Home Politica BREAKING NEWS impresa tedesca rapina la Grecia

BREAKING NEWS impresa tedesca rapina la Grecia

CONDIVIDI
Aeroporto-Atene-c

Quanto costa secondo voi un aeroporto? E 14 aeroporti? E con i soldi di chi vengono costruiti? E se li vendi a chi vanno questi soldi?

Se un aeroporto pubblico costruito con i soldi pubblici è costato per dire 50 miliardi e tu lo rivendi a 50 euro a un privato, lo stato che lo ha venduto diventa più ricco o più povero?
I cittadini che erano propietari dell’aeroporto diventano più ricchi o più poveri?

Quando dicono che non ci sono soldi, questi soldi secondo voi dove sono finiti se prima c’erano?

Aeroporto-Atene-c

OGGI

Leggiamo oggi che un’impresa tedesca la Fraport, si “compra” 14 aeroporti greci per 1,23 miliardi.

Non scrivono nell’articolo il loro valore reale degli aeroporti.
Non ci informano quindi del FURTO. Non lo mettono in evidenza.

I giornalisti, i loro direttori e i loro editori si rendono così complici di una rapina.

Se uno zingaro avesse rubato un’automobile ce lo avrebbero fatto capire.
In questo caso è il lettore che conclude che a occhio il prezzo è un po’ bassino e che si tratta di una prepotenza pura e semplice spacciata per ricetta terapeutica.
Il lettore fa questo ragionamento fra sé e sé senza che il giornale si prenda la responsabilità di chiamare le cose col loro nome.

Per questo non amiamo i nostri giornali, siamo diffidenti. perché non scrivono la notizia così com’e?

“la Grecia costretta a regalare 14 aeroporti alla germania perché la gente possa prelevare i soldi per pagare le bollette”

Commenta questo post

17 Commenti

    • Simone dal punto di vista dei legittimi proprietari, ovvero i greci è un furto anche se l’accordo fosse stato fatto da un governo precedente. un bene pubblico svenduto per un ricatto. un’estorsione

      • Il bene pubblico in questione non è “svenduto”, ma pagato una cifra spropositata per il suo attuale valore, data la situazione di disastro finanziario in cui versano i 14 aeroporti. Inoltre non si tratta di una vendita, ma di una concessione 40 ennale. Infatti gli aeroporti e gli spazi aerei in europa sono tutti sotto concessione degli enti nazionali.
        Tutti i paesi avanzati fanno privatizzazioni, persino l’ Iran, dove spesso lavoro, sta lavorando ad un massiccio piano di privatizzazioni.
        L’aumento del traffico previsto (turisti tedeschi?) porta turismo, indotto e soprattutto tasse aeroportuali sui biglietti senza investire. Se tutti i ricatti fossero come questo vorrei essere aiutato anche io. La favola dei tedeschi ricattatori fa comodo a chi pratica il populismo di maniera, purtroppo i politici greci hanno ridotto un paese bellissimo in queste condizioni, ben prima che Merkel e soci ci mettessero le mani. Inoltre noi italiani in merito non siamo in grado di dare lezioni a nessuno, vista la nostra storia economica e politica. Ben vengano i tedeschi. Vorrei la merkel a Roma, ma non è possibile purtroppo.

  1. C’E’ POCO DA COMMENTARE. I COMMENTI PALESI O SOTTINTESI SONO GIA’ STATI BEN EVIDENZIATI DA SABINA E NON MI RESTA CHE CONDIVIDERE IN PIENO LE VALUTAZIONI FATTE.

  2. Secondo me è in atto una colonizzazione da parte della Germania a discapito del resto dell’Europa. Ha cominciato con la Grecia poi sarà la volta dell’Italia e così via. Ed il resto dell’Europa sta a guardare sperando di dividersi le spoglie dei paesi che mano a mano vengono spolpati.

  3. In Grecia il re e’ nudo, ma le cose anche se non cosi’ drammatiche stanno cosi’ anche in altri campi e altri paesi. Per dirne una, quando si parla di fondi europei per la ricerca, questi vengono attratti in massima parte dal nord dell’europa, perche’ in Italia o in Spagna non mettono i ricercatori nelle condizioni di lavorare al progetto per cui hanno ricevuto i finanziamenti europei, oppure piu’ in generale non garantiscono loro, non dico una carriera, ma nemmeno che dopo il progetto non si ritroveranno di nuovo con le valigie in mano a ricominciare da capo da tutt’altra parte. Mi si dira’ che e’ colpa dell’Italia o della Spagna che non si rendono competitive. Verissimo, per carita’, ma secondo me c’e’ di piu’. Ma a me sembra che la classe dirigente italiana che consegna al nord europa le risorse umane con il massimo potenziale di innovazione abbia lo stesso ruolo del “palo” in una rapina. Ci sono molti modi in cui il nord europa si arricchisce a scapito del sud, e sarebbe anche ora che ne prendessimo coscienza e che queste cose cominciassero a sentirsi nei dibattiti pubblici.

  4. Cara Sabina,sono d’accordo con la tua scarna analisi,dove sono tutti i tuoi compagni di viaggio de sinistra?…Sono tutti comprati da questa finanza mondialista di cui la Germania è il bastione europeo.Tutti quelli che ti ospitavano in televisione quando eri utile ariete contro il fortino Berlusconiano ora non battono ciglio,adorano il DioEuro e scodinzolano a comando. L’unico che stà con la tua posizione è…..l’odiato Salvini!

  5. “Gregor Gysi of the leftwing Die Linke, 12 of whose MPs did not turn up to vote, accused the government of profiting from the crisis. He was particularly critical of the privatisation of 14 regional airports in Greece, for what he called a “dumping price”, to the German airport operator Fraport. He claimed Germany was expected to earn €100m from Greece and “should be helping to rebuild it, not forcing it to save”.

    Da ” The Guardian” oggi http://www.theguardian.com/business/2015/aug/19/german-parliament-third-greek-bailout-debate-bundes

    Una tristissima pagina per l’Europa, una brutta Europa quest’Europa Germanizzata

  6. Ti sei chiesta se c’era qualcun altro disposto a pagare di più per quegli aeroporti? Se c’era, beh allora questo è un furto. Ma se non c’era nessuno a pagare di più allora come fai a dire che è un furto?!? Peccato perché con queste approssimazioni rischi di rovinare la tua reputazione.

  7. @Maurizio io non andavo in tv con berlusconi, né ci vado ora con renzi. ho lavorato in tv fino a che c’è stata una forma di democrazia. sono stata cacciata nel 2003 invisa sia alla destra che a una buona parte della sinistra di governo. quanto a salvini lui in tv c’è sempre a tutte le ore. non è un nemico del potere, è uno di quelli che si prestano a fare il lavoro sporco, molto sporco.

  8. Se i conti pubblici tedeschi sono più floridi che mai è soprattutto per merito della crisi greca. Che ha avvantaggiato Berlino più di qualsiasi altro Stato europeo. Ad affermarlo è una ricerca pubblicata dall’istituto tedesco Halle Institute for economic research (Iwh), che calcola in ben 100 miliardi di euro i risparmi ottenuti da Berlino tra 2005 e 2010 grazie al calo dei tassi di interesse dovuto alla crisi del debito. Durante periodi di instabilità economica, infatti, ‘gli investitori preferiscono investimenti sicuri’, spiega l’Istituto. Per questo hanno acquistato in massa titoli di Stato tedeschi, determinando un calo dei rendimenti: ‘ogni volta che ci sono state cattive notizie sulla Grecia, i rendimenti sui titoli tedeschi scendevano’

  9. Che palle!
    Siccome nessuno ti fila adesso ci rompi le scatole con la storia della spiaggia.
    La solita polemica gratuita. Tutto per farti pubblicità. Ormai sei alla frutta.
    Non potevi stare. Punto e basta. Cosa c’entrano i politici…???

  10. Se uno stato ha avuto per anni la corruzione che si è fatta sistema e i politici che dovevano rispettare i bisogni del popolo non hanno fatto altro che curare i propri interessi anteponendoli allo stesso, tutto ciò ha portato a questo. Economia significa letteralmente legge della casa, se i ministri greci hanno dimenticato l’etimo di quella parola non è colpa dei tedeschi. Se i greci hanno votato per decenni una sola famiglia a capo del governo si meritano questo. L’Italia non sta messa meglio ma per fortuna oggi possiamo dire che abbiamo una buona opposizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here