Home Politica Sabina Guzzanti, intervista Sky

Sabina Guzzanti, intervista Sky

CONDIVIDI
sabina guzzanti intervista sky

Sabina Guzzanti, intervista Sky

Ecco l’intervista a sky. Commentate qui se volete esprimervi con un po’ più di agio di quello che consente twitter.

Io ero abbastanza contenta anche se il tempo vola e le cose da dire sono tantissime. Mi sento come se avessi fatto un’intervista dall’Annunziata, solo in italiano 🙂

Mi pento solo di non avere citato, quando mi ha chiesto se esistono oggi italiani che si possono paragonare a Mandela, Falcone e Borsellino e tutti i morti per mafia. Ho pensato solo ai vivi.

Avrei voluto o dovuto rispondere in modo più costruttivo che l’esempio di Mandela ci deve insegnare come si porta avanti una battaglia. Mi dispiace.

Penso che moltissimi di noi vorrebbero essere come Mandela e mi auguro che la sua scomparsa infonda energia e dignità a tutti noi, che ci dia la forza e la lucidità per liberare questo paese.

Buonadomenica.

 

Commenta questo post

13 Commenti

  1. Grazie a @Defoe per il link!
    Da incorniciare:
    ‘Perché lo Stato non vada in frantumi, non è che dobbiamo continuare a fare appelli solo nei momenti più tragici. Dobbiamo ridare significato alla democrazia’.

  2. liberare il paese e lottare per un ideale, credo che parecchi abbiano voglia di farlo anche qui in italia, come dici tu Sabina, ma putroppo quello che ci incatena è subdolo, è mescolato e informe, si camuffa e cambia faccia…
    non è una scusa, esiste, si chiama mafia, si chiama fascismo, si chiama inquinamento, razzismo, manipolazione ecc… ma preferisce non apparire, salvo casi minoritari, preferisce agire nell’ombra.

    falcone e borsellino sono veramente eroi moderni, dei precursori, avevano capito questa mescolanza e cercavano di snidarla, di filtrarla.

    Non credo bisogna vergognarsi nell’avere degli “eroi”, penso sia una cosa umana e anche bella prendere ad esempio persone il cui lavoro e sacrificio sono andati oltre il comune.

  3. Più che un ‘intervista mi è sembrato uno di quei vecchi giochi a quiz dove il concorrente che premeva per primo il pulsante risponde alla domanda…Cara Sabina se sei colta ti tirano le pietre se non sei colta ti tirano le pietre..Qualunque cosa fai…Scherzo. Mi rendo conto quanto sia difficile offrire un’opinione in un così breve tempo dove una giornalista arbitro ti fischia il fuorigioco proprio quando la risposta alla domanda, sta centrando la responsabilità dei fatti. Nonostante ciò, ti sei difesa benissimo dicendo la tua .

  4. Bella L’intervista. da non sottovalutare, pensanDo al “dispiacere” espresso da sabina circa la risposta data alla domanda Su mandela e gli “esempi” italiani, la forza dei silenzi e delle pause che CompletaNo una risposta difficile e tuttavia chiara nel definire il sIgnificato di battaglia Come capacita’ di sacrificio.

  5. Gli eroi possono essere quelli che già occupano posti di potere, che hanno il potere di cambiare le cose, non la gente comune che ha solo la forza di sbarcare il proprio lunario. Ma… è una contraddizine in termini, chi aspira al potere non sarà mai un eroe.

  6. un’analisi che si fuma in un baleno centinaia di patetici tg, brodosi talk e prime pagine fuorvianti, centellinati quotidianamente ad un popolo ormai di conservatori cronici che pur continua in buona parte a credersi “di sinistra”. A questi simpatici bradipi mentali sempre capaci di bersi la qualsiasi dal primo arrivista fiorentino che te la conta, Non si poteva servire un migliore concentrato di intelligenza politica. Una tv così veloce, al fulmicotone, non me la ricordavo. Remava anche la Latella, che pure già si mangia l’Annunziata. Sulla Oppo però Sabina sbagli: Grillo farà uscite impulsive e orribili e dunque autolesionistiche, ma le menzogne sistematiche, le affermazioni diffamatorie non sono affatto opinioni e non va difeso il diritto di scriverle impunemente. Tu Sabina, difenderesti il diritto di un Sallusti di spandere merda su mandato del padrone?
    Comunque Sabina, grazie di cuore.
    Simone

  7. @ Simone… il problema di Grillo è la confusione dei ruoli, da comico può fare tutti i post che vuole e le finte liste di proscrizione, può far emergere le bugie come vuole… ma non da politico, perchè da finte diventano vere

    il fatto che contunui a stare in una via di mezzo poco chiara, un pò politico un pò attore è un classico segno di manipolazione, simile al berlusconi che si fingeva un pò politico un pò imprenditore un pò buffone

    anche il fatto che spesso si richiama a degli esperti, scienziati economisti, giuristi ecc. e poi non li faccia mai entrare nel movimento è un segno di manipolazione, li usa per apparire…

    es.. perchè con i soldi dei rimborsi non assume una bella equipe di esperti per fare proposte di legge innovative e radicali sull’ambiente e sui trasporti? o qualunque materia… risposta: perchè questa equipe potrebbe portargli via potere, quindi preferisce poter controllare dei parlamentare onesti ma incapaci

    … scusate le volgarita 🙂

  8. Scusa Defoe, ma a me di Grillo e di quel che spara, interessa ben poco. M’interessa, Caso mai, la novità dei temi che il giullare genovese ha rovesciato “prepotentemente” sul tavolo del dibattito politico a vantaggio di tutti, Soprattutto di una pseudo-sinistra ormai totalmente inadempiente. Temo la svolta renziana non curerà affatto il problema.
    A me non riesce di vedere l’intervista, se non con il seguente indirizzo:
    http://www.youtube.com/watch?v=C1CN-LQCF8Y&feature=c4-overview&list=UURm_jxXCvmnrCZpjuXj-cGA

  9. vista! finalmente!
    non c’è molto da dire, hai una lucidità di pensiero e di critica imbarazzanti. Non a caso ti ha chiamato intellettuale.

    ma concordo con simone sul caso oppo, ne parlano male dei 5 stelle, e invece non sono poi così male

    bizù!
    <3

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here