Home Draquila Draquila, Presentazione del film a L’Aquila

Draquila, Presentazione del film a L’Aquila

CONDIVIDI
draquila recensione pezzopane terremoto l'aquila

>> Guarda il film <<

Draquila, Presentazione del film a L’Aquila

Grazie a tutti per i commenti sul film Draquila – L’Italia che trema. Scusate se non ho scritto, sono in giro per l’Italia a presentarlo nei cinema.

Sta mattina sul treno appena mi sono seduta una ragazza mi ha passato Repubblica aperta alla pagina con i commenti di Monicelli, Virzì, Soldini, Olmi e tanti altri. Che bel modo di iniziare la giornata. Approfitto di questo spazio per ringraziare ciascuno profondamente per essersi schierato in modo così bello e deciso.

Un ringraziamento particolare a Daniele Luchetti che nel giorno della presentazione del suo film è stato così generoso da parlare del mio. Lo apprezzo moltissimo e gli auguro che il suo ultimo lavoro di cui ho sentito dire un gran bene, abbia tutto il successo e l’attenzione che merita in Italia e a Cannes. Per quanto mi riguarda correrò a vederlo appena mi sarà possibile.

Una curiosità: su l’avvenire hanno scritto che quando abbiamo presentato Draquila a l’aquila c’erano poche persone e ci sono stati pochi applausi. Per fortuna al solito esistono le telecamere e pubblicheremo presto il girato di quella serata magnifica a L’Aquila che resterà tra i miei ricordi più cari. Colgo l’occasione fornita da L’Avvenire per ripetere che tutta la fatica fatta tutti i guai a cui andrò incontro sono stati ripagati dalla reazione dei cittadini aquilani quella sera. Erano così forti, così uniti, così straripanti di umanità e sorridenti e pieni di allegria come non li vedevo da tanto tempo, così come me li ricordavo prima del terremoto.

Per dimostrarvelo pubblico alcuni video girati durante la presentazione del film il 5 maggio:

draquila

Commenta questo post

86 Commenti

  1. In realtà a L’Aquila quella sera c’erano più di mille persone anche perchè per ovvi motivi di più non ce ne entrano, hanno applaudito per un sacco di tempo. Inoltre quando è uscito il 7 maggio alla movieplex sia allo spettacolo delle 8 30 che a quello dopo c’era moltissima gente!!!
    Complimenti Sabina hai fatto un bellissimo lavoro, ti ringrazio da aquilana DOC e DOP 🙂

  2. bhè dall’avvenire non ci si poteva aspettare un commento che non fosse di questo genere.
    Buona presentazione a Milano, qui a torino il film è uscito in due sale, ho chiesto se sanno se per caso ci sarai in sala in qualche data ma mi hanno detto di no…
    Aggiornamenti per Torino?
    ciaooo

  3. I miei commenti a caldo dopo la visione del film documentario (bellissimo)
    1. durante la proiezione la rabbia montava sulle dichiarazioni dei soliti farabutti (b&b) Meno male che parlano, cosi si distruggono da soli.
    2. ero al corrente di tutto, tranne…. che le ditte appaltatrici fossero in maggioranza legate al vaticano (comunque è il secondo anno che l’8/1000 lo devolvo ad altri)
    3. l’efficacia delle testimonianze dei cittadini è assoluta, maggiore rispetto alle immagini della devastazione.
    Gran bel lavoro. Complimenti.

  4. Ciao Sabi! Che il film sia bello e coinvolgente te l’ho detto di persona!
    A Cannes spacchi!!!!
    Hai visto quanti siamo sulla pagina di FB di Draquila? più di 7000!!!! E cresceremo sempre di più!!!

  5. Cara Sabina,
    sono appena rientrata a casa dopo esser stata, per la seconda volta in due giorni, a vedere “Draquila, l’italia che trema”. Ci ero già stata ieri con un’amica e siamo rimaste sconvolte. Il film,tra l’altro realizzato perfettamente a mio modo di vedere, è sconvolgente, non tanto forse per le notizie degli scandali perché questi, un po’ alla volta si sono conosciuti nel corso di quest’anno, almeno per chi ha cercato di seguire le notizie, da giornale autorevoli possibilmente. Quello che mi ha fatta star male è stato vedere improvvisamente quei fili invisibili che legavano i vari elementi di questo dramma e capire che questi formano una tale ragnatela che il cittadino non riesce, da solo a districarsene, e quegli apparati che dovrebbero tagliarli per agevolarlo invece ce lo cacciano dentro senza pietà o umanità. Ti ringrazio per questo lavoro, di valore artistico ma soprattutto civile! Oggi ho portato con me al cinema mia madre e mia sorella, la mia amica ha fatto altrettanto e cercherò di farlo vedere agli amici che l’hanno perso, visto che è stato messo in programmazione in poche sale.
    Un abbraccio da Vicenza

    Continua così!

    Enrica

  6. Beh l’idea del cittadino che, intrappolato nella ragnatela, in qualche modo assorbe il veleno e si adegua al “pensiero di regime” (e solo quello, perché non c’è la violenza o la censura) è terribilmente vera.
    I cittadini, colpiti dalla catastrofe sono come dei feriti, è più facile manipolarli e Berlusconi non ha esitato un momento ad approfittarsi della situazione.
    Grande stima per il signore che ha lottato per rimanere nella propria casa, tra i suoi libri e i suoi gatti!
    Ci vuole una grande forza e una grande determinazione, cosa che – se entri nel campo – ti viene distrutta. La stessa parola capocampo .. che ricorda .. i campi nazisti ..

    La decisione completamente arbitraria dell’esecutivo di escludere la politica comunale dalle decisioni, conseguentemente la decisione di non utilizzare affatto prefabbricati (temporanei), ma di costruire – a decine di km di distanza dal centro storico – case definitive .. che poi sono prefabbricati appoggiati su quei pilastri antisismici usati precedentemente nelle grandi strutture pubbliche. Abbandonando così l’idea di una ricostruzione e risanamento IN LOCO.
    Dovrebbero tutti vivere in campagna, nella Neo-Aquila I, II, III in case tutte uguali, con posate tutte uguali, tovaglie tutte uguali, letti tutti uguali, soffitti sconosciuti.
    E se anche volessero, non li farebbero entrare nelle proprie vecchie case pericolanti. E non ci sarebbe posto nei prefabbricati per un mobile antico.
    Che poi stonerebbe anche in una casa che “puzza di nuovo” …

    L’anziana signora, poveretta, l’hanno mandata in un albergo della costa … (aspettando che .. pace all’anima sua)
    E quell’altra, grintosa: “nell’ospizio ci mandi sua madre!” 😀

    Riguardo la costa, avevo visto un servizio di Presa Diretta dove mostravano dei bambini che, con l’autobus della protezione civile si facevano 2 ore ogni mattina per andare a scuola, nel loro paese vicino all’Aquila. Mi aspettavo un riferimento nel film.
    http://bit.ly/ddGoRQ

    Bellissime poi le animazioni 🙂
    Colpiscono e lo stile mi ricorda tanto un vecchio video che non è politico ma in qualche modo contro la censura e il controllo anche quello:
    http://www.no1984.org/Trusted_Computing_movie
    Scommetto che hanno usato lo stesso software (Adobe) hehe!

    Solo un po’ di pensieri liberi dopo la visione – alla presenza di Sabina – del film. 🙂
    Ancora applausi! 🙂

  7. Torno adesso dal cinema dove sono andata a vedere Draquila; mi pareva giusto contribuire col prezzo del biglietto ad un film-inchiesta che la Guzzanti, credo, si è autofinanziata, piuttosto che scaricarmelo gratis. Mi pare che non è lei che specula sul dolore della gente come dicono gli aquilani “probertolase” (vedi video nel sito diceche.com). Spero che a questi venga almeno un dubbio, una curiosità, che vogliano giudicare con la propria testa. Altrimenti sarà come si dice nella conclusione: tutti dicevano che stava per finire, ma la dittatura di merda dura.
    Grazie agli aquilani che hanno rilasciato le interviste (anche quelle proberlusconi, va’) consentendo alla Guzzanti di fare il film e di mostrare una realtà che in TV non compare.
    Sono d’accordo con LaEnri sul fatto che uno dei valori del film è la capacità di ricostruire i legami tra vicende apparentemente distanti; è un corto circuito tra Report e Parla con me. Sabina Guzzanti ha anche il merito di poter documentare a Cannes che non tutti gli aquilani, non tutti gli italiani, sono strafatti di Berlusconi.

  8. Niente cinema , non credo di farcela ad arrivare ad un cinema da qui, sento i vostri commenti e sono fuori a raccoglierli,, un po’ di acqua per rinfrescarmi la bocca, per provare su me stesso una tensione che non arriva agli altri per ora vedo ridere e piango, vedo gli occhi di Sabina e mi piacciono

  9. visto il film a Pisa. Sabina sei grande un film girato con una lucidità e linearità impressionante. Sono uscita dalla sala e la reazione era comune SENZA PAROLE. L’unica cosa che posso dire è “…ma chi è pagato per fare opposizione….per impedire abusi di questo tipo… chi dovrebbe far sapere agli italiani ciò che sta accadendo dov’è?????? che fa????” possibile che solo Sabina sia arrivata a vedere e capire e divulgare tutto questo?
    Ho 34 anni e tutto questo mi fa paura
    Grazie Sabina per la tua voglia di fare tutto questo e soprattutto di sopportare tutto ciò che deriverà dalla proiezione questo film.

  10. Grazie davvero da parte di un aquilano.
    Potessi intimidirti, ti direi “non ti fare intimidire”, ma
    so che non ce n’è bisogno.
    Il terremoto e quello che è accaduto dopo e che sta accadendo sono
    state faccende complesse, da analizzare approfonditamente non solo in
    vista della ricostruzione dell’Aquila, ma per il bene di tutti.
    Il tuo è un film complesso, è chiaro che invece in questo Paese
    si preferiscono semplificazioni, slogan e titoloni sul televideo.
    Sei brava, secchiona, commovente e comica.
    Grazie, Gianluca Racano

  11. …..senza parole… e mi dispiace che la gente ….ancora non capisce a chi sta in mano………io sono andata sabato 8 maggio al cinema e c’era moltissima gente…..hanno fatto molti applausi addirittura…c ‘era gente seduta per terra………voglio dire solamente GRAZIE SABINA!

  12. Carissima
    ho un sogno che dici se ti organizziamo una serata a Berlino per presentare il film? o meglio un weekend cosi´ti vedi anche la citta´?dopo il fim , un party con tutti gli italiani che qui siamo tanti e il giorno dopo al sole nel parco?(oddio di questi giorni e´di un grigio) c ho gia´in testa dove poter far vedere il film un vecchio cinema enorme dei tempi dell´est.. e anche per il party o dove incontrarci dopo…(dimmi dove che ti mando le foto)abbiamo la scelta di un posto piu´bello dell´altro che dici? Qui tira un´aria…a parte personalmente che e´proprio un periodo un po´pesante. Ma ..mi immagino , sebbene la tematica del film non sia una delle piu´allegre, sarebbe magari una bella occasione forse gioiosa di incontro. boh non lo so..guarda sebbene insomma c ho 51 e lavoro part time in un bio shop, sono di una altra generazione ho altri ricordi e forse insomma ci provo ancora a credere. Diciamo imbambolato ma con dei sogni. Da piccolo(nel 77) mi presentavo alle riunioni di lotta continua non ci capivo un cazzo ma leggevo il giornale ed ancora oggi mi stupisco pensando che mi ci facevano entrare leggevo anche A/ttraverso e il mio mito era Bologna(dove eventualmente ci finii..) e gli indiani metropolitani, stampa alternativa vicino a campo di fiori era la mia libreria e biblioteca, siccome quell´estate non ci fu la rivoluzione che insomma io aspettavo dopo un po´di tristezza e tante granite di caffe´con panna al bar Trilussa andai a Bologna a studiare al Dams e finii a far parte del gruppetto che fondo´il primo centro gay al cassero di Porta Saragozza,non finii l´universita´chiaramente poi per farla breve Londra Berlino NewYork come i profumi ed ora qui a Berlino di nuovo a scaricare latte ordinare formaggi e verdure e fare il babysitter..insomma fidate …che periodo te piacerebbe? che dovrei fare?di che ci sarebbe bisogno?dove ti scrivo? dimmi di si cosi il sole esce di nuovo.
    baci

  13. carissima sabina
    il tuo film mi ha fatto piangere,fremere di indignazione,disperare ma soprattutto mi ha lasciato dolorosamente consapevole.
    Ed è un dolore che non passa!
    Voglio dirti che sei una grande donna ,non solo per il coraggio che hai dimostrato ma sopratutto per la bravura che hai riversato in questo questo film che non si riesce dimenticare .

    PS Volevo anche aggiungere che c’ ero anche io a piazza navona e ricorderò sempre l’urlo liberatorio di noi donne offese e indignate che ha seguito il tuo intervento

    Continua cosi e non ci abbandonare

  14. 1. at sabi – te l’avranno già chiesto migliaia di volte, ma da dove la prendi tutta questa grinta?

    2. strano che il giornale di un’istutuzione antiquata e che promuove “valori” tradizionalisti lo chiamino “L’AVVENIRE” (avvenire decchè)

  15. Ciao Sabina mi chiamo Giovanni , sono un Vigile del Fuoco , amareggiato per la situazione in cui versa Il Corpo Nazionale a causa anche del crescente sbilanciamento dei fondi pubblici verso la Protezione civile.
    Ho lavorato a L’Aquila nei primissimi giorni dopo il terremoto , molti miei colleghi proseguono tutt’ ora un lavoro che non può essere considerato ” emergenza “.
    Abbiamo visto ( noi cittadini con gli occhi aperti ) che molte cose non sono chiare nella gestione dell’ evento sismico e nel post. Sono molto curioso di vedrere il tuo flim ( inchiesta ) per sapere il tuo punto di vista sulla situazione a L’ Aquila.
    Forza Sabina ( lo so che la grinta non ti manca! ) abbiamo bisogno di persone impegnate come Te !!
    Saluti da Giovanni

  16. C’e’ un modo per vedere Draquila non al cinema? Vivo in Inghilterra e a parte sentire i commenti di famiglia e amici non ho idea di come fare per guardarlo! Esiste qualcosa a pagamento su internet? Un’alternativa al cinema?

  17. NON ho ancora visto il tuo documentario ma lo andrò a vedere presto! Anche se per doveri coniugali il prossimo film che dovrò andare a vedere sarà “Robin Hood” Ammiro moltissimo il tuo coraggio di denunciare senza fare sconti a nessuno di qualsiasi parte politica si tratti! Brava!

  18. Ciao Sabina!!! Il fatto che il Poeta Bondi abbia così aspramente criticato Draquila, mi convince sempre di più sul suo valore! Il valore del film, intendo, non certo di Bondi!

  19. Ciao Sabina,grazie,grazie,grazie infinite per aver onorato la citta’ di Udine con la tua presenza,la tua saggezza carica di coraggio ed ironia!!!
    Grazie ancora per il film e….spero di rivederti e risentirti quanto prima qui a Udine(dove penso tu sia molto amata ,vista la moltitudine di persone che c’erano oggi!!!!)
    Mandi e buon lavoro!!!!

    un caro saluto …..Antonietta IURI
    UDINE

  20. Ciao Sabina,
    complimenti a te e a tutti coloro che hanno collaborato nella realizzazione del film “Draquila – L’Italia che trema”. Ho trovato che sia stato girato molto bene, un forma molto “asciutta” ma efficace, capace di mettere in risalto tutti gli aspetti importanti che hanno caratterizzato il post terremoto, la continua strumentalizzazione dei media (con i risultati ormai noti più, si spera), la zozzeria che caratterizza la protezione civile nella persona di Bertolaso..

    E’ stato un piacere anche avere la possibilità di assistere alla, seppur breve introduzione, fatta da te qui a Udine, peccato per l’imbarazzante elemento disturbante della signora che inveiva inutilmente, visto che, da tanto che urlava, non si è capito cosa la turbasse, contro di te. Diciamo che le tue venute a Udine sono sempre caratterizzate da un certo dinamismo coreografico..!

    Un grande in bocca al lupo per Cannes.. alla facciaccia di Bondi..!!

    Un bacione

  21. Cara sig.ra Guzzanti,
    le sono molto grato in generale per il suo lavoro e, in particolare, per il suo nuovo film, non fosse altro perchè stimola alla riflessione. In un paese come il nostro caratterizzato dalla apatia e dal servilismo la sua è sicuramente un’attività- mi passi il termine- “eroica”. Non sono un critico cinematografico nè un artista e quindi, data la mia incompetenza in materia, le posso solo dire che mi piace molto il lavoro che fa.
    Tuttavia mi premeva ringraziarla perchè penso che il suo lavoro non sia solo arte ma anche una potente opera al servizio ed a tutela della democrazia e della Costituzione, concetti ormai svuotati quasi del tutto della loro sostanza ma che tuttavia non vengono cancellati grazie all’impegno e al lavoro di persone come lei.

    Le auguro ogni bene per il suo film,
    Luca Mancini

  22. ciao sabina io sono andata domenica sera a prato (io sono di lucca ma visto che è la città dalle mille chiese non vorrei pretendere troppo) mi hai veramente illuminato sapevo che ci doveva essere qualcosa sotto ma non arrivavo a tanto. Non sò se ho letto male tra le righe ma mi sembra di aver capito che dietro tutto questo c’è la santa sede mi sbaglio? Ho interpretato male? Berlusconi è solo un burattino…Comunque quello che più mi spaventa sono le persone comuni come gli uomini dell’esercito, dei carabinieri della protezione civile e della guardia di finanza hanno la coscienza addormentata come fanno a trattare un’altro essere umano come se fosse un numero, senza un briciolo di umanità e di compassione? Io penso che l’unica maniera per cambiare le cose è un risveglio di coscienza che ognuno di noi faccia la cosa giusta e non solo la cosa che conviene ci vuole più altruismo e più amore per la vita…Basta sopravvivere…. io voglio VIVERE
    BACI E GRAZIE DI TUTTO

  23. Ho visto Draquila oggi pomeriggio… Meno male che in Italia ci sono persone come Sabina Guzzanti! Grazie per quello che fai!

  24. Beh l’idea del cittadino che, intrappolato nella ragnatela, in qualche modo assorbe il veleno e si adegua al “pensiero di regime” (e solo quello, perché non c’è la violenza o la censura) è terribilmente vera.
    I cittadini, colpiti dalla catastrofe sono come dei feriti, è più facile manipolarli e Berlusconi non ha esitato un momento ad approfittarsi della situazione.
    Grande stima per il signore che ha lottato per rimanere nella propria casa, tra i suoi libri e i suoi gatti!
    Ci vuole una grande forza e una grande determinazione, cosa che – se entri nel campo – ti viene distrutta. La stessa parola capocampo .. che ricorda .. i campi nazisti ..

    La decisione completamente arbitraria dell’esecutivo di escludere la politica comunale dalle decisioni, conseguentemente la decisione di non utilizzare affatto prefabbricati (temporanei), ma di costruire – a decine di km di distanza dal centro storico – case definitive .. che poi sono prefabbricati appoggiati su quei pilastri antisismici usati precedentemente nelle grandi strutture pubbliche. Abbandonando così l’idea di una ricostruzione e risanamento IN LOCO.
    Dovrebbero tutti vivere in campagna, nella Neo-Aquila I, II, III in case tutte uguali, con posate tutte uguali, tovaglie tutte uguali, letti tutti uguali, soffitti sconosciuti.
    E se anche volessero, non li farebbero entrare nelle proprie vecchie case pericolanti. E non ci sarebbe posto nei prefabbricati per un mobile antico.
    Che poi stonerebbe anche in una casa che “puzza di nuovo” …

    L’anziana signora, poveretta, l’hanno mandata in un albergo della costa … (aspettando che .. pace all’anima sua)
    E quell’altra, grintosa: “nell’ospizio ci mandi sua madre!” 😀

    Riguardo la costa, avevo visto un servizio di Presa Diretta dove mostravano dei bambini che, con l’autobus della protezione civile si facevano 2 ore ogni mattina per andare a scuola, nel loro paese vicino all’Aquila. Mi aspettavo un riferimento nel film.
    www bit.ly/ddGoRQ

    Bellissime poi le animazioni 🙂
    Colpiscono e lo stile mi ricorda tanto un vecchio video che non è politico ma in qualche modo contro la censura e il controllo anche quello:
    www no1984.org/Trusted_Computing_movie
    Scommetto che hanno usato lo stesso software (Adobe) hehe!

    Solo un po’ di pensieri liberi dopo la visione – alla presenza di Sabina – del film. 🙂
    Ancora applausi! 🙂

  25. Sono appena tornato dal cinema (Reggio Emilia).
    Alla fine del film è partito un applauso spontaneo in sala (piena).
    Hai fatto un bellissimo lavoro, che tutti dovrebbero vedere, necessario per fare chiarezza su una tragedia piena di ombre.
    Grazie

    Massimo

  26. ho visto draquila stasera a padova: agghiacciante. e io che credevo di essere informato e pessimista 😛
    complimenti davvero, è stato uno spettacolo!
    continua così!
    marco

  27. Ciao Sabina,
    ho visto il tuo film questa sera e penso che sia un contributo importante alla vera informazione
    in questo periodo buio che il nostro paese sta vivendo.
    Sarebbe importante se nel tuo tour passassi anche ad Avezzano.
    Hai tutta la mia solidarietà per eventuali implicazioni giudiziarie, sia in senso morale, vedi raccolta di firme,
    che in quello materiale, contributi alle spese legali, ma TU NON MOLLARE VAI AVANTI COSI’!
    Un Abbraccio forte
    Riccardo

  28. Carissima Sabina,
    sui servizi culturali televisivi e radiofonici tedeschi dedicano ampio spazio a “Draquila”, mettendo anche in ridicolo la non partecipazione del ministro Bondi al Festival di Cannes. Spero quindi che il documentario venga presto proiettato nelle sale tedesche
    Per oggi ti auguro una vittoria strepitosa a Cannes, anche perchè la tua vittoria è anche la nostra!!
    un abbraccio
    Morgan

  29. che dire…..VERAMENTE BRAVA!!
    non posso dire bello perchè certe cose da vedere non sono per nulla belle!!!
    ti ringrazio per l’impegno continua così e vieni a trovarci a Messina che Giampilieri non è che sia messa tanto meglio

  30. Grandissima Sabina ieri sera a Linea Notte.
    Non so come tu faccia a restare calma in certe situazioni.
    Bianca Berlinguer è davvero odiosa, diceva cagate e pretendeva di attribuirtele.
    Fantastica.
    Te la sei cavata alla grande.
    Ti stimo fratella!!!

  31. Ho visto il film ieri sera. Non avevo mai visto il Pendola, piccolo cinema di Siena, pieno stracolmo, di martedi.
    Forse dobbiamo ringraziare Bondi?
    Ero al corrente della situazione “vera” del dopoterremoto, grazie a siti di blogger come MissKappa (terremotata) e l’impegno di Byoblu col ricercatore Giuliani(http://www.byoblu.com/post/2010/05/12/Giampaolo-Giuliani-allEuropean-Geosciences-Union.aspx).
    Devo dire che il film non mi ha deluso e che è davvero ben fatto. Brava Sabina. Spero che a Cannes tu abbia un gran successo.
    Mi sarebbe piaciuto vedere anche qualcosa su Giuliani e sui terremotati che tengono blog e informano la gente ma…non si può far tutto.
    Auguri per le denunce che verranno.

  32. Uuuhh mi sono appena accorta di essermi persa la presentazione a Roma.Ma ce ne sarà un’altra?Purtroppo sono stata fuori Italia per pochi giorni e mi sono persa un po’ di eventi..uff!
    Devo ancora vedere il film, ma se so che posso aspettare la presentazione, colgo due piccioni con una fava.
    In bocca al lupo per tutti i tuoi giri e le varie presentazioni Sabina!
    baci

  33. Splendidissima Sabina,
    amo come ti esponi e ti dedichi da anni a temi di rivendicazione sociale! Rimasi incantato già da quando, a 5 anni, ti vedevo rotolare per le scale nelle vesti della Marini. Era uno spasso vederti!
    Poi, ho iniziato e seguirti quotidianamente attraverso il tuo blog, i tuoi film, le interviste, e così via… l’intervento a Piazza Navona fu un godimento assoluto: di tanto in tanto vado a rivederlo e mi galvanizza ogni volta!, e il tuo impegno sociale resta oggi un punto di riferimento assolutamente fondamentale per me.

    Aspettavo con ansia l’uscita in sala del tuo nuovo lavoro, “Draquila – L’Italia che trema”, ma, rivolgendomi al solo cinema d’essai che possediamo a Foggia, il Falso Movimento, mi è stato riferito che hanno richiesto la pellicola alla Bim distribuzione, ma poichè per il momento non ne girano tantissime copie, devono aspettare il loro turno.
    ….devo rassegnarmi all’attesa ancora per un po’ 🙂

    Chiedendo informazioni sulla programmazione ho proposto al Falso Movimento di invitarti, quando arriverà, a partecipare alla proiezione per poi avere un dibattito. Per me incontrarti e parlarti sarebbe un sogno che si realizza, e questa mia proposta è stata accolta con entusiasmo. Mi sono offerto di chiederti a nome mio e anche del Falso Movimento se saresti disposta a venire ed avere un confronto! 🙂

    Inoltre vorrei anche dirti che il Falso Movimento, dopo una storia lunga più di 30 anni, sta per chiudere.
    La licenza di sfratto per finita locazione per il 30 luglio è stata convalidata dal Tribunale di Foggia poichè il locale è di proprietà della parrocchia “Cattedrale”, dunque della Chiesa.
    Considerato il pericolo di totale desertificazione culturale che corre questa città, che il cinema in questione svolge qui un ruolo sostanziale nella vita culturale, e che per quanto i cittadini alzino la voce civilmente pronunciando le loro lamentele e richieste, la curia, come c’è da aspettarsi, se ne sbatta, un tuo intervento sarebbe incoraggiante e per me un tassello in più all’enorme conforto che il tuo lavoro e la tua personalità mi da ogni giorno.

    Che ne pensi?

    Un abbraccio

    con stima profonda,
    Michele Danza mikifan@blu.it

  34. Cara Sabrina,
    sono un ex studentessa dell’università dell’aquila, il 6 aprile ero li a tremare.
    Oggi ho dovuto spostarmi in un altro ateneo, perchè per noi studenti in quella città non c’era futuro, cosi mi sono laureata e sono venuta a Roma. Roma è bella ma L’aquila era qualcosa di favoloso.
    Spesso torno perchè ho molte persone care e malgrado non sia aquilana mi ci sento.
    Ho visto il tuo film e subito dopo avrei voluto ringraziarti di persona.
    Il tuo film non ha fatto che mostrare quello o parte di quello che gli aquilani subiscono.
    Ti prengo di non abbandonare quella città di dare voce ancora ai suoi abitanti, agli studenti, che in questo anno non hanno che subito.
    Il terremoto è un evento bruttissimo che non auguro a nessuno e ancora oggi mi chiedo come si faccia a inserirlo nel proprio programma di propaganda?
    Il film mi ha consolato, ha dato voce a quello che da mesi cercavo di raccontare a chi era lontano da quella realtà, cercavo nel mio piccolo di rendere consapevoli gli altri di ciò che realmente accade.
    Poi mi chiedevo ma non è che il grande Boss usi anche questi film e voi grandi (te, Travaglio ecc).
    Si perchè credo che in Italia il vittimismo funzioni alla grande, quindi ATTENZIONE!!
    GRAZIE ANCORA, speriamo per un futuro migliore e per un Italia migliore

    Cinzia

  35. http://www.youtube.com/watch?v=q4zBwuxAiak

    ahahahah “mi facci concludere”…

    Va beh, erano prevedibili delle critiche già ancor prima di vedere il film da parte di questa gentaglia analfabeta.
    Non solo criticano senza aver visto, ma non capiscono neppure il senso di una satira così limpida. Stravolgono le parole per dargli il senso che vogliono loro. Tutto ciò è veramente ridicolo e senza commento.
    Io, invece, non ho ancora visto il film ma mi sono innamorata del trailer. Veramente incisivo e invitante. Complimenti 😀
    Andrò molto presto al Cinema, quindi 🙂

  36. sabina sei grande.
    hai fatto un lavoro eccezionale, equilibrato e non di parte, … speriamo che continuino a palar male di questo tuo lavoro, … non esiste migliore pubblicità, … la gente va a vederlo per curiosità e poi scopre delle verità che neanche immaginava.
    BRAVA, BRAVA, BRAVA !!!

  37. Il partito dell’amore non ama la cultura e la libertà.
    Incontro di presentazione di un progetto di collaborazione con la Grecia al Ministero dei beni culturali, da parte della grande attrice greca Irene Papas: Bondi assente, anche se ‘a casa sua’.
    David di Donatello: governo assente. Non va nemmeno Alemanno, che pure sta nel consiglio direttivo.
    Decreto sugli enti lirico sinfonici: tagli, tagli, tagli.
    L’unico contributo dato al cinema italiano da Bondi quest’anno? Le agevolazioni fiscali a Natale a Beverly Hills (sic!).
    Infine Bondi diserta Cannes perché la presenza di Draquila a suo dire ‘offende l’immagine del nostro paese’.
    Ribadiamo le parole di Luchetti: ‘E’ bello lo spettacolo di un artista che ha il coraggio e la libertà di raccontare realtà scomode. Non si vergogni di un artista libero.’

    Forza Sabina! Incrociamo le dita per domani! 😀

  38. ciao Sabina
    Sono Arianna ed abito in provincia di Roma oggi sono andata a vedere Draquila al Tibur a San Lorenzo con dei miei amici aquilani,e ti devo dire che era proprio come me lo aspettavo!non deludi mai,è veramente un gran bel film mi ha fatto piacere anche l’accenno alla situazione-rifiuti in campania,le immagini degli scontri,il fatto che manifestare (diritto sancito dalla costituzione)ormai è diventato un reato per cui puoi essere e sei realmente arrestato..è uno di quei film che fa prendere coscenza a chi non ne ha e a te che già conosci come vanno le cose ti fa ancora più INCAZZARE..comunque uscita dal cinema la prima cosa a cui ho pensato è”questo film lo devono vedere tutti!”..io in prima persona lo vorrei mostrare agli abitanti del mio Paese in quanto abitiamo a 48 km da Roma e la capitale è l’unico posto in cui c’ è la possibilità di vederlo(abbiamo un Multisale Ariston nei paraggi ma ovviamente porta solo quelle cagate pazzesche dei film dei vanzina et cetc);per questo ti chiedo o vi chiedo a chiunque legga questo messaggio se c’è un modo..un sito…qualcosa in cui posso prendere il film per proiettarlo….mi farebbe davvero piacere…
    Rispondetemi!!!
    (p.s altrimenti aspetterò il dvd!)
    Grazie grazie e grazie

  39. essendo un rompicoglioni (come sei anche tu, Sabina, nel senso buono ma in modo differente) continuo a non capire il motivo della tua indifferenza rispetto al modo in cui le autorità e l’informazione hanno nel migliore dei casi ignorato l’allarme lanciato da Giuliani poche ore prima del terremoto dell’aquila, o lo hanno accusato di essere un millantatore, salvo poi, e qui mi riferisco agli organi “d’informazione”, dopo alcuni mesi riconoscere la validità scientifica delle sue affermazioni, attribuendone però la paternità ad altri http://www.youtube.com/watch?v=H_GPtv7ikDc&feature=player_embedded#
    Questa è l’ultima volta che ti metto a parte dei miei dubbi riguardo questa storia, non vorrei diventare ossessionante ne penso che il merito di Giuliani abbia bisogno del mio tamtam per affermarsi. gli basta il tempo… (L’ Assemblea Generale EGU – European Geosciences Union di Vienna 2010, tenutasi tra il 2 e il 7 maggio, ha dedicato una sessione alla presentazione dei lavori sui precursori sismici, dando grande risalto ai risultati presentati dai ricercatori delle diverse nazioni, tra cui il gruppo di ricerca dell’aquilano Giampaolo Giuliani. “Atmosphere Awakening Prior to Abruzzo, Italy M 6.3 Earthquake of April, 6 2009 revealed by joined satellite and ground observation” è il titolo del lavoro del team, che vede la collaborazione tra Giampaolo Giuliani e gli scienziati Sergey Pulinets, Dimitar Ouzounov, Luigi Ciraolo, Patrik Taylor.)

  40. Ho letto questa mattina su vari quotidiani dell’interesse che ha scatenato nel mondo l’assenza del ministro Bondi al Festival di Cannes, credo che in fondo Bondi sia realmente un uomo che ama la cultura Italiana e che abbia trovato la formula per promuoverla nel mondo a costo zero e soprattutto senza dover dare spiegazioni al Capo. In caso contrario direi che ogni commento sull’acume del nostro ministro sia superfluo.

  41. Scrivo così, a crudo, ché non leggo il blog da giorni (occupata come sono a seguirti anche su facebook e sul sito di draquila) e quindi non saprei dirvi quanto questo, qui, sia appropriato o ‘on topic’ ;-), tuttavia ve ne chiedo scusa anticipatamente. Ma ho visto il film, ieri sera, e l’ho visto a Lecce (!)… di mercoledì alle 18,25 non è che lecce sia proprio proprio animata, turisti sì, di qua e di là, negozi frequentati sì, ma leccesi residenti, tolti gli impiegati pubblici liberi il pomeriggio, pochi in giro a quell’ora; molti il proprio lavoro qua non lo smettono prima delle 20-21, conseguenza delle pause lunghe scaturenti dal caldo, come anche altrettanti preferiscono lo shopping a quell’ora che i negozi sono ancora aperti. Io, da parte mia, mi ritengo fortunata ché dopo 30 anni di lavoro mattina e pomeriggio (inteso fino alle 8 di sera e non prima) posso permettermi di saltarlo, qualche pomeriggio, grazie anche ad una collega che mi aiuta. Tutto ciò premesso per dirti che in sala eravamo una ventina all’incirca, e questo è perfettamente in linea con il resto dei film in prima visione di mercoledì pomeriggio alle 18,25 al santalucia. Alla fine comunque sono riuscita a strappare ai presenti l’applauso che giustamente meritavi! 😀 Per fortuna uscendo mi sono informata meglio e lo tengono lì fino a giovedì 20, così ho modo di promuoverlo ancora, e con ‘cognizione di causa’.
    Quello che ho notato io per prima cosa è che il film va a lecce e non a brindisi, taranto, bari. Per foggia non me ne sono informata data la lontananza (sono salentina, non pugliese tout-court, e la puglia tutto è tranne che…corta!). Poi a caldo, uscendo, ho commentato che stavolta davvero non mi hai fatto ridere, cara sabina, ma questo lo sapevo, nè me lo aspettavo, non sono venuta per quello ;-). Mi tornava su un po’ di amarezza, nel tragitto a piedi… tante cose le sapevo, sì, le sapevamo (escluso il fatto che dopo devono restituire il tutto per come lo hanno trovato! :-O), lo abbiamo visto nascere insieme e abbiamo dovuto per ben due volte noi leccesi rinunciare al tuo vilipendio in nome di quel film! Tu quelle cose che più o meno si sapevano le hai sapute mettere sapientemente insieme, in un modo brillante e completo (abbastanza, mi sarebbe piaciuto sentir menzionare almeno una volta giuliani, l’unico tecnico non prezzolato che lo aveva previsto), accompagnate pure dalla bella musica… d’”effetto” che davvero mi è piaciuta e ha montato pienamente le mie emozioni, ma in fin dei conti quel tuo ‘modo’ mi è risultato anche… amaro (ho pianto un po’, la mia empatia non mi abbandona nemmeno quando le cose LE SO)… Tutte quelle televisioni puntate su canale5, tutte quelle persone ‘grate’ e indefesse, e pochi invece i personaggi veri, onesti, leali e ‘dalla tua’ (dalla nostra); non si può davvero dire che tu abbia interpretato la cosa ‘di parte’… come dire… ho visto e CI ho visto un po’ in minoranza, scoraggiamento ho provato. Ma soprattutto tanta tanta voglia di parlarne, di raccomandarlo, di spingere la gente ad andare, tutti devono sapere, specie quelli che (diversamente da noi) tutte queste c.o.s.e. non le immaginano nemmeno…
    E questo è solo il mio modestissimo ed incompetente parere!
    Che resta da dirti… GRAZIE! 😀

  42. Ciao Sabina, ho visto Draquila. Grande. Vado di corsa -come immagino anche tu-, quindi farò un commento lampo.C’è qualche piccolo errore di montaggio nel film. Il titolo è proprio azzeccato sai? 🙂 Complimenti , avete dimostrato che si può fare cinema di buon livello anche senza investire grandi risorse finanziarie e spero che a Cannes abbia il successo meritato. Per curiosità, quanto avete speso per girare?
    Personalmente ho apprezzato moltissimo le interviste alla gente comune- ai terremotati- ed il taglio che avete dato al tutto. Ho portato al cinema anche alcuni amici di destra che non sono stati dello stesso avviso… Magari avrei evitato di parlare troppo di Berlusconi -tanto avrebbe fatto una figura di merda lo stesso, anche senza concedergli troppo spazio- e per quanto riguarda la Campania, il fatto che non citiate Bassolino in Italia dà adito a commenti del tipo -è di parte-, quindi magari avrei evitato la questione Campania, con vecchie foto dell’immondizia e dei pestaggi prese da internet (te lo hanno detto sì che le foto le avevano prese da internet?) …Però ogni scelta ha i suoi pro ed i suoi contro. All’estero farà sicuramente effetto, quindi hai fatto bene ad inserire la questione -munnezza- per il pubblico internazionale. La questione del vaso indottrinante con i simboli, alla fine è palesemente un po’ forzata e mi ha fatto sorridere. Ciò premesso – prima vanno sempre le critiche, giusto?- Draquila è il miglior film documentario italiano che abbia mai visto!!! Sono fiera di essere rappresentata all’estero dal tuo lavoro. Alla fine del film abbiamo applaudito come a teatro. Un applauso lungo, pieno di calore, liberatorio…Mai avevo applaudito e sentito applaudire un film che non fosse una prima…Avevamo bisogno di vederci rappresentare così. Perchè nel complesso il tuo sguardo sulla realtà è onesto e sincero, te lo dico con il cuore e senza retorica. Un abbraccio.

  43. Ciao Sabina!Grazie ancora per il docu-film e tanti auguri per le prossime proiezioni che di certo faranno il tutto esaurito! Si palesa una evidente esigenza di verità in questo Paese o di parte della verità, come dice superbertolaserbot!Torna a trovarci a L’Aquila quando puoi, la tua presenza è stimolante per l’intelletto e se vuoi la genziana, che tanto ti piace, qui devi tornare!!
    ciao!

  44. Oggi è il mio compleanno ed è un gran bel regalo vedere la Grande Sabina a Cannes e sui giornali!
    Amici cinefili mi hanno detto che hanno apprezzato il film, non vedo l’ora di vederlo.
    La tua determinazione, in un paese di servi e “pavidi/decerebrati oppositori”, è a dir poco eroica, e tutti gli Italiani dovrebbero sentirsi onorati e orgogliosi.
    Non sentirti mai sola, siamo tutti con te, anche tutti quelli che non hanno forza coraggio e talento.
    La voce della verità è sempre la più forte, anche quando si fa fatica a percepirla.

  45. 🙂 Jeff, porca vacca! Perchè non lo traduci tu per chi non conosce lo spagnolo? Sarà un giorno possibile finirla di rivolgerci solo a Sabina? non mi fare andare in cerca di chi puo’ tradurmelo. eddai, su! uno sforzino.. 😉

    ahahaha! so’ soddisffazzioni però!!! così si fa!!!!
    L’avrete letto senz’altro in tanti, ma lo inserisco lo stesso (e con la stessa intenzione di sempre), in questo blog, che per me è anche un archivio.. potrà servire, all’occorrenza.. 😉

    Folla di cronisti per il ciclone Guzzanti
    “Dal premier eversione e colpo di Stato”
    http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2010/05/13/news/guzzanti_croisette-4035006/

    Folla di cronisti per il ciclone Guzzanti
    “Dal premier eversione e colpo di Stato”

  46. @Jeff Caird
    lo sa lo sa lo spagnolo… lo paró una volta nella diretta web… e poi per una rivoluzionaria lo spagnolo e d’obbligo!! :))
    la revolución en las manos de las mujeres!!!
    viva la libertad!

  47. Ciao Sabina.
    Sono aquilano. Ero lì, il 7 sera, sotto il tendone, tra i fortunati seduti. Checché ne dica l’Avvenire, il tuo film è molto bello, e devo dirtelo in tutta franchezza, al di là delle mie aspettative. Non perché non ti stimi, anzi.
    Ti seguo da sempre, grazie ai programmi della Dandini.
    Ero sotto il palazzetto dello sport anche quando dovesti ripare lì perché il tuo spettacolo, che doveva farsi all’aperto subì come spesso capita quì, i contrattempi del nostro clima. Parliamo di almeno 10 anni fa.
    Ci siamo incrociati con lo sguardo, il pomeriggio, fuori dal tendone, quando stava iniziando l’assemblea. Non ti ho detto nulla, anche perché non ci conosciamo, e non sono uno che va a rompere le palle alle persone sconosciute solo perché famose.
    Però quella sera avevo un motivo in più per non farlo: non mi fidavo.
    Temevo che l’avresti buttata eccessivamente in polemica, col film. E lo temevo da convinto ” sinistrorso”, che ogni tanto vede prendere delle vie polemiche che seppur giuste spesso si auto-condannano a non essere nemmeno prese in considerazione.

    L’IMPORTANTE E’ DIRE CHE IL TUO FILM QUEST?ERRORE NON L’HA FATTO. COME AQUILANO, QUINDI, TI RINGRAZIO DOPPIAMENTE: HAI LASCIATO PARLARE NOI, PER CAPIRE TU COSA C’ERA DA CAPIRE. E LO SI VEDE BENISSIMO. Complimenti Sabina.
    Il mio unico rammarico è di non averti potuta incontrare nel corso della realizzazione del film. Mi aveva chiamato la tua collaboratrice Anita. Poi, non se n’è fatto più niente.
    Stammi bene, in bocca al lupo.
    Federico

    (stazionemir.wordpress.com) E’ l’indirizzo del mio blog, che fa un minimo d’informazione aquilana. Mi farebbe piacere se fai un salto, e se pensi ne valga la pena, che tu lasciassi una traccia.

  48. Ho visto il film ieri sera e ti ringrazio di cuore di averlo fatto e presentato alla faccia di tutto e tutti. Ci sono cose a cui NESSUNO ha pensato nella concitazione del momento ( e grazie al controllo dei media da parte di Berlusconi): io stessa non avevo mai preso in considerazione le logiche di potere interno alle tendopoli…non ci avevo pensato…e mi sono arrivate in faccia come un pugno. E’ stato devastante vedere il tuo film…spero che Cannes serva a sostenere il tuo operato. Grazie ancora. Erika

  49. grazie sabina di questa grande orazione civile, come il racconto del vajont o di ustica di paolini, come i documentari di michael moore.
    è il frutto del lavoro e della passione di chi ha ancora la forza di indignarsi e di denunciare lo stato di degrado culturale nel quale ci ha condotto questa specie di “regime soft”, nella quasi indifferenza di un paese apparentemente impotente o complice e comunque inadeguato a esprimere alternative attendibili alla classe politica attuale. il film andrebbe proposto come materiale di studio in un corso di storia o di educazione civica nelle scuole. la scena finale del film mi ha fatto riflettere. credo che non dimenticherò quelle parole. gli occhi di quell’uomo. la forza di un’analisi a freddo che al fine costituisce la chiave di lettura più netta e lucida del berlusconismo che io abbia mai ascoltato. nell’economia del film è probabilmente la punta più alta del lavoro di tessitura svolto dalla regia.
    bondi…. lasciamo perdere, va…

  50. Bravissima Sabina. Ho visto il film domenica scorsa e nel più rigoroso stile Moore l’ho trovato attento puntuale e altamente informativo. Le analisi che ne trai sono sempre interessanti e da parte mia condivisibili. A tutte le persone che non l’avessero ancora visto lo consiglio vivamente. Curiosamente, visti i recentissimi eventi delle ultime ore; Bertolaso che lascia l’incarico, sembrerebbe la giusta coda e un virtuale “aggiornamento” del film, a conferma della qualità e giustezza analitica in esso contenuta.
    Saluti.

  51. @TUTTI
    Ce la fate a sganciare un cinquantino (o anche più..o meno) ciascuno per un bonifico agli amici l’aquilani del 3e32.. o di Pescomaggiore? Date un’occhiata ai loro siti per rendervi conto se sarebbero soldi ben spesi…

    Questi film, libri o..il fatto quotidiano.., non servono solo ad aprirci gli occhi, ma anche le “mani” (speriamo di non doverle mai più chiudere a pugno, per difenderci).
    Che ne pensate? Ma quanto sarebbe bello scrivere sulla CASUALE, “EFFETTO DRAQUILA”?
    Fate vobis, io l’ho detto e.. ciao 😉

    http://www.3e32.com/
    CASSA DI RISPARMIO DELLA PROVINCIA DELL’AQUILA (CARISPAQ)
    IBAN: IT68O0604003601000000156830

    http://eva.pescomaggiore.org/eva
    IBAN: IT 87 S 05748 15404 100000008397
    COMITATO PER LA RINASCITA DI PESCOMAGGIORE
    CAUSALE: ECOVILLAGGIO

  52. www youtube.com/watch?v=XE1e-26e9M4
    A Linea Notte?
    La Berlinguer ha detto un sacco di inesattezze e voleva mettere in bocca a Sabina parole che non ha detto.
    Ed è andata oltre, dicendo che “quello che Berlusconi ha fatto l’hanno voluto gli aquilani”.

    Bravissima Sabina che non si è lasciata zittire e anzi continuava a dire cose “scomode” con la Berlinguer che non sapeva più che pesci pigliare se non andare avanti nella sua scaletta di domande fingendo di ignorare le risposte, che spesso erano opposte rispetto a quelle presunte nella domanda successiva, tipo “il tema di fondo”: che “Berlusconi sarebbe stato in un momento di empasse superato grazie al terremoto”. Che non è sbagliato ma mette la gente sulla difensiva ed è solo una parte di quanto riguarda il film.
    Da come ha posto la domanda sembrava fatta apposta per screditare (ed era evidente che la Berlinguer non era d’accordo).

    Però intanto il film è stato un successone a Cannes:
    www ansa.it/web/notizie/rubriche/speciali/2010/05/08/visualizza_new.html_1790252845.html

  53. Ci associamo senza se e senza ma a quanto proposto da auryn.
    Cerchiamo tutti di aiutare gli aquilani che non si arrendono!
    Non lasciamoli soli una volta che si siano spenti i riflettori.
    Non facciamo in modo che Draquila sia per tutti noi solo una gioia da condividere con Sabina, un momento di riflessione, un momento di indignazione…dopo il quale ognuno ritorna alla sua vita.

  54. brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…brava…

    comeè semplice dirti brava…

    c’è anche la tecnologia che aiuta con un semplice copia incolla te lo posso dire 10.0000 volte e non mi stancherei mai di dirtelo..TU ARA LA MIA AMATA SABINA con pochi mezzi tecnologici senza tanti effetti speciali hai saputo semplicemente DOCUMENTARE LA REALTA ……MITTICCCAAA

    sei grande grande grande grande grande grande grande grande grande grande grande grande……….

  55. http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=29162&sez=HOME_CINEMA&npl=&desc_sez=

    Soddisfazione!! Ma lo sapevo. E dopo Cannes, vincerai il David di Donatello, ha vinto Garrone con Gomorra e puoi vincere tu con Draquila che è a un livello nettamente SUPERIORE. E tu vincerai anche il golden globe. Ma come si fa a contattarti in privato? Io voglio lavorà con te Sabina. Se vinci il golden globe devi farmi lavorare con te, se non altro per la mia geniale capacità di prevedere gli eventi.

  56. un appello a tutti.
    siamo pronti a difendere Sabina in ogni angolo dalle diffamazioni e strumentalizzazioni che stanno nascendo (beh ovviamente per direttive dalla proprietá di molti giornali…). Ma anche all’estero ci sono strumentalizzazioni e accuse di protagonismo e personalismo.
    oggi la Brambilla, si proprio lei, il ministro del turismo che fece il saluto fascista a Lecco alla festa dei carabinieri, ha minacciato in perfetta coerenza fascista di voler querelare per lesa immagine della patria!

    difendiamola! difendiamoci! attacchiamo!

  57. Grande Sabina!

    che bello vederti sul tappeto rosso di Cannes a rappresentare NOI

    PS.
    risparmia la cassa di champagne per Bondi, mica lo ha fatto per farti pubblicità, del tuo film non gli frega niente, ma doveva evitare accuratamente i giornalisti che gli avrebbero chiesti della messainpiega agli uffizi…

    ^_*

  58. Ciao a tutti! Volevo segnalare un’altra strana anomalia di internet riguardo alla pubblicità online del film “Draquila”.
    Mi piace essere informata sulla programmazione dei cinema in anticipo e sono iscritta alla newsletter MXmXviXs.it… fin qui nulla di strano, se non fosse che appena aperta l’email del 12/06/2010, ho letto che Draquila sarebbe stato trasmesso anche a Catania (peccato che non ricordi più in quali cinema!) e un’ora dopo, riaprendo la stessa email alle 00.00 (del 13/06) ne avessi trovato il contenuto cambiato!!! Ma dico, è una cosa normale secondo voi???
    Allora ho fatto un’altra ricerca perchè sono proprio testarda… vado direttamente sul sito MXmXvies (metto le X per non fare pubblicità, tanto è comprensibile lo stesso) e… il loro motore di ricerca mi restituisce questo risultato: “il film non è presente nei cinema di Catania”!!
    Sapendo bene in quale situazione di silenziosa passività si trovi la città attualmente, la cosa non stupisce più di tanto. Ciò che mi stupisce semmai è il fatto che pensavo di essere libera di scegliere… almeno nella mia posta elettronica, o su un sito di intrattenimento, che cosa guardare e cosa no!!!!

    Tra l’altro Sabina è un modello da imitare e da esportare ovunque nel mondo… vorrei che in Italia ci fossero milioni di Sabina Guzzanti a salvaguardare la libertà di opinione e di espressione!!! (In barba ai nani deliranti che rovinano oltre alla nostra, le altre democrazie e culture straniere)!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here