Home La Trattativa La Trattativa – 5 giorni all’uscita del film

La Trattativa – 5 giorni all’uscita del film

CONDIVIDI
la trattativa

>> Guarda il film “La Trattativa” <<

La Trattativa – 5 giorni all’uscita del film

Mancano 5 giorni alla presentazione de LaTrattativa a Venzia e le parole di Riina registrate in carcere qualche anno fa, stanno scandendo il count down. L’altro ieri abbiamo appreso che Riina incontrò davvero Andreotti ma non lo baciò.

Per chi legge l’inglese, questa è un’intervista che mi ha fatto il Daily Telegrph sul film e su Riina (Intervista a Sabina Guzzanti)

Oggi è uscita una nuova puntata (Leggi):

Riina parlando col boss Lorusso, conferma quello che era stato provato solo fino a un certo punto, ovvero che Berlusconi ha pagato per anni Cosa Nostra. 250 milioni ogni sei mesi, 500 milioni all’anno in altre parole.
E che dell’Utri faceva da intermediario quando ci furono gli attentati alla standa, quindi dopo il 92, mentre come sappiamo Dell’Utri è stato riconosciuto mafioso solo fino al 92, poi secondo i giudici ha smesso. Non specificano nella sentenza se sia entrato in una comunità di recupero o come abbia fatto.

Ora sono solo intercettazioni, per quale motivo Riina sia improvvisamente così loquace non si capisce ecc ecc
Però queste dichiarazioni intercettate sono pure una conferma di un mucchio di prove e di indizi già accumulate fin qui dagli inquirenti.
Certo forse Riina parla perché sapendo che c’è il processo sulla trattativa in ballo, spera di ottenere qualcosa in cambio del suo silenzio e lancia dei piccoli assaggi di quello che potrebbe fare uscire se non lo assecondassero. E’ un’ipotesi verosimile ma che nulla toglie all’interesse che ha per noi quello che dice.
Dal punto di vista civile e politico, questa è l’ennesima prova che dopo la stagione delle stragi siamo stati governati da personaggi eletti dalle mafie. Eletti in tutti i sensi, pratici e metaforici. E qunado diciamo “mafie” intendiamo anche tutto il mondo di imprenditori, banchieri, servizi deviati, politci collusi, magistrati collusi e compagnia bella che è in rapporto simbiotico con le mafie. Ci riferiamo quindi a un mondo vasto, che sembra il ritratto di quell’Italia defrmata che è sfilata in televisione dal 94 ad oggi.
Al di là di quello che si riuscirà a verificare in tribunale, con questa chiave di lettura della trattativa, tutti i dilemmi che ci hanno perseguitato nel ventennio berlusconiano si chiariscono: perché un tizio così improbabile ha potuto governare tanto a lungo? E soprattutto perché l’opposizione non ha fatto opposizione? E perché tutt’oggi le indagini sono osteggiate in modo così esplicito finanche dal quirinale?

>> Guarda il film “La Trattativa” <<

Commenta questo post

9 Commenti

  1. Certo che fa effetto leggere queste cose…ho letto anche l’articolo del telegraph :-

    Sabina sei una donna con un coraggio fuori dal comune…ed è la qualità prima che noto nelle persone. Grande 🙂

    Una sola cosa non avrei compreso bene…dunque ci sarebbe una conferma diretta dell’incontro con Andreotti (pur senza bacio), ma questo avvenne con andreotti premier in carica o tra un mandato e l’altro?

  2. @gianluca ma che bravo che sei a fare questa domanda! l’incontro in questione sarebbe avvenuto nell’87, Andreotti era ministro degli esteri in quegli anni. L’incontro nel processo lo raccontò Balduccio di Maggio, collaboratore di giustizia che non venne creduto. Andreotti infatti venne considerato colpevole ma prescritto fino all’80 (o 82 non mi ricordo) e poi però secondo la giuria i suoi rapporti con cosa nostra si interruppero, cosa che la dichiarazione di Riina smentirebbe

  3. @sabina, grazie Sabina, ora mi è chiaro…dunque, i fatti dell’87, pur non prescritti, furono considerati come mai avvenuti perché il collaborante di giustizia Di Maggio non venne creduto…ok…quindi, un po’ come adesso vorrebbero che accadesse con Ciancimino junior: al picciotto non s’ha da credere!

  4. oRA CAPISCO PERCHE’ IN ALBANIA SEMO MESSI COSI MALE, LE STESSE COSE SUCCEDONO ANCHE NELLA POLITICA NOSTRANA, NON SARA’ UN CASO CREDO

  5. Non lo so…ho visto il film e non mi è parso così cattivo,così ficcante verso berlusconi e dell’utri. l’ho trovato molle,quasi accondiscendente con i due. speravo in qualcosa di più cattivello,peccato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here