Home Politica Fini in difesa della Costituzione

Fini in difesa della Costituzione

CONDIVIDI
fini

Fini in difesa della Costituzione

Dobbiamo commentare Fini e AnnoZero. Fini 2000 punti per me. Veramente finché è così, finché difende la costituzione, la repubblica gli sono grata. So che molti di voi non la pensano così ma per me tanto di cappello. Ha detto cose giuste e le ha dette con passione. Non dico che lo voterei ma ora lo rispetto senza se e senza ma. Dal pd sempre calma piatta.

Bersani altra figurina di cacchina con quel commento sullo spettacolo triste del litigio nel pdl. Questo volersi porre come esempi di buone maniere quando queste buone maniere direi che sono tutte da dimostrare non lo capisco. Non c’è altro da dire? L’hanno mai fatto loro un discorso in difesa della giustizia con quella forza? Io non me lo ricordo.

Berlusconi nero più nero del suo cuore, che bello spettacolo.

Santoro invece l’ho visto poco. So che ha fatto un ascoltone ma gli ospiti mi sembravano troppo tristi mi sono messa a chiacchiearare. Ne ho visto un pezzetto ma mi hanno detto che è stata una bella puntata. Per quello che ho ascoltato direi bella l’inchiesta di sicuro. La Carfagna con la faccia maciullata, aggressiva, sembra di vederla al bar dei fasci napoletani che da bacetti guardando da un altra parte. Che figura tristissima. E’ proprio la dimostrazione che chi bara arriva in alto ma non è felice. Che pena. Quando parla Renzi mi continua a sembrare di sentire Pieraccioni. Però mi hanno detto che poi si è animata. Me la vedrò on demand.

Ha fatto benissimo Gino Strada a querelare Il Giornale. Pensate a come si è ridotto feltri che di mestiere diffama in modo schifoso tutti quelli che si oppongono al suo padrone. Che destino miserrimo. Poraccio. Ma da ragazzo secondo voi se lo immaginava di finire a fare questo lavoro?

E Berlusconi che dice in sostanza a Fini ti lamenti de Il Giornale? Compratelo se hai i soldi. E’ un poveraccio pure lui quello che chiamano presidente del consiglio, se non fosse pericoloso farebbe pena, solo pena.

La diretta è stata per me una sorpresa, mi sono divertita e la rifarei anche subito. E’ bello sentirsi così vicini. Sembra di potersi abbracciare. La rifacciamo mercoledì prossimo e poi mercoledì prossimo ancora spero. Poi dovrò sospendere per andare a presentare il film in giro. Ma in futuro mi sembra un’ottima idea fare un’oretta di trasmissione così. non so perché non l’ho fatto prima.

Direi sempre dalle 21 alle 22. Se volete proporre argomenti prego fate pure.

Commenta questo post

51 Commenti

  1. Ciao, Sabina,

    mi è piaciuto molto assistere alla webchat dell’altra sera. Purtroppo non avevo fatto in tempo a registrarmi, così non ti ho potuto porre la domanda che ti rivolgo ora e che potrebbe servire da argomento per la prossima chat: “Perchè il PD non ha fatto un casino d’inferno sulla questione schede annullate in Piemonte, visto i pochi voti che dividevano Bresso da Cota e non ha annunciato ricorsi, anzi a Bresso hanno detto che ‘non era il caso’?” Cioè, perchè il PD sembra sempre correre in soccorso o, quanto meno, non voler danneggiare Berlusconi?

  2. ciao mi sono divertita a guardare la puntata registrata!

    putroppo io tutti i mercoledì lavoro alle nove e mi chiedevo: non è che si può fare un martedì invece del mercoledi?
    cosi per dare la possibilità a chi non può quel giorno magari di potere in un altro momento…

  3. Annozero è stato bello, come spesso succede. Il povero bersani è di un triste ma triste che Franceschini è una belva scatenata al confronto!
    Fini: ho sempre trovato (sin da tempi non sospetti) una somiglianza con d’alema! Entrambi fanno rotte strane, sono partiti da un punto e sono arrivati al punto estremo… vedremo se mai torneranno ai punti di partenza… se passano dal via ritirano venti dollari dal monopoli
    Se non altro sono politici. Ma detto questo, è un politico anche casini… sono persone che hanno scoperto la passione per la politica quando avevano i calzini corti, e poi hanno dimenticato la passione e sono diventati professionisti…
    Avevano grandi maestri. Mi ricordo che ho letto da qualche parte che nell’ottantadue, nell’aereo Presidenziale che ritornava a casa da Madrid, Pertini giocava a carte con D’Alema…
    E Casini con il gran capo Forlani… beh, erano i tempi che di Guzzanti ce n’era uno solo… rosso di sera…. Fini invece aveva come maestro Almirante, fascistissimo, ma con una gran parlantina!
    Io avevo quindici anni… insomma ‘sta gente sta in giro da un sacco di tempo!!!! Troppo!!!!!!!!
    Ma possibile che uno che ha quaranta anni o un po’ di più, oggi può fa il direttore generale o l’amministratore delegato… e se fa il politico è considerato uno troppo giovane???? Mo’ non è che Renzi mi faccia impazzire… ma almeno è una faccia nuova!!!
    Troppe parole… sorry… tanto domani parto… 🙂 ma mi collego per mercredì! Cià 🙂

  4. concordo pienamente sulla posizione di Fini, quando ha commentato il processo breve l’ho perfino applaudito, credo che ci voglia coraggio a prender posizione in questo modo, diciamocela tutta se prima aveva un posto privilegiato ora la sua poltroncina un pò traballa….
    e che dire della dichiarazione di Bossi?? “Siamo davanti a un crollo verticale del governo e probabilmente alla fine di un’alleanza, quella tra Pdl e Lega” … ci dobbiamo sperare?? io ingenuamente ci spero, magari questo governo si sbriciolerà sotto il peso delle incomprensioni interne, staremo a vedere ma è già una soddisfazione veder sparire il sorriso di mister B. dietro una maschera di odio, finalmente mostra il suo vero volto…
    La puntata di annozero è stata anche scioccante per il caso della mensa di Adro, da bresciana posso solo vergognarmi e assicurarvi che NON SIAMO TUTTI COSI!!!
    L’ignoranza e l’intolleranza di queste persone rispecchia solo una parte della realtà bresciana, la parte SANA prova orrore e ne prende le distanze!!!

    Per quanto riguarda la diretta è stata davvero una bell’ esperienza, molto divertente anche perchè gli spunti erano tanti…
    quando sarai disponibile per la diretta sicuramente non mancherò, l’ho anche riguardata registrata xchè l’altra sera ogni tanto si bloccava e mi son persa delle parti…
    Buona serata a tutti

  5. grazie per la serata di mercoledì anche tu sei così molto più vicina a noi che ti apprezziamo buon lavoro e spero di vedere presto il film

  6. Su Fini vorrei soffermarmi un attimo, perché credo che ce ne sia bisogno. Anch’io, come tanti approvo quasi tutto quello che dice da un anno a questa parte, ce ne fossero di più di persone così, a destra. Ma pensateci un attimo, davvero due anni fa quando è nato il PDL non aveva capito che sarebbe stata un’annessione, che molti dei suoi non l’avrebbero mollato per un padrone più ricco e potente? Io, che non conto un accidente, avevo immaginato esattamente questo scenario e lui invece, che passa come uno dei politici più intelligenti su piazza, è rimasto con il cerino in mano. Insomma, prima di scaldarci troppo stiamo a vedere perché mi sa che la sua intelligenza strategica è un po’ sopravvalutata.

    Nel caso che nel prossimo futuro, lui e i suoi dessero segnale di volersi smarcare davvero dalla scellerata politica di B. il centro sinistra non dovrebbe esitare un momento a cercare un contatto per stabilire almeno un fronte di obiettivi condivisi da portare avanti in qualche modo.

    Detto questo, Cara Sabina ti saluto
    un tuo fan dai tempi di Avanzi.

  7. Io questa infatuazione per fini proprio non la capisco , fini si crede furbo a fare il grande difensore della costituzione , della laicita’ , ecc , crede di raccogliere i voti dei sinistrati e il guaio e’ che lo fara’ , ma e’ un falso , uno squallido anche umanamente , d’alema a confronto e’ un gigante , il che e’ tutto dire .

  8. Fini in questo momento sta dicendo semplicemente delle cose sensate, cosa abbastanza rara di questi tempi.
    Dissentire su alcune posizioni assunte dal governo, ci sembra che debba essere normale in una democrazia, senza dover subire bastonature mediatiche o minacce di epurazione.
    In una democrazia, già, non in una monarchia assoluta, qual è il pdl.
    Fini ha avuto il merito di dire ‘il re è nudo’ e gli ha proprio tolto il sorriso al povero b. Sì, sì, era proprio nero.
    Ci resta una perplessità: Fini non aveva di certo salutato in modo positivo il famoso discorso del predellino. Parlava di ‘comiche finali’.
    Poi ha cambiato idea.
    Ma era abbastanza chiaro che avrebbe perso la sua leadership, che era una sorta di annessione.
    Che si sia reso conto che l’ennesimo rospo da ingoiare (bossi che detta l’agenda di governo) era troppo grosso?

    L’idea della diretta è stata bellissima: una chiacchierata tra amici molto divertente.
    Ci ha fatto sentire tutti molto vicini.
    Grazie a Sabi e a tutti 🙂
    A mercoledì!

  9. E soprattutto sei molto sexy! Potresti essere una super cam-girl 😉

    Riguardo a Fini, il problema è che cambia idea spessissimo e qualche volta, per la legge dei grandi numeri, ci acchiappa. Avrà pur ragione adesso, ma cosa penserà in futuro??

    http://www.preti.blogspot.com

  10. Ciao. Sono andato sul “sito” di annozero e ho guardato la puntata su La Legge Der Piu’ e ho trovato il presentatore okay e’ il ministro che mi lascia perplesso al minuto 13:20 circa. La prima motivazione fornita sulle Bozze portate al Presidente d’Italia, con il problema esplicitato dal presentatore, a quel punto il ministro invitato ha spiegato come e’ nato il popolo dele liberta’, il ministro prima digredisce con un …”Non mi piace” (…”e qui mi assumo le responsabilita’ dei miei errori come ministro d’Italia”) …”il metodo con cui la trasmissione ha descritto il Presidente del Consiglio”. Il ministro al minuto 16:56 spiega al presentatore ancora una volta come fare giornalismo e io vorrei solo puntualizzarlo!

  11. Che tristezza…..siamo arrivati veramente alle cozze…ma calma…riflettiamo….pacchetta sulle spalle a Fini?…..Ma dico….:quel fascista di merda?
    Da antifascista militante,quale sono, certi” lussi” non me li posso permettere.
    Tanto di cappello?
    Ti prego di riflettere.Quello che ha fatto quel paraculo non e’ difendere la costituzione italiana ma i propri interessi e quelli della SUA destra!!!!!!!SABINA DAI!!!!!!!: GIANFRANCO FINI!!!!!!!!!!!!!!!Devo veramente illustrare qui i come ed i perche’?Quello non vuole un paese migliore per me e per te,stanne sicura!
    La legge bossi fini sull’immigrazione!!! Quella fini giovanardi sulle droghe!!!Ecc..ecc…
    Secondo me non e’ saggio da parte tua Sabina, elogiare pubblicamente un personaggio come Gianfranco Fini.Pensaci e rivediti “l’arte della guerra” Sun Tzu.
    Capisco la primavera ,i fiori e l’allergia al polline,ma insomma…..!!!
    “Sono convinto che l’intuizione mussoliniana di una terza via al comunismo sia ancora attualissima”…….(Gianfranco Fini)
    E ho detto tutto.
    Ah:buon 25 aprile a tuttei .Siempre.
    libera-mente
    utar

  12. Desidero porre in risalto che ho apprezzato questa iniziativa di Fini, invece di usufruire di tutti i vantaggi dello status quo intrinseci alla sua posizione, con coraggio e risolutezza ha affrontato su temi delicati, dal diritto di dissentire, ad una maggiore democrazia interna ad un partito,… un ben noto personaggio, che da tanti anni è onnipresente, in particolare su determinati giornali e tv.

    http://www.giovannivolpe.it Il Blog di Giovanni Volpe – Osservatorio Lavoro. Persone e Società.

  13. Avvertenza: tutti i testi citati si debbono all’attuale Presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini. Essi sono dedicati agli italiani di memoria labile.
    1) Opinioni di Fini sul fascismo e Mussolini (1987-1992)
    Con la formula “Fascismo del Duemila” intedo dire che nei confronti del fascismo non vi puó essere solo nostalgia o rimpianto, legittimi in chi l’ha vissuto, ma patetici per chi è nato dopo….Per questo ho scritto di segreteria “post-fascista” in termini anagrafici… Il fascismo è stato una grande intuizione politica, non completamente attuata, che contiene risposte convincenti ai problemi del nostro tempo… Il fascismo aveva intuito che l’uomo è al centro del divenire e non puó essere assoggettato a logiche materialiste. Il fascismo aveva anche capito che Stato e Nazione non possono essere separati e che i problemi del mondo del lavoro non si risolvono con il capitalismo nè con il comunismo. Sono ricette valide anche per l’Italia d’oggi. Questo è il fascismo del Duemila. (“Il Secolo d’Italia”, 18 dic. 1987)
    Un sogno per la società italiana
    Ho registrtato la volontá collaborativa di molti camerati giovani e meno giovani… Cercheremo di attualizzare il nostro sogno, dimostrando che nel fascismo ci sono elementi validissimi per la societá italiana… Nessuno puó concepire il fascismo come un inferno calato sull’Italia. (“La Repubblica”, 15 dic.1987)
    Radici profonde
    Non fritengo che sia un paradosso per il Msi, così legato alla sue radici, avere un Segretario nato nel Dopoguerra. Vuol dire che quelle radici sono feconde, e che ci sono nuove generazioni che credono nella concezione della vita e nella visione del mondo che fu del fascismo. (“Il Secolo d’Italia”, 11 marzo 1988 )
    L’intuizione mussoliniana di una terza via
    Sono convinto che l’intuizione mussoliniana di una terza via alternativa al comunismo e al capitalismo sia ancora oggi attualissima… Il nostro compito è quello di attualizzare, in una società post-industriuale alle soglie del Duemila, gli insegnamenti del fascismo che con la Carta del Lavoro del 1926, l’Umanesimo del Lavoro di Gentile e i 18 Punti di Verona della Repubblica sociale italiana ha lasciato un testamento spirituale dal contenuto profondamente sociale, dal quale non possiamo prescindere. (“Il Secolo d’Italia”, 1 aprile 1988 )
    Il mio fascismo
    Il Msi si é sempre schierato fin dall’inizio per l’interpretazione, attualizzandoli, degli ideali del fascismo, per farli vivere in questa nostra società. Oggi il Msi continua su quella strada…Noi siamo oggi in Italia la destra, una destra autenticamente fedele alle origini… Il mio fascismo, che è quello di coloro che sono nati dopo la guerra, è soprattutto una concezione della vita tesa a porre l’uomo al centro del divenire. È una organizzazione sociale per superare il capitalismo e il comunismo… Questo è il fascismo del Duemila, tutto il resto oggi non ha significato, e certamente non puó essere giudicato in termini politici ció che appartiene alla Storia… Noi abbiamo soltanto questa presunzione: di non rinnegare il passato e di coglierne gli aspetti positivi… Io non voglio tagliare le mie radici, non per calcoli politici, ma perchè questa è l’essenza del Msi. (“Il Secolo d’Italia”, 25 maggio 1988 )
    Fascismo, libertà e pluralismo
    Il fascismo coniugato con la libertà e con il pluralismo costituisce nell’attualità il punto essenziale di riferimento per un partito che, come il Msi, intende rinnovare l’Italia senza complessi verso la Storia nazionale. (“Il Secolo d’Italia”, 13 giugno 1989)
    Niente abiure
    Nessuno può chiederci abiure della nostra matrice fascista… Non si capisce appieno il Ventesimo secolo e quel che accadde all’Est, se non si comprende la natura del fascismo. (“Il Giornale”, 5 gennaio 1990)
    Mussolini: una figura necessaria
    Il pensiero e la figura di Mussolini sono un riferimento di carattere storico e per certi aspetti di carattere politico non soltanto indispensabile al Msi, ma necessario all’Italia per capire se stessa e riconciliarsi con la sua storia. (“Il Secolo d’Italia”, 5 febbraio 1992)
    Il merito del fascismo
    Se nel 1922 il nostro Paese non divenne una repubblica sovietizzata, il merito fu del fascismo. (“Il Secolo d’Italia”, 29 marzo 1992)
    Una Piazza per Mussolini
    L’identità ideologica del Msi si manifesta anche nei rituali (come il saluto romano). Ma il Msi fa politica e non si ferma ovviamente ai rituali. Mussolini sarà consegnato alla storia soltanto quando gli antifascisti avranno accettato di confrontarsi serenamente e senza pregiuidizi con il suo pensiero e le sue opere.In quel momento non penso però che Mussolini sarà appeso ad una parete come un quadro. A lui, come Cavour, Mazzini e Garibaldi, saranno intitolate piazze e monumenti. (“ Il Giornale”, 19 ottobre 1992)
    Post-fascismo: non rinnegare, non restaurare
    Il Msi rappresenta una destra neofascista? Io credo in tutta coerenza che il fascismo sia consegnato ormai in modo irreversibile alla storia e al suo giudizio. Nessuno ci può chiedere di rinnegarlo nel momento in cui diciamo chiaramente che non vogliamo restaurarlo. Siamo anche noi, come tutti gli italiani, non neofascisti, ma post-fascisti. (“Il Secolo d’Italia”, 12 dicembre 1992)
    POST FASCISTI
    POST FASCISTI
    POST FASCISTI
    oopsss….
    utar

  14. anche io apprezzo Fini e quello che sta facendo! ma è già da un po che si respirava quest’aria…ma era qui che avevo letto che gli stati uniti vogliono fare fuori berlusconi per la sua vicinanza con putin, e appoggiano quindi fini? non sarebbe male come ipotesi…probabilmente era già tutto calcolato da tempo, e quel poveraccio di b pensando alle sue stronzate, insieme a quei dementi della lega, non se n’era manco accorto…mica male come scenetta!
    feltri sembra il fratello scemo di mughini. ieri su un programma abbastanza brutto su raidue, che si chiama mi sa “l’ultimaparola” diceva che fini piace alla sinistra perchè ha dato del pirla a b. punto. non perchè difende la costituzione, lo stato, o quantomeno fa dei discorsi chiari, lineari, con i quali ci si può anche confrontare.
    quello che gira in tv, compresi questi cadaveri, sembra tutto la parodia di tutto…è incredibile come i dibattiti scndano ad un livello di idiozia altissimo, caricaturale e insostenibile! per questo daje co la diretta!!! : ) saluti… io quando vai in diretta commento con il nome di PieroSoulfiero…buon fine settimana a tutti/e!

  15. Alla vigilia del 25 aprile…

    A Mogliano per disposizione del sindaco non si potrà cantare Bella Ciao alle celebrazioni del 25 aprile.
    A Montichiari non si possono tenere le manifestazioni per il 25 aprile e 1 maggio, perché ritenute manifestazioni di partito.
    E Cirielli, presidente della provincia di Salerno, dice che si devono festeggiare solo gli americani, non i partigiani, perché fosse stato per loro, avrebbero instaurato la dittatura comunista in Italia.
    E vergognoso come si stia continuando nella volontà di cancellare la nostra storia e di denigrare la memoria di quanti hanno lottato e sono morti per la libertà.

    E intanto il 19 di aprile al Cimitero Maggiore di Milano si è tenuta una messa in onore di mussolini (?!?!?!), celebrata dal prete forzanovista don giulio tam, che ha celebrato in latino e ha esortato la folla a seguire l’esempio del compianto.
    L’apologia di fascismo è ancora reato, o ci sfugge qualcosa? Che vergogna!

    ‘Ancora una volta tutti noi siamo chiamati a stringerci attorno ai Partigiani… ancora una volta ad urlare parole di Libertà, uguaglianza, diritti… Ancora una volta a scendere in piazza in tanti per difendere ideali che qualcuno vuole stravolgere, falsificare e dimenticare… Ancora una volta tutti in piazza il 25 aprile, contro le provocazioni, contro chi concede spazi e mezzi a questi rigurgiti di dolorose memorie di un passato che non deve più tornare. Allora… se a volte ritornano… sta a noi, tutti insieme ricacciarli lì in quelle oscure piaghe di una orrenda malattia, di un terribile e folle errore storico che si chiama fascismo.’

    anpibarona.blogspot.com/2010/04/con-difficolta.html

  16. un abbraccio a giano.
    Sabina Guzzanti a questo punto se ci sei batti un colpo.
    W LA RESISTENZA CHE NON SI CANCELLERA’ MAI!!!
    NESSUNA RICONCILIAZIONE!!!!
    utar

  17. 🙂 utar
    purtroppo è vero:

    Il raduno nazi-fascista con il patrocinio (e i soldi) del Comune di Milano
    ilnichilista.wordpress.com/2010/04/16/il-raduno-nazi-fascista-con-il-patrocinio-e-i-soldi-del-comune-di-milano/

    Al Cimitero Maggiore una messa per Mussolini
    milano.xcitta.it/node/8326#/uploads/imagecache/percitta_news_large/pictures/DSCN2087.JPG

    un abbraccio anche a te 😉

  18. Ciao a tutti, bella serata mercoledì e grande la proposta di ripetere l’esperienza.
    @utar quoto ogni tuo scritto, ma oggi i nuovi Fascisti sono il Ber-Losco e Bossi che vanno combattuti con ogni arma perciò W Fini ( lasciamo che il verme scavi per benino all’interno del Pdl).

    Al tempo del predellino ci eravamo fatti un’idea del cambio di strategia di Fini e giovedì–ma non solo–ne abbiamo avuto conferma e cioè che la strategia di entrare nel Pdl non era di Fini–che aveva altre mire–ma dei suoi colonnelli–ora se vediamo traditori per un piatto di lenticchie.
    Non a caso i vari Gasparri, La Russa, Matteoli, Alemanno si sono schierati apertamente col Ducetto di Arcore, perchè è quello che rappresenta meglio i loro ideali Fascisti!!

    Noi, la sx, gli antifascisti ci dobbiamo fare un bell’esame se a contrastare Ber-Losco ci sia solo un Fini…Ok d’accordo D’Alema–Veltroni hanno distrutto la sinistra, ma solo loro? le varie scissioni tra Rifondazione, Comunisti Italiani, SeL queste nn aiutano al mantenimento del potere i nuovi fasci? Ci Siamo Dimenticati LA PIAZZA!!!
    Perciò su Fini siamo con Sabina perchè oggi chi vuol cambiare la Costituzione è B&B (che non è un BED & BREAKFAST) e chi difende la Carta è un Grande!!

    @Annozero:
    La puntata, per la verità un poco moscia, ci è cmq piaciuta specialmente nelle interviste esterne al Sindaco Razzista di Cittadella, al Sindaco Razzista di Adro
    allo sciame xenofobo della scuola “anti-pasto” sempre di Adro.
    Il Grande Sandro Ruotolo che da degli intolleranti, e nn solo a quello “Sciame”
    La Carfagna, tanto per parlare di Mignottocrazia a fatto una figuraccia da scolaretta…indifesa e indefessa!!
    Il problema era che venivamo da una Guerra Punica del Pdl pomeridiana e l’eccitazione era talmente tanta da far sembrare moderato persino Santoro!!

    @Cinzia82 e che dobbiamo dire allora noi che abitiamo a “100 passi” dal Ducetto? Siamo abituati alle lotte pur essendo spesso in minoranza con forze politiche di minoranza, con partiti anche di sx che ti fanno sentire un pericoloso estremista.
    Ecco perchè capiamo benissimo l’emarginazione, la censura e l’isolamento coatto che ha subito Sabina (e non solo lei)

    VOGLIAMO SABINA ALLA RAI!!! è un suo diritto, è un nostro diritto
    Ciao a tutti ed a Mercoledì

  19. @elypier:io non ho lo stomaco per dire VIVA fini.No….Proprio no.Gianfranco Fini non fa’ parte del mio arsenale contro il propagarsi delle idee della destra.Moderate e non. IL FINI NON GIUSTIFICA I MEZZI IN QUESTO CASO!(perche’ non ci sara’ un fine al berlusconismo una volta caduto il feticcio di arcore,ma una progressione -regressione alle idee del partito popolare europeo.Di cui il “caro “Gianfranco “vorra’ essere l’italico condottiero.E questo e’ uno schifo.)
    Non vi fate abbindolare!!!!!!
    Lasciare che si scannino tra di loro va bene….ma tutto qui …..ecco…..poi basta!
    Vi prego di rimanere lucidei il piu’ possibile di questi tempi grigi,e sopratutto di NON ABBASSARE MAI LA GUARDIA!!!
    A meno che non vi piaccia di prenderle dritte sul muso.Allora…….auguri……..!
    utar

  20. ei utar, giusto per chiarire la cosa. mi sa che stai fraintendendo un po’ . Penso (anzi ne sono certo) che qui dentro nessuno e fascista! e nessuno voterebbe fini!! per quanto mi riguarda apprezzo quello che ultimamente (non parlo del passato, o delle leggi che portano il suo nome) ha detto e fatto.semplicemente perchè lo condivido. e perchè l’idea che ci sia una nuova destra che conosca quantomeno l’italiano e la grammatica, non mi dispiace, anzi! non posso che sperare che anche a sinistra si tolgano dai coglioni tutti sti dalemini e si ricominci a fare politica vera. paradossalmente fini ha avuto le palle di dire quello che franceschini e co. hanno sempre nervosamente ansimato…finalmente uno scontro frontale c’è stato. e proprio in merito a sun.tzu che citavi prima, come strategia questa è la migliore. il simile scioglie il simile…forse è l’unico modo per dare la morta politica al berlusconismo…anche se è difficile..

  21. Ciao Sabina, ti stimo tantissimo e penso che sareste una coppia stupenda in uno show satirico tu e luttazzi, ho appena visto la diretta in streaming di mercoledì e mercoledì prossimo sarò sicuramente in collegamento su Justin a guardare la tua diretta (ti faccio anche un pò di pubblicità perchè di questa cosa io fortunatamente ne sono venuto a conoscenza per caso ma penso che moltissime persone che ti stimano vorrebbero saperlo perchè è una cosa alquanto innovativa quella della diretta tv in streaming ed è da sfruttare al massimo perchè le epoche cambiano e come i nostri predecessori avevano le radio libere noi abbiamo le tv in streaming libere, fino a quando non le chiuderanno e berlusconi ci ha fatto già un pensierino perchè vanno a disturbare il suo monopolio televisivo, comunque per quello che posso fare informo un pò di gente della tua diretta) e a interagire con te, non vedo l’ora di guardare il tuo nuovo film. un bacio, ciao.

  22. @lupieru:primo io non ho dato del fascista a nessuno.Conosco questo blog dalla sua nascita e modero il forum dello stesso da qualche anno,conosco chi lo frequenta,chi lo arricchisce e chi lo disturba.Quindi non diciamo ovvieta’.Qui nessuno e’ fascista altrimenti non sarebbe il benvenuto.E questo e’ chiaro.Dico invece tutt’altra cosa: Fini contesta b.non per difendere la costituzione ma per difendere esclusivamente i suoi interessi personali e le sue ambizioni da leader di una destra europea(ppe).Chi non vede questo oggi,sempre secondo il mio modesto avviso,e’ semplicemente miope.
    Miope si’ perche’Fini non sta’ concedendo nulla a nessuno di noi ,anzi sta allargando il suo consenso e basta.
    Vi invito alla riflessione,amiche ed amici,ed a non perdere un punto di vista obbiettivo ,di sinistra,sulle questioni INTERNE alla destra che rimangono solo e semplicemente QUESTIONI INTERNE ALLA DESTRA!!
    Ne’ piu’ ne meno. IN BREVE NON HO BISOGNO DI UNA DESTRA CHE SAPPIA LEGGERE E SCRIVERE (come scrivi tu lupier)NE’ DI UNA DESTRA ANALFABETA.NON HO BISOGNO DI NESSUNA DESTRA E BASTA!!
    Si scindano,si spacchino si inculino a sangue.Facciano pure.La mia lotta ed il mio impegno non passano di certo per le beghe di palazzo.Forse ,oggi,sto’ anche sprecando troppo tempo pensando e scrivendo su tutto cio’,ma automaticamente ,da qualche decennio a questa parte,quando si avvicina il 25 aprile mi sento irrimediabilmente triste.
    E ne ho tutti i motivi.
    utar

  23. utar..ok non sapevo fossi il moderatore di questo forum! non mi sembrava più che altro, sai com’è anch’io lo leggo da un po’ di anni e ogni tanto ci scrivo,ma non mi ricordo di te.volevo solo farti presente la mia posizione, e cioè che so benissimo chi è fini e da dove viene. so benissimo cosa è il fascimo e cosa sono le destre italiane. tutto questo però non c’entra niente con la mia personale felicità nel vedere che un uomo politico si ribelli a b. pubblicamente. e per di più uno del suo partito.poi diciamo che neanche io ho “bisogno” di una destra, ma neanche di una sinistra francamente. soltanto che tornare ad avere politici in parlamento (di ogni schieramento) che parlino di costituzione e non siano pidduisti, e rispettino la repubblica e la legge non può farmi che piacere.
    detto questo mi sa, scusa se te lo dico, che le ovvietà le dici tu. è chiaro che fini ha i suoi interessi per fare quello che fa, come ce l’hanno tutti. ci mancherebbe altro.
    qui c’è gente che non è triste solo quando si avvicina il 25 aprile…ma tutti i giorni..
    saluti

  24. comunque mi sa’ che abbiamo trovato uno degli argomenti da proporre per la diretta sul web di mercoledi’ prossimo….no?
    @lupier :quando scrivo: “IN BREVE NON HO BISOGNO DI UNA DESTRA CHE SAPPIA LEGGERE E SCRIVERE (come scrivi tu lupier)”….non volevo essere ironico ….con “come scrivi tu”intendevo come scrivi tu nel tuo post precedente…..
    utar

  25. @lupier:preciso : modero il forum del sito di Sabina Guzzanti.Ove tra l’altro invito tutti a partecipare scrivendo articoli e quant’altro.L’invito e’ valido anche per miopi astigmatici e strabici…….
    utar

  26. Fini è ovviamente il meno peggio, ma teniamocelo stretto se le altre cariche di garanzia sono Napolitano e Schifani ..

    Vero che Fini ha ricordato in una botta sola giustizia/conflittodinteresse/xenofobia/ecc. cose che vorremmo dal PD,
    PD che pensa queste cose, ma non ne fa una bandiera perchè sono convinti che agli italiani “non interessa” e “c’è benaltro”, facendosi quindi condizionare dalla scaletta che fissa la propaganda di Silvio …

    Comunque era troppo divertente vedere FINI nella fossa dei berlusconiani pronunciare la parola “legalità” e tutti intorno cominciavano a lamentarsi ..
    andrebbero studiati in laboratorio: Fini che arriva e pronuncia “tette!culi!evasionefiscale!” e tutti che applaudono e si commuovono, poi di colpo “legalità!” e tutti che tornano ad immusonirsi di colpo …

    p.s.
    Bella la videochat! ma alle nove è troppo presto per la diretta! Famo alle dieci!

    Ciao, Forza Sabina!!!

  27. Penso di essere fondamentalmente d’accordo con utar, ma lo sono meno con certe sue frasi “A meno che non vi piaccia di prenderle dritte sul muso.Allora…….auguri……..!” , si tratta di modi è vero, ma anche di non rischiare di cadere nella miopia, a cui tu stesso accenni, ma di segno opposto…
    ci sono effettivamente due aspetti della questione Fini. Uno riguarda il suo passato fascista e l’altro riguarda il suo “presente costituzionale”. A mio modesto avviso sarebbe sbagliato non considerarli entrambi. Fa bene utar a ricordare la storia missina del presidente della camera ma fa bene anche sabina a ‘vedere’ la contingente utilità delle sue posizioni odierne. Purtroppo la politica italiana è quella che è, e se Fini, per suoi interessi personali, con scarsa coerenza, e finta purezza, inizia a mettere i bastoni tra le ruote al padrone ben venga..
    questo non vuol dire ovviamente abbandonare l’idea di un progetto d’alternativa in cui Fini, secondo me, non ha cittadinanza alcuna, altrimenti la parola “alternativa” perderebbe inevitabilmente significato.
    Quindi non credo si commetta un errore nel vedere con interresse, il suo rispetto, odierno, per la legalità e la carta costituzionale, soprattutto nel l’ ottica in cui produce un deterioramento interno al “corpo del sovrano”. Piaccia o non piaccia, quel fascio di Fini sta logorando Berlusconi. Dopodichè mi guarderei bene dal santificarlo, o degnarlo di eccessivo rispetto. Perchè sarebbe anche sciocco non vedere la strumentalità delle sue posizioni. Fini, secondo me, fiuta il vento. È stato il più grande alleato di Berlusconi, da sempre. Quello che oggi è la Lega, era ieri AN. Chi può conoscere meglio di lui Silvio Berlusconi? Come poteva pensare che il PDL sarebbe stato altro da quello che è oggi? Il fatto che lui faccia finta di cadere dalle nuvole, è alquanto ridicolo. Come è stato ridicolo quando si è alzato in piedi durante la Direzione del partito per far vedere la sua opposizione interna a uso e consumo delle telecamere presenti.. Berlusconi è da un anno che nonostante i successi elettorali, dovuti molto al conflitto di interessi, è in fase calante. Dallo scandalo noemi-veline-veronica fino ad arrivare a lodoalfano-mills-bertolaso-protezionecivilie. Il nostro ducetto è screditato al di fuori della nostra italietta teledipendente, è deriso da tutti. E Fini lo sa. Cerca solo di lasciare la nave prima che affondi. E noi, che ci reputiamo spesso osservatori più attenti e smaliziati di altri, o comunque meno propensi a farci abbindolare “dalle armi di distrazione di massa” (grazie sabina di questa splendida definizione), dobbiamo essere pronti a cogliere l’importanza del momento e allo stesso tempo non farci promotori di un signore, che ai tempi del G8 di Genova sedeva nella sala operativa della questura..
    in definitiva dobbiamo essere bravi noi a utilizzare Fini per quel poco che ci basta, e non viceversa. Le pulci al suo concetto di legalità e democrazia le faremo a tempo debito, se ci andrà, (l’evoluzione della dx è ben accetta) ma sicuramente chi è di sinistra, quella vera, non ha bisogno del suo contributo. La Costituzione italiana nasce dalla Resistenza partigiana e non certo grazie ai repubblichini. Ricordiamoci il discorso di un ex finiano doc come La Russa, il 25 aprile scorso..

    insomma, forse i pensieri di utar e sabina possono integrarsi…

    cià 😉

  28. Dico solamente questo in sostanza :credo che oggi come ieri bisogna realmente preoccuparsi di non essere solo UN RISULTATO DEI LORO DIVIDENDI.Potrei dilungarmi con cento righe ancora,ma ve lo risparmio,vi invito solo a riflettere sul maiuscolo sopra scritto.
    utar

  29. A noi sembra che diciamo le stesse cose…cambia il sugo cambia la salsa ma è cmq la stessa cosa, se ci preoccupiamo di una virgola o una parentesi o di un W (in senso ironico) allora è finita, possibile che dobbiamo sempre rincorrerci a sinistra?
    Cmq l’ultima su Fini…mettere insieme temi come “La Legalità” “La Democrazia interna al Pdl” “I Diritti agli Immigrati” ed il tutto sbattuto in faccia al Monarca non è cosa da tutti…specialmente fatte internamente al loro sistema.
    Poi è chiaro con Fini e i loro Giannizzeri neppure un caffè, fa piacere solo il risveglio dal lungo letargo, tutto qui!
    Ultima osservazione “LA TRISTEZZA”……!!! NO!! nn siamo d’accordo, il 25 Aprile si festeggia cantando Bella Ciao magari in Piazza con chi si vuole ma gioiosamente,
    c’è sempre qualcosa per cui RESISTERE, magari incazzati ma col sorriso, non andiamo mica ad un funerale!! E’ LA FESTA DELLA LIBERAZIONE!!!
    E domani, come ogni anno, saremo in Piazza del Duomo…Buon 25 Aprile a tutti.

  30. Ciao Sabina.
    Da sempre stimo Fini (forse + di Bersani & C.) sebbene appartenga ad un’area politica a me avversa, così come disapprovo i suoi ripetuti compromessi pur di guadagnarsi una poltrona. Le sue alleanze infatti gliel’ho sempre viste troppo strette per la sua statura.
    Allo stato attuale sono un’anarchica … inutili le spiegazioni tranne una: e chi se ne frega di appartenere a qto Stato così come viene concepito e gestito?
    E non da adesso, ma da sempre. A ben guardare il nano non fa nulla di diverso dai P. U. (e dalle caste) che si sono succeduti in tt qti decenni, sta solo tirando le somme con la faccia da tola che si ritrova grazie a quella metà di italiani disonesta da sempre verso l’intera collettività
    .Tornando a Fini, mi dispiace per lui ma secondo me non ha futuro in qto governo, presto verrà ridotto ad un mero USA E GETTA dal siur padrun.
    Tanto più ora che sa di essere vicino al traguardo e per la felicità di un pazzo demente come Licio Gelli.
    Ciao e buona domenica (di 25 aprile) a te a ai tuoi visitatori.

  31. Fini: è un politico. Di destra. Sta tentando da anni di sdoganarsi per arrivare al potere (ed insiema a lui personaggi come Gasparri, La Russa… gente che il Lombroso li avrebbe immediatamente condannati!!!!).
    Poi fa una fesseria enorme: per paura di perdere le elezioni sale sul predellino. E ha perso il partito. Gli sono rimasti pochi fedelissimi (tra l’altro anche Pisanu sta dalla sua parte… ah, ‘sti vecchi democristiani… ). I quali se non altro fisicamente sono più accettabili (Urso, Bocchino… miii che nome, entrambi napoletani!!!)
    Insomma, sono in una fase che rimpiango i democristiani!!!! pensa te!!!! Era meglio morire democristiani che vivere sotto Berlusconi e la P2!
    Ora, le cose che dice Fini sono significativamente giuste! Il punto è che lo fa solo per riprendersi un pezzo di partito e magari poi allearsi con Rutelli (già gongola), Casini, Tabacci (e magari Cirino Pomicino, Ciriaco De Mita, Enzo Scotti… gente che sta ancora in giro, e che conta ancora!!!!)
    Intanto si scopre che elogia Tremonti. Giulio (ecco un altro Divo?) che si scopre che a Marzo era dal Papa in visita privata insieme con il Presidente dello IOR (ve lo ricordate Marcinkus?). Intanto Dell’Utri si fa i fatti suoi e mi sembra di nuovo il Padrino parte III.
    Infatti non capisco bene che c’entra la Sicilia…. o forse lo capisco….Schifani è considerato il vero boss del PDL in Sicilia, con buona pace di Micciché (com’è finita la storia della coca a proposito?) e di Lombardo (che parla di attacchi personali in relazione alle sue vicende). Per capire veramente bisognerebbe essere siciliani, magari Camilleri ce lo potrebbe spiegare!!!!
    Ma siamo nel 2010!!!! Allora?? Cosa arriva dopo???
    Fini + Casini + Lombardo + Tabacci + Rutelli + personaggi vecchi e nuovi come la Binetti = nuova DC?
    E che fine fa la mia Rosy Bindi?
    La sinistra… non esiste! Di Pietro per me è di destra! Ma Fini non si allea con lui, sennò Casini non potrebbe mai abbracciarlo!
    Un’altro spunto di riflessione: malauguratamente il ns Presidente dovesse passare a miglior vita, diventa Schifani il presidente? O mio Dio! Signore salva e proteggi sempre Giorgio nostro!

  32. Solo per precisare che l’attuale presidente dello IOR ovviamente non è Marcinkus e per scusarmi degli eventuali errori di ortografia e di costruzione grammaticale… sto scrivendo di getto (non sto neanche comodo) 🙂 cià

  33. Le donne italiane non si meritano la Carfagna.
    Sarebbe bello andarci a letto e dover essere costretti a pensare alla Serracchiani per poter mantenere l’erezione.

    Un abbraccio di conforto a tutte le donne: arriveranno anche per voi tempi migliori e, a quel punto, anche per noi uomini

  34. Completamente d’accordo su Fini, Sabina.
    Io credo che Fini abbia un po’ peccato d’ingenuità, fino ad ora. È questo che mi stupisce di piú, considerando che non si può negare la sua intelligenza. Probabilmente pensava che, in fin dei conti lui ha 20 anni di meno del berlusca, il quale ha la bellezza di 73 anni e che quindi si sarebbe trovato bell’e fatto il grande partito della destra, essendo lui il delfino. Piccolo particolare, Berlusconi è un imprenditore e non un politico. Con lui questi calcoli non funzionano. Il partito è una delle sue aziende, e l’Italia pure. Licenzia, sposta, promuove e rimuove chi e quando vuole. E perchè produca quello che per lui deve produrre è disposto anche a rischiare di vendersi il Nord. Arrivato ad oggi, con la Lega che ormai fa i cavoli suoi e Fini viene a sapere delle proposte di riforma solo piú dai giornali, evidentemente s’è svegliato e si è reso conto che a forza di aspettare sarebbe morto politicamente.
    Il percorso che ha fatto negli anni, ad ogni modo è lodevole, essendo passato dal fascismo al liberismo. Niente da ricriminare sul passato; del resto anche dall’altra parte c’è chi aveva la foto di Stalin in studio; ad ognuno il suo: l’importante è maturare. Oggi potrebbe essere un ottimo leader di una destra europea. E Berlusconi si troverebbe vittima del suo stesso gioco, creato apposta per governare in eterno (lega al nord, AN al sud), essendo schiacciato dai due suoi stessi poli.
    Certo che realizzarlo non gli sarà facile. Al momento rischia di essere divorato. Speriamo in bene, Per il paese, più che altro.

    La Carfagna se l’è cavata bene, per essere quello che è. Le doti orali ce l’ha di sicuro, del resto… 😉

  35. Jeff caird scrive: “Il percorso che ha fatto negli anni(fini), ad ogni modo è lodevole( boh…se lo dici tu….), essendo passato dal fascismo al liberismo. Niente da ricriminare sul passato(ah no?….mmm); del resto anche dall’altra parte c’è chi aveva la foto di Stalin in studio……”
    Ma che cavolo dici??!…..Appunto per questo c’e’ da recriminare!!!!!Ma tanto!!!!
    ……Vedete perche’ mi vengono i brividi?A voi no?……..
    VIVA LA RESISTENZA!
    ORA E SEMPRE MORTE AL FASCIO!(di qualsiasi colore esso sia).
    EVVIVA IL BATTAGLIONE LUCETTI!!!!
    NESSUNA RICONCILIAZIONE!!!!!
    http://ita.anarchopedia.org/Battaglione_Lucetti

    Dai monti di Sarzana,
    un di discenderemo,
    allerta partigiani,
    del battaglion Lucetti,
    il battaglion Lucetti
    son libertari
    e nulla più
    allerta e sempre avanti
    la morte e nulla piu’…

    libertaria-mente
    utar

  36. @utarblava :

    Cominiciamo col dire che io sono socialdemocratico, senza riferimento a nessun partito esistente. Così almeno ci presentiamo.
    Detto questo, io ritengo che una dittatura sia una dittatura. Lo è stata quella di Mussolini come quella di Stalin. Se condanno il passato di Fini, allora devo farlo anche per quei parlamentari che hanno creduto in Stalin e appoggiato le invasioni dei paesi dell’est da parte dell’armata rossa, per esempio.
    In Italia, a mio avviso, il comunismo è stato qualcosa di diverso. I comunisti, insieme ai cattolici hanno lottato per liberare il nostro paese dai nazifascisti, e poi, grazie al comunismo (in occidente!) si sono conquistati tutta una serie di diritti come quello del lavoro, dello sciopero, delle assemblee sindacali eccetera. Di sinistra sono poi lotte come quella per l’uguaglianza tra uomo e donna (almeno teoricamente) e contro le discriminazioni sessuali e non (ripeto anche qui, almeno teoricamente).

    Detto tutto questo, se un ex-comunista che prima appoggiava Stalin ora difende uno stato di Diritto e Democratico nel quale anche un liberale, che la pensa diversamente, abbia diritto di parola, sinceramente a me fa piacere, pur essendo io stesso di sinistra. Ma nello stesso tempo, in tal caso, non posso condannare un politico che ha difeso in passato un altro tipo di dittatura e che ora crede nella Democrazia e nel Diritto. Questo difenderà valori di destra, nel senso europeo del termine, ovviamente. L’altro valori di sinistra, sempre nel senso europeo del termine.

    Guardando al passato, per capirci, la destra non è solo quella di Mussolini. La destra è anche quella di Cavour. Guardando al presente, c’è una differenza sostanziale tra Angela Merkel e Roberto Fiore di Forza Nuova. Ecco: se Fini aspira agli ideali della Merkel, a me il suo passato non interessa. Non sarebbe diverso da chi ha appoggiato, in passato, Stalin. Solo che lo fa dall’altra parte. L’importante è maturare democraticamente, ribadisco.

    Spero di essere stato più chiaro.

  37. commento fini a sangue freddo perchè secondo me, vedere in una platea di pecore parlare del problema immigrazione fa emozionare in effetti.
    e come reazione umana non possiamo che dire “bravo fini”.
    dicevo a freddo peró mi chiedo perchè fini ha fortemente voluto il popolo delle pecore?
    non ci credo che si è accorto ora chi è berlusconi e chi è la lega.

    che programmi aveva in mente fini quando si fuse a freddo con berlusconi?

    sabina questo è un tema che propongo da commentare mercoledí prossimo insieme.

    sull’immigrazione poi, fini è primo firmatario insieme a chi dal palco osteggiava, umberto bossi, della legge del 2002 sulle espulsioni immediate dei clandestini o la reclusione degli stessi nei CPT (istituiti da Napolitano….).
    non so ma io sono portato a giudicare solo i fatti e prendere “con le molle” le dichiarazioni fatte per altri…… fini!
    🙂
    un abrazo!

  38. anche io ho visto annozero: a dire il vero avevo letto che c’era anche bocchino (giuro! beh meno male altrimenti avrei riso fino alla morte.

    ma avete visto la diretta da adro? povero ruotolo in mezzo a quelle mamme (italiane) cretine, ho letto che in anni di lavoro non gli e’ mai capitata una roba del genere e che si e’ trattenuto a malapena dal dire la sua opinione in proposito. povera italia. nn sappiamo nemmeno piu distinguere la furbizia dalla solidarieta’…

  39. primo post per me….ciao sabina…a guardarla da un non votante nauseato come me il signor fini pare meno fascista di quello che sembra..mica tutti in quel coacervo si sarebbero fatti mettere in mezzo alla merce’ del capo e dei suoi accoliti…non gli do’ punti,non e’ il mio tipo di politico,anzi non ce n’e’ uno che mi possa rappresentare…ho guardato il tuo vilipendio tour…che dire…sei brava…e purtroppo quello che dici e’ vero….un saluto dalla sonnolenta grosseto,un bacio….marco

  40. a credere alla buona fede di Fini (perchè no, può essere)si può essere felici per lui…per la sua presa di coscienza, tardiva (nonostante i ripetuti interventi e aggiornamenti sulle sue posizioni post-fasciste, ideologicamente più plausibili del rigore morale ritrovato della Carfagna) e affiancata al vassalalggio di 16 anni di un governo presochè ininterrotto. però non credo che per noi fruitori – spettatori cambi molto. il piddielle non è coeso ma tenta o finge di esserlo: ed ecco che figuri come Storiacce e Mussolini rispondono al richiamo del padrone, e così il loro elettorato. Da questi ultimi, i veri nostalgici dell’msi, fini è già da tempo considerato un traditore. Il padrone è unico e solo, e unto.

  41. Nessun dubbio sulla buona fede di Fini, … anche Silvio ha un buon Fede…. Emilio. (sperando che questa battuta non sia considerata bestemmia o blasfemia)

  42. a proposito di Fini,…. guardando Ballarò del 27 aprile 2010 (di sfuggita) ho sentito il “saggio” e “illuminato” Gianfranco Fini affermare con aria dispiaciuta che “… poichè non esistono più le ideologie….”.

    Questa affermazione sembra essere sulla bocca di molti dei politici italiani, una convinzione trasversale che trova sostegno presso tutte le correnti politiche e pseudo-culturali che si propagano attraverso i mezzi di comunicazione di massa.
    Mi è capitato di sentire per radio, per tv, e vedere scritto su quotidiani e riviste frasi quali: “il comunismo non esiste più… ” “questo partito non è di destra ne di sinistra ne di centro …” (tanto per citarne un paio)
    Così rifletto un attimo su questa frase … e vorrei farvi partecipi di questa mia riflessione….

    deFINIzione di IDEOLOGIA

    IDEOLOGIA = scienza delle idee e delle sensazioni o sistema delle idee

    quindi partendo da questa definizione presuppongo che il fondamento delle ideologie sono le idee, se un rappresentante politico afferma che non ci sono le ideologie afferma perciò che le persone sono privi di idee, ideali, pensieri, principi.

    contrario di ideologia è AZIONE, REALTA’ CONSEGUENZA….

    ne traiamo pertanto un ragionamento, se le persone sono veramente prive di idee ideali principi …. non si fermano a pensare, ma agiscono
    mediante il compimento di azioni di massa (e mi fermo a riflettere su sintomi sociali quali bullismo e violenza di gruppo) o azioni idividuali (i cosidetti “pazzi” che a me poi tanto “pazzi” non sembrano … semmai “disperati” e “esasperati”).

    E infine se tutte le ideologie sono vincolate alle condizioni di vita (Marx) un’assenza di ideologie è vincolato all’assenza di condizioni di vita?

    scusate se mi son dilungato 🙂

  43. ……………..Il problema maggiore e’ che con questo governo e con i pidocchiosi lecchini che hanno nelle redazioni dei giornali e in tv,ci prendono per il culo in tutto il pianeta….e’ stato creato un precedente,mai nessun paese ha avuto un miliardario presidente proprietario di media,uomini e mezzi…alcune dittature hanno fatto meno danni di quanti non ne fara’ lo psiconano,ormai legittimato a tutto…..ho voglia di migrare… 🙁

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here