Home Politica Il mio discorso a Piazza Navona, posso dire, l’avevo detto?

Il mio discorso a Piazza Navona, posso dire, l’avevo detto?

CONDIVIDI

Il discorso di Sabina Guzzanti a Piazza Navona

Fior di viagra, una volta si moriva di pellagra, pensa solo alla sua prestazione, è il viagra che farà l’opposizione..

A meno di un anno di distanza dopo una valanga di insulti, dopo che perfino alcuni dei partecipanti alla manifestazione di piazza navona si dissociarono dal mio intervento (camilleri colombo ravera e sulle prime anche di pietro) dopo essere stata trattata come una pazza isterica, posso dire prove alla mano che il mio discorso è stato il discorso politico tra i più lungimiranti e indovinati fatti da tanto tempo a questa parte. Belrusconi sta cadendo proprio per le ragioni che avevo annunciato. Ragioni che erano per altro note a tutti ma che nessuno si era sentito di sposare per calcoli di opportunità al solito sbagliati. E sono sicura che in buona parte la presa di distanza del mondo maschile (compreso il maschio che ha preso il sopravvento nei cuori delle donne assoggettate) è dovuta al fatto che molti ritengono che spetti loro di diritto andare a letto con le stagiste e segretarie e dipendenti o aspiranti candidate. Anche se sono anziani brutti pelati col riporto con un colorito da morto danno volentieri “diecimilalire per sentirsi dire: ciccio bello e bamboccione”.

Mi hanno accusato di misoginia e antifemminismo difendendo la nomina della carfagna come se anziché essere un insulto alla dignità delle donne fosse un segno di modernità. io avevo ragione e loro torto. dietro quelle candidature c’era esattamente quello che si vedeva. Ghedini difende il premier negando che fosse “l’utilizzatore finale” di quelle donne e poi si scusa per l’espressione poco adatta ad indicare esseri umani, facendo peggio. dicendo “il premier non ha bisogno di pagare le donne perché potrebbe averne GRANDI QUANTITATIVI GRATIS“.

Cosa pensano delle donne si vede dalle loro televisioni, si vede dalle donne che candidano. le giovani che intervengono ai convegni dicendo che vogliono ” più donne che lavorano e meno femministe in tv“. dove sarebbero queste femministe in tv? queste donne che ci vengono sempre presentate come “laureate” non conoscono il significato delle parole. La Carfagna dice in tv che Berlusconi fa quello che gli pare” e dice dell’opposizione che non si deve contrapporre al governo perché questo fa parte di vecchio modo “ideologico” di vedere la politica. La laurea alla Carfagna e a quelle e a quelli come lei ci devono solo far riflettere sul degrado del nostro sistema universitario. E’ vero che anche gli uomini politici con incarichi importanti vengono selezionati fra i portaborse, autisti, fisioterapisti, uffici stampa e segretari per non parlare degli avvocati personali del premier. Ma questo non toglie nulla all’inaccettabile orrenda schifosa primitiva “filosofia” con cui vengono considerate le donne in questo paese essendo le donne in tutto il mondo in questo momento il motore principale di tutti i movimenti che propongono soluzioni per le questioni più importanti del pianeta.

il discorso di Piazza Navona tanto vituperato conteneva tutti i temi che si sono rivelati cruciali nei mesi successivi. La follia e l’anacronismo della politica del vaticano che ci ha fatto assistere nei mesi successivi al martirio a reti unificate della povera eluana e dei suoi genitori e che con un tocco di intelligenza diplomatica si è definitivamente smascherata con la remissione della scomunica ai quattro vescovi nazi e con l’istigazione al suicidio ai popoli africani.

Ho parlato della mancanza totale di una identità e di un progetto del PD che si è conclusa con la fuga di Veltroni a tre mesi dalle europee e una perdita di “soli” 7 punti attutita da una campagna di opposizione antiberlusconiana fatta in estremis sui temi della democrazia e dell’informazione rivendicati a Piazza Navona e in tante altre manifestazioni indipendenti e fino alla campagna elettorale ignorati sottovalutati snobbati dal partito.

Berlusconi sta per cadere, il disco fa clik e vedrete tra un po’ si fermerà, si fermerà… è festa ma impariamo da quello che è succeso o presto vedrete un altro incubo comincerà…

Commenta questo post

98 Commenti

  1. questo nano maledetto ha trasformato il nostro paese in un letamaio
    quanti anni dovranno passare per toglierci questo fango di dosso agli occhi degli europei?

  2. Berlusconi sta per cadere? lo spero con tutte le mie forze !!!!!!!!!!!
    ogni giorno mi sveglio e controllo i vari notiziari per vedere se è successo, non può essere che si salva anche stavolta.

    Comunque ho una bottiglia di prosecco in fresco, e se e quando cadra Berlusconi, ce la beviamo io e mia moglie brindando alla caduta del dittatore.

    Spero che tu abbia ragione.

    ps: ricordo molto bene il tuo intervento a P:za Navona, è vero era molto lungimirante.

  3. Ma che cacchio dici Saby???? Ti sembra che sia sull’orlo del baratro?Ma non vedi che continuano a votarlo, difenderlo, bramarlo ossequiarlo santificarlo e tutti gli “arlo” del mondo?
    Ma che fine e fine! L’italia è un paese per vecchi. Abbiamo politici rieletti a 81 (OTTANTUNO OTTANTUNOOOOOOO) anni; primari ospedalieri che vanno in pensione a 70 anni e continuano a operare nelle case di cura private. Con la mano che trema; Abbiamo professori universitari che a 75 anni fanno ancora lezione e infine un premier superviagrato che ci governa. ma come fai a dire che è in declino?????? NO! non cadrà più! Adesso lui farà cadere il governo, andremo alle elezioni anticipate e lui ovviamente sarà rieletto e finalmente potrà dire ” allora avete visto? mi hanno rieletto per l’ennesima volta: che cazzo volete????”. E potrà addirittura governare senza la lega e sarà veramente la fine ! Altro che declino! Poi presto ci sarà il G8 e lui sarà splendido come sempre: sorrisi pacche ottimo vino due cazzate un po’ d’apicella e BUON ANNOOOO!!!! Perchè gli altri premier pensi che siano poi così straordinariamente diversi???
    No Saby tu sei fantastica ( a proposito mi viene una botta di presidenza….se passi da Ravenna perchè non passi da me??? ;-)))), ma loro sono ben lontani dall’essere in declino. Troppo lontani. Speriamo solo in una pasta di viagra tagliata male. Buonanotte tesoro.

  4. L’avevi detto sì! E proprio oggi, parola mia, stavo osservando coi miei che sono anni che tu parli della diffusione della droga e delle manie sessuali di ‘costoro’. Hai ragione su tutta la linea, come sempre. Di tutta sta storia la parte più stupefacente sono le donne stesse. Scene da pollaio, ovunque. Davvero ci si spera ardentemente in una prossima fine del nano, ma il doponano rimane comunque uno scenario agghiacciante.

  5. Puoi ben dire: l’avevi detto.

    Io ho sentito benissimo, e tutti come te lo sospettavano già da tempo !

    Grazie per la citazione a faber

    Un In bocca al lupo alla “sinistra” Sinistra che presto o tardi dovrà radunarsi per governare…
    e nel frattempo invito tutti ad andare a votare al referendum. SI o NO vedete voi: l’importante è esserci

    Ciao a tutti

  6. Dear Sabina,
    non solo ci avevi preso su tutto, e quando dico tutto naturalmente mi riferisco anche alla lucidissima e mirabilmente sintetica analisi su vaticano&opposizione varie ed eventuali, ma ti eri anche “tenuta bassa” sul disgustoso figuro, quello che sta faticosamente venendo alla luce supera anche la fantasia di chi come me ha sempre ritenuto l’innominabile capace di tutto. Resta l’impossibilità di capire, di farsi una ragione del perchè (a parte famigli, aspiranti mignotte, pregiudicati vari et similia), ci siano ancora cosi tanti/e che lo votano. La “maggioranza” mi disgusta, la democrazia è sopravvalutata, questo popolo che fotte il popolo (non solo in senso figurato..) su mandato del popolo mi disgusta anch’esso. Confido nelle tue ormai acclarate capacità premonitrici. Cada l’ipoevoluto con tutti i filistei…Ci resta l’illusione se questo avverrà, di riuscire a ricominciare con quello che resta.
    PS.Cazzarola, Sabina, ogni volta che vedo un tuo video, guardo un tuo film, insomma ogni volta mi ritrovo a pensare “questa donna è davvero speciale, chissà se si rende conto di quanto è intelligente, una vera artista in ogni sua manifestazione”.
    Sperem.

  7. umh. avevi bisogno di un conforto social politik ?
    il tuo intervento a piazza navano , è stato mirabile , un impronta nel tempo.
    nella satira sul papi razingher che finirà all’inferno inforcato da dei diavoloni frocioni [e ancora adesso sorrido a pieni denti].

    per quanto riguarda la carfagnala , obiettivamente il tema è assai minore ,
    tener da conto la concubina del premier , assunta al ministero , poteva essere uno spunto assai interessante ,
    ma , maah , a mio parere satiricamente non è stato un grande intervento.
    sicuramente un importante atto di denuncia pubblico , raro nella sua specia , ma… rimane quel che rimane.

    non leggere troppo seriemente , le critiche del corriere o dei tg.

    per quanto riguarda l’affaire berlushen puttanier , posso dire con grande garbo ,
    che noi , uomini di mondo lo capiamo , e lo rispettiamo , e lo incorraggiamo.
    e se la moglie sua , è annoiata e indispettita , potremo rinvingorirla con una festa del tutto particuler.

    vado a vedere il blog di luttazzi .

  8. Si’, puoi dire “l’avevo detto”. In effetti, aveva un po’ sorpreso la dissociazione di Di Pietro e della Ravera, ma credo si sia verificata per la forma molto più che per la sostanza di quello che hai detto. Forse sarebbe più efficace restare insieme anche se non si concorda su tutto, più che non attaccare isolatamente, come state facendo.
    L’isterismo suscitato, da piazza Navona, tra le fila del cavaliere lo farebbe pensare. Ma va benissimo anche cosi’, beninteso. La verità va bene sempre.

  9. VI PREGO LEGGETE QUESTO MESSAGGIO E’ IMPORTANTISSIMO….
    ANDATE SUL BLOG “MISKAPPA” E’ FONDAMENTALE….LEGGETE I POST DI QUEL MALEDETTO BLOG….
    CHE VI COSTA, CLICCATE SU GOOGLE LA PAROLA “MISKAPPA BLOGSPOTT” CAPIRETE TANTE E PURTROPPO TROPPE COSE……
    MIRACCOMANDO VI ASSICURO CHE NON VE NE PENTIRETE, VI PREGO TUTTI DI VISITARE QUESTO BLOGG IN PARTICOLARE A SABINA….E’ ESTREMAMENTE IMPORTANTE……
    MISKAPPA BLOGSPOT….

  10. ma ve lo ricordate quando SIRCANA durante il governo prodi è stato beccato da un fotografo mentre faceva un 69 con un TRANSESSUALE?

  11. a) io sono pelato è un pò mi fa inca…arrabbiare che tu usi la parola in senso, digiamo, dispregiativo
    b) chi si loda si imbroda
    c) non essere così sicura che finisce qui.
    d) io voto lega e non berlusconi e non è la stessa cosa, tanto per dirti da che parte sto. tu da che parte stai sabina?
    enzino2

  12. Inoltre, Sabina nel suo spettacolo tratta le intercettazioni tra Saccà e berl che parla di una tipa, che sa troppe cose e quindi la raccomanda (poi, anche con questa raccomandazione, non si è mai sentito parlare di lei; come dice Sabina, doveva essere veramente brava…)

  13. Certo che puoi dire ‘l’avevo detto’!
    Il tuo discorso a piazza Navona è stato di sicuro il discorso politico più lucido degli ultimi anni.
    E la cosa che fa ancora più rabbia è la sassaiola cui ti hanno sottoposto persone che, sotto sotto, la pensavano proprio come te, ma che non hanno mai avuto il coraggio di dirlo.
    Ti hanno accusato di misoginia e antifemminismo, usando come al solito le parole a sproposito. Come può essere definita antifemminista una che si infiamma, al vedere la contraddizione offensiva di una prostituta (non è virgolettato di proposito) alle Pari Opportunità?
    Quello che colpisce è proprio l’assordante silenzio delle donne, nei migliori casi, o la difesa d’ufficio della ministra, in quanto donna. Perché Sabina cos’è, un uomo?
    Certo che se la crème delle donne italiane, di quelle che ce l’hanno fatta sono le 700 che si sono fatte dare una lezione di femminismo da Gheddafi, beh…
    Ti hanno massacrata per le critiche al papa: hai solo sottolineato dei fatti, ok, in modo colorito (cmq. utilizzando il contrappasso di Dante…), sotto gli occhi di tutti, che stanno disgustando non solo i non cattolici, ma anche molti cattolici.
    Ti hanno accusata di far perdere voti al PD: niente di più falso: ce la fanno tranquillamente da soli. E poi le critiche dovrebbero sferzare questa gente, convincerli che forse è da troppi anni che si crogiolano nel loro grigiore.
    No, hai fatto benissimo a dire ogni singola parola. Sei stata come il bambino della fiaba, l’unico a gridare ‘ Il Re è NUDO!’ E alla luce di tutto quello che sta succedendo, non è proprio un bel vedere 🙁

  14. @enzino scusa per il pelato dispregiativo ma non si estrapolano le parole dal contesto pelato riporto flaccidi panze anziani che trovano naturale che delle ventenni vadano con loro può capitare per carità. un mio amico per niente bello con la pancia non giovane una volta è stato rimorchiato da una 18ttenne e per un po’ si è divertito poi certo col tempo la ragazza si è rivelata un po’ fuori di testa e in seguito ha visto i sorci verdi ma comunque è stata una attrazione spontanea

  15. non so nemmeno perché l’ho scritto spero di non aprire una discussione stile amici dimenticate quello che ho detto l’intento era di essere accogliente con enzino2 leghista che speriamo che gli passi votare lega è peggio che votare berlusconi o ugualmente immorale. vai su you tube a vederti borghezio in un docu francese sottotitolato con i tag lo dovresti rintracciare. dice apertamente di esserre un fascista noi ce ne eravamo accorti magari tu no.

  16. …sicuramente si ! Puoi, anzi devi, dire “l’avevo detto”!!! E a pieno titolo!
    La soddisfazione che traspare dal tuo scritto, nell’intuito intelligente di chi come te, scevra da ogni “impedimento” culturale, sa “far di logica e politica” lo strumento che ad altri, forse in malafede, mancando, acceca lo sguardo sul futuro.
    Permettimi di associarmi alla tua soddisfazione, condividendola si rafforza sempre più.
    Pronti alla resa dei conti, con la speranza che il nuovo sappia trovare forza nello smantellare tutto ciò è stato ignominosamente costruito.
    Così come si confiscano i beni del patrimonio mafioso, si applichi lo stesso criterio ai patrimoni rubati alla collettività dal satrapo e dai suoi accoliti.
    Che vengano restituiti, a ricordo futuro di altri tentennamenti “democratici”!
    Un abbraccio.

  17. @sabina si puoi dirlo…..e io spero che queste sue schifezze da vecchio pervertito,e il mio non è moralismo,ma trovo che ciò che sta venendo fuori sia terribilmente squallido,lo facciano precipitare sempre di più,che la gente veda finalmente chi ha votato….come ha detto la bonino è quello che ci dovrebbe rappresentare,quindi basta con i cucù, con i commenti lascivi nei confronti delle donne,con i suoi scherzetti,battutine da vecchio giullare…..e l’altra mia speranza è il viagra…prima o poi …….. altro che lieve malore !!!!
    sono stanca stanca stanca….e sono ancge delusa da chi continua a difenderlo,magari anche invidiandolo, basta leggere alcuni commenti lasciati sui vari siti…” beato lui”-io ci andrei di corsa a villa certosa- etc etc…….

  18. Sabina, sei grandissima! Il tuo discorso in Piazza Navona (oltre a tutto il resto) aveva reso giustizia a tutte le donne, anche a quelle che di uguaglianza, dignità e parità non ne vogliono proprio sapere (o per stupidità o per opportunismo!). Il bello è che ora, grazie a queste “rivelazioni”, le tue parole, il raccontino sull’opera orale della Carfagna, appaiono nella loro forma, con tanto di luoghi e situazioni. Ora possiamo immaginare meglio come sono andate le cose per qualsiasi candidatura, quante situazioni squallide si sono verificate dietro ogni nome, quanti ricatti, silenzi di comodo; possiamo chiudere gli occhi e vedere il vecchietto sporcaccione che dopo la doccia si sfila l’accappatoio e nella meraviglia della sua natura denudata, con l’attributo allegro, promette all’affarista di turno la candidatura più congeniale. Non so che cosa sia più raccapricciante, se 1 – la visione del nanetto nudo e impasticcato di viagra durante l’atto; 2 – immaginare che cosa pensa di sé la donnina allegra mentre si concede al potente vecchietto pur di arrivare chissà dove, 3 – la miriade di persone che di fronte a questo schifo fondo, continuano ad osannare e difendere sto mezzo delinquente che, con leggi vergogna, gaffes e scandali sessuali, spalma melma sul nostro paese. Sabina, a quando il tuo prossimo intevento in piazza? forse questa volta ci penserebbero due volte prima di prendere le “distanze”!!!!

  19. @anastasia…sono più che certa che adesso ci penserebbero più di 2 volte prima di prendere le distanze..cmq se devo dire la verità a me fanno ribrezzo tutte e 3 le tue :”immaginazioni”…………………
    e ancora mi chiedo come si fa a pensare che questo sia “antifemminismo”? il rispetto e la dignità di una donna sono forse da considerarsi come un comportamento maschilista?

  20. @sparrow: hai più che ragione sull’attuale triste concetto di “antifemminismo”; a volte mi sento colpevole di non lanciarmi nell’organizzazione di cortei, manifestazioni ed opere attive per l’affermazione della parità dei diritti. Mi sembra che tutto ciò che è stato fatto dai movimenti femministi sia andato perduto e seppellito dalla spazzatura della società berlusconiana. Anni di Mediaset e poi Raiset stanno facendo crescere i nostri bambini con gli stereotipi maschilisti che tanto cerchiamo di sradicare!

    @anonimo: l’idea del “puzza di bruciato” regge 😉

  21. Cara Sabina,
    la lungimiranza non è destinata ad essere premiata.. non quella di una “pazza isterica” che si rivolge alle folle dicendo “tutta la verità.. nient’altro che la verità”.. questa anacronistica lungimiranza va celata.. punita.. stroncata sul nascere.. estirpata come erbaccia.. non ha nulla a che vedere con la sana lungimiranza DELLO “statista” e del suo servile entourage: “la lungimiranza del fare”..
    La lungimiranza del ministro dell’istruzione che con le varie riforme sta preparando il terreno per i “ministri di domani”: abbassare l’istruzione e alzare il testosterone.. La lungimiranza del ministro delle “PARI OPPORTUNITA’” che si è prestata quale termine di paragone per illuminarci sul significato poco ortodosso della locuzione “PARI OPPORTUNITA’”: “se fai come me hai parimenti l’opportunità di trovare un lavoro” (“le ministre so maestre e se a letto so’ un portento figuriamoci in parlamento dammela a me carfagna pari opportunità”).. La lungimiranza del ministro dell’economia che, come obiettivo, mira a portare l’Italia al DEFALUT.. dulcis in fundo.. La lungimiranza del premier che con le sue mosse.. non mosse.. contromosse.. affermazioni.. sementite.. gag e barzellette.. ci sta portando dritti dritti al mattatoio.. o al manicomio..!

    “il disco fa click”.. speriamo che cambi musica anche se, cito Travaglio, “si dice che la Storia è maestra, ma nessuno impara mai nulla”.

  22. ciao a tuttti.sono nuovo.Un saluto speciale alla Guzzanti.Alla quale dopo aver visto i filmati di una anno fa,dove dimostra di essere una perfetta cassandra.Vorrei chiedere una cosa semplice.Tre numeri da giocare nella ruota di cagliari.Tutto qui.Niente di speciale per chi prevede il futuro.
    ciao mario

  23. Anche io ho sempre sostenuto le ragioni del tuo discorso anche perchè hai avuto il coraggio di offendere pubblicamente Papa, Presidente dela Repubblica e Governo, da vera anarchica….
    Sono daccordo su tutto anche se il fatto che il Governo sia messo in discusione in questo modo è tutt’altro che positivo…Questa maggioranza per difendere il potere diventerà ancora più arrogante, prepotente e dispotica di quanto non lo sia già…Faranno tutti quadrato attorno al premier e diventeranno ancora più autoritari ed intolleranti rispetto alle macerie rimaste della nostra democrazia…Bisogna preoccuarsi e tanto, perchè ci aspetteranno momenti durissimi, Berlusconi e la sua pletora, infatti, non si faranno da parte facilmente ed useranno tutti i mezzi di cui i regime dispone per mantenere il potere e reprimere ogni forma di dissenso, il banco di prova sarà già il g8 di Luglio.
    Quello che sta succedendo a l’Aquila è inquitante, hanno trasformato le tendopoli in veri e propri campi di concentramento isolandoli, oscurandoli da tutto e da tutti, nascondando e censurando la rabbia degli sfollati, organizzandogli la vita minuto per minuto, sfiancandoli attraverso le condizioni estreme di disagio che la vita nelle tende gli permette, sequestrando volantini, spiando ed intromettendosi nelle loro discussioni che riguardano la ricostruzione addirittura innervosendosi ed infastidendosi se vedono radunarsi un gruppo numeroso di persone che discute, oltre a perquisirli continuamente….
    L’Aquile è diventato il laboratorio in cui sperimentare come si isolare ed annichilire una comunità…… E’ un’espermento che proveranno a ripetere anche su larga scala e già lo possiamo notare dalle vergognose derive ch hanno preso il tg1 ed il tg2 …..State attenti, mantenete gli occhi aperti sempre!!!!!!!!
    Vi consiglio ancora di visitare il blog “Misskappa”…..ed il giornale online “Girodivite leggendo l’articolo “sono stato all’Aquila”

  24. “non so nemmeno perché l’ho scritto spero di non aprire una discussione stile amici dimenticate quello che ho detto”…sono di accordo. non voglio monopolizzare il tuo tempo. io voto lega perche non è un partito che sta a destra o sinistra ma sta con la gente. mi sembra che il loro parlare poco forbito, le poche ma chiare idee, il federalismo fiscale, che tutto risolverebbe se fosse applicato sul serio, (sono uno di quelli che pensa che se chiudi i rubinetti, poi qualcuno se vuole bere l’acqua se la va a cercare.) siano quanto di più vicino a me in questo momento. se decido di ascoltare qualcuno di sinistra sento cultura, nobiltà di linguaggio, l’ergersi a distillare sapere per me che non so cosa è la vita negli aspetti socio antro culto economici riffo raffo, ecc. ecc. alla fine n’cio capito niente. Fai dire tu che hai voce in capitolo qualcosa di popolano, nel senso che si possa capire e che sia effettivamente utile per la collettività e vedrai se io e quelli come me non vi votano. chi dovrei votare sabina, dipietro? te lo immagini in una crisi mondiale che fa tremare i polsi in che posizione ci metterebbe? come si fa a votare uno di destra che sta a sinistra perchè a destra ce n’è uno che gli toglie la scena? franceschini? mi sembra quello che arriva al mercato con le ceste vuote e dice a tutti che le mele del concorrente non sono buone. va bene assaggiamo le sue…e dove sono le sue? d’alema? se non hai vicino uno della normale di pisa che ti spiega, come fanno i traduttori all’onu e provi a chiedergli di ripetere ti dice “si prepari meglio e torni la prossima volta”. e ride sarcastico con il collega vicino sussurrandogli all’orecchio”dopotutto ha ragione berlusconi quando dice che questi italiani hanno la capacità di comprensione di uno di seconda media”. chi devo votare sabina? tuo fratello? bè lui forse sì. te? forse se la smetti di arrabbiarti. riguardati quando imitavi d’alema o berlusconi. è una delle poche volte che la copia è meglio dell’originale. io mi devo fermare ma se vuoi te li suggerisco i nomi su cui puntare. meno cultura, in senso lato naturalmente, più pragmatismo. dateci poche idee e andate fino in fondo. dateci le vostre mele. addio.
    enzino2. a proposito io non mi offendo nemmeno se mi chiami cappellone e borghezio,… bè è l’eccezzione che conferma la regola.

  25. Il Corpo delle donne è il titolo di un gran bel documentario di Lorella Zanardo che invito tutti a vedere:
    http://www.ilcorpodelledonne.net/documentario/index.html
    Questa è l’immagine della donna che da almeno 20 anni si sta facendo passare in TV e quindi nella cultura corrente.
    Non meravigliamoci, quindi se quello che sta accadendo non susciti un briciolo di indignazione, nemmeno dalla parte delle donne.
    Povera italia…
    Ppaolo

  26. Sabina sei immensa!!!!! ti voglio bene!!! me lo ricordo quel discorso!!!!! sei stata grande!!!! e infatti vedi come sono andate le cose e ancora non è finita.
    Sei splendida!!!! MoiMoi Kaunis!!!!!

  27. Sabina,

    non so se l’8 luglio durante la manifestazione per la nascita del “Fatto quotidiano” ci sarai anche tu o meno. Travaglio sul suo blog dice “magistrati, giornalisti, scrittori, artisti e faremo una grande serata fino a notte” per cui mi auguro che tu sarai fra i presenti. Si certo, il tema dovrebbe essere la nascita di questo nuovo quotidiano, ed una certa discussione per spiegare e combattere la recente legge sulle intercettazioni, ma è ovvio che si parlerà anche del tema papi, è impossibile non ricaderci.

    Mi auguro che tu sia presente. Nel qual caso ti chiedo di fare un favore all’Italia.
    Prova a costruire un intervento il cui contenuto (linguistico) non possa costituire gioco facile per certa stampa di stato, dando la possibilità di farti smerdare con dei facili montaggi taglia-incolla dove ad esempio sembra che dai del frocio al papa.
    Fai un favore a questo paese.
    ..ma come dice Ghedini, “Ma va là” figuriamoci se Sabina mi sta a sentire… farà il suo solito intervento sarcastico smerdaiolo irriverente e per queste ragioni di grande finezza e acume.

    Fai un favore a questo paese, tu che hai questa grande arma che è la satira (e che al tempo stesso è politica e propaganda).

    Grazie lo stesso

  28. SABINA NELLE VESTI DI UNA CASSANDRA AUTO-CELEBRATIVA, NON C’E’ CHE DIRE !

    UN CANTO DA ALLODOLA IN ESTASI CHE CELA IN PETTO LA RETE DELL’UCCELLATORE, L’ARCHETTO CAMMUFFATO DELL’ABILISSIMO SALTIMBANCO DEMAGOGO…..

    MILIONI DI PERSONE IN ITALIA AVEVANO GIA’ CAPITO CHE COSA FOSSE IN REALTA’ IL TIRANNO-NANO-DUX MOLTO PRIMA CHE TU STESSA TE NE ACCORGESSI (VEDI LA COMMISSIONE PARLAMENTARE SULLA P2), MOLTO PRIMA CHE TU STESSA LAVORASSI PER LUI ! (VEDI LE SITUATION COMEDY “ORAZIO” E “OVIDIO” CON IL PIDUISTA COSTANZO, OPPURE “LUPO SOLITARIO” CON MOANA E IL FUTILE DUO DI LECCHINI ROVERSI-BLADY, O ANCORA “L’ARABA FENICE” DELLO STRISCIANTE VISCIDO RICCI).

    MILIONI DI ITALIANI GIA’ SOSPETTAVANO CHE FOSSE L’ALBA DI UNA DITTATURA POLITICO-MEDIATICA E PERCIO’ STRAMALEDICEVANO LUI E IL SUO PADRINO CINGHIALONE MENTRE TU ANNI DOPO ANCORA CONTRATTAVI CON LETTA JUNIOR PER FARTI PRODURRE E DISTRIBUIRE “BIMBA, E’ CLONATA UNA STELLA” PROPRIO ATTRAVERSO L’ARCORIANA TELEPIU’ !

    NOI SAPEVAMO ED URLAVAMO, MA NON AVEVAMO E NON ABBIAMO ANCORA VOCE ………………………
    TUTTAVIA NON ABBIAMO BISOGNO DI PORTAVOCE MEDIATICI, SEMMAI ABBIAMO BISOGNO DI CONTRO-INFORMAZIONE E CONTRO-CULTURA SERIE !

    INOLTRE SU DI TE ALEGGERA’ SEMPRE L’ATROCE SOSPETTO CHE SE LA TUA “BIMBA” FOSSE ESPLOSA CON VENDITE STREPITOSE SARESTI ANDATA A FAR PARTE DELLA SCHIERA DEI NON-BELLIGERANTI, DEI COMMENSALI MUTI ALLA CORTE DEL COMPLESSATO-PEDOFIL-PUTTANIER-TRICOTRAPIANTATO.

    A PROPOSITO:
    IL TUO PAPI CERCHIOBOTTISTA COME STA ?
    VANNO BENE LE VENDITE DEI SUOI FUTILISSIMI LIBERCOLI ?
    VAI ANCORA A TENERGLI BORDONE NELLE PRESENTAZIONI PROMOZIONALI DEL SUO ULTIMO ESCRETO PSEUDO-GIORNALISTICO ?

    P.S.:

    PER ENZINO2:

    SE VOTARE PDL O UDC O PDMENOL O QUALSIASI ALTRO PARTITO DI MESTIERANTI E’ DA PERFETTI MASOCHISTI, INVECE VOTARE LEGA E’ DA INCURABILI COPROFAGI-COPROFILI OSSESSIVO-COMPULSIVI CHE NON SANNO MINIMAMENTE DOVE STANNO DI CASA NE’ LA CULTURA NE’ IL PRAGMATISMO DI CUI TI VANTI TANTO ……….. L’ANOMALIA NANO-LEGA E’ IL PIU’ GRAVE CANCRO SOCIO-POLITICO ITALIANO DA ERADICARE AL PIU’ PRESTO !

  29. posso ridire che non mel’aspettavo???
    DI PIETRO NON Cè L’AVEVA DETTO…!!!!E NEANCHE TU!!
    che in politica estera avresti assecondato la politica israeliana,contro l’IRAN!! sono alquanto perplesso!!!
    la MANIFESTAZIONE di ieri a P.ZZA FARNESE A ROMA(4 GATTI !ho le foto!ed è sintomatico che lei assecondi le menzogne che i giornali diffondono SUI NUMERI manifestazione!!!) è stata ..DISGUSTOSA; e ancor di più vedere le bandiere dell’IDV insieme a quelle Israeliane!Manifestazione organizzata con la finta motivazione di sostenere la”democrazia in Iran”;come se il 70% degli iraniani non fossero andati a votare esprimendo il loro libero voto ed elegendo legittimamente il propio presidente,o come se il presunto rivale di AHMADINEJAD non sia la stessa espressione politica.E’stata una vera e propia manifestazione ANTI-DEMOCRATICA,DI ODIO PER LA DEMOCRAZIA!DI ODIO CONTRO UN RESPONSO ELETTORALE solo perche riguardava uno stato che è nemico di Israele!Manifestazione trasformatasi in una serie di inevttive contro lo stato iraniano con il solo scopo di alimentare il clima di odio contro quello stato, esattamente come fece BUSH e come continua a fare Israele!Sentire le parole del SENATORE IDV STEFANO PEDICA,sostenere la politica guerrafondaia di FiammaNirenstein è stato disgustoso!!!

    DI PIETRO E GRILLO CI DEVONO CHIARIRE ESATTAMENTE QUALE SIA LA LORO POSIZIONE IN POLITICA ESTERA!!

    anzi aggiungo che è da un po di tempo che vedo strane manovre di avvicinamento tattico alle posizioni israeliane…
    Ha iniziato TRAVAGLIO dichiarando che ISRAELE è una democrazia dalla quale l’Italia dovrebbe prendere esempio…forse dipendeva dal fatto che SAVIANO ha detto che sarebbe andato a vivere in ISRAELE? Poi sul blog di GRILLO alcuni post hanno esaltato le magnifiche doti della tecnologia ISRAELIANA in campo ECOLOGICO(evidentemenete la pulizia etnica rientra nella ecologia…)
    Adesso DI PIETRO sostiene i discorsi guerrafondai di FIAMMA FRANKENSTEIN…..

    rispondi per favore e senza farci ridere !!

  30. FIAMMA FRANKENSTEIN
    IL NUOVO IDOLO DELL’ITALIA DEI VALORI???
    chissa chi si ricorda la famosa vignetta di VAURO che fece gridare all’antisemitismo solo perche raffigurava la EX COMUNISTA FIAMMA NIRENSTEIN come un mostro guerrafondaio APPUNTO era divenuta FIAMMA FRANKESTEIN..
    POSSO domandare VAURO cosa ne pensa se ora il DEPUTATO DELL ITALIA DEI VALORI STEFANO PEDICA SALE SULLO stesso palco DI FIAMMA FRANKENSTEIN ad inneggiare alla guerra contro L’IRAN…
    QUESTO è IL VIDEO INTEGRALE DELLAMANIFESTAZIONE (FORTUNATAMENTE DESEERRTA) A PIAZZA FARNESE

    http://www.radioradicale.it/scheda/281621/where-is-my-vote-manifestazione-a-sostegno-dei-giovani-democratici-iraniani

  31. Grande Teheran e la rabbia espressa dai giovani iraniani che ne hanno abbastanza di questo regime infame che denigra più della metà della popolazione, sbatte in galera oppositori politici e liberi pensatori, e imperversa per le strade come un invasato religioso pronto a mettere sul rogo chi fa l’amore senza avere il pezzo di carta!
    Mille altri giorni di protesta a Teheran!!

    elenita

  32. fior di cialis ci vuol ben altro per condur la polis

    ma posso dire anch’io, che da quando hanno annunciata la nuova 8 luglio ti penso spesso con gratitudine, posso anch’io dire di aver sempre pensato che tra te e babboguzzanti l’acume politico migliore era il tuo?

  33. CHE COSAAAAAAAAAAAAAAAA??????? TU CE L’AVEVI DETTO?????? TU AVRESTI ILLUMINATO NOI SU QUALCOSA CHE SAPEVAMO DA ANNI?
    INNANZI TUTTO SE SEI ONESTA RISPONDI A SALEAL. DOPODICHE’ VAI A BACIARE DOVE CAMMINA BERLUSCONI LA CARFAGNA E IL PAPA. IL TUO DISGUSTOSO SPETTACOLINO A PIAZZA NAVONA NON E’ SERVITO AD ILLUMINARE PROPRIO NESSUNO ( NON SIAMO DEMENTI ), MA A FARTI RINASCERE DALLE TUE CENERI CON UN LUNGO TOUR.
    SEMPRE PIU’ PATETICA, PEGGIO DI TUO PADRE.

  34. GRANDE IRAN……..
    .Col cuore in mano sto seguendo questa straordinaria disperata rivolta, l’onda verde dei giovani iraniani sta travolgendo l’assurda teocrazia komeinista….
    Brucia Theran nel fuoco dei sogni iraniani di uno stato “che di certo non è un paese per vecchi….” e che nel sangue del suo giovane coraggio riempie di speranza il mondo intero….Come la libertà palestinese repressa a Gaza con le bombe al fosforo dallo stato sionista israeliano, ora quella iraniana viene brutalmente repressa dal regime degli ajatollà…..”MA NON SI SPEGNE IL SOLE SE GLI SPARI ADDOSSO….” è la memoria di Carlo Giuliani a ricordarcelo….
    E l’onda della rivolta è transnazionale, non conosce censure e confini ed un’altra insurrezione sta scoppiando in Germania…80 università occupate, strade e città bloccate da immensi cortei non autorizzati….Il sol dell’avvenire è vicino……..
    Fascisti, vecchi, berlusconiani ottusi, leghisti razzisti, preti….Presto vi travolgeremo…..

  35. @FULMINATO:

    LEVATI DAI PIEDI, EMERITO DECEREBRATO !

    LE MOTIVAZIONI PER IL MIO DISPREZZO VERSO SABINA SONO BEN DIVERSE DALLE TUE ELUCUBRAZIONI NAZI-FASCIO-LEGHISTE !

    TORNA AD AFFOGARE NEL LIQUAME SUB-CULTURALE CHE HA GENERATO TUTTI I COPRO-GOLEM COME TE, LA SUCARFAGNA, PAOLO GUZZ, IL TIRANNO NANO ET ACER IN FUNDO NATZINGER FUNESTO DECIMOSESTO !

  36. Sulle intercettazioni Berlusconi avrà paura che si conosca il contenuto sconcio delle sue telefonate dove vantava le capacità orali della Carfagna… il pompino più costoso della storia della Repubblica.
    Sta mandando un paese a mare perché sa che, in una società come la nostra cattolica, bigotta e ipocrita, le “accuse” sessuali sono indifendibili. In questo paese di merda te ne esci più facilmente se sei accusato per strage.

    Siamo in mano ad un sessuomane megalomane. Per capire se la Englaro era viva o “morta” Berlusconi si è rivolto ai medici chiedendo: respira?
    Poi ha dedotto la storia grottesca della gravidanza per una donna in coma.

    Della condizione disastrosa del paese Italia Berlusconi non ha colpa, lui è solo l’utilizzatore finale.

  37. @SALEAL, EMERITO STERCO DI VACCA.
    CERTO CHE LE TUE MOTIVAZIONI SONO DIVERSE DALLE MIE. IL TUO E’ VELENO SPUTATO CONTRO CHI DOVREBBE STARE DALLA TUA PARTE E TI TRADISCE, IL MIO E’ PURO DIVERTIMENTO NEL CONSTATARE QUANTO QUESTO TI FACCIA RODERE IL CULO.
    AH…..DIMENTICAVO, SCEGLIERE UN BLOG DOVE LE CAPACITA’ DI ESPRIMERE CONCETTI SONO DAVVERO RIDICOLE, PER POTER SEMBRARE UN SUPER ACCULTURATO DI QUESTA MINCHIA, NON FA’ CHE ACCRESCERE LA TUA NATURA DI FALLITO.

  38. Sì Sabina, lo puoi dire che l’avevi detto.
    E aggiungo che quando tu facesti quel discorso, litigai con amici e parenti piddini e/o rifondaroli per difenderti. Ti implorerei di candidarti, ma conosco già la risposta… Sei grande.

  39. ma quanto bello è rileggerti!!
    non lo so sono un po’ stranita da questi ultimi episodi..cioè più che altro trovo un po’ “triste” il fatto che a far scricchiolare il castello del nostro piccolo grande statista siano i suoi vizi..intendiamoci..non sono vizi da poco..ma gli italiani leggono i quotidiani un po’ come fossero quelle riviste che ci sono dal parrucchiere non vi pare?cioè si parla di mills e tutti a dire “vabbè l’aveva pagato in nero non l’aveva corrotto”..oppure parlando del monopolio dell’informazione “sarà anche vero che la maggior parte delle reti sono sue ma quasi tutti i direttori della stampa nazionale dichiarano di essere di centro-sinistra..” e adesso quello che si sente è “tutti porci è uno schifo la politica..se davvero berlusconi ha fatto queste cose è meglio che si ritiri” che sia chiaro che non posso che essere fiera di un’italia che si libera da personaggi corrotti e corruttori però mi resta l’amaro in bocca mi viene da chiedermi “se silvio fosse un uomo felicemente sposato che va in chiesa ogni domenica e non partecipa ai festini con le ragazzine potrebbe continuare a fottere gli italiani ad oltranza? “

  40. La compagnia traballa.
    L’uomo che ride, ancora strenuamente difeso dai nani e dalle ballerine della congrega, perde ormai velocemente la cera.
    Forza allora, Sabina, una risata li seppellirà!

  41. un periodo sereno per tutti? quando ha stravinto alle europee e pure a Sassuolo, che è sempre stata rossa, ora trionfeggiano Forza Italia e Lega?
    mah..

  42. “SIAMO ANTROPOLOGICAMENTE DIVERSI”
    http://www.youtube.com/watch?v=UBMioqjsxZQ&eurl=http://www.facebook.com/home.php%3F&feature=player_embedded

    A tutti piace la carne fresca
    http://www.lastampa.it/forum/Forum3.asp?chiuso=False&pg=4&IDmessaggio=79099&IDforum=622

    Ah! a tal proposito
    P.S. il 23 giugno si festeggia la giornata internazionale dei pedofili….
    OCCHI APERTI E MANI CHIUSE.. FOTOGRAFATELI SE POTETE!!! grrrrrrrrr-

    pps. @sabina, (femminista del tremillesimo secolo!! :))
    non solo la remissione della scomunica dei pretastri levreviani..
    molte le porcate, compresa quella del pretesagrestano fiero di essere nazi , di cui non si è sentito un solo biff che conti nè a destra nè a manca..
    che fine ha fatto???
    si sono succedute, in quest’ultimo anno, gravità di azioni e parole nel silenzio più assordante che la storia italiana ricordi 🙁
    http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/cronaca/sacrestano-svastica/sacrestano-svastica/sacrestano-svastica.html

  43. C’è poca soddisfazione ad avere ragione in questo paese, la verità non è certo un valore per la maggioranza degli italiani…. ho conservato dentro al mio cuore tutta la forza e la fragilità di quell’intervento a piazza Navona, e per me Sabina è diventata un eroe, uno dei pochi di questo paese dannato.
    Il nano che cade non si fa molto male…. è gia in basso e la statura morale è addirittura inferiore a quella fisica.
    Oggi sono andato a votare x i referendum, ho preso solo la terza scheda e ho rifiutato le prime due…. ma ho visto che la maggior parte dei votanti le prendeva tutte.
    A casa i miei genitori, che non ci vanno, non per convinzioni politiche, semplicemente perchè così li ha convinti la tv.
    Anche qui un silenzio assordante…

  44. Sabina, cara, posso permettermi?
    Illusa! Scommettiamo una cena che quello non ce lo togliamo manco stavolta?
    Quanto vorrei pagartela, quella cena, ma i know my chickens, e in particolare QUEL chicken, e non ha nessuna intenzione di abbandonare il ricco pollaio che si è creato.

  45. si, l’avevi detto e come te lo pensavano parecchie persone purtroppo appartenenti alla minoranza di questo paese….
    tu però hai avuto il merito di dirlo su un palco e sfruttare la tua notorietà per andare contro uno stato di cose francamente umiliante per le donne e gli italiani in generale…
    ti sei presa tutti i rischi del caso, mentre i soliti benpensanti non hanno fatto altro che dissociarsi , gridare al vilipendio etc etc…
    diciamo che gli unici dubbi erano sulle prove che la carfagna avesse allietato il premier con determinate sue abilità “oratorie”.., una famosa intercettazione che non è venuta mai fuori e quindi, in teoria , per garantismo, si poteva non dare per certe, volendo, alcune supposizioni… ma questo non cambiava la sostanza della questione che avevi sollevato, questo intrecco becero, viscido e squallido tra certi sistemi di candidature politiche e “capacità personali” che non hanno nulla a che vedere con la professionalità e il merito.
    poi, riguardo al modo in cui l’hai fatto, beh, uno dei tuoi pezzi satirici migliori con riferimenti altissimi, forse troppo alti per l’intellighenzia che consuma fiumi d’inchiostro sui principali giornali senza scrivere in realtà nulla di significativo, netto e comprensibile. il “pastore tedesco” che si ritrova all’inferno tra i forconi per contrappasso non ha prezzo… dante si sarà rivoltato nella tomba, ma dalle risate e per l’apprezzamento….
    niente da dire sabì, io non sono sempre d’accordo con te, ma quando fai delle belle cose lo riconosco e ti apprezzo da sempre..
    al punto che, quella volta in piazza quando colombo si dissociò e lo fischiai gridandogli di andarsene quasi rischiai il linciaggio, perchè in quella piazza c’erano parecchi del pd che ogni tanto si ricordano di cosa vuol dire fare opposizione ,ma non si può pretendere che si lascino andare completamente… non sono abituati, ma poi,per una volta che vengono in una manifestazione, quasi si vogliono prendere i meriti della protesta… vabbè lasciamo stare i motivi di divisione, è il momento di essere uniti a sx, e magari la “strategia” fallimentare veltroniana dell’autosufficenza verrà messa finalmente da parte.

    cià

  46. SONO PESSIMISTA.IN ITALIA CI SONO MILIONI DI PERSONE CHE VANNO DA MAGHI E CHIROMANTI VARI PER RISOLVERE I LORO PROBLEMI.CI SONO MILIONI DI PERSONE CHE VANNO A CHIEDERE UNA GRAZIA A PADRE PIO.MILIONI DI SEMIANALFABETI.NON VOGLIO NEANCHE FARE IL MORALISTA PARLANDO DEI RAGAZZI FULMINATI DA SCHIFEZZE VARIE ED ALCOOL.CERTO SIAMO UN BEL PO DI PERSONE CHE NON SI ARRENDONO ALLO SFASCIO DI QUESTO PAESE,MA LA RINASCITA DI UNA SOCIETA DECENTE SARA MOLTO LUNGA E DURA.NON ILLUDIAMOCI CHE MORTO BERLUSCONI CI SI APRA UN AUTOSTRADA PER LA LIBERTA.IO SPERO CHE QUELLO CHE SUCCEDE IN IRAN SIA L’INIZIO DI UN PERCORSO CHE PORTI IL MONDO ARABO A LIBERARSI DAL FARDELLO DELLA RELIGIONE.SPERO CHE CONTAGI L’ITALIA.LE RELIGIONI MI HANNO ROTTO LE BALLE.LE TOLLERO,MA NON CHIEDETEMI DI AVERNE RISPETTO.

  47. BEH PRIMA HO MISCHIATO UN DI COSE.E’ CHE QUANDO VEDO I GUARDIANI DEL POPOLO MI SI RIZZANO I PELI.MI FANNO PAURA.QUANTO GLI EVANGELISTI AMERICANI.

  48. …Nessuna differenza: stessa pasta marcia e puzzolente!
    distruttivi
    capriccioso..
    sleale: anche questo previsto…!

    LUNGA VITA ALLA CURANDERA!

  49. La Soka Gakkai è rifiutata come movimento buddista da tutte le organizzazioni buddiste internazionali, incluso il dalai lama.
    Il vice presidente della Università di Rissho, Shobun Kubota, ha dato della “Soka Gakkai” un giudizio partiicolarmente duro: “Il principio del buddismo è di contenere i desideri dell’uomo , che riguardano il sesso, la gola, la ricchezza e l’ambizione, ma la “Soka Gakkai” promette il soddisfacimento di tutti questi desideri. Essa sfrutta le debolezze dell’uomo come veicolo della sua espansione. Ha le stesse caratteristiche del nazismo ed è infine una corruzione del buddismo.”
    In quanto al riconoscimento della Soka Gakkai come ONG da parte dell’Onu, è disponibile sul Web una lettera datata 23 febbraio 1990 del Senatore David Barkhausen indirizzata al Segretario Generale delle Nazioni Unite Javier Perez-de-Cuellar, nella quale il senatore faceva presente che, secondo informazioni del vecchio CAN (Cult Awareness Network, il cui marchio oggi appartiene ad una organizzazione composta in gran parte da membri della Chiesa di Scientology), la Soka Gakkai era oggetto di critiche a causa dei suoi metodi di reclutare e trattenere i membri al suo interno. Il senatore chiedeva al Segretario Generale dell’Onu di esaminare la documentazione portata dal CAN per investigare su quali fossero i veri scopi della organizzazione. La lettera si concludeva con la speranza che non fosse più ammesso alla Soka Gakkai di continuare ad essere inclusa nelle Nazioni Unite come Organizzazione Non Governativa. Questo riconoscimento era stato conferito all’Associazione nel 1981.
    Detto questo, tranquilli. Perchè in Italia la Soka Kakkai del caro Nichiren è una semplice organizzazione i cui facenti parte recitanno per anni e anni la famosa frase “namion rengekkion”, senza mai concludere niente, ma soprattutto senza mai sapere cosa sia il vero Buddismo.

  50. La Soka Gakkai è rifiutata come movimento buddista da tutte le organizzazioni buddiste internazionali, incluso il dalai lama.
    Il vice presidente della Università di Rissho, Shobun Kubota, ha dato della “Soka Gakkai” un giudizio partiicolarmente duro: “Il principio del buddismo è di contenere i desideri dell’uomo , che riguardano il sesso, la gola, la ricchezza e l’ambizione, ma la “Soka Gakkai” promette il soddisfacimento di tutti questi desideri. Essa sfrutta le debolezze dell’uomo come veicolo della sua espansione. Ha le stesse caratteristiche del nazismo ed è infine una corruzione del buddismo.”
    In quanto al riconoscimento della Soka Gakkai come ONG da parte dell’Onu, è disponibile sul Web una lettera datata 23 febbraio 1990 del Senatore David Barkhausen indirizzata al Segretario Generale delle Nazioni Unite Javier Perez-de-Cuellar, nella quale il senatore faceva presente che, secondo informazioni del vecchio CAN (Cult Awareness Network, il cui marchio oggi appartiene ad una organizzazione composta in gran parte da membri della Chiesa di Scientology), la Soka Gakkai era oggetto di critiche a causa dei suoi metodi di reclutare e trattenere i membri al suo interno. Il senatore chiedeva al Segretario Generale dell’Onu di esaminare la documentazione portata dal CAN per investigare su quali fossero i veri scopi della organizzazione. La lettera si concludeva con la speranza che non fosse più ammesso alla Soka Gakkai di continuare ad essere inclusa nelle Nazioni Unite come Organizzazione Non Governativa. Questo riconoscimento era stato conferito all’Associazione nel 1981.
    Detto questo, tranquilli. Perchè in Italia la Soka Kakkai del caro Nichiren è una semplice organizzazione i cui facenti parte recitanno per anni e anni la famosa frase “namion rengekkion”, senza mai concludere niente, ma soprattutto senza mai sapere cosa sia il vero Buddismo.

  51. cara sabina

    quando vidi il tuo intervento sul web il giorni dopo quell’8 luglio capii subito che sarebbe stato quello o uno di quelli che avrebbe avuto piu’ impatto.
    pur essendo stata forte nei toni hai detto delle cose giustissime e legittime, e un po’ si prevedeva che avrebbero fatto fuoco e fiamme tutti quanti.
    addirittura l’11 di luglio guardando un programma credo su odeon tv in cui erano ospiti dei parlamentari, arrivo’ la telefonata di una parlamentare leghista che ti paragono’ ad una terrorista. in studio pero’ l’on. franco barbato ti difese. di pietro ho visto su you tube che alle domande dei giornalisti su di te rispondeva che tutti gli interventi dell’evento erano dettati dalla liberta’ di ognuno dei suoi autori per cui nessuno doveva o poteva censurarvi

    la condizione femminile da noi fa schifo e non solo per la carfagna: le donne che lavorano il piu’ delle volte sn pagate meno dei colleghi maschi e se qualcuna ha la malaugurata idea di avere figli peggio ancora: prima ti stringono la mano e ti dicono ” ti aspettiamo, riguardati” poi torni e trovi una piu’ giovane naturalmente senza figli disposta a tutti gli orari del mondo che ha preso il tuo posto. oppure al momento d assumerti d fan firmare un foglio d licenziamento in bianco cosi possono buttarti via quando non gli servi piu’. l’universita’ lasciam perdere….

    naturalmente quanto ho detto non vale per TUTTI

    ma per TROPPI si

  52. scusate se scrivo 2 volte di fila

    pochi giorni dopo comprai il numero d micromega dedicato alla manifestazione: anke mattia il ragazzo che presentava l’evento si scaglio’ contro di te
    ma credo che tu gia’ lo sappia. disse che qll che dicesti sulla carfagna erano “stupide illazioni” e che dicendo quelle cose sul papa offendesti tutti i cattolici.

    io mi definisco tale pur non andando lo ammetto spesso in chiesa e ritenendo che il vaticano nn debba avere ingerenze nello Stato: non ero affatto offesa. anzi…

  53. Purtroppo di bigotti siam pieni in Italia. A sx come a dx.
    Fa specie che le donne, nessuna o quasi, per non parlare del marito (va beh esagero), abbia detto una sola parola in difesa della donna Sig.ra Veronica Lario, dagli infamanti, e sì volgari, attacchi ricevuti da parte della stampa e delle TV del padrone, per le sue lecite considerazioni del marito.

    Tu, infatti, a P.za Navona raccontavi solo la realtà.

    A prestissimo.

  54. A volte sembra di aver già detto tutto, di aver assistito a tutto, di aver sentito troppo, e quindi si sceglie di tacere, di alienarsi o magari distrarsi, perché l’indignazione e la rabbia sono sentimenti che logorano, soprattutto quando li condividi con pochi, quando gli altri sembrano ciechi, quando la barca va e tutti la lasciano andare. Ma nulla è eterno, nemmeno il potere, nemmeno le menzogne, c’è sempre qualcuno pronto a smascherare ciò che sembra perfetto, ciò che si propone inattaccabile. Purtroppo, il nostro non è un paese europeo, non è una brillante democrazia occidentale e, quindi, le notizie vere hanno canali diversi dalle notizie generiche, canali privilegiati ai quali non tutti riescono ad accedere. Il nostro Silvio Berlusconi è coinvolto in un giro di malaffare, si parla di induzione alla prostituzione, traffico di stupefacenti e i Tg tacciono, a parte Rai 3 e Sky, non danno alcuna notizia in proposito. Sul web circolano foto che ritraggono belle ragazze a palazzo Grazioli, alle porte di Villa Certosa ma in televisione non abbiamo visto nulla, né abbiamo sentito parlare delle loro dichiarazioni, nonostante sul caso ci sia un’inchiesta. A questo punto Sandro Bondi afferma che “Repubblica è un pericolo per la democrazia”. A parte le opinioni personali sul soggetto che, dall’alto della sua esperienza trasformista e liberale, esprime il suo punto di vista su una delle maggiori testate giornalistiche d’ Italia, questa frase lascia spazio a diverse riflessioni. Prima fra tutte: che cosa intende Bondi per “democrazia”? Intende forse essere liberi di circondarsi di donne disponibili e magari scegliere la migliore candidata per una notte di Viagra o per una tornata elettorale? Partecipando magari a un Family Day, perché farsi benedire dal Papa conta sempre tanto agli occhi dei cattolici perbenisti. Repubblica è un giornale di parte, è evidente, è un giornale capace di dedicare decine di prime pagine all’affair Berlusconi-Noemi e a tutte le polemiche che riguardano il Presidente del Consiglio. Cosa dire? Dato che l’informazione televisiva, quella di massa, è inconfutabilmente deviata, succede che l’informazione libera, quel poco che di essa rimane, cada in qualche eccesso pur di far passare la verità, pur di diffonderla il più possibile. Del resto anche i giornali stranieri da mesi dedicano editoriali e prime pagine agli scandali presidenziali, del nostro presidente intendo. “E’ giunta l’ora per Silvio Berlusconi?” Si chiedeva El Mundo, giornale spagnolo di centro-destra, mentre El Pais definisce la vicenda come “La rivolta delle veline”.Ne avete sentito parlare al Tg1 o al Tg2? Naturalmente non ve ne è traccia sulle reti Mediaset, ma quelle appartengono al Cavaliere, è noto, come del resto anche la Rai, come del resto anche le nostre opinioni, i nostri pensieri, il nostro senso del bene e del male, del porco e dell’angelo. Un anno fa furono in molti a scandalizzarsi e a prendere le distanze quando Sabina Guzzanti, dalla manifestazione in Piazza Navona, lanciò pesanti accuse a Berlusconi per via del suo atteggiamento nei confronti del sesso femminile. Coloro che criticarono aspramente la Guzzanti per le sue affermazioni, sono le stesse persone che oggi fanno opposizione cavalcando le medesime vicende: veline, candidature discutibili, sesso a pagamento, non rendendosi conto che non vi è assolutamente nulla di nuovo. Non abbiamo scoperto oggi che laddove vi è un potere senza uguali vi è corruzione, malaffare e sesso a pagamento. Quello che oggi è molto più evidente di quanto non lo fosse in passato è la disinformazione, anzi la non-informazione, il silenzio, l’oblio della verità, la menzogna eterna a cui la maggioranza degli italiani sono condannati. E va bene cosi’, va bene. Berlusconi è lo specchio dell’Italia, lo specchio di un paese che basa la sua economia, i suoi rapporti sociali e personali sulle mafie, sulla droga, sullo sfruttamento del lavoro e delle donne. Un paese il cui sistema politico si basa su leggi antigalera per il politico come per il figlio del dottore, un paese che se non si ostinasse a seguire un modello di sviluppo americano per moda più che per indole, sarebbe né più né meno che una moderna dittatura africana.
    http://www.socialvirus.it

  55. dopo aver votato ci si sente davvero male. Votiamo per un italia che sta per implodere e per degli italiani che non vogliono essere salvati. Votiamo perchè così la gente può pensare ancora di aver voce in capitolo, quando in realtà vale meno di zero. Se dal letame nascono i fiori, avremo un enorme giardino fra poco, da nord a sud.

  56. Bella Sgalla! “Fosse zzucchero quella bocca”.. 😉

    Se Maometto non va alla “PALESTRA”..

    da: http://www.miskappa.blogspot.com/
    lunedì 22 giugno 2009
    Il G8
    “Il G8 a L’Aquila è un problema. Un problema di portata enorme.Un ulteriore fardello sulle nostre spalle stremate. Più la data si avvicina, più ce ne rendiamo conto. E ne comprendiamo la portata. La strategia attuata dal governo si sta dipanando davanti ai nostri occhi. Manovre di regime, manovre occulte, manovre che tendono a schiacciare. A mettere con le spalle al muro. Oggi si è riunita qui a L’Aquila l’assemblea nazionale sul G8. Eravamo un bel po’ di persone, sotto il tendone del parco Unicef. Ore ed ore sotto la pioggia battente e la grandine che imbiancava il paesaggio come in inverno. Acqua torrenziale sotto i nostri piedi. E voci coperte dal fragore del temporale. Condizioni estreme, in una situazione estrema. Immaginate di coniugare i terremotati che, nonostante la calamità naturale e le coercizioni che lo stato militare infligge, cercano di alzare la testa per affermare i propri diritti e, pian piano, ci stanno riuscendo e i rappresentanti dei movimenti che intendono, giustamente e ad ogni costo, rivendicare il loro diritto a manifestare contro il G8. La paura dei primi di essere strumentalizzati, o, almeno, di apparire tali e le intenzioni di chi, comunque e dovunque, avrebbe assicurato la sua presenza all’evento. Questo governo ha studiato le cose alla grande: i cittadini che provano a ribellarsi, che, faticosamente, provano a darsi visibilità, a coordinarsi, a chiedere a gran voce ciò che per diritto gli è dovuto e i manifestanti contro il G8 che portano le loro istanze di sempre. Quelle che stanno dalla parte dei deboli, contro le superpotenze. E noi lo sappiamo bene che stanno dalla nostra parte: i no global sono presenti su questo territorio sin dalla prim’ora. Sono quelli che hanno istituito i campi autogestiti, a Tempera, a San Biagio, a Camarda. Son quelli arrivati con gli aiuti prima di molti altri. Son quelli che hanno lavorato instancabilmente e continuano a stare sul territorio. Accanto a noi. E hanno realizzato spazi ricreativi, e cucine da campo, e magazzini, e sono gli unici che riforniscono gli sfollati non sistemati nei campi, ma rimasti sul territorio. Quelli abbandonati dalla Protezione Civile perchè esenti da strettissimo controllo. Son quelli che ti ascoltano e ti aiutano.Son quelli che non andranno via, dopo il G8. E poi i social forum, e i cobas,e i numerosissimi movimenti di sinistra. Tutti insieme, tutti in questa città a cercare di non ostacolarsi a vicenda. I cittadini aquilani affermano la loro intenzione a non voler essere accomunati nell’immaginario collettivo ai facinorosi, gli altri, che facinorosi non sono, affermano la loro intenzione a lottare. Anche per noi. Si è deciso che si manifesterà, ognuno scegliendo le forme che riterrà più opportune. Cercando di non ostacolarci a vicenda. Il primo ministro ha pensato di inchiodarci così. Ma noi andiamo avanti. Anche se i media faranno il loro sporco lavoro. L’apparato sarà come quello di guerra. Si dice che gli sfollati dei campi saranno inibiti dall’uscire dalle tendopoli e che il lavoro, quel poco che c’è, si fermerà, e i cellulari e internet saranno controllati. Il regime svolgerà il suo compito, qui, in questa terra che è diventata la sua palestra. Noi ci proveremo a non essere offuscati per sempre da questo ulteriore terremoto. E i vigili del fuoco manifesteranno accanto a noi. Si è ribadito e confermato che non verrà usata violenza alcuna.E i violenti entreranno solo se loro, i manovratori di regime, vorranno, come sempre, farli entrare. ”

    Prove tecniche di “recinzione”…

  57. Spero che sia così.
    Ma ogni volta che il disco ha fatto clik c’è stato un omino (tipicamente coi baffi) che si è preoccupato di riposizionare la testina. Conviene perciò mantenere la guardia più che alta, se non si vuole perdere l’occasione di entrare nel nuovo incubo (oggi mi sento ottimista!)

  58. a tal proposito, Ricca intervista di sfuggita carfcagna!! http://www.youtube.com/watch?v=_dK1wN5zL2w da non perdere assolutamente
    per l’Iran, attenzione, sta succedendo un gran casino sicuramente, stanno morendo come sempre persone innocenti ma bisogna cercare anche un po’ dietro le cose….cercate RIVOLUZIONE VERDE IRAN..lo zampino americano è dappertutto…

  59. Sabina, se non sbaglio (ma non sbaglio) avevi detto un anno fa a Piazza Navona anche una battuta sulla coca.
    Perché questi politici vanno con le prostitute (call-escort-che di si voglia)? Perché a forza di prendere coca non hanno più un’erezione e perciò si devono trovare queste ragazze che sono le uniche disponibili a soddisfarli in quelle condizione.
    Ecco. Tra un anno dirai: “posso dire ve l’avevo detto (due anni fa a Piazza Navona)? Secondo me sì.

    baci

  60. Sabina,
    sei molto ottimista quando dici che sta per finire, mi fa piacere, spero nella tua lungimiranza. Vedrai che quando non ci sarà più (perché prima o poi dovrà finire) tutti i suoi sciocchi adulatori di oggi sapranno bene come rinnegarlo, si ricicleranno, ed anche i suoi elettori diranno di non averlo mai votato. A dire il vero nemmeno adesso i suoi elettori sbandierano la loro appartenenza politica che è un chiaro segno di cattiva fede.

  61. RE: Arturo Zulawski
    >Ecco. Tra un anno dirai: “posso dire ve l’avevo detto (due anni fa a Piazza Navona)? Secondo me sì.

    Eeeeeh…. ma mica dobbiamo aspettare un anno, sai?

  62. RE(gina) Arturo Zulawski
    dal minuto 7,30
    http://www.youtube.com/watch?v=M2t9fYPJ7ho&feature=fvw

    “Mi sono chiesta: ma perchè vanno tutti a mignotte? C’hanno i soldi, c’hanno il potere, c’hanno tutto quello che vogliono.
    Ma perchè solo e sempre mignotte? Una domanda legittima, no?
    Ho chiesto in giro finchè non me l’hanno spiegato. Un ex tossico me l’ha spiegato in modo molto semplice e chiaro che:
    vanno a mignotte perchè pippano. Molto semplice! Perchè la cocaina stimola la magdala che produce dopamina e ti fa venire voglia di scopare.
    Però non ti si alza e le mignotte sono le uniche che hanno la pazienza di stare lì anche se non ti s’alza.

    E’ molto semplice! E’ una verità che si potrebbe anche diffondere, perchè no? Uno lo sa, se lo spiega. Se no, non te lo spieghi. Giusto?
    Spesso serve che ce ne sia più d’una. Perchè così non hanno neanche l’ansia della prestazione.. che una, pure se la paghi, magari ce l’ha già:
    Giocano tra loro, tu ti diverti con questa cosa moscia. E’ fatto!
    Questo è!
    Non ci vuole molto. Si chiede…”
    😀 😀

  63. E’ vero, sabina cara, dal palco di piazza navona ci avevi visto lungo…
    …però nutro qualche dubbio sulla fine del nanopower.
    Stando ai primi risultati dei ballottaggi, il disco più che fare clik pare essersi incantato sul solito ritornello: il P2L regge e in certi casi avanza.
    Adesso sai che palle che faranno il premierino e suoi scagnozzi….Se almeno una escort lo/li prendesse a borsettate….

  64. Grande, sono d’accordo su tutto.
    Il discorso di piazza Navona m’e piaciuto subito, e si è rivelato esatto.

    Però adesso mi pongo alcune domande:
    1. come mai se tutti sapevano, solo ora qualcuno parla, e solo ora filtrano immagini e i media si occupano delle mi****** attorno a Berlusconi?
    2. probabilmete Berlusconi cadrà molto presto, ma chi verrà a sostituirlo?

    E soprattutto, CHI HA DECISO CHE DOVEVA ESSERE “SPUTTANATO”? (e il termine è pesanta ma calzante, direi)

    La mia ipotesi è che ambienti di potere si siano stancati di lui.

    Ci libereremo di Berlusconi (non con le elezioni, che ha appena vinto) ma grazie alla decisione di pochi str****, più potenti di lui, che non hanno il problema del consenso democratico.

    Il sollievo è relativo.

  65. il discorso l’avevo visto in differita (non ero in italia lo scorso luglio) ed è veramente molto lucido e lungimirante,
    però l’ho rivisto ora e c’è un’inesattezza:))))…visto che si va sulla materia sessuale;)
    uno studente di medicina mi ha spiegato che di solito chi viene operato alla prostata ha problemi d’erezione e quindi gli può venire impiantato un sistema idraulico che si chiama protesi peniena…
    mi sa, quindi, che il viagra non gli serve più…va a pompaggio adesso :)))

    cmq spero davvero il governo che cada presto! e quindi regge anche la teoria degli americani che sostengono fini…magari proprio fini tenta una scalata al pdl…

    http://www.youtube.com/watch?v=GZuNB6Aj_bQ (e nn lo penso solo io…come si vede dal video…)

    P.S. @sabina cmq puoi dirlo fermamente “Io l’avevo detto!” 🙂

  66. cara sabina, io non sono certo uno che si è scandalizzato per i termini da te usati a piazza navona, ho capito perfettamente il significato di quello che hai detto su mara carfagna, anzi, mi incazzai molto leggendo i commenti di donne politiche che ti accusavano di aver fatto un intervento “contro le donne”, per non parlare di quelle che dicevano che i tuoi erano pregiudizi e che la carfagna andava giudicata dal suo operato. in quel caso la domanda da porre a quelle persone era: ipotiziamo che dobbiate farvi operare al cuore, a eseguire l’intervento sarà una sciampista che non ha mai preso un bisturi in tutta la sua vita, priva di qualsivoglia nozione di cardiochirurgia, che tuttavia ha il merito di essere la nuova squinzia del primario. come la prendete?
    detto questo sono fra quelli che hanno trovato sbagliati gli interventi tuoi e di grillo in quell’occasione, anche se la “colpa” principale è di quegli stessi organizzatori che poi hanno preso le distanze, perchè secondo me semplicemente non dovevate esserci, doveva essere una manifestazione di protesta politica, e doveva avere i toni e il linguaggio che hanno le proteste politiche, non era uno show. era una manifestazione nata contro il lodo alfano e le altre leggi anticostituzionali che mettevano (e mettono) a rischio la democrazia del paese, c’era bisogno di reagire con forza, QUESTO era il senso, di QUELLA manifestazione in QUEL momento, non doveva essere un’ invettiva sguaiata contro un governo schifoso, (per questo ho sempre odiato il nomignolo affibbiatogli da alcuni NO-CAV day) di cose da dire ce ne sarebbero state e ce ne sono a migliaia, non sarebbe bastata una manifestazione della durata di un mese. di quella manifestazione si è parlato solo di quanto sei stata maleducata tu e di grillo che ha “offeso” napolitano, il resto è passato in secondo, se non in terzo piano e la manifestazione ha perso di credibilità, ovviamente la colpa è dei media che hanno strumentalizzato tutto, ma anche dare i fiammiferi a un piromane è ugualmente una cosa piuttosto stupida da fare. quello che penso in generale lo esprime bene piero ricca in chiusura di questo suo post post-piazza navona http://www.pieroricca.org/2008/07/10/dopo-piazza-navona/.
    aggiungo che non sono affatto sicuro che questa sia la fine di berlusconi, tutte le volte che sembra finito (e ha passato momenti peggiori rispetto a questo) riesce a rialzarsi, come i mostri dei film horror, e poi in tutta onestà se questa è la fine non mi lascia per niente soddisfatto, io volevo che finisse per una presa di coscienza degli italiani e per un conseguente rifiuto spontaneo, vorrei che il berlusconismo finisse consentendoci di sviluppare degli anticorpi che ne impedissero il ritorno e che magari all’opposizione nel frattempo si fosse formata un’alternativa decente.
    poi ormai che mi sono deciso a scriverti mi tolgo anche l’ultimo sasso che ho nella scarpa da un sacco di tempo, nella tua discussione con sandro orlando sulla commissione mitrokhin gli ribatti la seguente cosa:
    – se tu scrivi: Guzzanti cercava prove contro Prodi come dimostra la frase di Guzzanti: “e questa che cazzo di prova è?” (cito sempre a memoria, ma il senso è quello), questa frase per chi legge assume un significato.
    Se tu invece scrivessi nell’introduzione: Guzzanti era incredulo rispetto alle accuse su Prodi infatti dice: “e questa che cazzo di prova è?” avrebbe per chi legge il significato opposto.-
    a te pare? a me onestamente no, mi sembrerebbe fuori luogo, la reazione di un incredulo sarebbe più verosimilmente qualcosa del tipo “com’è possibile?” oppure “non posso crederci”.

  67. Conversazione tra due vecchietti sul 310, trascrivo para para (letterale) :
    -Berlusconi c’ha l’escort…
    -ah la stessa macchina de mi fio!
    -Che?
    -a ford escort, mazza co tutti i sordi che c’ha se poteva comprà na ferrari…
    -No, ma no la macchina, l’escort…Le mignotte…
    -ah, le mignotte…Bè!!!!

    Zavattini lo diceva che un bravo regista deve prendere l’autobus.
    Ciao Sabina

  68. INNANZITUTTO GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE HANNO FATTO SI’ CHE I MIEI POST VENISSERO OSCURATI IN QUESTO BLOG !

    LA CECITA’ E IL FANATISMO CHE VI CONTRADDISTINGUONO SONO PALESEMENTE PATOGNOMONICI DELL’ALTISSIMO GRADO DI PSICOLABILITA’ IMPERANTE OVUNQUE !

    TUTTAVIA MI PREME APRIRVI GLI OCCHI, POVERI ALLOCCHI !

    https://sabinaguzzanti.it/forum/topic.php?id=764&replies=15#post-8407

    Buddismo e Società n.122 maggio giugno 2007
    SUPPLEMENTO AL NUMERO 122:
    Saluto
    di Sabina Guzzanti

    “Signor sindaco Domenici,
    Signor Hiromasa Ikeda,
    Signore e Signori,

    È difficile dire cosa mi ha insegnato il presidente Ikeda. Io pratico il Buddismo da vent’anni e tutto quello che c’è di bello e di importante nella mia vita è legato al Buddismo. Da vent’anni leggo i discorsi del presidente Ikeda e mi domando se sto mettendo in pratica i suoi insegnamenti. Mi confronto con il suo pensiero, mi commuovo e mi rafforzo grazie al suo esempio e in cuor mio prometto di utilizzare tutto il mio talento, le mie capacità, la mia umanità, il mio tempo per realizzare la pace così come il Buddismo insegna.
    È un grande onore per me potergli rendere pubblicamente omaggio in questa occasione, potere ricambiare in piccola parte il debito di gratitudine che ho nei suoi confronti, e una grande responsabilità dare voce a una parte dei pensieri così appassionati che tanti presenti a questa riunione condividono.
    Il merito del presidente Ikeda è di avere spiegato il Buddismo nella lingua dei nostri tempi.
    Il Buddismo nasce per liberare gli esseri umani dalla sofferenza.
    Nasce per liberare gli esseri umani dalla paura e dall’ignoranza.
    Per ricordarci che siamo nati per essere felici, che la felicità e la creatività si somigliano molto. Per dire che siamo tutti ugualmente degni di rispetto, che la nostra natura originaria è illuminata. Il Buddismo nasce per ricordarci chi siamo e da dove veniamo.
    Daisaku ikeda in ogni suo discorso porta ad esempio uno scrittore, un sociologo, un filosofo, uno scienziato, un poeta. Non esiste un discorso di Ikeda che non abbia questa modalità del dialogo anche immaginario con qualcun altro.
    Lo fa per creare legami con altre culture, altre figure, e per invitare chi lo segue a leggere, ad allargare i propri orizzonti continuamente senza fermarsi mai, ad aprirsi. Lo fa per ribadire che parlare serve a creare legami. Che la cultura e la parola devono essere utilizzate a questo scopo. Ci insegna a concentrarci sull’intenzione che c’è dietro le parole e che quella sola conta.
    È un modo per ribadire che la cultura è fatta per essere utilizzata, messa in pratica. Non è un oggetto da ammirare, contemplare. Non è uno strumento di potere, non deve servire a sottomettere, intimorire. Non deve servire ad accrescere i propri privilegi.
    La cultura e la religione che fa parte della cultura ha questo scopo. Scrive Daisaku Ikeda: «Ogni qual volta la religione rende le persone passive e impotenti merita l’infamante definizione di oppio dei popoli».1
    Ultimamente ho scoperto Zygmunt Bauman, uno dei più emeriti sociologi e pensatori al mondo, così recita la quarta di copertina, mi sembra appropriatamente. La sua analisi della società contemporanea è lucidissima e angosciante.
    Spiega Bauman2 che tutti noi soffriamo per problemi legati all’identità. Non era così fino a qualche decennio fa quando l’identità era legata all’appartenenza a qualcosa. Oggi i luoghi a cui era affidato il sentimento di appartenenza (famiglia, vicinato, lavoro) non sono più affidabili.
    Lo stato ha divorziato dalla società, non è più in grado di garantire i diritti economici, politici e sociali che devono sottostare al pensiero unico del neo liberismo.
    Ogni aspetto della nostra esistenza è soggiogato alle regole del consumo, tutto ha una data di scadenza e nasce per essere rimpiazzato. In questa condizione le identità non negoziabili diventano inadatte, la coerenza un intralcio. Chi si lega a un’idea sa che verrà presto gettato via con quella. Non c’è tempo perché il malcontento diffuso si condensi nella richiesta di un mondo migliore.
    I privilegiati possono comporre la loro identità scegliendo fra le vaste offerte del mercato. I non privilegiati hanno un’identità, un’etichetta imposta dall’esterno che non si può cambiare. Questa identità è sempre offensiva, umiliante e disumanizzante. Ma anche i pochi “fortunati” rischiano continuamente di non stare al passo, così la gioia di scegliere una nuova identità è guastata dalla paura di fallire e precipitare nell’inferno dei declassati.
    Gli intellettuali non sentono più nessun obbligo nei confronti dei più deboli e diventano auto impegnati. Si preoccupano della loro immagine, non mettono bocca nelle questioni politiche se non viene loro espressamente chiesto da chi è al potere.
    Si nega che esistano gruppi maggiori della somma delle loro parti e quindi cause più importanti della soddisfazione individuale. Martiri ed eroi battono in ritirata e vengono sostituiti da vittime e celebrità, cioè persone note per la loro notorietà.
    Leggevo questi pensieri e riflettevo sulla fortuna di avere incontrato il Buddismo.
    Ho cominciato a lavorare nella seconda metà degli anni ottanta all’apice della celebrazione dell’apparenza. Quando cercare un senso in quello che si faceva, pensare a una società migliore era semplicemente ridicolo.
    Ho lavorato tanto, ho combattuto faticato, sono caduta e mi sono rialzata tante volte. Sono riuscita a operare nella cultura senza spendere un grammo delle mie energie per problemi di immagine, per discorsi sul marketing, per domandarmi come vendermi. Vedo tante persone intorno a me che hanno la stessa determinazione e mi sembra un miracolo.
    Riesco a rinnovarmi a inventare sempre cose nuove grazie all’energia della pratica buddista, senza calcoli strumentali e senza calcoli in generale.
    Non soffro dei tormenti degli artisti, del timore che la vena creativa si esaurisca, del timore di invecchiare e di essere superata. Al contrario ho paura solo di non fare in tempo a realizzare tutto quello che desidererei.
    C’è un nesso profondo fra etica e creatività e fra etica ed estetica, questo per me è l’insegnamento più prezioso di Daisaku Ikeda.
    Non basta essere buoni bisogna anche denunciare il male. È un’illusione pensare di poter resistere, è impossibile conservare la purezza senza battersi contro l’ingiustizia, la menzogna. Quelle che comunemente si considerano scelte comode sono in realtà scomodissime. È una gran fatica vivere a testa bassa, è faticosissimo mentire a se stessi, costruirsi identità finte, mantenerle, convincere gli altri a vederci come vorremmo apparire, cercare di guidare le emozioni con la chimica non ne parliamo.
    La poesia Il secondo avvento di Yeats, descrivendo uno scenario apocalittico, dice così:

    …la torbida marea del sangue dilaga e ogni dove
    annega il rito dell’innocenza.
    I migliori hanno perso ogni fede, i peggiori
    si gonfiano di ardore appassionato.3

    La Soka Gakkai, l’organizzazione laica costruita da Makiguchi, Toda e Ikeda, si propone di motivare le persone oneste, di coltivare la parte onesta che tutte le persone hanno. Permette di fare pratica di relazioni umane sane, basate sull’umanità, non sul calcolo e la sopraffazione. Insegna ai buoni a organizzarsi, a restare uniti, a proporre modelli di convivenza e a non nascondersi.
    Fa bene il sindaco di Firenze a incoraggiare questo movimento, c’è più gusto credo a fare il sindaco di cittadini pieni di dignità”.

    Note

    1) Daisaku Ikeda, Per il bene della pace, Esperia, p. 81.
    2) cfr. Zygmunt Bauman, Intervista sull’identità,Vita liquida, Modernità liquida, Laterza.
    3) W. B. Yeats, Poesie, Oscar Mondadori.

    DITEMI SE QUESTE NON SONO LE PAROLE DI UNA INVASATA FANATICA !

    COME ATEO RAZIONALISTA PROVO SOMMO DISGUSTO PER TALE SPETTACOLO PENOSO, PER QUESTO SCEMPIO PSEUDO-CULTURALE, PER LA TRUFFA COSI’ A LUNGO PERPETRATA DA COLEI CHE VUOL ERGERSI A PORTAVOCE DEL MALCONTENTO GENERALE !

    VERGOGNA !

    FIGLIA DEGNA DEL PADRE……..

    che cocente delusione……………………!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  69. vedete che hanno sequestrato il sito di pietro ricca. non volevo disturbare viste le discussioni su sabina che può fare quello che gli pare e credere in ciò che ritiene più consono. andate nei siti di emilio fede o bruno vespa a parlare male. siete pietosi!

  70. @sabinaguzzanti

    Lo puoi dire forte. D’altronde la questione e’ chiara da quando la grancagna prima ti ha querelato in sede civile, poi di fronte alle bombarde di Paolo Guzzanti ha fatto finta di denunciarlo in sede penale, per poi ritirare la denuncia di fronte alle sue scuse. Peccato che lui si e’ scusato per i toni ma non nel merito, e anzi ha ribadito il punto piu’ volte.
    Per ora della causa in corso non si parla perche’ non gli conviene. Secondo me se prima che cada in proscrizione i sondaggi e la situazione politica glielo permetteranno proveranno a farti nera. Sarebbe bello se invece fossi tu a contrattaccare _ora_, e imporre il tuo tempo. Certo, per me e’ facile chiacchierare…
    Comunque voglio mantenere una promessa. Ti ringrazio di cuore, a nome di una mia amica, per aver contribuito, con la tua faccia e la tua follia, a bloccare il DDL sulla prostituzione.
    Che qualcosa mi dice che non tireraranno fuori piu’ tanto presto…..

  71. anni 20 – 40 Mussolini
    anni 50 -70 Scelba, Andreotti, Cossiga
    anni 80 Craxi e i suoi nani
    anni 90-00 il piduista, mafioso, puttaniere
    anno 2010?? Borghezio
    sono gli italiani il male dell’Italia…

  72. Sabina questa volta non riesco trattenermi, e scrivo le sole le cose banali che mi passano per la mente… che sei semplicemente UNICA… GENIALE
    Mi spiace questa sera non riesco a scrivere altro a parte che TI ADOOOOOROOOOOOOOOO

  73. Ma va laaa, va laaa, va laaaaaaa…….
    Lo sanno tutti che hai parlato solo per invidia, che in realtà il discorso lo facesti perchè eri gelosa e anche tu volevi usufruire dell’utilizzatore finale.
    Ti rode che non sei diventata ministro eh? Cara mia ti devi dare da fare di più se vuoi conquistarlo. Questa cosa di offenderlo non ha avuto l’effetto sperato: di attizzarlo un po’ con il giochetto “io ti provoco e tu mi corri dietro” (che è quello che piace a quasi tutti).
    Cara comunista, hai scoperto l’acqua calda, si vedeva, lo sapevano tutti che era ricattato da troiette…..nessuno aveva il coraggio di dirlo…? eh…vabbè…..ora che pretendi, che la gente abbia pure coraggio? Ma va laaa, va laaaaa…… anche di Andreotti si sapeva che era mafioso, è forse in galera o allontanato dalla politica??
    Non ti puoi attaccare a questi mezzucci per avere un posto in politica…..
    Guarda, ti consiglio di partire prima dai suoi collaboratori, devi fare la scalata con più pazienza.. Ti consiglio di andare in una delle migliaia di sedi del PDL, che sai che sono nate spontaneamente, dal popolo, democraticamente e dal basso.
    E dal basso, piano piano ti tiri un po’ più su, un po’ più su…..fino ad arrivare al punto giusto.
    E così diventi prima pipaiola comunale, presidente della prominchia, poi presidente della regione bassa, poi vieni eletta alla camerata dei deputati, poi devi passare a Villa Certosa.
    E da li finalmente scegli tu; puoi diventare ministro dell’abbiente, ministro dei peni culturali, ministro dei rapporti con i parlamentari, ministro del lavoretto, ministro del turismo sessuale, ministro dei trans-porti, ma soprattutto mignotta dell’interno.

  74. che berlusconi cada ho qualche dubbio!!!!
    la maggior parte della gente se ne strafrega, i tg nn danno neanche le notizie..

    anzi, con ‘sta scusa la censura si farà ancora più infida e bastarda..

    ?dove fuggire?

    sabi sei grande! resistiamo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here