parole tesi e controtesi di parolai in vena di competere con te o di rompere le balle… E tu dovrai comunque dar loro una risposta, un assenso, un sorriso… che paaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaallllllllllleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee…

    Mio nipote in discoteca si avvicinò al bancone con il buono della consumazione e ordinò qualcosa, dall’altra parte il tipo vestito di bianco non si nuoveva. e mio nipote ad insistere, pensando che nel frastuono non avesse capito: “me la dai ‘sta birra!” Quello lo guardava storto. Niente, stava ancora a chiedergli la consumazione quando un gruppetto si avvicinò al tizio chiamandolo ripetutamente: Corona…Corona.. Fabrizio una foto.
    E mio nipote con il braccio ancora teso verso il bancone, che non lo aveva proprio riconosciuto…

    E allora se qualcuno ti dovesse scambiare per la responsabile dei posti nel cinema, per una delle fruttarole di campo de’ Fiori, per una netturbina del centro storico di Roma, per una bancaria rompicojoni, per una commessa della feltrinelli… ecco, potrei essere io, non te la prendere e anzi ringrazia che non ti riconosco, altrimenti mi posso rifare sparandoti tutta la filosofia dalla A alla Z incluse le lettere W Y J K X e omega…

  15. Sabina… in questi giorni come non mai mi tornano alla mente le tue parole di ormai quasi 3 anni fa… per le quali tutti ti diedero addosso, ricordi? piazza navona?
    Ma ciò che esce oggi di giorno in giorno non conferma quello che già tu avevi visto bene in quei tempi? Eh, ma ora le querele chi le fa? Sempre loro?
    O non è il tuo turno, stavolta?
    Spero di rivederti ancora, ché se dipende dalla pazienza e dalla tenacia di sicuro ci ritroveremo! Baci!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here