Home Satira Vilipendio, Berlusconi, RAI: C’è molto da sperare?

Vilipendio, Berlusconi, RAI: C’è molto da sperare?

CONDIVIDI
renzi berlusconi sabina guzzanti
Immagine presa da Nonciclopedia

Cari amici,

ho appena finito di registrare un berlusconi che aprirà “vilipendio”. E’ venuto una bomba. Poi ne ho registrato un altro per la tv e mi sono dovuta contenere, devo dire con molto dispiacere. E’ bello anche quello, però…

Buona notizia: il governo perde il 20% dei consensi. Mannheimer. Non ho capito quando è salito. A luglio è sceso, adesso è sotto un treno, come mai fino a qualche giorno fa ci dicevano, consensi alle stelle?

Altra buona notizia perde il governo ma non guadagna il centro sinistra. Speriamo che nessuno di noi sia mai più costretto a rivotarli.

Incollo poi qui una notizia da art 21. A seguito del successo di Anno Zero, caligola ha invocato gli sponsor perchè non investano in RAI finchè sono in onda opinioni che, in contrasto con la sua idea di pluralismo, esprimono punti di vista diversi dal suo per altro talmente confuso da rendere difficile l’appoggio perfino dei bondiformi.

Per una volta nella vita, sia pure a malincuore, mi tocca rendere pubblica lode a Silvio Berlusconi. Sino ad oggi, infatti, lo avevamo dileggiato chiamandolo il re della rettifica e della smentita, ma in queste ore ci ha smentito tutti, non rettificando una delle affermazioni più sconcertanti e inquietanti che gli sia mai capitato di rilasciare.

Veniamo ai fatti: sabato mattina, sulla prima pagina del Corriere della Sera, Francesco Verderami, ha raccontato di un incontro tra Berlusconi e alcuni imprenditori italiani. Nel corso della simpatica riunione re Silvio avrebbe invitato i facoltosi amici a smetterla di spendere soldi per acquisire spot dalla Rai,almeno sino a quando il servizio pubblico dovesse continuare a mandare in onda trasmissioni che danno l’ansia…

Commenta questo post

116 Commenti

  1. @onafez

    ciao 🙂 hai ragione su gatta. pensavo fosse meglio scuoterla un po’, ma devo essermi sbagliato ed il suo non è PER NULLA SPAM. e l’avrò offesa.

    @gatta
    scusa, cristiana. ricrea il blog che hai cancellato. Sei troppo poetica ” PinaImprevista ”, ed è difficile l’ “io scrivo per piacere vivo anche per piacere” senza che qualcuno non te lo faccia pagare… ed è vero, dobbiamo un giorno quando sarà unirci e fondare il partito della società civile

    ti voglio bene e ti dedico questa musica dei Clan of Ximox
    http://it.youtube.com/watch?v=4kxaJGG7hTg&feature=related

    sono belle anche le parole
    “Una lenta e calma disperazione è dentro tutti noi
    Il tuo vecchio sogno appassionato a volte esplode in un grido ”

    amo anche i CruxshadowS e The Birthday Massacre, ciao 😀

  2. @onafez

    grazie per i complimenti e l’incoraggiamento 😀
    naturalmente complimenti anche a te e buon proseguimento!

    for you
    it.youtube.com/watch?v=09m2D7up13Y

    gli albanesi come gli italiani: senza memoria, anche recente – concordo, e per di più il berisha adesso segue dapresso lo psiconano

    http://www.corriere.it/cronache/08_maggio_29/berisha_centrali_nucleari_albania_7af52254-2d3f-11dd-913b-00144f02aabc.shtml

    …«Con Berlusconi invece cambia tutto. C’è un gruppo italiano che è venuto a discutere la possibilità d’una centrale in Albania. Ma non abbiamo ancora deciso il sito. Sappiamo solo che ci sarà»…

    inoltre, Siete appena entrati nella Nato: ospiterete anche nuove basi militari?
    «Straordinario risultato! Tutto ciò che la Nato chiede, siamo pronti a farlo».

    Mi sa che avremo presto qualcosa in comune DA DIMENTICARE o da ricordare a seconda dei punti di vista.

    quanto alla decrescita “spiegata ai bambini”… credo sia anche un po’ ironico: la capirebbero perfino i bambini… e non i geni della finanza?

    l’economia, in forma accessibile, andrebbe spiegata ai ragazzi a squola… o non è politically correct?

  3. Grande Sabi, non vedo l’ora.
    Dici bene che la notizia bella è che la sinistra non cresce!
    Forse ci siamo, forse sta accadendo!
    La gente ce la può fare ad un unirsi e a autogovernarsi.
    Sei una gra ri-evoluzionaria!
    Grande…

  4. CAI – SI COMINCIA MALE, CON GLI INVALIDI ESCLUSI DALLE RIASSUNZIONI…

    …e non solo gli invalidi! ecco la protervia dei padroni “benefattori”!

    per la scelta dei 12.500 dipendenti da assumere Secondo la Cub, questa sarebbe la proposta di Cai «nel dettaglio»: «Il personale sarà scelto con criteri di assoluta discrezionalità gestionale. Non saranno riassunti i part time. Non saranno riassunti genitori affidatari unici di minori. Non saranno riassunti lavoratori
    invalidi in possesso dei requisiti di legge 104. Non saranno riassunti genitori con figli invalidi a carico [legge 104].
    Non saranno riassunti lavoratori con familiari invalidi a carico [legge 104]. Saranno valutate discrezionalmente le percentuali di assenze per malattia dell’ultimo
    triennio. Sarà valutata l’anzianità aziendale». — Questo è anticostituzionale —

    da CARTA il giornale MORTO AMMAZZATO http://www.carta.org/attachments/cartanews/2008/cartanews081024.pdf
    a pagina 5.

  5. CARTA il giornale MORTO AMMAZZATO

    avrebbe bisogno di abbonamenti per sopravvivere:
    http://bottega.carta.org/index.php?main_page=index&cPath=4

    a seguito della decisione del Governo di tagliare fondi pubblici all’editoria rischiano di chiudere anche

    – il Manifesto nato come cooperativa (vera) prima che ci fossero i finanziamenti pubblici, ha attinto ai finanziamenti quando la legge ha esteso i contributi alle cooperative: finanziamento di 4.441.000 euro l’anno
    – La Padania organo della Lega, finanziamento di 4.028.000 euro l’anno vende 22.000 copie.
    – Il Secolo d’Italia organo di AN, finanziamento di 3.098.000 euro l’anno, vende 2000-3000 copie ed ha 25 giornalisti.
    – Europa organo della Margherita, finanziamento di 3.138.000 euro l’anno, vende meno di 5.000 copie ma ne vengono stampate 30.000. Esce 5 volte a settimana ed ha 20 giornalisti.
    -Avvenire organo della CEI, finanziamento di circa 6 milioni di euro l’anno.
    -Liberazione organo di Rifondazione Comunista, finanziamento di 3.718.000 euro l’anno, vende 15 mila copie, ha 14 pagine ed ha 31 giornalisti.
    -l’Unità organo dei DS, finanziamento di 6.400.000 euro l’anno, vende 60.000 copie ma ne stampa 140 mila. Esce 7 giorni su 7 con 30 pagine ed ha varie edizioni locali; ha 86 giornalisti.

    la manovra, peraltro di entità modesta, sempre nel solito D.L.112, proprio per questo appare piuttosto politica che economica: far fuori il dissenso da qualsiasi parte (non berlusconide) provenga

    anzi … Molto di più. Proviamo ad allargare il discorso e a non soffermarci solo sul mondo dell’editoria. Ciò che è in atto è il tentativo di impedire – o comunque di ridurre al minimo e a tutti i livelli la produzione, la circolazione e la diffusione delle idee. Prova ne siano la situazione drammatica in cui versa l’università e la costante minaccia di smantellamento sotto cui vive l’intero sistema dell’istruzione.

    …Il papa si esprime a favore di una sostanziale parità tra scuole pubbliche e private ma poi chiede maggiori finanziamenti per quelle non statali. E già non ci siamo: tutti sanno che l’articolo 33 della Costituzione, pur garantendo alle scuole private il sacrosanto diritto di esistere, specifica che tale diritto deve essere “senza oneri per lo stato”.

    Diciamo che il pontefice fa il suo dovere…
    E infatti a lasciarmi sbalordito sono più le reazioni del ministro ombra all’istruzione che ci chiede di prestare la massima attenzione al richiamo del papa. E lo fa senza traccia di critica alcuna. Altro che ‘senza oneri per lo stato’. Qui, al contrario, degli oneri si chiede che vengano aumentati proprio mentre la scuola pubblica viene fatta oggetto di tagli sconsiderati…

    Editoria, università, scuola. Mi pare di capire che la vera posta in gioco sia la democrazia.
    E’ così. …

    gruppodifiesole.it/rodota.htm

  6. BANCHIERI E BORSE…
    Come potrebbero non essere euforici?
    Raúl Zibechi
    [15 Ottobre 2008]

    L’analisi di un Sudamenricano – uruguaiano giornalista e scrittore – SVELA – al contrario del nostro governo che tace sui costi della crisi – molto più di tanti analisti del vecchio e nuovo continente:

    “…assume consistenza il sospetto che il «panico» e la fuga precipitosa dei capitali sia stata una manovra escogitata dalle elites per ottenere una grossa fetta di fondi statali, soprattutto di quelli dell’Unione europea.
    Le borse hanno reagito in calo dopo i 700 miliardi di dollari stanziati dal Congresso in appoggio al Piano Paulson. Ma hanno ritrovato la loro euforia lunedì 13 dopo aver saputo che l’Unione europea dedichera duemila e cento miliardi di dollari [tre volte il piano Paulson] a salvare le sue banche. In totale, TRE MILA miliardi di dollari cash, ai quali bisogna aggiungere i fondi stanziati nei mesi scorsi per salvare altre istituzioni finanziarie, sia negli Usa che nell’Ue, e le successive iniezioni di liquidità che le banche centrali e la Federal reserve stanno facendo da un anno a questa parte. E’ possibile che la cifra totale delle uscite dalle casse pubbliche arrivi a 6 mila miliardi di dollari. Il Pil della Cina e quasi sei volte il Pil del Brasile. Chi non sarebbe euforico?”

    … negli Stati uniti, il settore finanziario avrebbe generato panico [un «panico prepianificato»] lasciando cadere Lehman Brothers, per aumentare il proprio potere e il controllo sulla politica di Washington. Chi ha creato la crisi sperava che gli europei corressero a riscattare le ipoteche-spazzatura di Wall Street e se lo avessero fatto «si sarebbe distrutto ciò che restava delle istituzioni finanziarie e bancarie sane dell’Ue».

    …la nazionalizzazione parziale decisa dal Regno Unito per alcune tra le sue più importanti banche, misura seguita poi anche dalla Germania, avrebbe impedito che la manovra di Paulson ottenesse di più. E’ possibile. Tuttavia, tutto indica che le misure adottate dall’Ue hanno molto in comune con le politiche di Washington: si limitano a ritocchi senza attaccare i problemi di fondo.

    Il processo che ha preso il volo all’inizio degli anni settanta e che ora sta esplodendo, è ben lontano dall’essere un incidente del sistema: è diventato invece il suo nucleo più duro. Il patto sociale conosciuto come Welfare state, cioè un trattato tra lo Stato, gli imprenditori e i sindacati per regolare l’economia, supponeva rigidi controlli su ciascuno e da ciascuno degli attori coinvolti. La cosa ha funzionato, come ricorda Mike Davis per «la sollevazione degli operai industriali che non lasciarono altra scelta al capitale che accettare non la sua autolimitazione, cosa che non ha mai accettato, quanto piuttosto la vigilanza attiva dello stato e dei sindacati».
    Però quando la combattività operaia e dei popoli del Terzo mondo hanno posto in pericolo la continuità dell’accumulazione nella produzione reale, il capitale ha scelto di VOLATILIZZARSI, saltare i controlli e per questo si è trasformato in capitale finanziario.

    Cioè, abbiamo assistito al ritorno della logica della rapina che ha caratterizzato l’accumulazione originaria agli albori del capialismo.

    Negli ultimi trent’anni, questo capitale speculativo ha fatto a pezzi il pianeta. Prima i paesi più poveri, attraverso la crisi del debito estero degli anni ottanta, che ha significato enormi trasferimenti di ricchezza dal sud al nord del mondo. Più tardi, un capitale speculativo ancora più concentrato, e incrementato dai fondi pensione, ha lanciato la crisi del 1997 con la quale ha ottenuto che l’ASIA finisse per finanziare il crescente debito degli Stati uniti.

    Adesso tutto indica che la mira è stata spostata verso l’UNIONE EUROPEA e i paesi emergenti. Man mano che questi si mostrano sempre più restii a sostenere le spese di manutenzione dell’impero, un impero che per di più non riesce a stabilizzarsi, il cerchio si strInge ogni volta di più attorno al collo delle economie «amiche».

    La prossima vittima, oltre alle classi medie e ai lavoratori europei, saranno proprio i cittadini statunitensi.

    mantenere al potere l’1 per cento della popolazione, si sostiene al prezzo dello smantellamento dei servizi di salute, al punto che ampi settori della popolazione statunitense stanno scendendo a livelli di vita latinoamericani.

    Un buon esempio per gli europei e gli statunitensi: in Argentina la distanza tra il 10 per cento più ricco della popolazione e il 10 per cento più povero era di 12 volte nel 1986, poco dopo la fine della dittatura peggiore. Nel decennio liberista degli anni novanta, schizzò a una media tra 22 e 26 volte, per arrivare a 58 volte al picco della crisi tra il 2001 e il 2002. Negli ultimi cinque anni questo divario si è poco a poco ridotto, per stabilizzarsi attorno alle 36 volte, cioè tre volte l’eredità lasciata dai militari genocidi.

    Nemmeno le dittature più terribili sono riuscite a impoverirci come le «crisi» fabbricate dal capitale finanziario.

    Il capitale finanziario è una specie di Terminator, una macchina distruttiva che si mantiene attiva distruggendo e ingoiando i pezzi…. Solo distruggendola smetterà di distruggere.
    Esistono solo due modi conosciuti per procedere a questa distruzione. La più sicura sono le sollevazioni popolari, i «Ya Basta» e i «que se vayan todos» di cui l’America latina, fin dal Caracazo del 1989, ha una ricca e stimolante tradizione. La seconda è il vigoroso intervento di governi decisi a cambiare direzione. Questo continente ha qualche buon esempio anche da questo punto di vista. «La cosiddetta economia di carta stava sottomettendo l’economia produttiva. Questo deve cessare», ha detto Lula.

    Non esiste capitalismo buono. Per questo, tra l’aspettare l’intervento dei governi e decidersi a smontare la macchina predatrice dal basso, la scelta da farsi è chiara.

    http://www.carta.org/campagne/dal+mondo/15385

  7. L’influenza della crisi finanziaria in Italia

    http://www.carta.org/campagne/dal+mondo/15401
    Il nostro sistema bancario appare meno esposto di quello di altri paesi; e questo non tanto perché le nostre banche sono più sagge, quanto semplicemente perché esse sono più arretrate, meno internazionalizzate… essendo l’Unicredit la banca italiana più internazionalizzata, essa è stata giudicata come la più esposta e gli investitori, in particolare anglosassoni, ne hanno fatto uno dei bersagli da abbattere in queste settimane in tutto il mondo…

    Ma c’è probabilmente una seconda ragione delle difficoltà. Il fatto è che il management di Unicredit e in particolare il suo amministratore delegato Profumo, è diventato il più forte baluardo contro il tentativo del duo BERLUSCONI-GERONZI di IMPADRONIRSI DELLA FINANZA ITALIANA.

  8. CRISI A SUD

    Cento milioni di persone stanno ripiombando sotto la soglia della povertà estrema. Questa, a detta della Banca mondiale, è una delle conseguenze dell’attuale crisi finanziaria, in particolare della bolla dei prezzi delle materie prime e della loro estrema volatilità. Sempre secondo la Banca mondiale, nell’ambito degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio per garantire l’istruzione primaria a tutte le bambine e i bambini del mondo servirebbe un impegno addizionale compreso tra i 10 e i 30 miliardi di dollari l’anno.
    Per ridurre di due terzi la mortalità infantile occorrono tra i 20 e i 25 miliardi.
    Negli ultimi anni la comunità internazionale NON È STATA IN GRADO DI TROVARE TALI SOMME, e allo stato attuale gli Obiettivi del Millennio NON verranno raggiunti entro la data prevista del 2015.
    Invece gli Usa hanno trovato subito 700 miliardi di dollari, ed i Paesi europei altri1.800 miliardi di euro, per salvare le nostre banche.

    CIOÈ 1.000 VOLTE TANTO! MILLE VOLTE!

    E si scopre che da anni i più poveri del pianeta finanziano i nostri consumi (tra i 500 e gli 800 miliardi di dollari all’anno, l’elusione fiscale delle imprese transnazionali del Nord che operano nei Paesi del Sud). Consumi che sono alla base dei cambiamenti climatici che colpiscono in primo luogo i contadini e le fasce più povere della popolazione degli stessi Paesi del Sud. A causa del nostro sistema finanziario, una crisi senza precedenti li sta trascinando ancora di più nella povertà.

    http://www.carta.org/campagne/dal+mondo/15405

  9. RISERVA FRAZIONARIA e RAPINA DELLE BANCHE – COME I DESTRI SAN PERSIN MEGLIO DI NOI

    [http://]
    http://www.arcadianet.blogspot.com

    arcadianet.blogspot.com/2008/10/la-riserva-frazionaria-e-il-signoraggio.html

    La legge sulla Riserva Frazionaria permette alla banca di prestare denaro denaro (ipotizziamo 9mila €) avendo in cassa anche solo una parte di questa cifra (diciamo il 10% e quindi, nel nostro esempio, la banca potrà prestare i detti 9mila pur avendo in cassa solo mille €). Per la precisione, una banca, dopo aver ricevuto un deposito di 10mila € sarà obbligata a trattenerne mille come “riserva frazionaria” appunto, prestandone gli altri 9mila.

    Questo ha conseguenze paradossali perché permette di creare denaro dal nulla prestando, con semplici operazioni telematiche, ciò che in realtà non possiede.

    Ed il debitore che ha usufruito del prestito dovrà restituire alla banca ciò che essa NON HA MAI AVUTO e con tanto di interessi generando per la banca un profitto enorme FONDATO SUL NULLA.

    Un esempio spiegherà meglio la cosa. Il signor Tizio deposita presso la Banca Bassotti mille euro che risultano quindi accreditati sul suo conto. La Bassotti potrà quindi prestare al signor Caio, a sua volta correntista e bisognoso di credito, 900 € trattenendo una riserva frazionaria di 100 €. Il signor Caio vedrà quindi contabilizzati sul proprio conto 900 € che potrà usare per le proprie necessità.

    Ma ecco il paradosso: sommando i conti correnti sembrerebbe che presso la banca siano depositati 1.900 €, ma materialmente ve ne sono SOLO MILLE, ossia quelli inizialmente depositati da Tizio, mentre i 900 di Caio sono “coperti” solo dalla frazione di legge del 10%.

    Che succede se il signor Tizio, titolare della somma iniziale, dovesse estinguere il conto e portarsi via i suoi mille €? Si verificherebbe un’enorme ingiustizia perché egli riavrebbe i suoi soldi, ma la banca continuerebbe a mantener vivo il credito fatto a Caio con denaro che a questo punto in realtà NON POSSIEDE più. Nonostante questo, tuttavia, Caio dovrà saldare il prestito – un prestito che, ribadiamo, non esiste – con tanto di interessi!

    La cosa è anche bidirezionale, ossia il signor Caio, ottenuto il prestito, potrebbe effettuare un bonifico coi soldi ricevuto o prelevarli per pagare in contanti. Nel momento in cui Tizio chiedesse a sua volta la somma, la banca potrebbe erogare SOLO 100 € della riserva.

    E cosa accade poi se entrambi i correntisti chiedono di poter prelevare i loro soldi?

    Semplicemente i denari NON CI SONO. E non perché sono stati messi temporaneamente da qualche altra parte, in un’altra filiale o in un caveau più sicuro, ma perché materialmente non esistono, non sono MAI STATI STAMPATI su carta ne su moneta: sono solo il frutto di un’operazione virtuale e convenzionale tra banche e per di più “legale”.

    A ciò dobbiamo aggiungere che i denari avuti in prestito dal signor Caio una volta utilizzati verrebbero contabilizzati sul conto di un terzo, Sempronio, presso la sua Cassa [di Risparmio] da Morto o, perché no, ancora presso la Banca Bassotti. Di quei 900 €, 810 potrebbero essere nuovamente prestati ad altri generando nuovamente il paradosso sopra descritto in un gigantesco effetto domino di denaro virtuale.

    Ecco perché le banche sono costantemente in crisi quando devono soddisfare forti richieste di contanti da parte dei clienti.

    Ed ecco anche spiegato il proliferare in questi anni di leggi e leggine per scoraggiare o addirittura vietare operazioni in contanti a favore di quelle virtuali e non materialmente verificabili, quali bonifici obbligatori per i pagamenti anche per somme ridicole, conti online, tetti massimi per il prelievo di denaro ai Bancomat (“500 € per oggi sono sufficienti, basta così signor Simone” – “Basta un cazzo! I soldi sono i miei e io ne prelevo quanti ne voglio!”)

    arcadianet.blogspot.com/2008/10/il-ritorno-dello-stato.html

    Le manovre americane delle ultime settimane a seguito dei [presunti] fallimenti di banche commerciali, seguite a ruota dall’euro-dibattito di questi giorni su come soccorrere con danari pubblici le disgrazie private, hanno riportato alla ribalta il ruolo dello Stato in questa economia malata.

    MA … Se lo Stato mette a disposizione proprie risorse per sanare crack bancari o industriali persino negli USA, il paese storicamente patria del mercatismo più spregiudicato, non significa che si sia riscoperta l’importanza di un dirigismo statale, ma al contrario ciò vuol dire che ormai anche la cosa pubblica è completamente piegata al volere dell’oligarchia bancaria e industriale ai vertici della società.

    … Al contrario, ecco il definitivo trionfo del mercatismo che ha privatizzato ciò che era pubblico per eccellenza: lo Stato stesso, piegato e manovrato agli esclusivi bisogni dei mercanti d’oro.

  10. EMERGENZA DELL’ACQUA – [H2no]

    L’acqua sulla Terra è il 40 per cento in meno di trent’anni fa, e nel 2020 tre miliardi di persone resteranno senza. Ma gli Stati più forti stanno già sfruttando la situazione per trasformare questa risorsa in bene commerciabile.
    Il pianeta è rimasto a secco e, guarda caso, ce ne siamo accorti troppo tardi. Nestlè a parte…

    http://it.youtube.com/watch?v=KpGnIQo-CuI&feature=related

    http://www.disinformazione.it/acqua.htm

  11. EMERGENZA DELL’ACQUA – [H2no]

    in Italia arano state raccolte e consegnate 406.626 firma in difesa dell’acqua come bene pubblico, per promuovere una legge di iniziativa popolare

    ma riecco i berlusconidi sempre col famigerato D.L.112/2008 convertito nella L.133/2008, questa volta con l’art. 23 bis (Servizi pubblici locali di rilevanza economica) PRIVATIZZANO tutto quanto privatizzabile, ANCHE L’ACQUA !

    http://www.acquabenecomune.org/IMG/pdf/art._Tremonti-L_Unita_21_ott_.pdf

    http://www.acquabenecomune.org/IMG/pdf/23-bis_l._133-2008_esame.pdf

    http://crisis.blogosfere.it/2008/10/ora-arriva-il-bis-con-lacqua.html

    … devo correre a spulciarmi il decreto che norma la coltivazione dei fichi d’india. Chissà che dentro non ci sia una dichiarazione di guerra al Turkmenistan o una centrale nucleare in Val d’Orcia o l’amnistia per Totò Riina….

  12. sono fiducioso, il nano ti viene sempre bene.
    cominci a pensare anche te che era meglio non votarla sta pseudosinistra?
    secondo te se veltroni non avesse preso il voto di tutti quelli che si sono “turato il naso”
    come sarebbe la scena politica dell’opposizione ?
    meglio o peggio?
    secondo me sarebbe una “merda” in ogni caso,ma almeno non ci dovremmo “succiare” il walternazionale che dice minchiate forte del nostro(?)consenso.

  13. Grande Sabi.
    Io purtroppo per ora non c’è la faccio a venirti a vedere. Leggere le tue anticipazioni dello spettacolo, non ti dico come mi rode il c…
    Comunque spero di esserci nelle data che aggiungerai in seguito, semmai nel 2009. Una capatina in Italia spero di farla.
    Almeno so che nel tuo spettacolo trovero’ parte dell’Italia che conosco io.
    Buon lavoro.
    BAci

  14. Bossi torna a parlare! e lancia un anatema contro presunte graduatorie nazionali per l’arruolamento dei docenti. Lui vuole graduatorie regionali il suo confuso intervento nella scena del riassetto della scuola, punta a spingere verso una “regionalizzazione” del reclutamento, perchè, a suo dire, “non abbiamo più insegnanti lombardi a casa nostra”
    “Si sa – sicuramente questo glielo ha riferito la Gelmini – che chi si laurea al Sud ha voti più alti e nei concorsi vince chi ha i voti più alti. Questa è un’ingiustizia. Ed è per questo che non abbiamo più insegnanti bergamaschi a Bergamo e lombardi in Lombardia”.

    Ma è possibile che in questa italietta solo perchè uno ha un figlio asino debba condurre una battaglia politica cosi’ personale.
    Per essere bocciato per due volte all’Esame di Maturità, dev’essere davvero un imbecille sto ragazzo.

    Comunque a questo suggerimento trova d’accordissimo la Ministra abilitata in Calabria. Difatti la Gelmini, davanti al Movimento Studentesco Padano, ha già parlato di residenza come titolo preferenziale per l’arruolamento. Quegli stessi “Giovani Padani” che nei loro forum definiscono i “meridionali peggio degli immigrati” e si pongono il problema di come riuscire ad identificare i meridionali. Dalla dimensione del cranio a detta loro.
    Pero’ niente discriminazione di razza, pelle, colore.
    Sono avanti i ragazzetti padani.

    Ma misurare il loro cervellino forse non potrebbe servire a identificarli precisamente.
    Ma andate a studiare imbecilli.

    E se proprio non vi piace potete sempre fare delle belle passeggiate lungo il vostro amato PO. Dissetandovi con le vostre ampolline dell’acqua del Po.
    State attenti che i meridionali hanno l’abitudine di pisciarci nel PO.

  15. Buongiorno Sabina, sono in ansia anche io….in ansia per la paura di non riuscire a vedere il tuo spettacolo…non ti immagini quanto sarei felice di vederti dal vivo. Sono tuo fan da sempre e in questo momento dove la tua popolarità è cresciuta mi collego tutti giorni al tuo sito e leggo quasi tutti i commenti e ovviamente i tuoi interventi. Dopo le tue esternazioni pro-gay la mia passione per te è ancora più grande.Qualche tempo fa dicevi che eri disposta a celebrare matrimoni gay e l’ idea è davvero molto allettante visto che da 13 anni convivo e vorrei tanto che anche noi avessimo la nostra cerimonia di nozze, se fossi ancora dell’ idea di farlo mi candido come coppia. Ho da poco rivisto un film con te protagonista di qualche anno fa, “Troppo Sole”, i tuoi personaggi erano davvero meravigliosi. Non ho ancora visto “Le ragioni dell’ aragosta” ma mi impegno a vederlo al piu presto.
    Ora non posso che augurarti buon lavoro e tutto il bene che meriti ed un grosso “in bocca al lupo” per il tuo spettacolo.
    Giacomo

  16. ciao victordj, sei anche tu dj? grazie dell’apprezzamento espresso per il mio lavoro. se riesci a venire allo spettacolo vieni a salutarmi mi raccomando così ci conosciamo. un abbraccio e mille auguri anche a te

  17. brava sabi! E’ QUELLA LA NOTIZIA SCONVOLGENTE KE DICEVO NELL’ALTRO POST!!!!
    bene, quando perdono mi sento meglio!!!

    ASPETTA ASPETTA ASPETTA!!!! HO CAPITO BENE??? FAI 1 SCAPPATA IN TV???? DOVECOMEQUANDO?????? forse 1 mezza idea ce l’ho ma cmq…
    E’ FANTASTICO!!!!!!!!!!!!!!!!

  18. Sabina ma sei online! mi hai risposto! che bello…., in effetti mi diletto come dj e lavoro con un gruppo di Drag Queen ma nn sono un vero professionista…avrei bisogno di un pò di scuola anch’io. Ci tango davvero tanto a vedere il tuo spettacolo e farò di tutto per esserci. Incontrarti sarebbe bellissimo ma dovrei vincere la mia castrante timidezza…però che bello sarebbe stringerti la mano…Grazie Sabina, ti abbraccio fortissimo.
    Giacomo

  19. Buongiorno, sono certo che Vilipendio sara’ a livello di raiot, lo auguro. Anche se quello spettacolo e’ stato davvero magico soprattutto per la mobilitazione scatenata, “quanto la verita’ possa essera scomoda” cosi avrei chiamato lo spettacolo io. Nella ragioni dell’aragosta si avverte l’importanza di raiot, il finale soprattutto, non te lo aspetti ti commuove. Sabina spero riusucirai a farci assorbire ancora quel tuo pensiero laterale che non tutti noi italiani riusciamo a comprendere spesso, purtroppo siamo influenzati dai soliti schemi e stereotipi, siamo de coccio. Tu sei una delle poche finestra di speranza per la nostra cultura, osa sempre di piu’ non fermarti mai. VIVA VILIPENDIO!!

  20. … scusatemi se non ho capito…aiutatemi a comprendere meglio.. siamo contenti se la ” destra ” va giù, ma anche se la “sinistra” va giù ??… siete democristiani ?oppure si pensa di governare previa una bella RIVOLUZIONE ???..( siamo nel 2008 d.c.) 🙂

  21. sabina devi dirci quando sei in tv! io oramai la tv la vedo raramente se nn per cose che veramente valgono…..come annozero, report, qualche volta blob. nn voglio perderti…quindi facci sapere!(…per caso dalla dandini?nn sempre riesco a vederla:…colpa il sonno….)

  22. @maurix e che se la scelta deve essere tra un panino alla merda e una peretta anale:
    http://it.youtube.com/watch?v=MUJBk7nZSwA
    non siamo democristiani anzi, i democristiani sono il centro destra e il centro sinistra che fanno finta di opporsi a vicenda ma poi cenano tutti inisieme a tarallucci e vino.
    non c’è una reale opposizione
    non c’è una vera alternativa
    non c’è neanche uno meno stronzo a cui affidarsi
    e finchè diamo corda a questa gente, scendendo in piazza con loro, andandoli a votare
    un alternativa non verrà mai fuori
    non esiste destra e sinistra
    è un incantesimo
    il vero muro, la vera opposizione, la reale alternativa a questo sistema massonico-mafioso-ecclesiastico-criminofinanziario siamo noi!!
    noi che abbiamo ancora fiato per urlare e per pretendere la dignità!!
    ciao

  23. ah intanto l’italia è scesa al 44° posto nella clasifica della libertà d’informazione nel mondo, davanti a noi l’uruguay e la macedonia http://www.rsf.org/article.php3?id_article=29031
    grazie al decreto sulle intercettazioni e al caso saviano è solo più una strada in discesa ormai…
    “queto uso criminoso della tv pubblica!! cribbio, santoro mi consenta!!”

  24. @ dani ..purtroppo …la tua(nostra) vita è condizionata dalle persone che fanno le leggi. punto. se fanno leggi che distruggono l’ambiente, che permettono a se stessi di rubare,che insultano la storia e la memoria di chi ha sacrificato la vita intera per te, …se non vuoi subire ciò,magari compiacendoti della tua diversità,urlare non basta, la nostra dignità è inviolabile ma .. la REALTA’ ° delle vite dei nostri anziani e dei nostri figli è QUOTIDIANAMENTE condizionata da chi fà le leggi. e chi fà le leggi? chi urla ? viviamo il PRESENTE !!!!!!

  25. be’ forse quella rivoluzione di cui si accennava prima potrebbe davvero essere fondata, ma una rivoluzione culturale!! Oggi il presidente si e’ svegliato incazzato, cosa e’ accaduto stanotte? inizia ad attaccare veltroni e di pietro, e’ inviperito. Invece di esser contento, un opposizione cosi a tutti piacerebbe.

  26. il nostro signore della libertà….ha detto che di pietro è malvagio!!!!però……che cattivone questo di pietro che si accanisce tanto contro questo poverino!!…ma lo vuol vedere per forza in galera? ci sarebbe da fare un referendum e chiedere:volete in galera berlusconi? ah ah ah……che ridere!!(..risata amara…)

  27. Ciao a tutti.
    Leggendo il post di Sabina dove si interroga sulla veridicita’ di dati e sondaggi vari sul consenso al nano, ho avuto lo stesso dubbio anche io: quanto possono essere credibili sondaggi di cui non conosciamo i campioni utilizzati ne’i criteri applicati che ci vengono continuamente sbandierati come una legittimazione per il governo attuale a continuare a fare scempio della Costituzione e delle risorse del paese?
    Vedo che stanno cercando di sminuire le proteste di questi giorni e di etichettare un movimento del tutto trasversale, con gente di tutte le eta’ ed estremamente civile e pacifica, come pochi estremisti disinformati e irresponsabili, in contrapposizione ai “bravi ragazzi” che vogliono frequentare le lezioni e studiare. Ma le loro facce e reazioni tradiscono nervosismo, il nano appare teso… e fa molto bene ad esserlo!!! secondo me questa volta non gli bastera’ sfoderare il suo sorriso da squalo e le sue quattro veline sgallettate…! Ormai il coperchio della pentola e’ saltato e i giovani Italiani si sono svegliati!!!!

  28. Ciao Sabina, spero di riuscire a venire alla data di Pescara, vederti dal vivo è un’occasione da non perdere.
    Mi aggiungo agli altri che ti chiedono dove apparirà il tuo Berlusconi televisivo?
    facci sapere.
    ciao

  29. Monica, anche a me sinceramente ha dato questa impressione, sensazione piacevole. Come mai un leader che vanta cosi tanti consensi sembra in difficolta’. Parliamo del politico piu’ votato d’italia (questo si che e’ un miracolo) che e’ riuscito a fare fuori il partito comunista, nel paese non c’e’ piu’ il proletariato, guarda un po’ siam tutti ricchi. L’ opposizione attualmente poco soddisfacente dovrebbe essere e’ il suo regalo piu’ bello, eppure sermbra in difficolta’, cosa sta’ succedendo silvio, qualcosa non ti quadra. Forse perche’ talvolta quando si sparano cazzate e poi si smentiscono un poco il super uomo italiano inizia a capire che qualcuno vuole prendersi gioco di lui. Peccato che poi il giorno dopo il bell’uomo italiano dimentica tutto, la sua mente critica si resetta, e restano solo i valori predefiniti impostati dai media subliminari. Svegliati Italia e poi magari ti rialzi, altrimenti ti rialzi e stai ancora dormendo, sembri un zombie, non ha senso…. Forza ragazzi resistete

  30. Sabina, anch’io vorrei sapere se ed eventualmente quando sarai in Rai, altrimenti rischio di perderti. E poi sapere se vieni a Lecce (…mmmh, credo che la conoscerai, nutro dubbi).
    A proposito, ho qui una notizia che preoccupa sì più noi ‘del posto’, ma che voglio divulgare a conferma della linea ‘sfacciata’ che persegue il cosiddetto governo
    http://www.tarantosociale.org/tarantosociale/a/27580.html

  31. In deroga alla autocensura di non rispondere hai troll, mi sono speso il bonus mensile a disposizione…..
    Ciao redazione e buon lavoro!
    Ciao Sabina e che dirti…..se non riconfermarti tutta la mia simpatia e stima!
    🙂

  32. @lilly grazie ,io sono di taranto e credo che la gente di taranto non abbia consapevolezza di ciò che accade.I tg più informati riportano la notizia (diossina nel latte materno,nei latticini e nella carne)ma la coscienza civile di taranto tarda a svegliarsi.Bisogna anche dire che taranto ha sfornato un bluff politico di nome cito,un pezzo di ignorantone bigotto fascista e mafioso,un berlusconi in miniatura che usa la sua piccola televisione di merda per racimolare voti di disperati che ogni giorno devono trovare un modo per “portare la spesa a casa”.Tutto ciò accade mentre il nano vuole mettere in discussione il trattato di kioto per aiutare i suoi amici imprenditori a inquinare e avvelenare la gente senza sentirsi neanche in imbarazzo,e per ricompensare riva ,il padrone dell’ilva,della sua partecipazione alla cai di alitalia.Alla fine si spartiscono il bottino i soliti noti.A Sabina,sono d’accordo sulle due belle notizie cala il consenso al governo ma non sale il centrosinistra ,chissa forse è la volta buona che la sinistra si toglie dalle palle il centro fatto di bigotti cattolici che vogliono imporre le loro leggi cristiane a tutti.Ognuno è libero di non divorziare,non abortire,non bestemmiare ecc ma nessuno può imporre ad altri ciò che il suo credo bigotto e irrazionale gli ordina.Un bacio a te Sabina che potresti davvero essere un leader della sinistra,perchè secondo me la sinistra c’è ed è forte ma la indebolisce la totale assenza di un leader degno di essere chiamato tale

  33. @ Angel.Without.Wings

    Grazie Ciccio non ti “sperticare” in notizie e commenti,
    la notizia non ci era sfuggita, troverai commenti e perplessità, se ricordo bene, nei post precedenti..
    Certo, mi auguro che i sostenitori della “Banda Bassotti” abbiano lo stesso spirito di ricerca (della notizia) nei confronti del “Nonno Bassotto” alias “Grazia” alias “tessera P2 1816” alias “Silvio Berlusconi”

  34. se dici ke è una bomba mi fido…ma hai registrato un berlusconi per la tv?? dove lo faranno vedere??? pubblicità o programma?
    ….. mi mancano i tuoi video in tv di berlusconi, erano i migliori!

  35. Messaggio a Tettamanzi

    Dio creò l’uomo impastando l’argilla. Quando ebbe finito si accorse che era avanzato un pezzettino di argilla: cosa doveva fare, doveva buttarla? Decise di appiccicarla lì lasciandola a penzoloni; un giorno o l’altro potrebbe ritornare utile. Ed è per questo che si dice: a Sua immagine e somiglianza.
    Voi preti lo sapete e per essere più uguali a Dio cosa avete fatto? … Zac! l’avete tagliata.

    Così, quando andrete in Paradiso dove avete già un posto prenotato, incontrerete Dio e direte: hai visto? Mi sono mantenuto uguale a Te, non mi sono fatto fregare, non mi serviva. Visto che sei quasi uguale a Lui dovrai sederti alla sua destra e magari fargli alcune critiche su come conduce il mondo; magari più in la riuscirete a prendere il suo posto e vi create il vostro mondo personale, con i fulmini e tutto. Che ne dici? è questo l’intento subdolo delle religioni, soggiogare la divinità inducendola, tramite il rito, sacrifici e reverenze, a comportarsi come volete voi. Perchè non fate un nuovo documento della Cei o una nuova enciclica: “Un’opa in Paradiso”. Il vostro messaggio è questo: “Tranquilli: se non potete essere un Berlusconi sulla Terra, sarete un Berlusconi in Paradiso.”

  36. Molto da sperare Sabina !
    E da una generazione nata e cresciuta sotto il controllo mediatico del nano .
    Ho avuto sempre da mugugnare nei loro confronti e non ho gli lesinato le critiche in questo blog .
    Ora che li ho conosciuti devo ricredermi e ne sono felice .
    Questi ragazzi della scuola sono tosti anche perchè hanno saputo tenersi dalla loro parte i docenti , o forse c’è il merito della Santa Ignoranza per questo risultato una volta impensabile .
    Se il nano ha perso consensi è merito della crisi del capitale , non dell'”opposizione”che invece gli ha agevolato i latrocini per collusione .
    Veltroni è il fantoccio imposto dalla destra a rappresentare la maggioranza degli onesti lavoratori .
    Rifiutiamolo .
    Ricordiamocene quando sarà il momento a costo di non andare a votare .

    A quelli che colti dal dubbio nella cabina elettorale volessero ancora dargli credito , consiglio di ricordarsi della sollevazione popolare di Roma che impedì a don Veltroni di reintitolare la stazione Termini al prete polacco .
    Dovette rinunciarci di fronte alla folla inferocita con lo scorno di tutte quelle gonnelle porporate che già pregustavano l’ennesimo insulto al popolo romano .

  37. @emmma

    anke io avevo pensato ke andra’ da serena ma secondo me mister “censuro 1 programma dopo 1 sola puntata” scartravetrera’ i coglioni x impedirlo
    ma nn e’ detta l’ultima parola. anke xke’ tra 1 po’ c sara’ corrado a parla cn me

    SE SI AZZARDANO A DIRGLI MEZZA SILLABA QUESTA VOLTA NN LA PASSERANNO LISCIA!!!!!!!!!!!!!!! ho trovato la sua mail LO INCAPRETTERO’!!!!!

  38. sto finendo di fare le valige per la turné. ci trasferiamo a fabriano per l’allestimento tecnico nel palazzetto. lo spettacolo è molto più belo di raiot parola. per quanto riguarda la tv vi faccio sapere per tempo, baci a tutti

  39. Ma dicci qualcosa in più della tv .
    Ormai io non ci speravo più nel vederti ancora dentro un tubo catodico .
    Che rete ?
    Con quale satellite ?
    Dacci un “aiutino” .
    Facce sperà ……

  40. Redazione è rimasta solo ‘sta faccetta nera .
    Angelino senza swing.
    Puzza di fascista e sporca di merda .

    Quand’è che lo sacrificate al suo dio ?

    Fateci sto piacere va .

  41. Riflessioni di una tarda serata di mezzo autunno.

    – C’era una volta un blog libero dove si incontravano i Liberi Gentili per confrontarsi e discutere di satira e di politica, di filosofia e oscurantismo.
    Poi vennero i troll, sicari da poco, servi da quattro soldi, mandati a far danni e far fallire il libero confronto.
    La redazione riuscì ad arginare drasticamente l’offensiva dei troll, ma alcuni, forse i più testardi o forse i più annoiati, accettarono di diventare “utenti registrati” e adottarono una tattica più melliflua e viscida.

    In particolare c’è una specie di cappone dalle ali tarpate e un altro, che sarebbe il “più intelligente” dei 3 porcellini di Walt Disney, che mostrano stizza e furibonda contrarietà ad ogni mio commento (e anche ai commenti di quelli che considerano “comunisti” – sic!).
    Intendiamoci, è del tutto legittimo che dissentano, mi stupirei del contrario… Però è un “dissenso” che non porta obiezioni critiche, ma violenti insulti, peraltro monotoni e poco fantasiosi.

    Il cappone dalle ali tarpate mi dà del drogato (nell’ingenuo tentativo di screditare chi è sotto l’influsso di “stupefacenti”… – Se avesse letto, non dico Baudelaire e Rimbaud o Timoty Leary o William Burroughs…, ma almeno avesse letto Dino Buzzati, saprebbe che «è l’aria stessa, l’atmosfera del pianeta, il più potente stupefacente») e poi, con un’allegoria che deve essergli costata uno sforzo immane di fantasia, mi dà dello “stronzo” e invita ad “ignorarmi”.

    Invece il più saggio e avveduto dei 3 porcellini si dice “cristiano” ma non “cattolico”… D solito queste affermazioni sono le tipiche premesse del più cieco e fanatico fondamentalismo, ma può darsi che l’intelligente maialino sia semplicemente confuso e disinformato, forse se si documentasse e studiasse con serietà il problema rivedrebbe drasticamente la sua presente idea di “cultura cristiana”, capirebbe per es. che “cultura” e “cristianesimo” sono un ossimoro.
    Se questo tale fosse abbastanza giovane e non del tutto corrotto dalla pretaglia e dagli spot del nano, potrei consigliargli una bibliografia elementare che gli dia i primi strumenti culturali per interpretare la realtà. Se invece persiste nei suoi capricci infantili allora il caso è disperato, speriamo che se non Dio medesimo almeno la Madonna lo illumini…

    In ultimo voglio insistere sulla bellissima immagine del circo con i cristiani divorati dai leoni. Sembra che il devoto seguace dell’immaginario mitico Gesù sia rimasto assai turbato all’idea che dei liberi e fieri Gentili, dal raffinato gusto estetico della crudeltà, apprezzino il magnifico spettacolo delle belve feroci che sbranano i cristiani.
    Ma anche qui, dopo l’immaginazione e la fantasia sublime, ritorniamo alla storia e documentiamoci seriamente.
    Veniamo a scoprire che la persecuzione contro i cristiani è stata amplificata in maniera spropositata, in gran parte inventata di sana pianta dalle manipolazioni della chiesa; la verità storica è ben altra (per chi voglia documentarsi seriamente e non ritenere di conoscere la Storia perché ha visto i film di Cecil B. DeMille o ha imparato il catechismo della scuola clerico-statale).

    Invece nessun libro di storia (dalle elementari alle medie superiori) parla delle persecuzioni dei cristiani contro i pagani. Nessuno di questi manuali scolastici ci parla per es. di IPAZIA DA ALESSANDRIA – insigne scienziata, matematica, astronoma, “martire” del fanatismo cristiano.

    da wikipedia:
    Ipazia (Hypatia) (Alessandria d’Egitto, 370 – Alessandria d’Egitto, 415) è stata una matematica, astronoma e filosofa bizantina. Pagana, la sua fama deriva soprattutto dalla sua uccisione da parte di monaci cristiani, che l’ha fatta considerare una martire del Paganesimo.
    Figlia di Teone di Alessandria, studiò l’astronomia, la matematica, la filosofia e le scienze e, sebbene donna, insegnò pubblicamente filosofia ed appartenne alla corrente neoplatonica.
    Fu l’inventrice dell’astrolabio, del planisfero e dell’idroscopio.
    Ottenne il rispetto di tutti per la sua sapienza ed ebbe una notevole influenza politica sulla città, e in particolare sul prefetto imperiale, Oreste.
    Tra i suoi allievi ci fu Sinesio di Cirene, vescovo di Tolemaide, che le scrisse numerose lettere, testimoniandole grande ammirazione.
    Le fonti le attribuiscono tre opere, oggi perdute:
    Commentario sull’Almagesto di Claudio Tolomeo, completamento o redazione editoriale di un’opera del padre (astronomia);
    Commentario sull’Arithmetica di Diofanto di Alessandria (matematica);
    Commentario sulle Coniche di Apollonio di Perga (geometria).

    Uccisione di Ipazia
    Nel marzo del 415, su ordine di san Cirillo di Alessandria, un gruppo di cristiani fanatici sorprese la filosofa mentre ritornava a casa, la tirò giù dalla lettiga, la trascinò nella chiesa costruita sul Cesareion e la uccise brutalmente, scorticandola fino alle ossa (Secondo alcune fonti utilizzando ostrakois – letteralmente “gusci di ostriche”, ma il termine era usato anche per indicare tegole o cocci), e trascinando i resti in un luogo detto Cinarion, dove furono bruciati.

  42. P.S.
    Questo cappone spennacchiato e dalle ali tarpate è un caso clinico da manuale di psichiatria.
    Ma non verrà accolta la tesi difensiva che lo vuole incapace di intendere e di volere, nossignore, il boia farà comunque il suo dovere.

  43. .Fab il castoro
    @ Ciccio alias Angel.Without.Wings

    I tuoi commenti sono legittimi, quello che non è legittimo è attribuire pensieri, parole,opere ed omissioni al sottoscritto…. quindi quel VOI te lo puoi cacciare tra le piume.
    Seconda cosa: l’unico mio commento (esclusivamente familiare ) su Paolo Guzzanti è stato quello di ritenerlo molto fortunato ad avere dei figli come Sabina e Corrado (questo è il mio puinto di vista)
    Per quel che riguarda il giudizio sull’appartenenza politica, non si discosta da quello da me espresso nei confronti dello zio (acquisito) missino, del collega forzaitaliota, della vicina di casa seguace di Pierferdi!
    Per tutto il resto del tuo post, che dire?Quale autocritica?La faccia lui autocritica se lo ritiene necessario.

  44. dal sito «anticristiano.altervista.org»:

    Nel corso del tempo, la chiesa si è distinta per il suo uso creativo della lingua Italiana. Ecco un piccolo dizionario per comprendere meglio le sue affermazioni:

    – Sì: Per ora sì, finché non cambia la situazione
    – No: Per ora no, finché non cambia la situazione
    – Ci censurano: non credono totalmente in noi
    – Abbiamo esposto la nostra opinione: abbiamo propagandato su ogni media esistente le nostre idee senza contraddittorio
    – Sano laicismo: controllo della politica
    – La nostra Verità: la nostra opinione
    – La vostra opinione: la nostra opinione
    – Mistero della fede: non stare a cercare il pelo nell’uovo
    – Ancella del Signore: la Chiesa quando espone le sue decisioni
    – Insieme di uomini quindi peccatori: la chiesa di fronte a uno scandalo
    – Ideologia pericolosa e antiumana: ciò che non è Cattolico
    – Amore: ciò che noi dichiariamo giusto
    – Dio: entità metafisica da ringraziare per ogni evento positivo, mai il contrario
    – Peccatori: ogni essere umano
    – Peccato originale: strumento ideato per farti sentire in colpa, sempre e comunque.
    – Testo in forma allegorica: la Bibbia quando contiene paradossi
    – Parola di Dio: la Bibbia quando contiene indicazioni politicamente strumentalizzabili
    – Piccoli partecipanti: i bambini quando vengono portati all’Andemm al Domm a chiedere finanziamenti alle scuole private*
    – Strumentalizzati: i bambini portati a una qualsiasi manifestazione non cattolica
    – Buffonata provocatoria: una manifestazione dei gay che si svolge in Italia (nello stesso paese del Papa? Sia mai!)
    – Lavaggio del cervello: quando dei giovani seguono movimenti politici non filocattolici
    – Insegnamenti costruttivi: quando dei bambini vengono portati al catechismo
    – Umiltà: uno dei valori principali per essere dei buoni frequentatori di umili chiese, con umili calici di umile oro, umili altari di umile marmo pregiato, umili decorazioni ed affreschi costati tanti tanti, ma veramente tanti umili soldi e, sopratutto, umili preti che negli umili panni delle loro umili vesti riempite di umili fregi di umile seta predicano con eccessiva umiltà e con tanti, tanti, ma veramente tanti umili rigiri di parole che l’umile Cattolicesimo è l’umilmente unica giusta religione da perseguire poiché tutte le altre sono umilmente pericolose e porteranno la tua umile anima a bruciare umilmente negli umili fuochi

    E per finire ecco il significato di CHIESA:
    Chi Ha Indetto Eresie Sarà Arso

  45. «Una carta del mondo che non contiene il Paese dell’Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo, perché non contempla il solo Paese al quale l’Umanità approda di continuo. E quando vi getta l’àncora, la vedetta scorge un Paese migliore e l’Umanità di nuovo fa vela».
    (Oscar Wilde)

  46. Secondo VOI ma a me cosa mi frega di assumermi la bega di star quassù a cantare,
    godo molto di più nell’ ubriacarmi oppure a masturbarmi o, al limite, a scopare…
    se son d’ umore nero allora scrivo frugando dentro alle nostre miserie:
    di solito ho da far cose più serie, costruire su macerie o mantenermi vivo…

  47. Persino Famiglia Cristiana contro il decreto Gelmini: va ritirato

    http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsId=87614

    e persino, persino la CEI, i vescovi bocciano la ciellina Gelmini…

    iltafano.typepad.com/il_tafano/2008/09/e-i-vescovi-boc.html

    con un commento meritato: … la minestra gelmini … anzichè tacere e rischiare di apparire inadeguata, ha preferito esprimersi dandone la certezza.

    e l’ancor più meritata reazione verso le MINISTRONZA da parte di chi non poteva non rispondere per le rime… il terrone della Calabria Saudita

    oknotizie.alice.it/go.php?us=1f018c9e0cf513b

    una chicca di post che parte così

    -1) ministra, c’è ben poco da smentire o da rettificare circa le stronzate che ci ha somministrato. Siamo nell’epoca della memoria elettronica… Uno dice una stronzata, poi si pente, rettifica, ma a rettificare la rettificatrice restano chili di CD, di DVD, di Ampex, di archivi online… Come direbbe don Abbondio (che non era lucano): “prudenza, signora mia, prudenza…” Insomma, le dichiarazioni rese in pubblico oggi si attaccano alle teche come cemento a presa rapida. Un consiglio: rettifichi la rettifica, e si assuma la responsabilità di ciò che ha minchioneggiato. …

    ed a proposito dell’esame di stato a Reggio Calabria, si invoca “un po’ di pudore”, ma … voci di corridoio piuttosto bene informate mi bisbigliano nell’orecchio che la scemetta di pudore, con il cavaliere, non ne ha avuto affatto…:-) Pare che le scottanti intercettazioni, che riguardavano anche l’altra velina-ministra, girino a rotta di collo di bocca in bocca (è proprio il caso di dirlo!)

  48. @ Maleficus

    Dici?
    Nel ventennio hanno ucciso il LEI e ora si accingono a uccidere le persone a colpi di VOI?
    Ma che palle, quando hai un contraddittorio sentirsi rispondere: no, perché VOI-ma VOI però-VOI- VOi avete fatto questo-VOI avete detto,etc.,etc.,
    Adesso me li ritrovo pure nei post!!!

  49. @ Fau.Fab

    I fascisti, essendo tali, fanno appunto d’ogni erba un fascio…
    Nel loro minuscolo cervellino si formano delle categorie incongrue per cui dicono «a noi» e tutti gli altri sono «voi».
    Si tratta di esseri malriusciti, aborti ambulanti, criminali congeniti. Affidarli al boia sarà un piacere immenso. Appesi per le palle a piazzale Loreto!!!

  50. I fascisti non hanno il concetto di sè .
    Non avendo coscienza di essere umani hanno l’abitudine bestiale di delegare sempre a qualcun altro .
    Un condottiero che li con-duca .
    Seguono come pecore il montone .
    Guardate con che orrore e terrore osservano ogni diversità e deviazione dalla strada indicatagli.
    Non riescono a comprendere come sia possibile pensare di testa propria e non seguire il caprone che li comanda e duce .
    Non sono avvezzi alla libertà .
    Sono avvezzi a servire .

    E quale migliore soddisfazione per i Liberi sapere che saranno proprio loro ad impiccarsi il loro duce .
    Nessuna mano di uomo libero dovrà insozzarsi del sangue infetto del ducetto di turno .
    Dovranno essere i suoi servi ad impiccarlo .
    Come è già avvenuto .
    Come avverrà .

  51. @ Maleficus

    Ottima esposizione logica quella riguardante la contraposizione A NOI vs VOI, credimi non c’ero arrivato!Della serie motti celebri:o con noi o contro di noi!
    Per il resto permettimi di essere in disaccordo:

    Art. 2.
    La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
    Art. 3.
    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

    Ciao Maleficus buona nottata

  52. @angel without pricks
    tu sei un rottinculo, me l’ha detto pasquale che ti ha conosciuto “a fondo” (capisci a me). a me piacciono le donne, te lo avevo già detto. mi sa che cerchi una relazione trans, forse tuo fratello ti può accontentare e cmq
    W il movimento GBLT

  53. PERSINO I CIELLINI, BOCCIANI LA MINESTRA… CIELLINA!

    http://milano.repubblica.it/dettaglio/Scuola-anche-Cl-in-campo-contro-la-Gelmini/1533524?ref=rephp

    sembra che il Vaticano ed i suoi organi si stiano lentamente e radicalmente sostituendo al ruolo dell’opposizione o di supervisione delle iniziative del Parlamento e del governo (minuscolo nella fattispecie). Va bene che abbiamo un opposizione fantasma, ma un ruttino anche piccolo, piccolo, da questi Zombi, proprio no?

    >>>>>>>>>>
    bonus fagna

    Mara Carfagna showgirl, Mara Carfagna ministro, Mara Carfagna MariaGoretti, Mara Carfagna punk….la TRASHformista

  54. Un uomo, una mattina si sveglia con un puntino nero sulla fronte; va dal dottore e spiega la sua situazione. Il dottore: “senta, provi a mangiare un piatto di merda al giorno, vediamo se le passa”. Il signore sconvolto dalla terapia va a casa e mangia un piatto di merda al giorno per 2 giorni, dopo di che ritorna dal dottore e dice “Dottore, il puntino nero è scomparso, ma perchè mangiando proprio merda?” e il dottore: “Glielo spiego… voi FASCISTI avendo il cervello pieno di merda quando andate in riserva si accende la spia…”

  55. finalmente l’università si mobilità in massa …oggi ho partecipato ad un’assemblea molto sentita dagli studenti…molto molto bello….sabina: LO FARESTI UN INTEVENTO (satirico) IN UNIVERSITà??????????????????????????????????????????????’

    conoscete la comica americana SARAH SILVERMAN?…..cosa ne pensate?

  56. grande Sabina, dai una mossa a questo grande paese che ha riscritto la storia riabilitando criminali fascisti come eroi che credevano in un ideale……quello di eliminare persone nel vano tentativo di eliminarne il pensiero,l’informazione che irrompe nelle bugie del potere. Se passasse la riforma gelmini la scuola sarà riservata ai pochi ricchi,come accadeva nel medioevo, quando la chiesa dominava,e i poveri”, che non si possono permetere l’istruzione, saranno condannati a credere alle menzogne del potere”beati i poveri perchè di essi è il regno dei cieli(se fanno i bravi e non rompono sulla terra)”Solidarietà ai ragazzi che lottano per il loro”SACROSANTO”diritto alla conoscenza che ogni stato democratico deve garantire .

  57. SUL FASCISMO:
    Manifestazioni spontanee erano le famose “pasquinate” a Roma (ma la statua di Pasquino era tenuta d’occhio) o scritte sui muri: famosa quella su un cimitero ligure: “Duce, vieni presto a trovarci, ti aspettiamo”. Oppure, in un gabinetto pubblico: “Qui la faccio e qui la lascio, mezza al duce e mezza al fascio”. Secondo una leggenda (pre)metropolitana, perché l’affronto non si leggesse a quel bagno venne tolta la luce elettrica. Qualche giorno dopo, sempre secondo la leggenda, poco più in là venne trovata una nuova scritta: “Qui l’ho fatta senza luce, niente al fascio e tutta al duce”.

  58. SABUNA: L’ARTE E L’ATTACCO!

    Il nuovo spettacolo di Sabina Guzzanti: – Vilipendio –

    ovverosia.blogspot.com/2008/10/il-nuovo-spettacolo-di-sabina-guzzanti.html

    “È sufficiente il titolo per presagire a quali guai giudiziari rischia di andare incontro…”

    biglietti http://www.ticketworld.it/it/evento.cfm?artista=guzzanti&page=www.google.it&gclid=CNnRpt-yyJYCFQvWugodIX_9yA

    In gran forma, Racconterà l’Italia odierna a suon di rap comici, nel mirino sempre Berlusconi e il governo ma non risparmierà la sinistra e neppure il Vaticano: «Non è facile far ridere di cuore sulla politica di oggi, perché è dolorosa – racconta – io non esagero, non metto bombe, faccio solo satira. Non mi autocensuro, parlo di cose che stanno sotto gli occhi di tutti».

    Siamo tutti con te!

  59. SEGUE…
    Durante un trasferimento in auto, l’autista di Mussolini investe un maiale che gli si para davanti in una strada di campagna. Il duce gli dà istruzioni: “Dobbiamo avvisare i padroni dell’animale. Va in quel casolare laggiù, digli che sei il mio autista e raccontagli tutto…Vedrai che capiranno”.
    Poco dopo l’autista torna verso la macchina con una cesta piena di prosciutti, salami, formaggi e fiaschi di vino. Il duce chiede: “Come mai tutto quel ben di Dio?” L’autista risponde: “Duce, ho solo fatto come mi ha detto lei! Sono entrato e ho detto “Salve, sono l’autista di Mussolini. Ho ammazzato il porco” – e loro mi hanno riempito di doni!”

  60. Sono stati pubblicati i risultati di un recente sondaggio commissionato dalla FAO rivolto ai governi di tutto il mondo.
    La domanda era: “Dite onestamente qual è la vostra opinione sulla scarsità di alimenti nel resto del mondo”.
    – gli europei non hanno capito cosa fosse la scarsità;
    – gli africani non sapevano cosa fossero gli alimenti;
    – gli americani hanno chiesto il significato di resto del mondo;
    – i cinesi hanno chiesto maggiori delucidazioni sul significato di opinione;
    – il governo Berlusconi sta ancora discutendo su cosa possa significare l’avverbio “onestamente”.

  61. Quando Dio fece il mondo, decise di dare a ciascun popolo due virtù. Fece gli inglesi ordinati e rispettosi della legge, i tedeschi tenaci e studiosi, i giapponesi lavoratori e pazienti. Giunto agli italiani, stabilì che sarebbero stati intelligenti, onesti e fascisti.
    Ma San Pietro disse: “Signore, hai dato a tutti i popoli del mondo due virtù, ma agli italiani ne hai date tre. Gli altri popoli protesteranno”.
    “Hai ragione, – disse Dio, – è vero. Ma non posso rimangiarmi la parola. Per questo, d’ora in avanti, gli italiani conserveranno queste tre virtù, ma due per volta”.
    È per questa ragione che, da allora, l’italiano che è fascista e onesto non può essere anche intelligente, quello che è intelligente e fascista non può essere anche onesto, e chi è intelligente e onesto non può essere fascista.

  62. Berlusconi porta in campagna due illustri ospiti: il 1° Ministro indiano ed il 1° Ministro turco. Dopo un po’ si accorgono di aver perso l’orientamento, e vista l’ora tarda, Silvio prende in mano la situazione.
    – Consentitemi cari colleghi, ho intravisto una fattoria dove troveremo un rifugio sicuro.
    TOC TOC…
    – Chi è? – chiede la voce del proprietario.
    – Sono Berlusconi, e ci siamo persi! Ci ospiterebbe per una notte?
    – Volentieri, ma ho solo 2 posti, uno dovrebbe andare a dormire nella stalla.
    – Nessun problema, andrò io – si offre il ministro indiano.
    – Buonanotte…
    TOC TOC…
    – Chi è?
    – Sono il Ministro indiano, nella stalla c’è una mucca ed io non sono degno di dormire nello stesso luogo dove dorme un animale considerato sacro dalla nostra religione.
    – Nessun problema, andrò io, dice il Premier turco.
    – Buonanotte…
    TOC TOC…
    – Chi è?
    – Sono il Ministro turco, nella stalla c’è un maiale e la nostra religione vieta di stare nella stesso luogo di un animale inpuro.
    – E va bene, andrò io – si fa avanti Berlusconi.
    TOC TOC…
    – Chi è?
    – Siamo la mucca e il maiale, nella stalla…

  63. Dio convoca Bin Laden, Bush e Berlusconi. Al primo dice: “Per i continui atti di terrorismo tu e la tua gente dovrete spalare merda per trent’anni”. Al secondo dice: “Per le tue dichiarazioni di guerra, tu e la tua gente dovrete spalare merda per trent’anni”. Al terzo dice: “Per la tua ingerenza nelle guerre di Bush, tu e la tua gente dovrete spalare merda per trent’anni”. Al ritorno, i tre uomini trasmettono ai rispettivi popoli. Bin Laden dice ai talebani: “Ho due brutte notizie da darvi – La prima è che Allah è contro di noi – La seconda è che, essendo stati cattivi con gli americani, dovremo spalare merda per trent’anni” Bush dice agli americani: “Ho una bella e una brutta notizia da darvi – La prima è che ho parlato con Dio – La seconda è che, essendo stati cattivi con gli afgani, gli iracheni, etc, dovrete spalare merda per trent’anni” Berlusconi dice agli italiani: “Ho due belle notizie da darvi – La prima è che ho parlato con mio Padre e vi saluta tutti – La seconda è che ho trovato lavoro a tutti per trent’anni.”

  64. VARIANTE
    Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed il suo autista stanno percorrendo una strada, quando improvvisamente investono un maiale, ammazzandolo sul colpo. Il Presidente dice al suo autista di andare alla fattoria vicina per spiegare al contadino l’accaduto. Un’ora più tardi, vede ritornare l’autista altalenante, con un sigaro in una mano e una bottiglia nell’altra e i vestiti tutti stropicciati. “Che è successo???” gli chiede il Presidente, al che l’autista risponde: “Beh… il contadino mi ha dato il vino, la moglie il sigaro e la loro bella figlia mi è saltata addosso ed abbiamo fatto l’amore appassionatamente” “Cribbio!!! E cosa gli hai detto???” “Gli ho detto: sono l’autista di Berlusconi e ho appena ammazzato il porco!!!”

  65. BERLUSCONI GIUSTAMENTE CAPOMAFIA:
    “…Il nik gliel’ho clonato, non l’ha scopiazzato. Che vuoi fare da queste parti a volte ci si diverte con poco. Peccato non ci sia la possibilità di potersi parlare in privato, lo avrei fatto con piacere, se hai un pò di tempo iscriviti da Filippo Facci o in polisblog, è un altro target e se ti va di fare il serio c’è uno scambio davvero buono.”

    FACCI RIDERE! o anche AVETE LA FACCI COME IL CULO!

  66. ANGEL WITHOUT PRICKS:
    “Caro clone ( mi sembra di capire tu lo sia) quindi doppiamente un grande, con molto piacere mi iscriverò, ma qua…..mi diverto troppo, ci rivredemo, eccome se ci rivedremo. Notte Clone, sei davvero un grande!”

    sì, UN GRANDE PEZZO DI MERDA!

  67. @onafez

    è tornata @gatta, mi ha fatto piacere 🙂

    @jolene

    si mobilitano anche tutte le scuole di tutti i livelli! – e si muovono anche CL CEI FC –

    a Grugliasco (TO) Tendopoli all’università per protestare contro la riforma

    it.youtube.com/watch?v=W8NjautQZfI

    @Sarah Silverman – My boyfriend Is Catholic it.youtube.com/watch?v=n7m782SdcQU&feature=related

    it.youtube.com/watch?v=b3RYrQSir7k&feature=related

    it.youtube.com/watch?v=HOX4UGnOexEhttp://it.youtube.com/watch?v=b3RYrQSir7k&feature=related

    W il movimento GLBTE

  68. x geppetto55….so che ci si mobilita a tutti i livelli…ma x vedere un movimento importante ci abbiamo messo un pò…….ma va bene così…..W la mobilitazione …W la protesta pacifica…cerchiamo di ottenere dei risultati!! ……Sarah mi fa morire dal ridere..lei ha la libertà di esprimere la sua satira …non come qui …

  69. @ jolene 😀

    purtroppo come d’uso il cazzutissimo gov – psiconano in testa – ha agito legiferando in piena estate, a 360°, con la gente al mare e le scuole chiuse…

    poi, con i tantissimi precari ricattabili ed i sindacati latitanti ed i ds Zombie, l’ultima speranza rimasta erano gli studenti – con i relativi docenti per fortuna

    la stessa FC aveva tentato una sortita antiregime, subito silenziata dagli alti prelati. Sabina e pochi altri hanno impedito il collasso totale prima del risveglio.

    Adesso la rivolta è giustamente più spontanea che politica, da VERA INCAZZATURA. Il problema è che le leggi le han già fatte e bisognerà arrivare a scontri duri per fargliele rimangiare, se no alla fine vincono, PDL e PDsenzaL, come con l’Alitalia.

    O come suggerisce il demente Kossiga, qualcuno ascolterà l’antico suggerimento di De Andrè

    http://it.youtube.com/watch?v=JgdYTM1zujQ&feature=related

  70. ciao sabina ,sei grande…
    penso che anche vilipendio ,anche nella versione tv ,sara un successo.
    se ti puo interessare ,nel mio piccolo ,vabhe..piccolissimo tengo un blog ,e avendo trovato quello della carfagna, ogni tanto ho provato a lasciare dei commenti.non essendo propriamente degli elogi ,alla fine ,cioe quasi subito me li hanno censurati.e sono arrivati sul mio ,come anonimi ,per insultarmi..pensa te. e chissa io che pericolo potro rappresentare.. pero era bello vederli diventare cosi isterici..fatti i dovuti paragoni ,pensa che se li ho fatti incazzare io ,chissa te…
    continua cosi.secondo me questa è la strada giusta. a qualcosa portera di sicuro.e soprattutto ormai questo tipo di dissenso ,della satira o delle manifestazioni studentesche ,è ormai l unica vera forma di protesta contro questo governo.anche i bloggers per quel briciolino che possono fan qualcosa ,finche anche qui ci sara liberta di scrivere …ciao. grazie per il lavoro che fai.

  71. forti berlusconi capomafia e angel………ma secondo voi quando si incontreranno chi lo prendera x primo nel kulo?
    lì è sicuro che litigano.

  72. i comunisti ed il pd pensavano che fossi da scopare e rinchiudere mentre le loro mogli facevano figli i cattolici mi perseguitano da minimo 10 anni . ora la persecuzione è in tv ed in famiglia ora mi perseguitano i capi mentre la gente m’impedisce di vivere , io vivo e scherzo e nn peso le parole in italia ma nn posso avere un uomo o un figlio vivo in italia appena posso parto ok sola per l’olanda e divento cittadina olandese

  73. Cari tutti,
    dopo averlo pensato, promesso e preparato è finalmente on line il Forum del sito.
    Per accedere basta clikkare sul tasto Forum in alto accanto a quello home….vi aspettiamo li e speriamo di aver fatto a tutti cosa gradita….buona giornata!

  74. dopo 11 anni di tortura e persecuzione sono famosa nel mondo per essere sola e perseguitata da una nazione e nn morta , bene nn posso avere rapporti sessuali con nessun cittadino italiano mai più a vita , vivo per uscire dal paese italia e nn tornarci mai più

  75. nn ho più niente da scrivere , pazienza l’odio è l’odio pazienza se sterilizzate le altre donne per odio , siete italiane , ciao sabi ricardati che scherzo una verità nn mi conosci nn sono morta sono diventata olandese veramente troppo odio per una persona sola che chiede di vivere che si ribella e chiede di vivere e nessuno la lascia vivere

  76. Sabina, una domanda idiota: io vengo a Roma…ma per salutarti come si fa? Se ci avviciniamo al palco -ammesso che ci arriviamo- ci braccano…(perdono, non entro a teatro da tempo)

  77. Ad uso e consumo di Controinformazione .

    Al di là di ogni chiacchiera televisiva, in cui i nostri politici “sparano” le cifre di una spesa “fuori controllo” per l’istruzione in Italia,ecco i dati comparativi OCSE (organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico)su quanto gli Stati spendono in istruzione
    Rapporto spesa per l’istruzione sul PIL %
    Italia 4,4
    Francia 5,7
    Portogallo 5,4
    Norvegia 7,0
    Polonia 5,5
    Media OCSE 5,4
    Con il taglio di 8 miliardi di Euro previsto dalla manovra finanziaria la percentuale verrà ridotta al 3,9, misura che ci collocherà al penultimo posto nella graduatoria OCSE.

    Rapporto spesa per l’istruzione su spesa pubblica % Italia 9,3
    Spagna 11,1
    Irlanda 14,0
    Messico 23,4
    Corea 15,3
    Nuova Zelanda 19,4
    Stati Uniti 13,7
    Repubblica Slovacca 19,5
    Media OCSE 13,2
    In questo caso’Italia già si colloca all’ultimo posto nella graduatoria generale.
    Gli stessi dati sono forniti dal Ministero dell’Istruzione.

    Ma delle migliaia di inutili insegnanti di religione imbucati dai preti in combutta col nano padano, pagati da noi e designati del vescovo .
    Delle centinaia di migliaia di euro di finanziamento alle scuole cattoliche e private tolte dal pubblico ad ingrassare il prete , nessuno ( e sottolineo NESSUNO ) parla .

  78. MOLTO DA SPERARE .
    Boicottate il padrone . Non consumate . Niente gli resterà tranne che i magazzini pieni di merda .

    Autunno nero per gli spot.
    I conti in tasca a Mediaset

    Autunno nero per la pubblicità. Vanno in rosso i giornali, va in rosso la tv. E per le tv di Berlusconi, si sussurra, è profondo rosso. Conti alla mano: la Rai – se la crisi di spot perdura – secondo i calcoli della Sipra, la sua concessionaria, perderà almeno 40 milioni di euro.

    Mediaset, che ormai vende spot a prezzi stracciati e ha anche problemi d’ascolto, rischia di rimetterci almeno il doppio di questa cifra. E così quella frase buttata là da Berlusconi venerdì scorso alla cena con gli industriali («Mi domando come facciate a dare pubblicità alla Rai, che trasmette programmi da cui si diffondono panico e sfiducia»), e mai smentita, non sembra tanto l’appello del politico contro la tv pubblica che non sta “in riga”, ma il disperato tentativo da imbonitore di rosicchiare qualche spot in più alla concorrenza.

    Che la Rai se la passi male, in quanto a spot, lo ha detto persino il suo direttore generale, Claudio Cappon: «La raccolta pubblicitaria per gli ultimi mesi dell’anno ha subito una contrazione improvvisa, a doppia cifra».

    La relazione dell’amministratore delegato Sipra, Maurizio Braccialarghe, parla chiaro: nell’ultimo trimestre la Rai ha subìto un vero e proprio tracollo pubblicitario rispetto al periodo luglio-settembre dello scorso anno, e le prospettive sono pessime.

    L’Upa (associazione dei pubblicitari) stima un calo reale del 2,5% degli investimenti pubblicitari in televisione. E potrebbe persino rivelarsi una stima ottimistica, perché ancora non c’è nessuna avvisaglia di investimenti per il periodo natalizio.

    Il presidente Mediaset, Fedele Confalonieri, in controtendenza, in un’intervista a l’Unità all’inizio di ottobre aveva dichiarato: «Fino a Natale possiamo andare bene, ma dopo? Fare previsioni è un azzardo, l’orizzonte è oscurato, non si possono fare troppi programmi a lungo termine».

    Chi fa i calcoli sulla pubblicità storce il naso: settembre è stato nero per tutti, la cifra in rosso supera il 10% degli introiti complessivi, e la crisi – anche se i dati non sono stati resi pubblici – per Mediaset dovrebbe essere ancora più grave. Se non altro perché ogni punto perso da Mediaset, secondo gli analisti, “vale” il doppio di quello Rai, che continua ad avere un marchio più forte sul mercato e ad essere più appetibile. Soprattutto in tempo di crisi.

    Calo generalizzato di pubblicità, prezzi di vendita degli spot che si abbassano, e a tutto ciò Mediaset deve aggiungere anche gli ascolti che non vanno come sperato (persino “Striscia la notizia” perde punti), per cui dovrà rifondere gli inserzionisti, che avevano pagato per risultati d’ascolto più brillanti, regalando altri spot e aumentando l’affollamento pubblicitario. E quindi rimettendoci la possibilità di altri introiti.

    Un biscione che si morde la coda. Ma quanto costa la crisi della pubblicità a Mediaset? 80 milioni, 100… Nessuno si sbilancia. Se non il padrone-ombra, che invita gli investitori a non dare più spot alla Rai…

    Mediaset gli sta procurando senz’altro un bel po’ di grattacapi. Ben più di Mediolanum, dove c’erano le azioni “tossiche”. Quando Berlusconi ha detto agli italiani di comprare azioni Eni e Enel «perché sono aziende che funzionano», non solo è stato accusato (sottovoce) di “insider trading”, ma i più maligni hanno scritto sui blog che aveva sulla punta della lingua anche Mediaset.

    Resta il fatto che lo scorso 30 settembre Mediaset aveva una capitalizzazione in borsa di 5 miliardi e 186 milioni; venerdì 24 ottobre era crollata a 4 miliardi e 608 milioni. E in questo capitombolo la famiglia Berlusconi ci avrebbe rimesso di tasca propria 210 milioni: due volte la super-vincita del Superenalotto.

    di Silvia Garambois (l’Unità)
    Pubblicato il: 27.10.08

  79. Ho letto numerosi post che indicano un profondo disappunto sull’operato del ministro Brunetta. Sinceramento non ho visto niente di scandaloso in quello che ha fatto, anzi, a mio avviso ha incarnato il pensiero di tutti gli italiani che lavorano con serietà, siano dipendenti pubblici o privati.
    Dov’è lo scandalo di mandare il medico fiscale sin dal primo giorno di malattia? In un azienda privata è sempre stato così, perchè mai i dipendenti pubblici dovrebbero essere dei privilegiati? Idem si dica per i tornelli all’ingresso degli uffici e per tutte le altre soluzioni che in teoria non dovrebbero penalizzare il dipendente pubblico, ma soltanto equipararlo ad un qualsiasi altro lavoratore. Non credo che queste scelte siano osteggiate dai lavoratori onesti, d’altronde se uno fà il proprio dovere e non lavora “all’italiana” cosa cambierebbe per lui rispetto a prima?

  80. @ gimmy
    in italia vi sono grossolanamente due correnti di pensiero
    -la prima se la prende con la casta degli operai, poi diventati statali, poi assistenti di volo, ora professori e simili, si insomma, la casta dei poveracci! quella che pensa che i problemi dell’italia siano dati da chi prende poco più di 800€ al mese da precario magari.
    – la seconda se la prende con la casta degli intoccabili, politici, mafiosi, manager, ecclesiasti d’alto rango e simili. quella che pensa che i problemi dell’italia siano dati da chi prende stipendi milionari per far fallire le aziende e poi scappa con buoni uscita da capogiro, che ha più cariche contemporaneamente e più pensioni, che spolpa i bilanci, che corrompe, che specula, che fa “finanza creativa”, che si para il sedere con le leggi ad personam e così via.
    a tutti gli italiani penso faccia piacere una politica di tagli agli sprechi, molti vorrebbero un po’ più di meritocrazia per chi si sbatte davvero ma senza generalizzazioni..
    e allora domando al ministro briunetta:
    “perchè non inizia da qui??”
    http://www.ilsole24ore.com/includes2007/speciali/tools/assenteismo-parlamentare/assenteismo-parlamentare.shtml

    camera

    Nominativo Lista Assenze %

    1° berlusconi silvio forza italia 4623 98,5
    2° verdini denis forza italia 4402 93,8
    3° pezzella antonio an 4339 92,5
    4° giordano francesco prc 4232 90,2
    5° cicchitto fabrizio forza italia 4218 89,9
    6° fassino piero ulivo 4178 89,0
    7° bondi sandro forza italia 4106 87,5
    […]
    questo sì che è assenteismo!!
    ciao

  81. Hai ragione, dovrebbe fare anche quello! ma una mancanza non sminuisce una buona cosa, è solo una mancanza, e gli si potrà contestare solo quella. Ci sono operai di aziende private che prendono 1000 euro al mese lavorando sodo 8 ore al giorno. Li vedo tutti i giorni perchè ci lavoro insieme. E ci sono statali
    ( a migliaia) . Che ne prendono 1200 ; se lavorassero anche loro 8 ore al giorno sarebbe poco, ma se si riduce a 2/3 ore come effettivamente è, allora è anche troppo! questo è il mio pensiero, ciao.

  82. Sabna buonasera!!!!!!

    è un piacere essere di nuovo sul blog dopo mesi di vagabondaggio solare in cui ho cercato ogni tanto di connettermi da un point senza successo. Vedo che ormai non è rimasto quasi più nessuno della vecchia guardia, non riconosco alcun nome..

    Tu come stai? Non vedo l’ora di vederti nello spettacolo, forse Parma o forse aspetterò che tu scenda in Sicilia, non lo so.

    Siamo tutti con te.

    Elenita
    ti prego ignora il mio cognome, non siamo parenti col tipo (ho l’albero fino al 1590 e posso provarlo)

  83. ITALIA VERGOGNA D’EUROPA ANCHE SUGLI STIPENDI

    http://www.mondopoliticablog.com/2008/03/12/italia-vergogna-deuropa-anche-sugli-stipendi/

    Lo stipendio italiano (19.861 dollari l’anno) è molto al di sotto della media Ocse (24.660) e della Ue a 15 (26.434) – marzo 2008

    Curiosamente si riportano gli stipendi europei in $$ anzichè in € (per rimpolpare psicologicamente le cifre?)

    1 $ = 1,45 € -1€ = 0,69 $, it.finance.yahoo.com/valuta sempre a marzo 2008, quindi

    Lo stipendio italiano (13.700 € l’anno) è molto al di sotto della media Ocse (17.000 €) e della Ue a 15 (18.250) – marzo 2008

    ma grazie a silvio & Co, uno stipendio medio di un precario è di circa 600 € – (circa 900€ per un laureato)

    ecco quindi la situazione, diciamo per 800€ mensili (ma molti giovani che conosco prendono 600 € e a volte con stratagemmi vari neanche quelli)

    libera-mente.blogspot.com/2007/10/lo-stipendio-di-un-precario.html

    RISULTATO, con 800€: Ogni mese il nostro precario (single e SENZA FIGLI) è in perdita di 199,16 euro, nella migliore delle ipotesi che non si ammali mai, non abbia mai bisogno di medicinali o visite mediche, non aspiri alle ferie e non abbia grilli per la testa come uscire al bar con gli amici o uscire nella pausa pranzo.

    Non consideriamo nemmeno la spesa per l’abbigliamento, immaginando per assurdo che qualcuno gli abbia regalato tutti i vestiti e non abbia bisogno di altro abbigliamento.

    Questo è tanto, ma, sempre con silvio & co, si va solo a peggiorare: come? con il D.L. 112 e simili!

    http://www.giuristidemocratici.it/what?news_id=20080729183309

    Comunicato stampa sulla gravissima manovra contro i lavoratori precari e contro un principio di diritto fondamentale nel nostro ordinamento.

    La recente presentazione di emendamenti alla legge di conversione al decreto legge 25 giugno 2008 n.112, in materia di rapporto di lavoro a tempo determinato, già approvati dalla Camera e che ora dovranno passare al Senato appare assai preoccupante sotto tre profili:

    1) Si stabilizza la figura del precario, che dovrà tendenzialmente sostituire quella del lavoratore a tempo indeterminato;

    2) Si rende la risoluzione del rapporto di lavoro ed anche a seguito di sentenza favorevole al lavoratore, un semplice costo aziendale, così come si voleva già in passato ottenere con l’abolizione dell’art. 18 s.l.;
    3) Si stravolge ogni regola del nostro ordinamento che, all’art. 12 delle Preleggi, dispone con assoluta chiarezza un principio mai, sino ad ora, messo in discussione: la legge sostanziale non ha effetto retroattivo.

    Si tratta di ferite all’impianto del nostro ordinamento giuridico di gravità inaudita e che lasciano presumere tempi ancora più bui, se non vi sarà una vera e forte opposizione sociale, stante l’assoluta mancanza di una opposizione parlamentare e la difficoltà estrema in cui si muove oggi la componente della Sinistra esclusa dal Parlamento.
    Dunque, non é solo l’attacco al diritto del lavoro che ci preoccupa, ma la capacità che questo Governo e questo Parlamento stanno dimostrando di non preoccuparsi minimamente delle regole giuridiche minime che hanno da sempre regolato il nostro ordinamento.
    Ancora una volta invitiamo organizzazioni sindacali, associazioni, forze politiche, parlamentari e non, a mobilitarsi in difesa dei principi della nostra Costituzione ed a difesa di quello Stato di diritto sino ad ora, sia pure con lacune, seguito e attuato.
    Torino, 28 luglio 2008
    Associazione Nazionale Giuristi Democratici

    E questo è solo uno dei tanti aspetti assolutamente negativi e predatori del D.L. 112 convertito nella legge 133/2008

    Oltre che con il massimo silenzio sui mezzi d’informazione, su cui domina lo psiconano, come si coprono queste manovre?

    Con lo specchio per le allodole del mito del “fannullone” del fannullone brunetta castigamalati!

  84. SPECCHIO PER ALLODOLE DEL MITO DEL “FANNULLONE”

    Cosa nasconde lo specchio per le allodole del mito del “fannullone”?

    Innanzitutto da molti anni non è vero che la pubblica amministrazione, che garantisce il welfare, sia poco efficiente. Oltretutto ha anche un alto tasso di informatizzazione. Da vent’anni una parte degli stipendi è stata “trasformata” in stipendio collegato alla produzione e progetti speciali vari ed incentivi hanno controllato/aumentato la produttività che è alta.
    Ancor prima del controllo delle malattie, cosa han fatto silvio & co che non dovevano “mettere le mani nelle tasche degli italiani”? come troll dissennati hanno tagliuzzato le voci di stipendio collegato alla produzione, come fosse un incentivo opzionale “regalato”. Tagliando senza criteri tagliano in modo diverso tra lavoratori simili: INPS ed INPDAP fino a 500€ mensili, INAIL 100€ etc, saltando a piè pari lo Statuto dei Lavoratori. Infatti nelle contrattazioni si litiga intorno a 70€ mensili, che sono ben sotto gli aumenti dovuti all’inflazione.
    E’ un sistema incostituzionale, come è anche incostituzionale (sono stati presentati i ricorsi alla Corte) la circolare sulla malattia, perchè discrimina pesantemente tra i lavoratori. Ed è anche indegna perchè costringere a non uscir di casa dalle 8 del mattino alle 20 di sera con 1 ora di pausa per mangiare lede la dignità delle persone. E chi vive da solo, e chi vive da solo con figli? Deve pregare amici e conoscenti per portare i figli a scuola e per comprare l’indispensabile.

    Inoltre chi è malato certificato, si ritrova tagliato lo stipendio fino a 25€ al giorno, a seconda di dove lavora. Certo che i lavoratori pubblici andranno di più a lavorare! Anche con la febbre, od intonditi di medicinali… bella forza! vuoi vedere che se salgo con un carrarmato su di una 500 si schiaccia? bella forza!

    Le rapine sono arrivate a tagliare i fondi per gli handicappati. E’ su questo che D’Alema ha chiamato il ministro Energumeno Tascabile, non per improvvida follia…

    Se si aggiunge LA PREVEGGENZA DEL TRUZZO TASCABILE

    http://www.renatobrunetta.it/documenti/NESSUN%20COLLASSO.pdf

    “LA CRISI UN FALSO STORICO… L’EUROPA NON SARA’ INVESTITA…”

    [Lo vada a dire all’Islanda, Ungheria, Ucraina etc…] il personaggio risulta perfino detestabile

  85. @gimmy,quella che tu definisci “l’unica” mancanza del ministro brunetta a me sinceramente sembra abbastanza significativa,considerando la parte politica da cui proviene…mi da tanto l’idea di uno che viene vessato da dei bulli grandi e grossi e si rifà bastonando tutti quelli che sono più deboli di lui che gli capitano a tiro….ogni volta che lo sento parlare mi provoca un senso di fastidio…ma forse sono ingeneroso;se ci fosse un torneo “chiacchiera da bar,ovvietà alla ribalta”lui di sicuro sarebbe da podio ( dopo il suo principale ovviamente..). quello che mi chiedo è – crede veramente a quello che dice?-

  86. per Cloodio,
    vai a questo indirizzo
    http://en.gravatar.com/
    poi digita il tuo indirizzo mail
    quando hai ricevuto il messaggio di registrazione
    immetti la tua password
    poi sciegli una foto
    e infine ti apparira una finestra
    dove dovrai cliccare una lettera per esempio -G-
    e il gioco è fatto, io cho’ impiegato una settimana, ma alla fine mi è riuscito, quindi….
    _________________________________________________________________________________________________

    Gelmini approvato
    domani a roma sciopero generale.
    un saluto a tutti.

  87. @ gimmy il problema di nano-brunetta è che se cercasse i fannulloni in parlamento,ti ricordo che tra camera e senato sono quasi mille stipendiati a 15-20 mila euro al mese privilegi e incentivi a parte,sarebbe più credibile.Ogni volta vediamo un parlamento vuoto,senza contare che si troverebbero anche i soldi per evitare i tagli alla scuola.

  88. l’informazione giornalistica è un pensiero circolante ,
    è un pensiero che parte da una mente e viene diffuso in luoghi diversi e lontani della terra
    tramite la carta o segnali radiofonici ,

    trae la sua credibilità da eventi materiali e documentabili
    ed è una delle principali risorse di confronto che l’individuo possiede per poter valutare la società
    e se stesso

    in un paese civile è importante che chi gode della credibilità o del privilegio di diffusione territoriale
    sia anzitutto un libero pensatore , abbia un contatto quotidiano con gli eventi della realtà e che
    abbia un ampia conoscenza del diverso pensiero che è stato tramandato tramite la letteratura ;

    se l’informazione giornalistica è un pensiero collegato a degli eventi accaduti ,
    la disinformazione opera in maniera da poter nascondere ciò che accade quotidianamente ,
    per nascondere i fatti , ed in particolare il negazionismo opera per nascondere fatti storici materialmente avvenuti,
    la propaganda invece agisce sull’informazione in maniera che il pensiero diffuso sia unico;

    in Italia esiste un magnate delle televisioni , che possiede tre canali nazionali su sette , e controlla gran parte dei tre canali
    pubblici , ha mostrato con i suoi interventi di non tollerare nel campo informativo i liberi pensatori ,
    imponendo con la forza della legge dei sistemi di propaganda;
    il sistema televisivo è il sistema informativo più importante , il secondo è la carta stampata , ed anche nei giornali
    esiste un meccanismo di pensiero centralizzato ,

    basta poca disattenzione per vedere che i titoli di prima pagina
    si ricopiano l’uno con l’altro , che esiste il fatto di cronaca che dura diversi anni e nella media fa riempire ogni giorno
    almeno tre pagine del quotidiano e anche questa è disinformazione , parlare per tre anni in maniera ossessiva di un delitto ,
    fa in modo di occupare perennemente lo spazio di cronaca e non parlare di tutti gli altri avvenimenti ,
    e di fatto risulta un modo per nascondere dell’altro,
    basta ancora poca disattenzione per vedere che elementi cardine di alcune strutture mediatiche , direttivi e funzionari ,
    vengono ciclati tra aziende che dovrebbero concorrere , basta poca disattenzione per accorgersi che i palinsesti televisivi
    siano dei veri e propri doppioni;
    serve un poco di più di impegno per andare a leggere i decreti ministeriali riguardanti la scuola che sono in fase di emanazione
    e vedere una tabellina chiarissima dove si elencano i tagli che verranno fatti tra insegnanti e personale ata ,
    dove nello stesso decreto di orientamento economico , ogni capoverso comincia con la parola “tagli a …” ,
    l’impronta del decreto sebbene sommaria è abbastanza chiara ,
    tagliare la scuola pubblica e contemporaneamente trasformarla in privata (dove nella logica privatistica chi ha il denaro accede ai servizi
    e chi ha più denero accede ad un servizio migliore , ma forse questo il governo non può dirlo)

    oltre ad occupare tutto lo spazio informativo , la propaganda esegue e adopta la censura per contrastare il pluralismo ,
    non solo un giornalista ampiamente apprezzato per il suo libero pensiero è stato tacciato malamente (Enzo Biagi), ma
    nel suo momento di massima produzione , intere opere dell’attuale premio nobel dario fo sono state distrutte ,
    un uomo che è stato premiato con parole di raro encomio ,
    ed un uomo che ringraziava chi vergognandosi dava solo due euro per partecipare ai suoi recenti spettacoli di beneficienza ,
    un uomo che è stato capace di farmi ridere come un babino felice con la sua storia dei tigrotti e della zebra scoreggiona ;

    fortunatamente , l’efficacia della propaganda non è così elevata e difetta rispetto agli obiettivi prefissati
    risultando poco efficiente se si condidera la portata della diffusione ,
    ciò non toglie la pericolosità di una tale struttura,
    che nelle sue forme di piena realizzazione spinge il paese poco distante da un sistema di annientamento morale;
    in uno scenario più ampio si può collegare questo modo di agire , in un più articolato tentativo di oscurantismo
    dove il terrore è la relazione che intercorre tra la forma di potere e il mondo;

    anche se fosse un nuovo medioevo , questo non potrà comunque ignorare ,
    Giordano Bruno , Galileo Galilei , Voltaire , Heghel , De Sanctis ,
    Freud , Giuseppe Garibaldi , Giovanni Verga , Elio Vittorini , Ugo Foscolo , Rita Levi Montalcini , Montessori ,
    Italo Calvino , Pier Paolo Pasolini , Giuseppe Parini , Dario Fo
    e soprattutto tutte quelle persone speciali e rare che si incontrano una volta nella propria vita e che tramandano il loro
    essere uomini;

  89. HO visto la puntata di annozero su rai sat exstra, è da dire che la tua interpretazione è stata FANTASTICA,come pure la puntata,specialmente gli interventi degli studenti di Pisa.
    ciao…..no logik collinaccia bdm crew.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here