Home Politica Manifestazione nazionale comitati cittadini L’Aquila

Manifestazione nazionale comitati cittadini L’Aquila

CONDIVIDI
draquila recensione pezzopane terremoto l'aquila

Manifestazione nazionale comitati cittadini L’Aquila

Il 20 novembre a l’aquila c’è una manifestazione nazionale organizzata dai comitati cittadini a cui hanno aderito molte associazioni, comuni e soprattutto la cgil. andiamo? per chi non c’è mai stato è un’esperienza da fare, vedere con i propri occhi. er chi c’è stato a maggior ragione

– che ne dite se lanciamo l’idea di fare con le 4 ore di extra che sono nel dvd un altro film, di qualsiasi durata su l’aquila? sto studiando un modo poi per presentare i migliori. potrebbe essere un modo creativo di mantenere l’attenzione sul problema, che la rete monti il sequel. lo facciamo uscire per il secondo aniversario magari. ora studio meglio la cosa se vi sembra interessante fatemi sapere

per il resto? siamo nel pieno del delirio bipartisan mi pare. il dibattito nelle radio dei coatti è identico a quello che si svolge in tv. ugualmente fastidioso, contorto che gira attorno alla semplice verità con invluzioni che danno la nausea come le curve in macchina. propongo di continuare a ragionare sulle cose vere e tenersi per il momento fuori dalla mischia. quello che deve assorbire i nostri sforzi è il dopo. che sia qualcosa per cui è valsa la pena, tutte queste umiliazioni abusi violenza che si traducano in qualcosa di civile, non retorico, non ipocrita, non finto. risparmiamoci per il dopo questa è la mia proposta. quello che si sta discutendo lo diciamo da anni. berlusconi è improvvisamente quello che abbiamo sempre saputo che era. e adesso a comando dovremmo indignarci? io a comando non faccio niente non so voi.

occupiamoci di quello che si vede all’orizzonte. discutiamo di questo a mente fresca.

per i torinesi oggi ci vediamo a torino. per i palermitani domenica a palermo. Per tutti: come vedete ho cambiato la tastiera.

aggiungo qualche critica francese in rete non sono quelle dei quotidiani e riviste specializzate come liberation o telerama ma ve le incollerò sono belissime

De Sabina Guzzanti

Avec Sabina Guzzanti, Silvio Berlusconi

Film italien – Documentaire

Bande-annonce | Séances (30)

5 Critique de Carlos Gomez

Tous les films ne sauraient être des oeuvres de contenu, des véhicules de combat. Mais en regardant celui-ci, on est obligés de constater que la majorité des films qui sortent aujourd’hui, dans le fond, ne disent rien.

 La critique complète est disponible sur le site Le Journal du Dimanche

De Sabina Guzzanti

Avec Sabina Guzzanti, Silvio Berlusconi

Film italien – Documentaire

Bande-annonce | Séances (30)

4 Critique de Bérénice Dubuc

Sabina Guzzanti (…) livre avec “Draquila” un éclairage effrayant du système Berlusconi.

 La critique complète est disponible sur le site 20 Minutes

De Sabina Guzzanti

Avec Sabina Guzzanti, Silvio Berlusconi

Film italien – Documentaire

Bande-annonce | Séances (30)

4 Critique de Woody Alain

Le film indigne parfois, amuse souvent, fait réfléchir tout le temps. Allez le voir avec vos amis et vous constaterez que vos débats à la sortie de “Draquila” seront aussi intenses que les 97 minutes du film.

 La critique complète est disponible sur le site Brazil

De Sabina Guzzanti

Avec Sabina Guzzanti, Silvio Berlusconi

Film italien – Documentaire

Bande-annonce | Séances (30)

4 Critique de Françoise Delbecq

Plus habile qu’un docu façon Michael Moore, “Draquila…” pose la question qui nous taraude tous : pourquoi les Italiens votent-ils Berlusconi?

 La critique complète est disponible sur le site Elle

De Sabina Guzzanti

Avec Sabina Guzzanti, Silvio Berlusconi

Film italien – Documentaire

Bande-annonce | Séances (30)

4 Critique de Nicolas Schiavi

On croyait tout savoir sur Silvio Berlusconi. Il faut tout repenser en pire.

 La critique complète est disponible sur le site Excessif
http://www.rue89.com/cineindependencia/2010/11/06/draquila-le-film-qui-accule-litalie-de-berlusconi-174754

Commenta questo post

49 Commenti

  1. Ciao Sabina!
    Ma a Bologna non vieni? … peccato ma questo week end comprerò il dvd inoltre sto dicendo a tutti i miei amici di prenderlo….anche solo come segno di “vita” nei confronti di tutto sto marasma!
    Quello che tu dici, dell’occuparsi del dopo, mi sembra quasi rivoluzionario…dal tanto che siamo narcotizzati dagli eventi quotidiani…
    già il dopo…chi ci pensa più?
    Come diceva Crozza a ballarò abbiamo tutti la sindrome del “giorno della marmotta” del film “ricomincio da capo”….ci svegliamo ed è sempre lo stesso giorno…tutto uguale….e nessuno pensa più al domnai….
    Anche perchè…metti che si vada ad elezioni anticipate….che c’è dalla nostra parte? chi abbiamo di così convincente da scegliere perchè le cose cambino?
    Ma tu all’orizzonte cosa vedi?
    Io ancora tanta nebbia 🙁
    Ottima idea del secondo film su l’Aquila!….per non diemnticare! Penso che questa idea vada sicuramente sviluppata ed incoraggiata!
    Ti mando un abbraciio e spero tu riesca a tornare a Bologna prima o poi….. 🙂

  2. “quello che si sta discutendo lo diciamo da anni. berlusconi è improvvisamente quello che abbiamo sempre saputo che era. e adesso a comando dovremmo indignarci? io a comando non faccio niente non so voi.”

    quoto

    salute mentale al 100%…

    Chi non si è ancora chiesto perchè con argomenti sul tavolo quali mafia, corruzione, massoneria, stragi, evasione fiscale, Repubblica si sia decisa a fare la sua prima campagna di stampa contro B sul topic “minorenni” e a porre le celebrate 10 domande “ficcanti”, non ha capito la natura del potere.

    La natura del potere è quella che trovi anche ai supermercati:
    Carrefour, Coop, Esselunga etc hanno per ogni prodotto 2-3-4 sotto marche PROPRIE, di vari livelli di prezzi differenti.

    in questa maniera, hai la sensazione di scegliere prodotti “diversi”. E scegliere, si sa, fa sentire bene…ti pacifica!
    E quanto fanno piacere, i consumatori-elettori pacifici, ahh!

    — —

    FILM MONTATO DALLA RETE: idea eccellente, sia in senso politico che pedagogico.
    La libertà creativa è l’unico vaccino contro tutto questo…

    brava Sabina, non mi deludi mai.

    una domanda tecnica: i materiali filmati andrebbero eventualmente estratti dal DVD o li metteresti tu reperibili e scaricabili?
    lo chiedo perchè la trasformazione di un fomato DVD proprietario in formato maneggiabile DVX non è difficile ma neppure scontatoper tutti…

    magari metterli in un archivio con iscrizione?
    lo stesso di chi ha scaricato il film dal sito, forse?

    un abbraccio
    Damiano

  3. Per il dopo, che è già domani, concordo nel non cadere nell’Ipocrisia di tutti quei soggetti simili ai topi che da qualche tempo annusata la malparata stanno tentando di scappare dalla nave che affonda.
    Chi ha sbagliato deve pagare ! ,,, E con tutti intendo TUTTI, dunque anche quelli più vicino a noi, anche i parenti più prossimi che con i loro atteggiamenti o addirittura con il loro lavoro ( ,,, chi ha orecchie per intendere, intenda ) hanno permesso a questi ladri neri di depredare il paese.
    Pagare tutto senza sconti pietevoli ,,, E che il loro pagare sia mostrato a esempio pubblico per le future generazioni, e con il loro pagare in solido e denaro inizieremo a ricostruire: scuole, ospedali, infrastrutture ,,, tutto ciò che sarà di Pubblica utilità.
    A ben guardare infatti abbiamo tanto da recuperare da questi zozzoni che per decenni ci hanno derubato. Non facciamoci rincoglionire da chi attribuisce tutta la colpa alla crisi mondiale del capitaliberismo, questo belare la crisi è solo l’ultimo patetico tentativo per la loro discolpa.
    Guardate le chiese tutte ben ripulite e ristrutturate a spese nostre, guardate le panze dei preti, belle gonfie e ingrassate, i loro forzieri nemmeno troppo celati per proverbiale protervia, nelle loro sacrestie ,,, sono pieni dei nostri denari ( se non ci credete informatevi meglio dei gentiluomini di sua santità il pastore tedesco ,,, Baubau sedici volte, di don Evaldo Biasini, in arte don Bancomat, che nascondeva il frutto delle razzie della cricca crociata di coloro che ridevano dei morti de L’Aquila )
    Senza la giustizia e la certezza della pena di fatto perdono senso anche i concetti del tipo democrazia, uguaglianza, libertà, concetti credo in cui tutti qui ci riconosciamo ,,, nevvero?
    Senza giustizia uguale per tutti inoltre ognuno potrebbe decidere di farsela da solo ,,,
    Al bando l’Ipocrisia, virtù clericale, al bando anche la Retorica delle buone maniere, al bando il finto buonismo, in finale dunque agiamo solo per la Civiltà che ci raccomanda la condanna pubblica di chi ha perseguito solo i propri interessi a danno della collettività.
    Per quanto mi riguarda allora, per prima cosa si deve fare una pulizia accurata, si ristabilisce l’ordine delle cose, si derattizza per bene e si sparge il sale sulle loro rovine e poi, solo poi, si inizia a ricostruire ,,, ogni alternativa non comprenderà mai il mio impegno ( e vi assicuro anche quello di molta altra gente ) per la Ricostruzione di questo paese.
    Vale.

  4. @damiano e tutti
    è vero che tecnicamente portare su un programma di montaggio del matriale da un dvd non è scontato ma non è nemmeno possibile mettere 4 ore di oba in rete. fra le due suggerirei che chi sa come si esporta da dvd lo diffonda. comunque chi si mette a montare un film qualcosa ne deve capire o deve perdere qalche oretta per imparare

  5. cinema pieno ieri sera per la prima di draquila,
    al cinemateket di copenaghen, danimarca

    mi chiedevo cosa ne pensavano i danesi lí presenti, saranno rimasti basiti

    ciao
    Luca

  6. IMPRESSIONI

    in poche settimane ho rivisto su rai extra e rai 4 gran parte credo dei programmi che avete fatto te e i tuoi fratelli in RAI. sono cose che stanno li e non passano perchè anche B è sulla scena e non muta mai nulla. così che cose che hai detto p. es. ai tempi di raiot sembrano di giornata – fatto salvo il discorso sul digitale. solo l’incoscienza e il naif vanno a scemare. l’esperienza può abbassare il tono dell’umore? o è coscienza del tempo che va e non ritorna?

    oggi potresti forse dire circa la tivù digitale che i canali ci sono i contenuti no. ogni tivù locale s’è solo moltiplicata per dieci le frequenze invece di renderle disponibili ad altri i operatori. B per favorire mediaset su questo fronte ha lasciato lo scenario immutato così che degenera per inerzia. spero il prossimo governo si riappropri delle frequenze eccedenti e le venda al “famigerato” mercato.

    la cosa veramente sorprendente per me è che riesco a credere tranquillamente che la tua versione di B sia intercambiabile con l’originale. che cioè quello che. hai concepito come satira sia in realtà la vera la natura esplicitata dell’Ugo Fantozzi arricchito e andato al potere nel Belpaese sulle ali del conflitto d’interessi!

    p.s.
    ormai della tua famiglia di origine l’unica di cui non si sa nulla è tua mamma (almeno io non ne so!). cioè ci si sta a chiedere da chi abbiate mutuato via DNA capacità mimiche ed istrioniche. solo dal sorprendente padre? un giorno, nelle tue memorie, racconterai come abbia influito l’educazione. m’aspetto… inattesi conflitti col genitore prevaricatore (?) raccontati col tono di Woody Allen, anzi… di Mia Farrow!

    l’altra cosa sorprendente (ma solo per me) è che i fratelli Guzzanti non appaiano mai assieme in quello che ho visto, fatto salvo gli esordi della “piccola” con Corrado e la Dandini. i fratelli Marx, no eh?!?

    (comunque è vero che i palestinesi sono gli unici che sembrano extracomunitari a casa loro)

    😉

  7. DICO LA MIA

    per montare dei materiali estratti dal dvd occorre conoscere con che sistema si operi il montaggio. mediamente occorre convertire i filmati nel codec che permette al sistema di operare in tempo reale senza randering (p. es. degli effetti). così le idee si possono visualizzare al volo. le intuizioni si possono mettere alla prova per… vedere l’effetto che fa!
    occorre preservarne la qualità così che alla fine, nella distribuzione in rete, p. es. in Divx o Xvid, sia più che accettabile.

    occorre guardarsi il materiale più volte per intuirne una chiave di lettura che ne faccia un discorso possibile sotteso. e immaginare un contrappunto. aver in mente la meta di rendere il tutto interessante oltre che informativo.

  8. LA BOTTANOGRAZIA HA I SUOI…

    Questo non-governo al governo quanto ci costa? Tralasciando gli aspetti relativi all’immagine. In termini di costi-sperperi economici quanto ci costa questa situazione di stallo perenne?

    I sovrani, suoi predecessori, avevano l’accortezza di usare “la testa in grado di ragionare”. segretezza, discrezione e silenzio erano prerogative indispensabili per sfuggire ad incontri, sguardi e malelingue da parte di testimoni intraprendenti e indagatori.

    Ma l’autocrate Scilvio B. B come Bottanusconi: il più sfigato dei play-ederly (convinto di essere un play boy) con la mania di volere sembrare, nonostante le evidenze, un giovane e aitante hardcore-man di hardcore… invece è la perfetta copia del declino privato di un uomo pubblico.

    Ma lui è maestro nell’auto. Si auto-proclama, auto-consola, auto-determina, auto-referenzia, auto-giudica… ghe fa tut mi tut in auto-matico. Non ha bisogno di interferenze esterne. si rischierebbe un eccesso di democrazia.

    Vive in un mondo tutto suo. Fatto di poppe a prua e chiappe a poppa. Un mondo che si ritrova a casa senza sapere il perchè. Certo si pone delle domande: chi sono, cosa vogliono, cosa vengono a fare e perchè proprio qui? Ma, suo malgrado, non riesce a dare risposta.

    E’ la dura vita dei Bottanieri abituali. Passano da un’orgia al rispetto dei sacramenti e, se possono, li uniscono. Mettono tutto nello stesso calderone: pubblico e privato, sacro e profano, onestà e disonestà, serietà e frivolezza, tossicodipendenza e disintossicazione. Tutto viene unito e confuso con il corrispondente contrario.

    Tutto e tutti entrano a casa sua senza che lui inviti nessuno o conosca qualcuno. Tutti vengono invitati da ignoti intermediari. Pochi anni fa venivano chiamati magnaccia ora hanno addirittura le agenzie. Giocare con le parole conviene.

    Se un tempo i rappresentanti delle istituzioni venivano associati alle istituzioni corrispondenti ora non più. Sono morte… forse.

    Come si può attribuire o associare ad una istituzione un rappresentante che non la rispetta? Mi riesce difficile pensarlo e tantomeno giustificarlo. Ops… dimenticavo siamo in Italia.

    COSTI.

    By Gian Franco Dominijanni

  9. Cara Sabina,
    vivo a Napoli, io ed alcune colleghe ci eravamo organizzate per domani pomeriggio alla Feltrinelli di Santa Caterina a Napoli. Sono passata oggi a chiedere se c’era bisogno di anticiparsi per i posti, immaginando la ressa che si sarebbe creata domani e cosa scopro, con rammarico, che hai annullato lo spettacolo. Ma perchè? Siamo già “tartassati” per altre cose ma perchè hai desistito? Non ho visto neppure una nuova data, perchè? Ma quanti perchè! Ti prego, rispondimi e arrivederci presto…………a Napoli…….una delle più belle città del mondo.
    fiorella

  10. Ciao Sabi, stavo pensando di venire a trovarti lunedì a Roma.
    magari se faccio in tempo, col casino del lavoro, il traffico…. speriamo!
    Indignazione…Ma la gente si ricorda di quando ti sei travestita da piccolo cesare (in minuscolo) col fallo in erezione?
    Ma le persone si ricordano del tuo intervento a piazza Navona (ho ancora i brividi nel ricordarti!)
    Di quale orizzonte parli?
    Ti spiego la mia radio: al mattino, andando al lavoro la rassegna stampa di radio radicale. La sera, tornando a casa, “la zanzara2 su radio24.
    Ma tu, almeno in radio, perché non ci vieni?
    Sarebbe bello ascoltarti in radio, magari la sera, così almeno non sento “la zanzara”!
    Spunti di questi giorni.
    a) Nadia Macrì, prende 5000 euro a botta da B. e 500 euro dal sindaco di Parma. Come Robin Hood, ruba ai ricchi per darla ai poveri!
    b) ma perché continuare a chiamarle escort se sono prostitute? ma perché non legalizza i casini – nel senso dei bordelli – (come accade in Svizzera, Germania…) Forse si recupera pure un poco di soldi e non ci rompe le scatole con questi scandaletti da regimetto?
    c) Pagare una prostituta cinquemila euro…. ma come mai gli costa così tanto? con tutti i soldi che ha, se ne prendesse una almeno muta… queste invece parlano quando non hanno altro in bocca… d’altra parte meglio pagarle che farle ministre!
    d) mi domando che, se comincio ad andare a prostitute mi faranno sicuramente delle domande, tipo: “devi essere minimo minimo un consigliere di circoscrizione….” ma B. si rende conto che pagando così tanto aumenta l’inflazione? Ma i poveri camionisti, con quello che pagano di benzina, avranno ben diritto di fare uno sciopero?????
    e) fai un bel film su Napoli e la monnezza! destra, sinistra, verdi…. sulla monnezza di Napoli hanno mangiato tuttiiiiiiiiiiiiii!
    ho voglia di vederti e sentirti… se non vengo alla Feltrinelli è solo perché non posso… ci fai una diretta streaming????
    quando finisci di scrivere i diari della pampa????
    ciao

  11. DVD già comprato,il film è bellissimo oltre che illuminante
    Sabina meriteresti il premio Nobel dell’informazione….esiste?!?boh!!

  12. L’idea di realizzare una sorta di Draquila-2 con il montaggio degli extra del dvd ci piace un sacco!
    Ci piacerebbe davvero tanto provarci, anche se a montaggio filmati siamo a livello dilettanti–.

    Siamo perfettamente d’accordo su quanto dici sulla situazione politica attuale.
    Ogni volta che b. ne fa una delle sue, si assiste ad un coro polifonico di voci indignate, sempre della serie ‘abbiamo pasato il segno!’. Ogni volta è lo stesso, ma non ci pare proprio che b. si sia palesato quale è solo ora. Sono anni che la maggior parte di noi lo ripete.
    Non capiamo poi come il coro si levi così tonante solo quando b. si mostra nel suo lato di uomo più laido degli ultimi 150 anni e non quando si affastellano le testimonianze che lo vedono coinvolto nelle stragi di mafia dell’inzio degli anni 90.
    E le opposizioni che aspettano che Fini stacchi la spina!
    Ma siete voi che dovete decidervi ed usare ogni mezzo che resta alla nostra sfilacciata democrazia per levarci l’orrido dai piedi! Cosa state aspettando?!
    Di essere pronti a governare, forse?! Allora b. può dormire tra quattro guanciali!

    Per la manifestazione all’Aquila del 20 ci saremo!
    L’Aquila chiama Italia: coraggio, cerchiamo di essere in tanti!
    Non abbandoniamo L’Aquila, per non abbandonare l’Italia.

    http://www.3e32.com/main/?p=4116

  13. ci sono per montare insieme.,
    non è semplice ….
    importare poi dal dvd dipende da come avete protetto il dvd.
    “mactheripper” si scarica gratuitamente dalla rete (per chi ha mac, per pc non so) e con quello si importano i file dal dvd…
    fatemi sapere.

    elena

  14. ah ma lo dobbiamo fare noi il montaggio? non avevo capito

    io ci sto ma dubito che il mio old mac riesca a mangiare un programma come mactheripper
    il programma iMac che ho incorporato non può funzionare? quello lo so usare benissimo 🙂

    PS chi è di roma accende il riscaldamento in questi giorni? i miei coinquilini lo mettono a 22 gradi dalle 8 di mattina all’una di notte e io sto schiattando di caldo
    è legittimo dirle che la bolletta se la paghino loro?
    oggi si andava in giro senza giacca per la strada!

  15. @Sabina
    “comunque chi si mette a montare un film qualcosa ne deve capire o deve perdere qalche oretta per imparare”

    perfettamente ragione, scusa, non ho pensato prima di scrivere.
    Mi piaceva l’idea di diffondere la possibilità creativa a più persone possibile.Ma la soddisfazione, in fondo, la da tanto il percorso che il risultato, no?

    baci grazie
    DD

  16. dearest S., ho appena rivisto il film e tutti gli extra, ci sono degli aspetti veramente inquietanti di tutto l’affaire L’Aquila che vale la pena mettere in risalto in un eventuale montaggio del materiale. Io lo intitolerei ” Io non ero qui “. Io inizio a farmi un’idea, metto giù una scaletta intanto…

  17. Ciao a tutti e ciao Sabina (ciao Elenabondi, come stai?), nn so se tu qualcun’altro si ricorda ancora del mio nick. Scrivo per cercare la vostra collaborazione. Con alcuni amici “viola” (www.reteviola.org) sono stata a’ L’Aquila a Luglio per la “Notte Bianca” incontrando i ragazzi del comitato 3e32 e partecipando all’assemblea cittadina. E’ stata un’esperienza incredibile, soprattutto per la forza e la tenacia che gli aquilani ci hanno dimostrato per tutto il tempo che abbiamo “vissuto” insieme. Da quando siamo tornati nn abbiamo smesso di pensare un attimo a come organizzarci per poter renderci utili, dato che molti cittadini ci hanno chiesto di continuare a parlare di loro, di non abbandonarli . Ora, domani sarò a L’Aquila insieme ad altri per incontrare i 3e32 e sottoporre sia a loro che all’assemblea un paio di proposte di cui, per correttezza, preferisco non parlare ancora (si tratta cmq di una serie di eventi ), ma che posterò nn appena avrò un feedback positivo dagli aquilani. Ci piacerebbe molto collaborare insieme, io cmq ci sarò il 20 novembre, sarebbe bello conoscerci se ci venite. Ovviamente Sabina sarebbe ottimo poterne parlare anche con te. Che dici se vengo alla Feltrinelli lunedì rieco a fregarti 2 minuti? Non per annoiare ma sono progetti a cui tengo molto.
    Un bacio a tutti, a chi conosco e non grazie mille per l’attenzione e spero di sentirvi presto.

  18. Si lo so che li conosci, tranqui. Io volevo solo chiederti se ti andava di sentire che avevamo in mente di fare ed eventualmente darci una mano su Roma. Per quanto riguarda i 3e32 per scelta nostra abbiamo deciso di non muoverci senza un loro feedback positivo, tutto qua. E vabbè quindi se vedemo Lunedì. Thanks!

  19. @aspirinb
    Per ora siamo solo alla fase di …’smontaggio’, cioè abbiamo estratto i file dal dvd (per il pc si può usare DVD Decrypter, anche questo scaricabile gratis).
    Poi bisogna pensare ad una scaletta. Sarebbe bello poterlo fare insieme, mettere le idee in comune.
    ladinsane è già partita. Potremmo provarci, no?

  20. certo ary a lunedì

    @ tutti
    sono felice che addirittura vi siate già messi in moto.

    vi consglio di metervi magari in gruppo e lavorare con qualcuno che già sappia usare un programma di montaggio. anche uno studente di qualche scuola di cinema o chi vi pare. conviene così vi concentrate più sulle idee che sula tecnica

  21. da anni uso il banalissimo imovie, che non è “figo” come final cut, ma per copiare e incollare va benissimo…. anche se, per i montatori video, è solo un giochino.

    qualche esperto final cut o simili per pc?

    siete in linea?

  22. aspirin va benissimo. intanto fai una bozza poi se ne vale la pena lo metti su final cut dove puoi confezionarlo meglio

  23. Sì per la manifestazione dell’Aquila – quant’era che volevo andarci, almeno fare la mia parte per mettere in moto un po’ di microeconomia… una pizzetta lì, una spesetta là, se uno su cento ha riaperto (so per certo di una sola ragazza con la sua rosticceria). Da alluvionata ho imparato che è importantissimo sapere che qualcuno considera ancora il tuo lavoro. Ho imparato a odiare gli avvoltoi che scendono con le macchine fotografiche e ad amare chi ti dice “mi fai un caffè al volo? come ti senti? casa tua è ancora in piedi?”.
    Quando si parte?
    Spero – anzi, sono certa – di venire anche domani, alla Feltrinelli.
    ps: @Sabina; hai mai avuto la mia mail sulla questione di Antigone? chissà se riesco anch’io a rubarti trenta secondi, domani (anche se preferisco vederti nel bagno di folla invece di scocciarti con del lavoro extra).

  24. ok, mi ci metto.
    dopo giovedì che ho una scadenza di un bando….

    qualche forma di brainstorming collettivo sui contenuti intanto?

  25. Ciao !

    Sono il ragazzo con tanti capelli e la macchina fotografica che c’era oggi a Palermo.
    Intanto sull’incontro, complimenti, sei stata molto disponibile e rilassata !

    Poi, quando ti ho chiesto della rete come strumento primario per cercare di cambiare le cose non volevo spronare te, che come vedo ti dai da fare (e bene), ma in generale. Secondo me le potenzialità del web in Italia non sono state ancora sfruttate al massimo, ovvio però che non basta e ci voglia soprattutto la riscossa dei cittadini nelle strade.
    Ho visto che conosci bene i modelli canon 7D & 5D ! Anche durante l’extra con l’arcivescovo ho notato il laccio con la scritta “canon” sulla tua spalla. Purtroppo la mia è un modello un po’ inferiore e quindi non fa video, ma in un futuro prossimo spero di cambiarla e provare anch’io a fare qualche piccolo documentario in giro per l’Italia. Per ora, ad esempio, mi sarebbe piaciuto fare qualche settimana a Terzigno e dintorni per raccogliere la voce della protesta.

    Tornando alle cose serie.
    L’idea di montare qualcosa dagli extra è ottima. Da appassionato di cinema posso dirti che per del materiale già elaborato non ci vuole chissà quale programma di montaggio, sul mac basta iMovie per fare il necessario. Personalmente vedrei più interessante la creazione di cortometraggi sui dieci minuti, magari da caricare sul tuo canale youtube.

    Andrebbe aggiornata anche la pagina di wikipedia su draquila(http://it.wikipedia.org/wiki/Draquila_-_L'Italia_che_trema) , c’è soltanto una recensione negativa di lemonde piazzata li da chissà chi. Spero magari nei prossimi giorni di aggiungerne io qualcuna di quelle che hai postato.

    Ancora complimentoni !

  26. Ciao a tutti, ciao Criminosa,
    io uso più o meno tutte le console di montaggio … (ma in genere preferisco l’ Adobe Premier) vi ho letto velocemente come sempre, se vi serve una mano non c’è problema, se volete potete chiedere da informazione tecniche (formati dimensioni importazione ed esportazione etc…) o se preferite mi passate i file e vi faccio il montato … ( sapere usare le console di montaggio tecnicamente di per se non serve a molto … una volta che si sa usare la penna arriva il vero problema…sapere cosa scrivere)

  27. Un piccolo brainstorming.
    Abbiamo pensato si potrebbe raccontare il grande inganno ‘dalle tende alle case’.
    Ci piacerebbe iniziare con un racconto a due voci del terremoto: da un lato Giuliani, che lo vive nella sua casa, aggrappato alle sue macchine, assistendo addirittura alla torsione delle mura, dall’altra il professor Colapietra, che viene sorpreso dalla scossa più forte, mentre nel suo letto cerca di vincere l’insonnia cantando tra sé un’aria della Forza del destino.
    A questo punto dovrebbe irrompere la vociaccia di b. che annuncia il miracolo e, a seguire alcuni spezzoni che mostrano come il progetto faccia acqua.
    Ad esempio la ragazza che già solo per il fatto di essere single, non avrà mai l’alloggio e l’assemblea in cui si chiede invano di rendere pubblico l’algoritmo ‘perfetto’ che assegnerà le C.A.S.E.
    Si potrebbe poi mostrare una parte che si potrebbe definire di persuasione e deportazione: si cerca di convincere gli aquilani a lasciare le tende, scegliendo il trattamento di autonoma sistemazione.
    E qui si potrebbero riportare le testimonianze degli psicologi, di Antonietta Centofanti e del professor Colapietra.
    Quindi siamo alle C.A.S.E., con il racconto della prima cerimonia di assegnazione il giorno del compleanno del premier, con il racconto della buffonata del prato prima messo e poi tolto, la signora che svela l’intervista manipolata da canale 5 e la ‘magnifica’ soluzione architettonica della finestra praticamente murata.
    Sarebbe bello intervallare le diverse immagini con le autocelebrative affermazioni di b. tipo ‘bellissime case, con giardini di pronto effetto e inserite armoniosamente nel tessuto urbano…’
    Sul finale vedremmo bene di nuovo il buon Colapietra che rivendica con fermezza di essere rimasto tra le sue mura e si rammarica di non essere stato imitati dai suoi concittadini.
    Cosa ne dite?

  28. Vorrei sapere se qualcuno ha già fatto una scaletta o se l’idea di organizzare il materiale da montare attorno ad un’idea o più centrali è fattibile. Per me un’idea forte è quella dei -non luoghi-, ciò che sta/stava facendo la Protezione Civile all’Aquila è fondamentalmente questo, creare dei contenitori senza contenuto, città senza persone, un metodo, un’idea che stanno cercando di “lanciare” anche nel resto del paese. é troppo astratto? che dite?

  29. Parlando di cose vere e non di aria fritta, continuo a non credere ad una sola parola tra quelle diffuse dai media sulla questione Fini-Berlusconi (fermo restando che chiunque mi tolga di torno quell’individuo avrà la mia gratitudine sempiterna).
    Tra le cose VERE per me resta prioritario il problema della scuola. Ci prendono per dei parvenu…. Se avete voglia di leggere il mio pensiero si riassume qui.
    http://www.amolascuola.com/2010/11/outing/
    Il 17 novembre bisognerebbe CHIUDERE le scuole. Farle apparire vuote, spente. Avanti tutta!

  30. sabi non ho capito scusa,

    si parte con il montaggio di giano oppure si discutono anche altre possibilità?

    io riesco a guardarci solo dopo venerdì…

    sorry

  31. Ciao a tutti e a Sabina. Mi piacerebbe davvero esserci il 20 a L’ Aquila, purtroppo abito davvero distante. Se riesco a trovare un volo a basso costo vedrò di farci un pensiero; dato che vedere con i propri occhi e manifestare la propria solidarietà non solo virtualmente ma con la propria presenza è fondamentale. Per quanto riguarda l’idea del film con le 4 ore di extra, beh, sono davvero incompetente nel settore. Mi piacerebbe parecchio però, se trovo qualche amico esperto disposto a collaborare ci proverò. Riguardo l’analisi politica attuale del “delirio bipartisan”, condivido pienamente sul fatto che non ci si debba “indignare a comando”. Berlusconi si sa chi è da 20 anni. Anche se devo dire che, parlando con parecchie persone, molti ex votanti di Berlusconi si sono ricreduti. Addirittura un signore sulla quarantina qualche giorno fa mi ha detto testualmente ” mi vergogno di avere votato Berlusconi, non lo farò mai più”. Speriamo che questo sentimento prenda piede, che l’indignazione non ” a comando” ma sentita davvero si diffonda tra gli Italiani. Qui gioca molto l’informazione. Noi tutti ( impengnati politicamente e socialmente) come d’altronde te, Sabina, facciamo controinformazione. Sono pienamente d’accordo, “occupiamoci di quello che si vede all’orizzonte”, cerchiamo di batterci per una futura Italia in cui l’informazione non sia asservita e dove il ruolo della “controinformazione” non dovrà essere praticamente quasi l’unica fonte. Come lo è ora. Pur non essendo ( per scelta) nostalgico di nulla ( credo in un sano patriottismo pluralista e pacifista), devo dire che ieri quando Saviano ha parlato dell’unità Italiana tenendo in mano la bandiera Italiana mi sono emozionato. Oggi assistiamo ad un continuo insulto verso chi ha lottato per l’unità, chi ci ha liberato l’Italia dal fascismo, verso nostri Padri Costituenti. ” Viva l’Italia”, quello che mi hai scritto qualche giorno fa alla Feltrinelli nella dedica sul cofanetto del dvd, dovremmo dirlo più spesso, sognare un’Italia diversa, libera, sociale, democratica, laica e pluralista. Per quanto riguarda il film, beh lo ho visto al cinema tempo fa e rivisto ‘sta mattina sul dvd. Realizzato benissimo, scorrevole, coinvolgente, riflessivo, capace sempre di fare indignare e arrabbiare pur avendolo visto per la seconda volta. Complimenti e in bocca al lupo per il prossimo ( quando sarà) film.

  32. Buona sera,
    Sono appena andato a vedere Draquila ieri sera a Lyon (Francia), eravamo una trentina. E poco, sopra tutto che c’è una salla solo che presenta il film (il Coemedia).
    Hanno distributo l’edizione speziale di Charlie Hebdo a l’intrata.
    Io sono francese pero mia moglie è italiana.
    Una domanda : a Lyon e Grenoble (a 60 kilometri), e pieno di italiani o di origine italiane, non hai mai pensato a venire per una o due sere?
    Sono sicuro che tanti venirebbero e che sarebbe molto interressante per te e per la gente.
    Ho parlato tanto del tuo film ai miei amici e volevo scaricarlo pero e impossibile scaricare il film senza un codice fiscale, pero io non c’e l’ho questo codice !
    A proposto, a che cosa serve ?
    In piu, spero che esiste con sottotitoli francesi ?
    Grazie e a presto a Lione !

  33. Graaaaaazie mille per essere venuta a Palermo e piacere di averti conosciuta!

    Mi sa che mi studio un po’ tutto il materiale per elaborare un’idea.
    Avete visto che oggi B ha deciso di passare dall’Aquila? Visto che si stava facendo una passeggiata per il Veneto avrà pensato di fare la giornata-brav’uomo… adesso oltre alle leggi succedono anche i disastri ad personam per distogliere l’attenzione pubblica. Ma porterà un po’ sfiga?

    Oggi ho visto il tg di la7 e mi è parso esagerato. Viva una voce diversa, è ovvio, però hanno riproposto mezza puntata di saviano-fazio, a volte vanno oltre il giornalismo e si buttano più sull’approfondimento. Ma sono contenta che faccia molti ascolti e che il tg1 coli a picco!

    viva la salute e la critica sana

  34. Ciao a tutti, volevo dirvi che se volete informazioni sui pullman per arrivare a L’Aquila il 20 può contattarmi e vi girerò i contatti delle città dove organizzano, vi lascio la mia mail arybweb@gmail.com, se poi ce qualcuno che ha voglia di dare una mano nella logistica è benvenuto, anzi,…benvenutissimo!

  35. Cara Sabina,
    torno ora dopo aver rivisto Draquila a Parigi. Lo avevo già visto online e mi ero ripromessa di fare le cose “per bene” perché non amo la pirateria, solo, abitando in Francia, ero impaziente di vederlo.
    Vederlo qui, sottotitolato per i non Itagliani, mi ha fatto ancora più effetto e mi sono ritrovata con le lacrime che mi scendevano. Mi ha brutalmente sbabbuto in faccia quella realtà che avevo già bene davanti agli occhi, ma con i sottotitoli in un’altra lingua sembra ancora più assurda.
    E i commenti francofoni dei vicini di poltrona, prevedibili “impossible, incroyable, inconcevable”… eh già… et pourtant…
    Te l’ho già scritto su FB e te lo riscrivo qui, GRAZIE e VAI AVANTI.

  36. Che bello vedere che in Francia parlano di noi, che belle locandine. Io ci ho lasciato il cuore a Parigi. Non era il mio, però è uguale.
    Un bacione Sabina, mi manchi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here