Home Politica La nuova grande rapina – Francesco Raparelli

La nuova grande rapina – Francesco Raparelli

CONDIVIDI
grande rapina Francesco Raparelli

>> Guarda “Un due tre Stella” <<

La nuova grande rapina – Francesco Raparelli

Ricevo e pubblico questo articolo di Francesco Raparelli (ve lo ricordate a 1,2,3 stella?) che mi sembra interessante
a presto.

Francesco Raparelli

Ricercatore precario e saggista

Sono almeno quattro anni, da quando è esplosa la crisi dei debiti sovrani (Grecia, maggio 2010), che insistiamo sulla necessità di utilizzare la categoria marxiana di “accumulazione originaria” per comprendere la gestione neoliberale o più propriamente ordoliberale (ovvero la singolarità tedesca all’interno del campo neoliberale) della seconda Grande Depressione. In cosa consisterebbe questa rinnovata “accumulazione originaria” che investe, tramite la leva del debito pubblico e la continua, violentissima, pressione dei mercati finanziari, i paesi del Sud Europa? Privatizzazione delle public utilities e dei commons (naturali e artificiali); riduzione dei salari, aggressione al reddito, aumento smisurato della disoccupazione.

Rissa politica dopo rissa politica, teatrino dopo teatrino (e l’anti-politica è parte del gioco), in Italia si è tentato in tutti modi di nascondere questa verità, ripetendo il mantra: “noi non siamo come la Grecia”. Infatti. La scorsa settimana, a Davos, il ministro dell’Economia Saccomanni ha annunciato che nei prossimi due anni il 40% delle Poste passerà in mano ai privati; lunedì scorso, a Mestre, Electrolux ha chiarito ai sindacati che, per non chiudere i suoi 4 stabilimenti italiani (ma per chiuderne solo 1, quello di Porcia), dovrà tagliare del 40% i salari: questa è la realtà – il resto sono chiacchiere – dell'”accumulazione originaria” che sta ridisegnando l’Europa.

Tutto ciò accade mentre negli Stati Uniti, con un atto “unilaterale”, Obama innalza il salario minimo da 7,25 a 10,10 dollari per i lavoratori di aziende che hanno rapporti con l’Amministrazione federale. Molto poco, considerando i milioni di lavoratori US esclusi dal provvedimento, ma sicuramente episodio di segno diverso rispetto a quello di Electrolux. Evento inimmaginabile, occorre aggiungere, senza la durezza delle lotte e degli scioperi che in questi mesi hanno attraversato l’America (dai lavoratori dei Fast Food ai portuali, dai servizi a Walmart) mettendo al centro la questione salariale. Ancora: la Grosse Koalition tedesca, e lo abbiamo ricordato in altre occasioni, è nata a partire dalla concessioni della CDU (ripagate con l’abbandono della proposta SPD degli Eurobonds) sul salario minimo.

Come spiegare queste tendenze di segno opposto? Serve ancora riflettere a partire dalle categorie di Stato-nazione o di imperialismo (ad esempio quello tedesco in Europa)?

Evidentemente no. Si tratta di cogliere la ridefinizione, a mezzo della crisi e della sua cronicizzazione, del mercato del lavoro, europeo e globale. Una ridefinizione fatta di rinnovata “divisione internazionale del lavoro”, gerarchie salariali, impoverimento e mobilità. Non è casuale, in questo senso, che il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, insista sulla mobilità della forza-lavoro, in particolare quella qualificata, come antidoto alla disoccupazione nei PIIGS.

Seguendo le linee di movimento/migrazione e la gerarchie imposte dal capitale europeo e globale (senza alcuna distinzione “morale” tra capitale finanziario e produttivo) e, in Europa, dai dispositivi governamentali, occorre rilanciare, con forza pratica, l’offensiva sul programma: nessuno sciopero difenderà a sufficienza la “tendenza-Electolux” senza una pluralità di lotte, di estensione continentale, capaci di pretendere salario e reddito minimo europeo. Bene che gli scioperi, anche locali, ci siano, bene che la resistenza dei lavoratori di Porcia o di Susegana sia potente, ma con la consapevolezza che solo una generalizzazione dello scontro, in prospettiva, può fare la differenza.

>> Guarda “Un due tre Stella” <<

Commenta questo post

5 Commenti

  1. introdurrei un’altra categoria marxiana. Quella del saggio marginale decrescente del profitto. infatti Marx, grande scciologo ed economista, aveva giustamente osservato che il tasso marginale del profitto sul capitale investito tende a decrescere. ecco che oggi ci troviamo in una situazione di stagnazione economica ed il capitale ha una produttività sempre inferiore, e questo porta all’implosione del sistema economico e sociale, come giustamente predetto da Marx.
    Tuttavia Marx, come tutti i grandi economisti e sociologi quando si ergono a profeti, non aveva considerato una variabile. Ossia il progresso tecnologico, che lavora in controtendenza e tende ad elevare il saggio marginale di profitto per salti. Quello che manca oggi, è vero progresso tecnologico che possa qiaulificare la produttività del capitale, sia finanziario che umano ed infrastrutturale. Penso che misure classicamente Keynesiane come quelle adottate da Obama abbiano il fiato corto. Al di la di alcuni innegabili progressi nell’informatica e nell’elettronica, per il resto ancora bruciamo petrolio e carbone nelle caldaie per produrre elettricità, come 100 anni fa. che ne dite, vi convince? saluti rb

  2. oggi grande tristezza e rabbia per l’approvazione della Tav parigi- lione

    è una perdita per l’italia e l’europa nei confronti delle lobby politico-economico-mafiose

    già mi immagino i servizi di report fra 10/20 anni che analizzarà i miliardi buttati via, i danni causati…

    ma vorrei anche sapere se ha senso sbandierare le bandiere no tav modello stadio in senato solo mentre il senato la approva

  3. SOLO QUANDO I TRADITORI DEI POPOLI EUROPEI, I MANUTENGOLI DEI PARTITI COLLABORAZIONISTI E GLI OPERATORI VILI ED ASSERVITI DELL’ INFORMAZIONE SARANNO PUBBLICAMENTE PROCESSATI, COME LO SONO STATI I NAZISTI A NORIMBERGA, L’ EUROPA DELLA CULTURA CLASSICA, DELL’ ILLUMINISMO, DEI DIRITTI DELL’ UOMO, RICONQUISTERA’ LA SUA DIGNITA’ PERDUTA PER AVER FATTO VIVERE NELL’ ORRORE DELLA PREDAZIONE DEI PROPRI AVERI, DELLA PERDITA DEL LAVORO DELLA DISPERAZIONE CAUSATA DALLA MISERIA E DALLA MANCANZA DI FUTURO, MILIONI DI CITTADINI, SENZA REAGIRE.

    CIVILI E FLORIDE NAZIONI EUROPEE HANNO VISTO LE GARANZIE COSTITUZIONALI VIOLATE, GLI EQUILIBRI PRODUTTIVI E SOCIALI DISTRUTTI, PER MANO DI UN MANIPOLO DI NOTI GIOCOLIERI DELLA FINANZA CHE UTILIZZANO LA CORRUZIONE DEI POLITICI , LA STAMPA ALLO SCOPERTO DELLA MONETA, IL CONTROLLO STRATEGICO DELLE EROGAZIONI A DEBITO TRAMITE LA BANCA PRIVATA BCE,PER DISTRUGGERE L’ EUROPA .
    Denunciati Herman Achille Van Rompuy e altri 4 esponenti per crimini contro l’umanità
    By Edoardo Capuano – Posted on 30 novembre 2012

    Herman Achille Van RompuyPremesso che questa denuncia (Penale) nei confronti di questi 5 criminali è stata studiata nei minimi dettagli per far in modo che non ci sia scampo o via d’uscita.

    La denuncia è stata accettata perché infrange il Trattato “Statuto Romano” in tutti i punti fatti presenti nella denuncia che corrispondono a quasi tutti i Trattati formulati e firmati sin dalla prima Costituzione del Trattato di Lisbona.

    La denuncia non è solamente indirizzata contro specifiche persone, ma contro tutti coloro che hanno firmato l’ESM/EMS, contro la riforma del Pacchetto Fiscale, contro la Troika e contro il “Piccolo cambiamento” del AEVU 136.3 (BCE/FMI/ Commissione UE) che è stato approvato in tempi record dalla maggior parte dei firmatari facenti parte alla UE, anche i componenti del nostro Governo sono nella lista degli indagati.

    Il materiale con le prove schiaccianti è stato raccolto e studiato minuziosamente in tutti i suoi dettagli per non dare al Procuratore Generale la Signora “Fatou Bensouda” la possibilità di poter rigettare la denuncia con false motivazioni o sbagli di crittografia, la denuncia è stata accettata senza batter ciglio dopo aver constatato che le motivazioni sono più che veritiere, vista la situazione in cui si trovano i cittadini Greci ormai senza risorse con la quale possono continuare a vivere una vita dignitosa e costretti alla violenza per potersi procurare le materie prime per sopravvivere.

    Non c’è bisogno di scrivere i nomi di questi 5 criminali e neanche di quelli nostrani, anche gli avvoltoi li evitano dato che li riconoscono dal puzzore che emanano già da 100 miglia di distanza.

    La denuncia è stata presentata da una coppia di coniugi Tedeschi e attivisti per i Diritti Umani: SARAH LUZIA HASSEL REUSING e VOLKER REUSING.

    LISTA DEI DENUNCIATI:

    1. Christine Madeleine Odette Lagarde, Geschäftsführende Direktorin des Internationalen Währungsfonds

    2. Dr. Angela Dorothea Merkel, Bundeskanzlerin von Deutschland

    3. Dr. Wolfgang Schäuble, Bundesfinanzminister von Deutschland

    4. José Manuel Durão Barroso, Präsident der Europäischen Kommission

    5. Herman Achille Van Rompuy, Präsident des Europäischen Rats”

    La coppia si è avvalsa delle testimonianze di cittadini Greci e dei giornalisti Georgios Trangas, Panagiotis Tzenos, Politici Antonio Prekas e del Politico Greco Dimitrios Konstantaras (Nea Democratica) che per diversi mesi hanno girato la Grecia sotto e sopra, hanno presentato denuncia contro le 5 persone sopra citate, anche il Tribunale Costituzionale Tedesco è sotto mira dato che già in due precedenti denunce (12-09-2012 / 26-09-2012) fatte dalla coppia Hassel / Reusing e dal signor Gauweiler le aveva rigettate aprendo un processo lampo senza darne le motivazioni, con questa nuova denuncia basata sul “jus cogent” alti diritti, anche i più scaltri Giuristi sanno cosa vuol dire e le chance di un rigetto sono NULLE, per questo il tribunale Costituzionale Tedesco ha deciso di riaprire i due casi chiusi in fretta e furia per non finire sotto processo come complice di Crimini contro l’Umanità, il Professore di Diritti Umani e conosciutissimo in tutto il Globo (Peter Michel Huber) ha assicurato alla coppia denunziante il totale appoggio di tutte le Organizzazioni Mondiali compreso il suo, logistica e mantenimento per tutto il periodo della disputa.

    I testi della denuncia:

    Pdf in Lingua Tedesca – web

    Pdf in Lingua Inglese – web

    Pdf in Lingua Greca – web

    Per chi vuole partecipare dimostrando Solidarietà a queste persone, può riempire il modulo che si trova nella pagina del Sito:

    Strafanzeige in Den Haag bei Internationalem Strafgerichtshof (IStGH)

    basta cliccare su: Stop ESM jetz a destra: Nome cognome, indirizzo Email, Professione

    ..e che qualcuno ce la mandi buona.

    Autore: Corrado Belli / Fonte: mentereale.com

    ALLEGATO DIMENSIONE
    englische-Version-Strafanzeige-IStGH2.pdf 265.37 KB
    Strafanzeige-deutsche-Version-IStGH.pdf 273.26 KB
    Strafanzeige-Griechenland-IStGH.pdf 149.07 K

  4. NELL’ ERA INTERNETTIANA I SEQUESTRI DEI CAPITALI ACCUMULATI DAI PREDONI DELLA FINANZA E DAGLI STAMPATORI DI MONETA-DEBITO, CHE HANNO ROVINATO INTERE NAZIONI, DEBBONO ESSERE SPESI PER RISARCIRE IL MANCATO SALTO QUALITATIVO CIVILE E CULTURALE DELL’ UMANITA’

    I PREDATORI DELLA FINANZA, CON ILCOLLAUDATO TRUCCO DEL DEBITO PUBBLICO HANNO RAZZIATO RICCHEZZE IMMENSE, GETTATO NELLE MISERIA E NELLA DISPERAZIONE MILIONI DI ESSERI UMANI INCOLPEVOLI, HANNO TRASFORMATO CONTRASTI COMPONIBILI CON PACIFICHE DIALETTICHE CONCETTUALI IN LOTTE FRATRICIDE DIFFONDENDO, TRAMITE SICARI SUPER ADDESTRATI, FALSE NOTIZIE ALLARMANTI PER AIZZARE GLI ANIMI E ARMARE LE MANI DEI PIU’ FACINOROSI CAUSANDO PUNTUALMENTE SANGUINOLENTE LOTTE FRATRICIDE.

  5. TRADITA LA SOVRANITA’ MONETARIA PREVISTA NELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA.
    ANCHE OGGI UN GRUPPO DI CRIMINALI STAMPERA’ BANCONOTE CHE NON SONO SONO FRUTTO DI ATTIVITA’ PRODUTTIVE O DI LAVORI SOCIALMENTE UTILI, MA DI SEMPLICE ATTIVITA’ TIPOGRAFICA, CIOE’ SENZA LA COPERTURA DI ALCUNA RISERVA CHE DIA CONSISTENZA ALLA CIFRA NOMINALE STAMPATA SULLA CARTA.
    MA IL PARADOSSO E’ CHE, QUESTA SEMPLICE CARTA STAMPATA DA PRIVATI CHE NESSUNO HA ELETTO, VERRA’ IMPOSTA IN PRESTITO AI CITTADINI ED AGLI STATI CHE DOVRANNO RESTITUIRLA CARICATA DI INTERESSI. DOPO AVERLA INVERATA CON LE PROPRIE ATTIVITA’ PRODUTTIVE ED I PROPRI AVERI.
    E’ POSSIBILE CHE UN POPOLO CHE HA IL POTERE DI STAMPARE LA PROPRIA MONETA SENZA INDEBITARSI CONCEDA A PRIVATI LA POSSIBILITA’ DI STAMPARLA PER POI PRENDERLA A PRESTITO ED INDEBITARSI ?
    PER L’ ITALIA E’ STATO POSSIBILE CON:
    – IL TRADIMENTO DELLA COSTITUZIONE E DEGLI ORDINAMENTI DEMOCRATICI DA PARTE DEI POLITICI;
    -CON LA CORRUZIONE DIFFUSA DELLE DIRIGENZE DEI PARTITI;
    -CON LA COLLABORAZIONE DEI GIORNALISTI PREZZOLATI ED ASSERVITI CHE OCCULTANO CON SISTEMATICA PREMURA OGNI SERIA INFORMAZIONE SU QUESTA INCREDIBILE DISTORSIONE E DANNO LA PAROLA A PROPAGANDISTI FIDELIZZATI AD ISTITUTI FINANZIATI PROPRIO DAGLI STAMPATORI DI MONETA-DEBITO. Francesco Miglino
    2

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here