Home La Trattativa La Trattativa – Che viaggio, che sballo

La Trattativa – Che viaggio, che sballo

CONDIVIDI
la trattativa

La Trattativa a Zugliano

Ieri a ZUGLIANO vicino Udine c’erano più di 400 persone e ci siamo divertiti. Siamo stati bene Mi piacerebbe raccontarvi questi dibattiti ma non è possibile, bisogna esserci.

Nel video del post, potete farvi un’idea del dibattito

Sono sempre diversi anche se le domande sono sempre le stesse, ci sono sfumature molto diverse, umori, atmosfere ogni sera diversi.
Ogni luogo è una scoperta, è come conoscere tanti pezzi di un esercito che si sta riordinando.
Ieri LaTrattativa è stato proiettato grazie a Pierluigi di Piazza fondatore del centro Balducci che da rifugio a profughi, immigrati, malati e diseredati. E’ un prete in gamba che ha scritto un libro assieme a Margherita Hack e che oggi ospitava Peppino Englaro, per farvi capire che è credibile. gugolatelo per saperne di più.

Ho saputo anche di un ottima iniziativa di LIBERA, una raccolta firme per abolire le leggi di merda di Berlusconi uno dei protagonisti del film.

Il Primo Marzo torniamo a Roma al PALLADIUM

LaTrattativa oggi continua qui:

Sala Teatro Sandro Pertini di Villa Farsetti – Santa Maria di Sala (VE)
Ore 20:30
A seguire incontro con Sabina Guzzanti

Teatro Rosmini – Borgomanero (NO)
Ore 19:30
Collegamento skype con Sabina Guzzanti

Cinema Teatro Norba – Conversano (BA)
Ore 21:00

Sala Conferenze – Ciriè (TO)
Ore 21:00

Kinemax – Monfalcone
Ore 10:30
A seguire incontro con Sabina Guzzanti

Auditorium San Marco – Palmanova
Ore 18:00
A seguire incontro con Sabina Guzzanti

Eco Bistrot – Salerno
Ore 17:30

Commenta questo post

12 Commenti

  1. Ieri ho seguito tutto quanto il dibattito in streaming su youtube!Veramente bello e stimolante e poi è meraviglioso vedere le sale sempre stracolme di persone che ti applaudono!Io direi proprio che questa è la tua e la nostra vittoria :)) un bacione e grazie per tutto ciò che fai!

  2. @claudia che bello che si possa vedere in streaming, rende bene? non come dal vivo forse ma se ti interessa si capisce

    @ilenia la trattativa di torrealta che poi ne ha scritto uno dopo che non mi ricordo come si intitola esattamente dove parlano pure dell’operazione farfalla
    poi l’agendarossa e un altro che si chiama l’agenda nera
    il nuovo di torrealta e mottola è il più recente

  3. buongiorno Sabi!Sicuramente dal vivo è molto più coinvolgente;ricordo i tuoi dibattiti e gli interventi del pubblico quando presentasti Viva Zapatero e Le ragioni dell’aragosta qui a Cagliari!Tanti baci e buona serata 🙂

  4. ROMA – TEATRO PALLADIUM –
    PROIEZIONE ‪#‎LATRATTATIVA‬
    1 Marzo ore 20:30.
    Incontro con Sabina Guzzanti
    GARBATELLA Piazza Bartolomeo Romano
    06 4555 3050
    Chi vive a Roma cmq in zona vada(io sono troppo distante purtroppo)

  5. L’altro libro di torrealta di cui parli credo sia processo alla stato. A questo proposito mi ha sempre impressionato il modo in cui e’ sceneggiato in questo libro l’interrogatorio di chelazzi a Mori, capisco che metterlo nel film era impossibile poiché richiedeva di aprire troppe finestre, non credi che sia anche questa una scena che non chiederebbe altro se non di essere rappresentata?

  6. Ero a Zugliano a vedere il film. Ho riflettuto sulle domande e considerazioni poste, soprattutto quelle su ‘cosa possiamo fare?’, sull’esportazione della mafia all’estero, sulla considerazione ‘ma allora siamo tutti mafiosi’. In merito all’esportazione della mafia, essendo sposato con una svedese, conosco abbastanza bene la mentalità scandinava. Certo, anche là c’è per esempio la mafia russa, ma un conto è il riciclaggio di denaro di provenienza illecita in attività lecite, un conto è accettare che un cialtrone prenda il potere e depenalizzi il falso in bilancio. Mi creda, uno come Berlusconi non avrebbe mai potuto emergere con gente di quella mentalità. Ma lo sa che una politica svedese è sparita dalla scena perché ha pagato un Toblerone con la carta di credito del governo? Il principio è: anche là, certo, c’è chi si serve della baby sitter in nero, ma se si è in quella posizione non lo si deve fare, perché ci deve essere un rapporto fiduciario completo ed assoluto, visto il potere che si dà in mano alla politica. Ciò che si può fare è un po’ alla volta contribuire ad approdare a questa mentalità.

  7. Ciao sabina! ho acquistato il biglietto per il 6 marzo a brescia e ne sono molto contento, ma facendo parte di un associazione culturale con sede a lecce mi chiedevo se fosse possibile organizzarne una proiezione proprio lì, a lecce. l’associazione è quella presente nel link al website, ne saremmo veramente molto orgogliosi. Grazie mille, in ogni caso!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here