Home Draquila 1 giugno Draquila a Bruxelles

1 giugno Draquila a Bruxelles

CONDIVIDI
draquila recensione pezzopane terremoto l'aquila

>> Guarda il film Draquila <<

Qui sotto pubblico un volantino/comunicato dei nostri “amichetti” nazi contro la proiezione di Draquila al parlamento europeo di domani. La sala è già stracolma e lo scopo è quello di ripresentare la risoluzione urgente contro le limitazioni di libertà nel nostro paese.

L’ultima volta vi ricordate a porta a porta mr. contraddittorio forte forte nel suo stesso cervello, ha detto non contraddetto che il parlamento europeo aveva bocciato la risoluzione. Un europarlamantare mi ha spiegato che hanno perso per 3 voti perché 3 irlandesi sono stati richiamati dal loro premier di sangue irlandese a seguito di una telefonata del nostro condottiero col cuore grande come la sua arcata dentale.

Essi vivono ed essi domani faranno una conf stampa intitolata “Draquila quando mentire è la più grande forma di brutalità“. Ecco di seguito un ennesimo reperto che conserviamo per i posteri qualora si domandassero: “ma esattamente quanto erano stronzi?

Per i commenti vince chi esprime il disprezzo con più eleganza senza sporcarsi. per oggi. domani potrebbe essere una gara di rutti.

Bruxelles: la compagna Guzzanti presenta “Draquila” al Parlamento Europeo

Uno spettro si aggira per l’Europa: quello della sinistra italiana !

A tambur battente la compagna Sabina Guzzanti, perseguitata e imprigionata durante tutti gli anni ’90 e fin’oltre il 2000 a suon di contratti miliardari dalla perfida RAI (TV di Stato foraggiata dai contribuenti italiani, berlusconiani compresi), si accinge finalmente a sbarcare a Bruxelles per presentare la sua ultima fatica cinematografica, “Draquila”, già applaudita dai professionisti del cinematographically correct in quel di Cannes.

Tanto per cominciare, ringraziamo vivamente i tanti compagni italiani impiegati presso le Istituzioni Europee – anch’essi regolarmente perseguitati e foraggiati dai contribuenti pubblici di ogni Paese ed orientamento politico – che col loro consueto senso dell’imparzialità, nonché rimarchevole sprezzo del pericolo di ritorsioni (da parte forse di quella mezza dozzina di squadristi destrorsi che chissà come sono riusciti anche loro a farsi assumere chi in Commissione, chi in Parlamento), hanno diffuso urbi et orbi, attraverso le loro caselle e-mail istituzionali l’invito ad assistere a questo grande, immancabile e democratico evento.

E’ quindi con palpabile emozione che miliardi, ma cosa diciamo miliardi, migliaia, ma cosa diciamo migliaia, dozzine di persone allineate e compatte prenderanno d’assalto la sala “JAN 2Q2” del Parlamento Europeo il prossimo primo giugno alle 18.45h ora di Kabul, pardon di Bruxelles, per assistere, alla presenza della compagna e regista Sabina Guzzanti, al film-denuncia “Draquila”, in cui si stigmatizza l’operato del governo Berlusconi, pardon, del dittatore Berluskaiser, nell’ambito della ricostruzione post-terremoto in Abruzzo.

Ora, certi dell’impegno civile e della sensibilità fuori dal comune della compagna Guzzanti – che diversi testimoni giurano aver visto distribuire coperte e vettovaglie ai terremotati nelle ore immediatamente seguenti il sisma, mentre il perfido Bertolaso si divertiva a coordinare le operazioni permettendosi di dormire quasi 2 ore per notte (qualcuno dice perfino 3) – invitiamo la nota sacerdotessa della Chiesa degli Indignati, nonché eccelsa cineasta, a dar seguito al succitato “Draquila”, peraltro degno erede del ben noto “Viva Zapatero”, mettendosi di nuovo dietro alla macchina da presa per sfornare altri gustosi film-denuncia, la cui sceneggiatura è già pronta. Nell’ordine:

“Brancaleone al Terremoto”

Gustoso remake della pellicola “Brancaleone alle Crociate”, interpretata da Vittorio Gassman, il cui ruolo potrebbe essere oggi affidato al figlio Alessandro, ma poi i maligni parlerebbero di nepotismo, dunque affideremo il ruolo di protagonista a tale Romano P., che nei panni del cavaliere senza maggioranza e senza paura Mortadello da Bologna, percorre allegramente i luoghi sacri alla norcineria doc, discorrendo soavemente con le famiglie ancora ospitate nei container a 13 anni dal terremoto che sconvolse l’Umbria sotto il regno dello stesso Mortadello (il quale infatti gira in incognito: comunista sì, ma mica fesso!)

Che dire? Da morir dal ridere! In un gustoso cammeo compare anche uno scanzonato amico del Popolo e dell’Ambiente, tale Alfonso P.S., che porta un po’ d’allegria in chiesa durante i funerali delle vittime dei crolli.

“Cin-Cin Salute”

Un simpatico ed anti-conformista reportage sulla moda dello “happy hour” che ha ormai rimpiazzato l’antiquata e noiosissima “ora d’aria” all’interno dei Laogai (= Gulag) cinesi, dove i prigionieri politici si radunano pertanto gioiosamente alle 7 di ogni sera per un salutare sorso di “Bloody Mao”, di “Gialloni” (versione cinese del “Negroni”), di “Cuba Libre” (da degustare rigorosamente “on the rocks” con annessi piccozza e palla al piede – in omaggio un basco guevariano che fa tanto rivoluzionario) o di “CaipirAnha”, bevanda pseudo-brasiliana (si sa, i cinesi copiano bene) dal contenuto leggermente urticante (i detenuti si passano un bicchiere con dentro un piranha a mo’ di roulette russa, chi sorseggia troppo lentamente ci lascia le penne).

Che dire? Una splendida denuncia di come le deleterie mode borghesi stiano corrompendo i virtuosi costumi della Democratica Repubblica Cinese. Gustoso “cammeo” dei compagni Armando C., Oliviero D. e Fabio M. nei panni di tre guardie carcerarie dal volto umano, quasi angelico.

“Viva Zapa-ta-ta-ta-ra-ta-ra-ta-tat !!”

Naturale seguito del formidabile “Viva Zapatero”, la pellicola descrive con maestria il duro lavoro degli uomini della guardia costiera spagnola che, agli ordini dell’amico dei deboli e degli oppressi Zapatero, scaricano i loro mitragliatori contro i clandestini che tentano di sbarcare sul litorale iberico.

Che dire? Una salutare sventagliata… di buon umore! Anche qui un emozionante “cammeo”, quello di tale Massimo D’A., che, passando di lì per caso, a bordo della sua imbarcazione di lusso, assiste impassibile alla carneficina.

“The Ghost Pedophile”

Affermato regista americano di sinistra, condannato per abusi sessuali su una minorenne nel 1977 e da allora latitante in Patria, viene arrestato in Svizzera nel 2009 (meglio tardi che mai). Le autorità elvetiche si accingono ad estradare il balordo, quando scatta, puntuale come un orologio appunto svizzero, il formidabile “soccorso rosso”. L’Amico e Cineasta del Popolo, al secolo Roman P., sostenuto dal meglio (o dal peggio, fate vobis) dell’intellighentia e dei legulei “progressisti” di mezzo mondo, ottiene la scarcerazione e sfugge quindi alla giusta pena ancora una volta. Per ringraziare i tanti compagni dell’aiuto ricevuto, il cineasta sfodera pochi mesi dopo un polpettone dal titolo “The Ghost Writer”, in cui uno scrittore da 4 dracme, improvvisatosi 007, scopre che a suggerire all’ex Premier britannico di invadere l’Iraq sarebbe stata la CIA (toh) attraverso una sua agente ebrea (ma guarda!).

Che dire? Commovente, specie per la donna violentata dal simpatico Roman 33 anni fa. In vari splendidi cammei appaiono vari politici ed intellettuali di sinistra (fra cui forse la stessa Guzzanti) che, dopo aver difeso a spada tratta Roman P. – nonché poco più tardi il suo compagno (di merende?) Frédéric Mitterrand, ministro francese che in un’autobiografia accennava alla sua passione per i bei guaglioncelli thailandesi, sulla cui età sono sorti gravi dubbi – si scagliano con veemenza contro i preti pedofili, il Papa e la Chiesa in generale, bollata come associazione internazionale a delinquere di stampo pedofilo.

Attendiamo perciò con impazienza la realizzazione di questo capolavoro del cinema neo-realista, anzi… realista e basta!

Se tuttavia la compagna Guzzanti trovasse troppo faticoso od oneroso girare questi film da sola, le consigliamo di chiedere aiuto ai suoi colleghi Moretti, Muccino e Salvatores, anch’essi strenui difensori dei diritti umani, che sicuramente accoglieranno con entusiasmo il progetto.

Scontata la collaborazione e il finanziamento di RAI-Cinema e la presentazione ai Festival di Cannes, Venezia, Roma e Berlino. Per gli Oscar ci stiamo organizzando.

Ma non è finita qui !

La proiezione di “Draquila” si effettua, infatti, è bene ricordarlo, in concomitanza con la serata celebrativa della Festa della Repubblica, organizzata dal Consolato Italiano di Bruxelles la stessa sera del primo giugno.

Invitiamo vivamente tutti gli spiriti liberi e democratici a boicottare l’evento del Consolato Italiano, il quale essendo alle dipendenze del dittatore Berluskaiser è chiaramente etichettabile come soggetto fascista e contro-rivoluzionario – poco importa se gran parte del personale che vi presta servizio a tutti i livelli è notoriamente di sinistra.

Partecipate quindi tutti in massa alla proiezione del film Draquila presso il Parlamento Europeo e peste colga chi non si unisce a questo grande momento di democrazia, patrocinato, quasi dimenticavamo (gauchesse oblige), dai Parlamentari Europei Sonia Alfano (Italia dei Valori) e Rosario Crocetta (Partito Democratico), che tengono alto l’onore del nostro paese in Europa tramite questa ed altre meritevoli iniziative.

No pasaràn!

>> Guarda il film Draquila <<

Commenta questo post

22 Commenti

  1. Beh se non ci aiutiamo tra noi maiali (PIIGS)! -_-

    Ti sei sbizzarrita con i tags!

    Che dire?
    Beh di certo più emozionanti della sterile recensione di Porro (sul corriere della sera?!) delle ragioni dell’aragosta:
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cinema/Porro/2007/09_Settembre/25/Leragionidellaragosta.shtml

    Simpatici come un dito in c*** …
    Anzi no!

    La sterile email inviata dagli amici di IdV e PD difficilmente aveva destato l’attenzione dei seriosi europei.
    Ma certo non questa mail: l’espressione dei deputati sarà stata un “WTF” seguito da attenta lettura del volantino!

    Dulcis in fundo: HANNO PERFINO ALLEGATO LA MAIL ORIGINALE!

    Io dico ma chi sono ‘sti DEMENTI ?? xD xD
    Da scompisciarsi !!

    Insomma altra pubblicità gratuita, non hanno imparato la lezione con Bondi.
    A me sembra marketing virale: ma sei sicura che non è la BIM a infiltrare questa gente nei club di forza italia?

    In Europa non attacca!
    Se la cantano e se la suonano con le proposte di film futuri: credono di essere simpatici? Questi sono messi peggio di noi!! xD
    Sabina devi essere contenta che questi ti odino: spremono la loro fantasia con rabbia e gli escono solo queste cacchette! 😀

    Vi riporto il commento di un francese alla notizia (che è finita sulla Stampa – tanto per dare un po’ di visibilità), per confortarvi (se ce ne fosse bisogno):

    Mi son fermato dalle parti di “Brancaleone il Terzo”… Né carne, né pesce: non è ironia, non è comicità. Una prolissità “frullata” che neppure un poco soddisfa le (di quelle) assolute necessità circa “tempi” efficaci (quale delle due vie si desideri percorrere…). Vittimismo (quel piagnucolio aggressivo, difetto così frequente tra gli italiani tutti) diluviale: quasi l’ intero (a parte il breve interludio prodiano) decennio in sella al governo… un poco di fair-play lo si dovrebbe padroneggiare: il vecchio Branca era sì stracciato e magniloquente, ma non così… Bottom (vedi “Midsummer night’s dream”). Borges (forse) commenterebbe ricordando quanto la semplicità non sia metodo dei semplici (Ah ! Notevole impegno a piegar parole francesi, per un fine che si sperava arguto… Boh ? Almeno un vecchio amico qui rischia una seria crisi d’ identità, lui che sbiancherebbe al sol leggere un obbrobriosissimo”quiche lorraine”).
    scritto da De la Gruyère 31/5/2010 17:13

    😉

  2. Farneticare con stile e proprietà di linguaggio è raro da leggersi, questa volta si son davvero superati! Spalare letame con la penna non dev’essere semplice

  3. Che dire di questo pezzo di…vogliamo chiamarla satira?
    Il lavoro sarà stato partorito da un team numeroso, visto la loro pochezza.
    Ma com’è che la satira di Sabina deve essere ‘quella cosa che tende a sdrammatizzare e a rendere simpatico l’oggetto del suo dissertare, a diminuire le tensioni sociali’?
    Perché la loro invece si preoccupa solo di tirare scudisciate?
    Squallido. Siamo ancora al pericolo rosso dei brutti comunisti 🙁
    L’unico commento che ci viene spontaneo: Ma dovremmo ridere?

  4. Siamo stufi di vedere la banda bassotti che si arricchisce alle spalle di tutti noi, ridendo dentro i loro lettoni di notte mentre il paese cola a picco, magari in compagnia delle amiche mignottocratiche. Ha ragione Valeria Marini, forse dovremmo tutti partire per le Canarine o per le Anguille. L’oligarchia che ha il piede sul nostro collo non ha paura di nulla. Sono arrivati a un livello di sfacciataggine inaudita. 25 anni di televisione di regime ha fatto sì che sia perso totalmente il senso della realtà, del pudore e della speranza.

    Gelli&friends ringraziano.

    p.s. cosa direbbe il bignami dei cari gelli&friends? Di sicuro darebbe 3 spiegazioni, come Sabi sa bene: 1) il metà dei nostri connazionali sono dei perfetti irresponsabili a consegnare il paese in mano a chi ne sta minando le fondamenta, 2) l’altra metà non ha abbastanza dignità per indignarsi, 3) chi dovrebbe garantire la difesa delle istituzioni poi, dorme un sonno beato, profondo … Beato lui. Ma sì, guardiamo tutti draquila per aprire un po’ gli occhi, poi come direbbe Valeria, ce ne andiamo tutti a carte e 48.

  5. Ciao a tutti mi congedo dal sito saluto Sono_nuova(gentile e premurosa) Pierlugi53(cazzuto e fortissimo bastonatore), Auryn(intelligente preciso ed informato), Giano(vendicatore sensibile dei diritti) marcomigliardo(che mi ha fatto capire cose importanti con una semplicità geniale) Gionnico(caustico con ironia)
    e tutti quelli che ora non ricordo ma che mi hanno dato la loro amicizia e Sabina che forse sposerò quando sarò un po’ più grande
    Grazie
    me ne vado purtroppo non in punta di piedi

  6. A proposito del volantino dei camerati , l’esercizio del ”secondo livello ” e’ molto pericoloso perche’ si cammina sul filo del rasoio della retorica humoristica e della banalita’ , nel loro caso piu che di ”secondo livello ” direi che siamo al ”secondo livello ” , ma del sottosuolo , quanti miliardi di neuroni hanno dovuto agitarsi in quante testoline di c…x partorire questo libello me lo chiedo anche io come Giano , misteri della creazione letteraria …
    Quello che stupisce e’ la mancanza di odio che traspare dallo scritto , forse dovuta al fatto che il nemico essendo ridotto ad uno spettro non merita di sporcarsi le mani a bastonarlo , oppure il libello e’ stato redatto da un team di cervelli , d’intellettuali che lasciano l’odio alla bassa manovalanza .
    Comunque sia bisogna lasciar loro l’illusione di essere intelligenti , di poter battere con la forza dell’intelligenza e tramite la satira , il nemico
    la presa di coscienza della loro nullita’ potrebbe condurli all’autodistruzione e all’odio mortale x il prossimo che spesso genera …

  7. Oṃ Maṇi Padme Hūṃ:

    IGNOBILI VIGLIACCHI RUFFIANI_DEI_RUFFIANI SQUALLIDI ZOMBIES DELINQUENTI INFAMI OMM’ E’ MMERD’ CORTIGIANI LITTORIOSI FECCIA MAGNACCIA PAPPONI GUERRAFONDAI RIPUGNANTI MIGNATTE NECROFILI MERDOSI POPOLINO GALOPPINO DEL CAVALIERE SCIANCATO SENZA PONY USURPATORE INFAME DISGRAZIATI FIGLI DEL NULLA

    Ommm Ommm

    Lucha y Resistencia. ¡Ni un paso atrás!
    Lotta e Resistenza. Non un passo indietro!

    Un ringraziamento particolare a Sonia Alfano e a Rosario Crocetta 🙂

  8. 🙂 Sole
    http://www.youtube.com/watch?v=gjcQizUZ4Q4&feature=related

    http://www.youtube.com/watch?v=kQEANyj6I5E&feature=related

    prima di andare ricorda di firmare la petizione.. (non sono esperta di giochi online non posso prometterti di trovarne di intelligenti, pur di trattenerti..) (una curiosità: fai la ballerina?) 😉

    one.org/international/actnow/hurlberl/one.html

    http://www.youtube.com/watch?v=lWdG8NoFXY0

    p.s. MAI PIU’ PERMETTERE QUESTO!!!

    http://www.youtube.com/watch?v=gp8aqJV59Bs

  9. Qualcuno puo darmi elucidazioni riguardo al
    ” le famiglie ancora ospitate nei container a 13 anni dal terremoto che sconvolse l’Umbria”
    del libello dei camerati ?
    Infatti anche io mi ero posto la questione della gestione del terremoto umbro gestito dal governo prodi , qualcuno ne sa qualcosa ?

  10. Questa gente continua ad arrogarsi il diritto di decidere qual è “l’immagine positiva dell’Italia all’estero”, partendo dalla certezza – totalmente infondata – che sia la loro… Per fortuna film come Draquila mostrano che nonostante tutto il pensiero indipendente esiste ancora anche qui.
    Per altro, se questo governo va avanti nella sua opera di disgregazione istituzionale e civica, tra poco la questione di immagine dell’Italia non si porrà nemmeno più…

  11. Da Repulica on line : ” E il Cavaliere investe sull’elisir di lunga vita Primo azionista con Doris e Del Vecchio di Molmed, azienda che produce farmaci anti-cancro. Non tagliati i fondi a don Verzè per le ricerche sulla longevità ”

    Ve l’avevo dtto io nel mio volantino che dovremmo subire il grande amore del grande sodomita malvagio ancora a lungo…

  12. A proposito ancora del libello dei camerati , si potrebbe dire semplicemente che quando si ha il cervello pieno di merda si possono dire e scrivere solo …cagate .

  13. A proposito di ” porci con le ali ” , mi duole constatare che presso i giovani , alla verita’ l’ho chiesto solob a uno , il termine porco , maiale non ha il significato che aveva nei 70 dove era sinonimo di p.. di m.. di destra , di servo del potere , ecc , e’ un peccato , e’ raro vedere , x dirla con i linguisti , un significante cosi ricco di significato ….

  14. Beh dai sabina, ti hanno accostato a Moretti e a Gabriele Salvatores!!!Mica male! A me farebbe piacere se accostassero il mio nome a Salvatores

  15. URGENTISSIMO!!! INVIO MAIL A TUTTI I VS CONTATTI

    Il 3 – 4 giugno presso l’ospedale Niguarda di Milano si terrà presso l’ospedale Niguarda di Milano una Conferenza internazionale di chirurgia laparoscopica avanzata
    I TEMPI SONO STRETTISSIMI MA PROVIAMO A FERMALI!!

    Grazie a tutti coloro che accoglieranno questo invito

    segreteria@aimsacademy.org, direttoresanitario@ospedaleniguarda.it, Luciano_Bresciani@regione.lombardia.it, Roberto_Formigoni@regione.lombardia.it

    http://expoartcc.ning.com/photo/photo/show?id=2183048%3APhoto%3A126368&xgs=1&xg_source=msg_share_photo

Rispondi a Notizie dai blog su Standing ovation al Parlamento europeo per Draquila Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here