Home Politica Berlusconi e la Porta Santa

Berlusconi e la Porta Santa

CONDIVIDI
berlusconi porta santa

 

Berlusconi e la Porta Santa

Berlusconi passerà per la Porta Santa gratis o a pagamento?

BERLUSCONI PORTA SANTA – Torno dall’Aquila dove continuo il mio lavoro e ho filmato quello che potevo della perdonanza. Arrivata a Roma siamo passati davanti a una volante e ho sussultato.

Mi sono resa conto che è come tornare dalla guerra. Una città tuttora completamente militarizzata ingiustificatamente a 5 mesi dal sisma.

>> GUARDA IL FILM “DRAQUILA” <<

Verso le 2 del pomeriggio di venerdì arrivano i primi messaggi.

Pare che Berlusconi abbia deciso all’ultimo di non venire. Tutti pensano ingenuamente che abbia a che fare col fatto che possano non farlo passare sotto la porta santa per la sua condotta inqualificabile.

Io penso se facessi un Berlusconi ora, visto che la perdonanza celestiniana nasce in contrapposizione all’uso dell’epoca di far pagare per l’ingresso in paradiso, gli farei dire: “Ma insomma, doveva essere gratis questo perdono, invece devo dare altri soldi per le scuole private, già abbiamo dato qui al Vaticano la possibilità di cedere un terreno per 30 anni dove con i soldi pubblici verranno costruti nuovi alloggi per gli studenti e poi tornerà di proprietà del Vaticano con tutto quello che c’è sopra, mentre tutti gli altri terreni vengono requisiti.

Devo dare altri sgravi fiscali, pagare questo e quello, ma sono l’unico cretino che ancora paga per il paradiso, ma che c’ho scritto: Berlusconi?”

In realtà arriva poi la notizia che il giornale di Feltri ha attaccato il direttore dell’Avvenire con la stessa tecnica di ricatto rappresaglia e abuso con cui aveva attaccato Veronica Lario e con cui punisce tutti gli oppositori insieme agli altri giornali e reti tv controllati da quello che alcuni chiamano “presidente del consiglio“, apprfittando come al solito di leggi non leggi sull’editoria e sul controllo dei media fatte dopo che l’inelegibile venisse eletto a dispetto di ogni principio democratico.

Arriva anche la notizia che Repubblica è stata querelata per le domande. Dice sono retoriche l’accusa è implicita. Ma a me sembra che una domanda retorica potrebbe essere: “Berlusconi è vero che lei è un gran puttaniere?” Questa si.

Se qualcuno la facesse sarebbe un birichino, ma non l’ha fatta nessuno! Quelle di Repubblica sono solo domande e sono un millesimo di quelle che andrebbero fatte.

Alla festa della perdonanza c’è Letta pallido e sudato vicino al suo Bertolaso di cui si dice sia l’eminenza grigia e il cardinal Bertone che per la prima volta mi è quasi simpatico, nel senso etimologico della parola “sentire con”, sta provando quello che ogni persona libera in questo paese è costretta a subire quotidianamente.

Nella processione ci sono tante maschere medievali e ci sono preti e frati di tutte le razze, pronti per una sfilata in un film di fellini.

E i politici che ormai pure loro hanno un costume che li rende inconfondibili. E tutti i tipi di militari e di forze dell’ordine civili. Chi è mascherato e chi non lo è?

Non si può davvero dire. I non mascherati sono gli squallidi cittadini comuni nei loro vestiti anonimi rimediati dalla croce rossa o tirati fuori dalle macerie.

Ma si riconoscono lontano un miglio e quindi vanno considerate maschere pure loro.

Per il card. Bertone hanno allestito un camerino in una tenda entra con un costume ed esce con un altro più bello con un cappellone. Una folata di incenso annuncia l’inizio della messa.

Mi sposto sul retro, lato Porta Santa.

Sul lato della Porta Santa dall’altra parte della recinzione della tendopoli spunta uno striscione che dice: vergogna. La protezione civile glie lo strappa.

Voci di protesta dall’altra parte che diritto avete? Ma sapendo come stanno le cose ne avevano preparato un altro che spunta: “Fate i vostri comodi come foste a casa vostra“.

La protezione civile sta per strapparlo. Poi uno dice: ma che lo facessero i carabinieri che stanno a guardare. Dopo un po’ arriva la digos niente popo’ e lo toglie.

Si accorgono di essere filmati e mi sembra di cogliere un moto di fastidio.

Dal loro punto di vista è incomprensibile che con tutto il casino che c’è ci sia gente impeganta a fare le pulci sui diritti civili. Almeno così mi pare di interpretare il loro pensiero.

Uno si mette vicino a me e parlando con un altro dice credo per farmi sentire: “Io ho un contratto di esclusiva con sky. Se pubblicano la mia immagine faccio causa.

Anzi l’ho fatto apposta a farmi filmare così divento ricco”. Ma qui succedono cose ben più interessanti di striscioni tolti e le forze dell’ordine possono stare tranquille, non è su di loro che siamo concentrati. Se facessero filmare quello che si deve avrebbero tutto da guadagnare.

Si sediamo nell’attesa sul baldacchino per fotografi e giornalisti. Quando dopo 20 minuti proviamo a scendere ci dicono che non possiamo. Perché? Sono gli ordini. di chi?

Da queste parti non c’è risposta possibile per la seconda domanda. E se fai la prima ti accorgi che continuamente qualcuno in divisa guarda nella tua direzione mentre un altro gli bisbiglia qualcosa all’orecchio. Ma davvero sta guardando me?

Faccio una prova, dico: buon giorno nella sua direzione e risponde: buon giorno. Sì guardava proprio me.

Sotto si riempie tutto di clero bianco e clero fuxia. Autorità con fascia e senza. Nel momento di massimo raccoglimento il buon dio fa uno dei suoi scherzi da prete.

Tutti i cellulari dei penitenti cominciano a suonare. Sotto le toghe mani candide li mettono a tacere. La Carfagna è tesa e contrita come una hostess a lutto.

Alterna un umile sguardo a terra a uno più paranoico alle sue spalle. l’occhio sporgente sporge a difendersi da chissà quali penseri.

Tra poco (20 giorni al massimo) arriverà l’inverno, le case basteranno per un terzo della popolazione. Tutto congiura perché gli abitanti lascino la zona.

Segnalo al vostro buon cuore anche un gruppo di una venticinquina di anziani e bambini di Paganica che hanno deciso di resistere senza sapere dove potranno abitare.

Se la popolazione sarà tutta sparpagliata gli avvoltoi avranno mano libera e ci manca solo come segno dell’apocalisse che gli avvoltoi si mangino le aquile.

>> GUARDA IL FILM “DRAQUILA” <<

Commenta questo post

43 Commenti

  1. Grazie Sabina del puntuale resoconto.
    Meno male che qualcuno ci racconta quello che capita. I TG sono intasati da notizie prive di significato. C’è rimasta LA7 che ogni tanto si avventura in notizie fuori dal coro.
    Come ricordavi, la notizia di apertura è l’editoriale di Feltri più o meno pilotato da Berlusconi.
    Sia libero Feltri di dire quello che pensa. Altrettanto la chiesa.

    A commento noterei solo che “se anche la cacca la facciamo tutti non è che puzza di meno”.
    Perdonatemi il linguaggio volgare, ma spero di aver reso l’idea.

    Aggiungo: la differenza abissale tra un cittadino qualunque e Berlusconi è tutta nel lodo Alfano: questa legge garantisce solo a lui e pochi altri l’impunità da QUALUNQUE fatto di reato.
    Immaginiamo un festino all’interno del quale viene stuprata/uccisa/bastonata una minorenne (non è mai capitato è solo un esempio di fantasia): cosa capita? tutti vanno in galera: direttore di Avvenire, operai, camerieri.. Berlusconi no.

    E tutto perché il lodo Alfano sospende i processi fino alla fine del mandato. Ed in ipotesi di nuova elezione o nomina per altra carica (ES. Presidente della Repubblica) anche per una nuova legislatura. Ora, a dispetto dell’età biologica dichiarata, il giorno in cui il cavaliere sarebbe di nuovo processabile coinciderebbe più o meno con la data della sua dipartita (senza volerglielo augurare, per carità).

    Dica Feltri ciò che vuole. E i porporati altrettanto. Il fatto è che non tutti sono uguali davanti alla legge. E mi stupisco della Presidenza della Repubblica.
    Mi stupisco a rimpiangere il DC Scalfaro.

    Quanto alla vendita delle indulgenze o festa della perdonanza che sia, me ne comprerei una.. ma non me ne faccio di molto perché
    sono uno scomunicato cui è proibita la comunione e che andrà a l’inferno perché tutto cioè che vuole dalla vita, pur chiamandosi Marco è poter amare un altro Marco

  2. Ciao Sabina,
    in che modo si potrebbe dare una mano agli anziani delle tende? Sarebbero disposti a trasferirsi anche di parecchi chilometri?
    Posso provare a chiedere ad una persona di mia conoscenza che ha una villa disabitata nel periodo invernale. Se sovesse accettare ci sarebbe però il problema del pagamento delle spese di acqua, luce e gas che la proprietaria non può sostenere…
    Che altro modo suggerisci?

    p.s.
    “A palazzo Chigi è l’ora dei falchi. Perché l’attacco a Boffo è piaciuto a mezzo governo. Tranne qualche teocon, quelli che contano hanno scelto il silenzio-assenso. E in privato si sono detti soddisfatti: da Brunetta alla Gelmini, da Frattini a Matteoli. Per Tremonti poi il problema nemmeno sussiste. E i leghisti non vedevano l’ora. Del resto Silvio Berlusconi, prima di riprendere il timone politico, ha un piano ben preciso. Che non passa per l’ala diplomatica di palazzo Chigi, quella, appunto, di Letta e Bonaiuti. Anche se il tavolo dell’appeasement continua a lavorare, smussare, ricucire. Tanto che ieri da palazzo Grazioli è partito un giro di telefonate ai parlamentari: «Non dichiarate su Bagnasco, teniamo tutti i toni bassi con la Chiesa», questo l’ordine di scuderia. Ma il Cavaliere, parallelamente, ha deciso di rovesciare lo schema di questi mesi sul sexgate: un’impostazione – a suo giudizio – tutta difensiva (dall’«utilizzatore finale» al «non ho invitato consapevolmente persone poco serie») neanche fosse già in un’Aula di tribunale per induzione alla prostituzione. Lui – che considera tutta questa storia come una manovra per screditarlo, ma senza alcun rilievo penale – vuole giocare all’attacco. E ricostruire la sua immagine politica. Subito. E questo ruolo lo ha affidato, neanche a dirlo, a Vittorio Feltri. Con cui, si dice, si sia sentito telefonicamente durante il caso Boffo: «Caro Vittorio, tu non mi deludi mai» la frase consegnata al cronista. Una conversazione in cui il premier avrebbe ribadito l’obiettivo di colpire duro i mandanti del sexgate per arrivare, tutti, a più miti consigli: «Andiamo avanti così. Sarà il caso che tutti quelli che fanno lezioni senza averne titoli siano sbugiardati».
    http://www.ilriformista.it/stories/Italia/80448/

  3. grazie ayrun dell’articolo interessante. per quanto riguarda paganica il punto è proprio che non se ne vogliono andare e fanno bene. è un discorso lungo ma fanno bene a restare è opportuno e nel loro diritto. il modo per aiutarli è regalare loro casette di legno o mobili facendo collette. ho letto che se ne trovano anche a 11mila euro. oppure regalare del legno, lì molti sanno costruire

  4. Ciao Sabina,
    il tuo resoconto (anche i precedenti) ha il pregio di aver fotografato ciò che chi non ha avuto la possibilità di essere a L’Aquila o dintorni ha solo potuto immaginare, con la speranza, però, che non fosse reale, con la speranza che i telegiornali riportassero la verità.. ma come sempre, così non è stato.. : il Governo, ad oggi, non ha fatto ancora nulla di concreto.. continua la politica del “tanto fumo e niente arrosto”..! Continua la politica del gossip.. continua la politica delle apparenze..
    E’ vero, i vecchietti di Paganica hanno tutto il diritto di rimanere dove sono, se non altro perché rimanere significa lottare e “farsi sentire”, mentre andarsene, forse, sarebbe sinonimo di “arresa”.. però hanno anche il diritto di vivere in condizioni tali da permetter loro di sopravvivere.. allora, se ciò non è possibile perché gli aiuti pervenuti non sono sufficienti e se il Governo non intende provvedere, forse, sarebbe il caso di accettare, laddove ci fosse, l’offerta di trasferirsi (“momentaneamente”.. mi rendo conto che potrebbe essere un eufemismo..) in luoghi più consoni ad attraversare un inverno che, per loro più velocemente che per altri, sta arrivando. Non lo so a che punto siano e a quanto ammontino gli aiuti (economici e materiali) che i tuoi appelli hanno richiamato.. io spero che ognuno di noi, nel proprio piccolo, abbia contribuito in qualche modo.. però, qualora ciò non fosse sufficiente (e credo che non lo sia), sarebbe il caso che, se ci sia la concreta possibilità di spostarsi, chi è in situazioni di maggiore difficoltà (anziani e bambini) lo faccia: con questi cialtroni al Governo, la testardaggine non avrà la meglio.. io credo che l’uno non annulli l’altro.. ossia.. il fatto che si spostino per il momento, non significa che non debbano più esserci aiuti.. anzi..

  5. @ sabina

    capisco il rischio che correbbero andandosene.. più che non poter difendere la città, molto probabilmente non verrebbero più presi in considerazione.. e capisco anche che mollare la presa ora sia deleterio.. lancio una provocazione.. credi davvero che rimanere serva a qualcosa..?? attenzione.. non dico che non si debba lottare.. ma ad un certo punto bisogna pensare anche alla propria salute.. no..? pensiero che sicuramente non è al primo posto per una persona aziana, persona che ha vissuto in un certo habitat e non si sogna minimamente di abbandonare le proprie radici..

  6. non capisco bene il punto stefania. se una persna decide di lottare tu gli vuoi suggerire di pensare alla salute? credo ti risponderebbero pensa tu alla tua che alla loro ci pensano loro. e domandati se puoi aiutarli se non puoi nessuno te ne fa una colpa

  7. Conosco molto bene le ragioni per cui restare.. per esperienza personale ..!!
    da diversi anni Resisto, a costo della vita.. ma…, la “Terra E’ la Vita… quindi: nessun costo…
    non è facile sintetizzarlo..

    🙂 A TUTTI
    Concretamente cosa possiamo fare noi tutti iscritti al blog?…. Mi balena da più tempo un desiderio…:
    Possiamo acquistare una casetta in legno impegnandoci a pagare mensilmente un Tot per il tempo necessario????
    CONTIAMOCI.. chi e quanti saremmo?
    Oggi contatto una amica che l’anno scorso, per lavoro, frequentava una coppia di stranieri, di ..-non ricordo dove- che avevano contatti con una impresa edile(?)del loro paese,… bè, per non farla lunga, mi suggerì , vista la mia necessità, di acquistare a buon prezzo una casetta in legno.. Non so se è ancora in contatto con loro.
    C’è qualcuno di voi che avrebbe un trattamento di favore a riguardo?
    CHE NE DITE? Sarebbe Fantastico!!!
    🙂

  8. mi sembra un’ottima idea. per quello che so trento è la patria delle casette. anche il legno lì costa meno. si può chiedere alla regione o al comune che le ha fatte ad onna. sono sicura che il prezzo sarebbe per lo meno onesto perché di questi tempi chi vende case mobili ha i canini un po’ allungati

  9. @ sabina

    forse nell’esprimere il mio concetto ho lasciato trapelare un po’ di codardia.. codardia che, a differenza mia, gli abitanti di paganica non hanno.. mi sono messa nei loro panni.. da un lato credo sia un loro diritto lottare per restare, quindi moralmente sono con loro, dall’altro lato, e qui esce “l’alibi” della salute, io forse non avrei il coraggio per farlo.. ma tutto questo non c’entra.. è una stupida divagazione sul tema.. un’esternazione che non dà nulla di concreto..

    per quanto nelle mie possibilità, ho già cercato di dare il mio contributo, subito dopo il terremoto e in seguito..

  10. ti capisco anch’io come prima reazione gli ho detto: però per favore non mettete a rischio la vostra salute, perché ti s stringe il cuore a immaginarteli in quel freddo impronibile senza casa. però la decisione è loro ed è giusta possiamo solo sosteneli

  11. la terra trema , e non solo all’aquila , e non solo adesso; fu nel 1948 che si diceva , la terra trema , non che prima non tremasse , vi sono state scosse per tutta la seconda metà dell’ottocento , ad acitrezza e a reggio emilia;

    non solo a l’aquila ci sono i terromotati , non solo ieri;
    l’indignazione delle case di sabbia e sale è passata , la magistratura dai proclami del ‘seguiranno degli arresti’ all’apertura di una seconda inchiesta sulla sparizione delle macerie sottosequestro , niente prove , niente colpevoli; ad agrigento nel frattempo ricordano che l’italia è unita , chiudono un ospedale di sabbia , ed un mese dopo muore un giovane perchè le sale operatorie erano chiuse , forse per ferie , forse perchè era una sala di cartone , ed in calabria ne muoino sei , forse stavolta perchè i camici erano di carta; la terra trema pure a milano , dove i medici per arrivare al premio produzione , staccavano i pezzi buoni , lavoravono pure quando non ce n’era di bisogno , i grandi lavuratur del nord; al g8 de l’aquila sono stati ospitati centinaia e migliaia di persone , adesso è vuota quella caserma; hanno lavorato i ragazzi sfollati , 14 ore al giorno senza contratto per settanta euro alla giornata;

    la terra trema , non solo oggi , e non solo da oggi si parte per l’america.

    esiste il peggior arrivismo borghese , che consta nel commettere inumani delitti , presentandosi poi al mondo col vestito pulito , col sorriso smagliante , è questa la lotta che si può vedere oggi tra questi; io vedo una idiozia che si è smarrita , e che si compiace di sè , l’apice de l’edonismo , è il piacere di sè; è un eroe il borghese che dalla sua cucina porta l’acqua ad un assetato , ma questo stesso eroe nella sua umanità vorrebbe che questa povertà e sofferenza sparisse , non solo alla vista dei propri occhi , ma dal mondo intero;

  12. @ giano
    quindi doppia rata o siete di più di due? 😀

    🙂 TUTTI
    FACCIAMO IL DIAVOLO IN 4 SI O NO?

    Chi ha un reddito fisso per L’ADOZIONE A DISTANZA DI QUALCHE NONNINA/O?
    (Scurdammoce ‘o passat’…. 😉 qui ed ora …serve ancora…

    Condividiamo questa austerity … GEEENTE, RISPONDETEE?
    Dobbiamo garantire seriamente almeno una rata mensile di 800 euro più o meno..

    Fate riposare un po’ l’intelletto ,
    organizziamoci! altrimenti so’ chiacchiere..;)

    Forse è il caso di fare un post specifico

  13. @auryn
    purtroppo siamo ‘bifronte’, ma mi sa che la rata sarà singola 🙁
    Comunque dipenderà da quanti saremo e quindi dall’ammontare della rata.
    Siamo pronti a partire, ma occorre che chi è d’accordo si faccia sentire, così da contarsi…
    @tutti
    coraggio! Dobbiamo sostenere questi ‘nonnini’ nella loro volontà di resistere! 😀

  14. Sabina sono qui per cercare di indurti ad una riflessione:
    se si continua “a montare” il premier, ossia a personalizzare la battaglia politica, identificandola con la lotta ad un’unica persona, per reazione questa verrà investita ed autorizzata, dalla sua parte politica “e da tutte le forze che lo sostengono” a prendere le redini del potere con maggior vigore ed in pratica si arriverà ad una forma di autoritarimo simile alla dittatura.
    Solo sgonfiando questa impostazione, si potrà evitare il peggio. Questo non significa abdicare, anzi, proprio perchè si tornerà a discutere di politica e dei problemi reali che riguardano i lavoratori, i pensionati, gli immigrati, gli studenti ecc… e non del gossip berlusconiano, il governo verrà messo alle strette in modo serio e quindi si potrà evitare una ulteriore rielezione .
    Anzi dirò di più, ho la netta sensazione che i “peccati inconfessabili” , largamente condivisi dagli italiani, (e dalle italiane) siano in realtà un tassello per arrivare ad un consenso più condiviso, da larghi strati della popolazione.
    E quindi non mi convince, mi spiace, la dissociazione recente di paolo guzzanti dalla mignottocrazia.
    Ti sembra sensato che chi ha chiuso gli occhi per ben altro, adesso si sia convertito su cose che interessano molti italiani e con poca attinenza con i problemi reali del paese.
    Tutto questo fa parte di un progetto pilotato, in cui il peccatore, come del resto succede sempre negli affari di letto, sarà perdonato e redento ed infine ammirato come un eroe.
    In questo progetto, i protagonisti, gli sgobboni del grosso, sono a sinistra: sono queli come Repubbliica, come te Sabina, o Travaglio e molti altri, che credono con questa manovra, di far cadere Berlusconi, fedeli al motto “il fine giustifica i mezzi”. Il problema è che invece si otterrà l’opposto, con il risultato di un giro di vite autoritario, ottenuto per acclamazione.
    Per l’ecovillaggio ho pensato a qualche fonte di ispirazione, perchè si proceda sempre verso il meglio, se ti va di pubblicare: Terra Madre di Ermanno Olmi e Franco Piavoli,
    http://www.wuz.it/articolo/2964/terra-madre-ermanno-olmi-cineteca-bologna-berlinale.html
    Il Pianeta Verde
    http://www.youtube.com/watch?v=KL_K8Cj6rqw&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=Zi-pGs4LOvE&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=dtPX72YtESg&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=nS3A5ZXRVH0&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=9oe7O11wyaI&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=7qtRYSeoBZ4&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=Nzyz1G7dkoA&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=9s2dymZKIs4&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=o5oAC7KJSQQ&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=11_5T2yYP_Y&feature=related
    e questo
    Il mio viaggio fra ecovillaggi e comunità rurali
    http://www.youtube.com/watch?v=B3h9Hfqvkf8&feature=related
    Infine voglio spiegare perchè ho creato scompiglio nel blog. per indurre ad un’ulteriore rflessione il cambiamento, vero, rivoluzionario, etico, potrà avvenire come detto all’inizio dell’ultimo video, quando “l’uomo comincerà con l’esaminare se stesso….” e questo significa osservare che gli stessi difetti, colpe, errori che si imputano ad altri, al Berlusconi di turno, sono un male che spesso coincide e ci accomuna seppur su fronti contraopposti.
    Io qui nel tuo blog ho subìto sopprusi, intimidazioni, tagli, come tu li hai subìti in Rai.
    Oh certo siamo su piani diversi, ma l’ingiustizia è uguale sia che si abbatta sula formica, sia sull’elefante.
    Occorre soprattutto cambiare le coscienze e creare una coscienza collettiva, fondata sulla libertà e sul rispetto di tutti.
    La contrapposizione può essere utile, ma non sempre indispensabile. e chi è consapevole è soprattutto impegnato per qualcosa e non contro qualcosa.
    E la miglior opera è dimostrare con i fatti di essere migliori.
    Non sono buddista o forse lo sono, così come allo stesso modo sono anche cristiano, perchè di entrambe vedo solo il bene, le cose belle, la fratellanza, e l’impegno di molti che operano e si prodigano con amore verso gli altri. Certo ci sono stati errori, e molti, ma ignorare il resto non aiuterà a cambiare le coscienze e la convivenza.

    Claudio Maffei

  15. Sabina sono qui per cercare di indurti ad una riflessione:
    se si continua “a montare” il premier, ossia a personalizzare la battaglia politica, identificandola con la lotta ad un’unica persona, per reazione questa verrà investita ed autorizzata, dalla sua parte politica “e da tutte le forze che lo sostengono” a prendere le redini del potere con maggior vigore ed in pratica si arriverà ad una forma di autoritarimo simile alla dittatura.
    Solo sgonfiando questa impostazione, si potrà evitare il peggio. Questo non significa abdicare, anzi, proprio perchè si tornerà a discutere di politica e dei problemi reali che riguardano i lavoratori, i pensionati, gli immigrati, gli studenti ecc… e non del gossip berlusconiano, il governo verrà messo alle strette in modo serio e quindi si potrà evitare una ulteriore rielezione .
    Anzi dirò di più, ho la netta sensazione che i “peccati inconfessabili” , largamente condivisi dagli italiani, (e dalle italiane) siano in realtà un tassello per arrivare ad un consenso più condiviso, da larghi strati della popolazione.
    E quindi non mi convince, mi spiace, la dissociazione recente di paolo guzzanti dalla mignottocrazia.
    Ti sembra sensato che chi ha chiuso gli occhi per ben altro, adesso si sia convertito su cose che interessano molti italiani e con poca attinenza con i problemi reali del paese.
    Tutto questo fa parte di un progetto pilotato, in cui il peccatore, come del resto succede sempre negli affari di letto, sarà perdonato e redento ed infine ammirato come un eroe.
    In questo progetto, i protagonisti, gli sgobboni del grosso, sono a sinistra: sono queli come Repubbliica, come te Sabina, o Travaglio e molti altri, che credono con questa manovra, di far cadere Berlusconi, fedeli al motto “il fine giustifica i mezzi”. Il problema è che invece si otterrà l’opposto, con il risultato di un giro di vite autoritario, ottenuto per acclamazione.
    Per l’ecovillaggio ho pensato a qualche fonte di ispirazione, perchè si proceda sempre verso il meglio, se ti va di pubblicare: Terra Madre di Ermanno Olmi e Franco Piavoli,
    http://www.wuz.it/articolo/2964/terra-madre-ermanno-olmi-cineteca-bologna-berlinale.html
    Il Pianeta Verde
    http://www.youtube.com/watch?v=KL_K8Cj6rqw&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=Zi-pGs4LOvE&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=dtPX72YtESg&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=nS3A5ZXRVH0&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=9oe7O11wyaI&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=7qtRYSeoBZ4&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=Nzyz1G7dkoA&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=9s2dymZKIs4&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=o5oAC7KJSQQ&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=11_5T2yYP_Y&feature=related
    e questo
    Il mio viaggio fra ecovillaggi e comunità rurali
    http://www.youtube.com/watch?v=B3h9Hfqvkf8&feature=related
    Infine voglio spiegare perchè ho creato scompiglio nel blog. per indurre ad un’ulteriore rflessione il cambiamento, vero, rivoluzionario, etico, potrà avvenire come detto all’inizio dell’ultimo video, quando “l’uomo comincerà con l’esaminare se stesso….” e questo significa osservare che gli stessi difetti, colpe, errori che si imputano ad altri, al Berlusconi di turno, sono un male che spesso coincide e ci accomuna seppur su fronti contraopposti.
    Io qui nel tuo blog ho subìto sopprusi, intimidazioni, tagli, come tu li hai subìti in Rai.
    Oh certo siamo su piani diversi, ma l’ingiustizia è uguale sia che si abbatta sula formica, sia sull’elefante.
    Occorre soprattutto cambiare le coscienze e creare una coscienza collettiva, fondata sulla libertà e sul rispetto di tutti.
    La contrapposizione può essere utile, ma non sempre indispensabile. e chi è consapevole è soprattutto impegnato per qualcosa e non contro qualcosa.
    E la miglior opera è dimostrare con i fatti di essere migliori.
    Non sono buddista o forse lo sono, così come allo stesso modo sono anche cristiano, perchè di entrambe vedo solo il bene, le cose belle, la fratellanza, e l’impegno di molti che operano e si prodigano con amore verso gli altri. Certo ci sono stati errori, e molti, ma ignorare il resto non aiuterà a cambiare le coscienze e la convivenza.

    Claudio Maffei

  16. ok giano,
    aspettiamo domani. peccato che le energie non sempre si sincronizzano al momento giusto…
    (Conveergenza ed equilibratura)

    comunque ho sentito la mia amica, mi vedrò con lei domani ed insieme chiameremo i suoi amici
    per i ragguagli del caso casetta.
    strada facendo acquisterò un gratta e vinci chè forse facciamo prima… eheheh

    buonanotte 🙂

  17. io sono con voi

    auryn at’sè al mej (mi piace la tua idea)

    adottiamo i “NONNI RESISTENTI”

    -ci ho pensato un po’..l’idea è fantastica e spero che in breve tempo riusciremo a concretizzarla.
    cerchiamo, però, di non perdere di vista il punto..mi spiego..anche volendo non riusciremo ad adottare casette a sufficienza per tutti..qualcuno resterà nelle tende, qualcuno sarà costretto ad andarsene dalla sua terra..questo è un gesto solidale, generoso, etc…ma conta relativamente poco..non servirà a metterci la coscienza a posto..non che sia compito nostro la ricostruzione de l’aquila..ma visto che il governo sta giocando a risiko invece di provvedere dobbiamo restare vigili..è dalle nostre scelte(non solo in cabina elettorale) che dipende tutto..- scusate è terminata la mia fase di moralizzatrice…

  18. jj per favore non ti ci mettere pure tu con ‘sta storia della coscienza 😉
    Si fa se si vuol fare e basta! Senza però o posti in paradiso da aspirare 😉
    MI FA SANGUE ASSAJE.!
    MI DA LA FORZA CHE MI SERVE PER “SVENTOLARE ALL’ARIA” i quaqquaraqquà che incontro in ogni dove.
    ABRUZZO RESISTI ALLA TROPPA FRITTURA D’ARIA COME ALTERNATIVA AI TIRANNI…

    JJ, mica siamo gli unici: una casetta noi, in altri luoghi altri fanno altro… non cadiamo nella trappola del tipo: “lo sciopero non lo faccio perchè tizio czio e sempronio non lo fa”.

    p.s.
    odio il freddo ed anche quest’anno non mi risparmierà. riprenderò vecchi esercizi scaldacorpo di yoga.
    giuro che l’anno prossimo chiederò una colletta per me.. ehehe 😀

  19. eppure ero sicura di aver scritto che ci sto..che è una bella idea..
    riprovo…(il resto era una sorta di pensiero ad alta voce più per me che per voi forse..solo voglia di comunicare,condividere opinioni, ricordare che purtroppo non basta una casetta ma sono convinta sia un gesto importante e necessario che dire di più?..boh e che ne so auryn ho riletto il commento e non mi sembra di aver scritto una cazzata..)

    STO CON VOI..

  20. 🙂 jj
    Era chiarissima la tua adesione, scusami non era una attacco a te, ci ho messo pure un sacco di occhiolini
    Giornata densa di accadimenti tostissimi e questa energia mi ha salvata dai colpi.. e straparlo.

    Allora siamo tre.. anzi quattro, ci metto arbitrariamente anche sabina, visto che l’idea le è piaciutai. Sono certa che già sta contribuendo tanto, ma una cento gliela facciamo sganciare.
    ‘notte, a domani

  21. non ho capito che volete fare con queste casette e questi 800 euro fissi al mese. Cioè ho capito che li vorreste mandare giù, ma con che soldi? Ma lavorate voi?

  22. @ tutti i partecipanti

    Scusate, ieri sono stata senza collegamento.

    In questo momento sto con i miei amici e stiamo tentando di metterci in contatto telefonicamente con i loro conoscenti, che attualmente stanno in romania (che pare sia la “patria ” delle casette di legno) ma cade la linea telefonica.

    Nel frattempo fate ricerche e trovate contatti anche voi, così non perdiamo tempo e possiamo confrontare i prezzi, le modalità ecc. ecc.
    Gli amici mi stanno facendo riflettere su un po’ di cose:
    I prezzi in romania sono buoni, ma se si somma costo del viaggio tanto vale acquistarla in italia. Uno di loro ricorda vagamente 60 mq compresi di montaggio ed allacciamenti vari – 12 mila euro. escluso il basamento e la predisposizione per gli scarichi… – IN CONTANTI!

    Recuperiamo dalle collette quanto più possiamo, La restante somma sarà garantita da chi effettivamente puo’ farsi carico delle rate!

    AIUTO! Coordiniamoci bene. QUESTA COSA SADDA FARI
    Fatemi sapere se devo insistere con il contatto rumeno. Se devo lasciar perdere impiego il tempo a cercare su internet, anche se sono più predisposta ai contatti “fisici”…
    torno più tardi che non vedo una mazza, sto in un posto assolato. non rileggo, perdonate gli strafalcioni 😉
    Un abbraccio bollente 🙂

  23. @auryn
    Se possibile, consiglieremmo di proseguire con il tuo contatto in Romania, per avere un reale confronto con i prezzi di qui.
    Noi stiamo cercando su internet qualche informazione.
    Contiamo di postare al più presto i risultati delle nostre ricerche.
    Comunque secondo noi è importante stabilire:
    – un termine di tempo per la raccolta dei diversi contatti (entro metà mese?)
    – decidere la strada da intraprendere per il pagamento (ci sembra che tutti richiedano contanti, oppure un anticipo, chi del 20, chi del 35%, poi un saldo alla consegna, oppure in diverse tranche, durante l’avanzamento lavori. In ogni modo, molti soldi in tempi brevi)
    @tutti
    Non c’è nessun altro che voglia unirsi all’iniziativa? Coraggio! 😉

  24. 🙂 Giano , va bene procedo sulla pista rumena.
    credo che dobbiamo fare l’impossibile per accordarci prima della metà del mese..

    -Visti noi 4/5 (da appurare bene bene)
    -Visto che in linea ci sono 31 visitatori (20 scremando…) che non fanno biff neanche a fungere da mantice a queste 4/5 fiammelle,
    procediamo velocemente verso le risposte relative al caso casetta, diciamo entro al massimo domenica.!

    Poi tutt’al più le persone che sentono seriamente di partecipare si metteranno daccordo via mail o telefonicamente.
    Useremo la redazione per lo scambio di indirizzi e numeri telefonici.

    Contemporaneamente ho contattato le poche persone che contribuiranno alla colletta. FATE ALTRETTANTO, NON DIMENTICATELO!

  25. brava auryn bravissima! potete credo anche prestarla la casetta poi rivendervela quando non ci sarà più bisogno, non si sciupano per dire non siamo mica la protezione civile che tutte le volte butta i container per comprarne di nuovi. per fortuna non ci presentiamo alle elezioni e possiamo essere razionali nelle spese

  26. Si, sabina, ho proprio bisogno di un punto fermo per coordinarmi meglio e dare dettagli più precisi alle persone che sto coinvolgendo nella mia città per la colletta… mi sento dispersiva..
    scusa sto scrivendo in un momento di caos in ufficio (x il nanosecondo: dal mio pc) .. capiscimi al volo. mi ricollego stasera perchè nel pomeriggio devo incontrare altra gente.
    Contattatemi via mail.
    Buona giornata 🙂

  27. @ tutti i partecipanti e Redazione

    cogliendo un’idea di auryn postata qualche giorno fa, per sveltire le comunicazioni tra di noi e non essere dispersivi:

    auryn: visto che sei il motore dell’iniziativa, puoi mandare la tua mail ed eventualmente un recapito telefonico in Redazione?

    Chi è interessato faccia altrettanto, indicando in oggetto, ad es. ‘casetta Paganica’, così la Redazione può girare tutte queste mail con i dati ad auryn.
    In poco tempo così siamo tutti in contatto 🙂

  28. Saleal, non capisco l’utilità di questo link che ho visualizzato e mi sembra una generica pubblicità. ><forse perchè sono STRACOTTA…!
    Probabilmente hai colto la richiesta almeno del “Soffio” e ti ringrazio per il pensiero, ma non è ciò che occorre veramente.
    Perchè di siti ce ne sono a bizzeffe da consultare.
    Oltre “ALLA MATERIA PRIMA”, di tasca propria o attraverso collette, si chiedeva almeno di ricercare nella prpopria città o sui siti
    ditte e spiegare ai titolari la nostra intenzione, auspicando un trattamento possibilmente “privilegiato” anche riguardo la qualità del fabbricato…
    così da raccogliere e confrontare il miglior offerente eccetera eccetera..

    @ te e a tutti
    ARMONIZZIAMOCI OGNUNO DICA COSA DI QUESTE COSE PUO’ FARE!!

    aspetto la mail da red…!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here