Home La moglie di Riina Donna Riina e Mafia Capitale: La telefonata di Matteo Orfini

Donna Riina e Mafia Capitale: La telefonata di Matteo Orfini

CONDIVIDI

>> Guarda tutti i video de “La moglie di Riina” <<

Donna Riina e Mafia Capitale: La telefonata di Matteo Orfini

Video-esternazione della signora Riina, opinionista di riferimento di questo blog, non poteva non commentare il bubbone esploso a Roma che ha trasformato tutti i cittadini romani in vittime di Mafia.

“Salve, sono la moglie di Totò Riina e volevo esprimere la mia soddisfazione per l’operazione “Mafia Capitale“.

Finalmente la classe dirigente di questo paese, viene riconosciuta come parte integrante delle mafie e mi auguro che anche i giudici facciano una riflessione e stavolta partano direttamente dal terzo grado di giudizio, cioè quello dell’assoluzione, facendoci risparmiare denaro e tempo. Mi auguro soprattutto che si apra una seria riflessione politica per capire perché il nostro modello è vincente.

Noi siamo stati i primi a introdurre la flessibilità nel licenziamento.
Noi siamo quelli che hanno tenuto fuori le ideologie da questo paese. Destra, Sinistra, basta che paghi è uguale.
Noi siamo stati i primi soprattutto a valorizzare le grandi ricchezze di questo paese. Le calamità naturali, gli immigrati e i rifiuti. Siamo stati noi!

[Driiiin]

Scusate, ho appena ricevuto una telefonata! E’ il Comune di Roma, pensa la coincidenza!
<< Pronto, Matteo Orfini? – E chi sarebbe?
Ah, il commissario! Come dice? Ah, certo!
Le manca del personale e ha bisogno che le consigliamo qualcuno di affidabile, non è che i lavori si possono fermare.
Ma io la capisco perfettamente, la trasparenza innanzitutto, ma senza fermare tutto.
A questo proposito, Matteo, la devo portare in una boutique dove fanno questi passamontagna che sono graziosi. Con ‘ste pietruzze, che sono, secondo me, proprio il simbolo della trasparenza.
Come dice? Ma certo! Hanno fatto anche la linea maschile, si chiama “Volta e Gabbana“, sono veramente deliziosi…>> “.

>> Guarda tutti i video de “La moglie di Riina” <<

Commenta questo post

26 Commenti

  1. Sabina, sei il genio fatta persona…te l’ho già detto? :)! Comunque allora appena si può dire qualcosa informaci dei tuoi progetti che riguardano la signora riina o regina d’italia che dir si voglia xD

  2. …bisogna stare attenti a come si parla … fino a quando non si fa un processo e vanno davanti ad un giudice sono innoccenti..

  3. Grandissima serata oggi al Beltrade di Milano!
    Cinema stracolmo!
    Una grande emozione rivedere #LaTrattativa in sala!
    E un immenso piacere averti incontrato di nuovo 🙂
    Da oggi parte l’operazione ‘passamontagna’ 😉

  4. mi sento complice inconsapevole e responsabile della creazione di un sistema, di una macchina distruttrice che mi sembra inarrestabile, mi sento impotente di fronte a quel che esce fuori giorno dopo giorno e – quel che è peggio – la sensazione che non si tratti che della punta di un immenso iceberg si impossessa sempre più insistentemente della mia testa: a cosa si può davvero credere di quel che ci dicono?
    vorrei porre una domanda: perché l’italiano malato d’ebola è stato portato a Roma, all’ “eccellente” ospedale Spallanzani, che arriva a contare a malapena 150 posti letto? perché ci hanno mostrato immagini di un uomo trasportato con le “massime” cure in un luogo che non è stato neanche isolato a dovere? il reparto di quell’ospedale è totalmente infetto, hanno mandato infermieri ad occuparsi del malato a volto scoperto e allora mi chiedo: perché un’entità di così piccole dimensioni è ospedale a sé e non “appendice” di una struttura più grande (= chi ci lucra dietro?)? perché l’ospedale di Emergency (per fare un esempio) riesce a curare molte più persone dell’ “eccellente” Spallanzani di Roma? e soprattutto: da dove viene questo virus? possiamo davvero far finta di credere che le case farmaceutiche non c’entrino nulla e girarci per l’ennesima volta da un’altra parte?
    e ancora: cosa succede a Roma? perché chiediamo le dimissioni di marino? quel che mi viene da pensare è questo: se delle cose stanno venendo a galla è perché forse sono cose ormai prive di importanza per il sistema che c’è dietro, prive di utilità e magari si tratta anche di informazioni false o quantomeno manipolate. sono stordita e penso “ma questo va denunciato!”, e poi di nuovo quella voce insistente e beffarda che mi risponde “a chi?”.

  5. niente sabina. a questo punto anche io ho un mito! vederti a ravenna così preoccupata e vedere ora come la situazione si è ribaltata con tutte le persone che “dall’alto del basso” si stanno muovendo per sostenere il film indipendentemente da tutto….ha dell’incredibile! credo che le difficoltà arrivino proprio per andare oltre e creare alternative di gran lunga migliori delle normali strade percorse! il tuo film, donna riina e tutto quanto ne seguirà sarà sicuramente una scossa per tutti quelli che sono pronti a reagire. con affetto profondo e anche inspiegabile, continuo a imparare…Grazie!

  6. l’antiterrorismo che mangia sopra a quattro ragazzini. la tv ed i giornali quelli si che terrorizzano. stavo tranquillo a casa accendo la tv … i soliti ragazzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here