Home Politica L’assenza di morale in TV

L’assenza di morale in TV

CONDIVIDI
assenza morale tv

>> Guarda lo spettacolo VILIPENDIO <<

L’assenza di morale in TV

 

Assenza morale tv – Ho finito di vedere adesso Annozero anche se l’ho visto dalle 22 quindi ho perso un pezzo e credo che ci fosse anche Paolo Guzzanti.

Nel complesso, mi ha colpito la mancanza di lucidità del ragionamento, dovuta senza dubbio alla mancanza di principi.

Non potendo opporre un principio il risultato sono insinuazioni, suggestioni, gomitate e controgomitate, false speranze, servilismo, confusione, straordinariamente sintetizzate dalla recitazione della Guerritore, tesa, quello sguardo intenso così teso, così italiano, della sigla di Boris scritta da Elio.

La retorica è una risposta a tutto.

Se vai a vedere, Santoro, di fatto non riesce ad opporre ragioni di principio a una situazione semplicemente putrida e, se Alexander Stille tira fuori la Carfagna, Santoro si agita perché su quella si è deciso che non si discute, come se fosse un’altra cosa.

Tutti ci tengono ad affermare che fare spettacolo è un mestiere rispettabile, figuratevi se non sono d’accordo, ma danno tutti per scontato che per fare spettacolo si debbano mandare foto in mutande?

Nemmeno le donne, nemmeno la Bonino distingue tra libera sessualità e il fatto che ragazze anche minorenni si debbano prostituire per lavorare?

lo chiamano libertà di scelta, ognuno trova la sua strada! Concita De Gregorio nei suoi patetici tentativi di rispondere alla domanda “cosa farebbe una moderata in queste circostanze?“, la butta sullo psicologico: dice “Veronica Berlusconi sta male” ed “è il presidente del consiglio”, quindi piuttosto si evoca l’infermità mentale che una ragione di principio o di diritto.

La Palombelli dice “è sempre stato così, anche nel cinema (quando c’era), cerchiamo criteri più trasparenti”, e fin qui sembra sensata.

Poi svacca come ogni Palombelli e conclude “dovremmo fare delle grandi scuole come in america“. Perchè in America gli attori li prendono dalle scuole? In america gli attori sanno recitare innanzitutto perché la verità non è bandita.

La trasparenza viene da un sistema moralmente sano e dal fatto che se scoppia uno scandalo tutti si scandalizzano il giusto e anche di più. Qui sembra saggio minimizzare, far vedere che siamo uomini di mondo, che niente ci stupisce.

Anche la brunetta con gli occhi azzurri, non aveva messo a fuoco il suo pensiero. Diceva chissenefrega dei pettegolezzi, parliamo di politica.

Ma uno che riempie il governo e il parlamento di escort, come si dice oggi, non è un pettegolezzo, è un segno di decadenza mostruoso contro cui, chiunque ha un po’ di amor di patria, si dovrebbe scagliare con tutti i mezzi che ha.

Poi dice “tutti hanno diritto di accesso alla politica, anche le veline”. Cioè confonde un diritto di accesso, principio di democrazia, col suo opposto perché qui l’accesso non è garantito da un diritto, ma da una rinuncia.

L’accesso è garantito dal riconoscere che hai un padrone. Accesso alla politica significa poi poter fare politica, non accesso in parlamento di punto in bianco con 14mila euro al mese, senza avere né esperienza, né un mandato, né qualcosa da dire, solo un collare col logo di un partito.

E nessuno in studio sa fare questi distinguo?

Dice “se poi non sanno fare il loro lavoro li cacciamo”, ma non è che uno per provare le sue qualità, comincia facendo il ministro. Faresti dirigere una centrale nucleare a uno appena uscito di scuola, poi se sbaglia lo cacciamo?

Ma non è ovvio a tutti che non è ragionare questo? E’ ripetere a pappagallo i pizzini mediaset? Basta, ho parlato pure troppo. Scusate, aggiungo solo che la verità l’ha detta Vauro con la vignetta: Veronica e Silvio siamo al bipolarismo perfetto.

Non ho scritto per quache giorno sono rimasta in un bozzolo fra me e me. Hanno chiuso l’Ambra Jovinelli, non abbiamo potuto continuare lo spettacolo. Me l’hanno comunicato alle 4 del pomeriggio.

Alle cinque ero in scena con il groppo alla gola. C’era per fortuna un pubblico magnifico, esplosivo, che mi ha dato l’energia per recitare come se fosse l’ultima volta, ma anche la prima.

Sono stata qualche giorno a pensare. Ho fatto le cinque di mattina scrivendo e leggendo.

E ora che mi metta a lavorare con metodo sul prossimo film. Ci ho ragionato tutti questi mesi. Inizia ufficialmente la fase di ricerca. Ho una bella pila di libri da leggere, ci vorranno un paio di mesi e poi comincerà la scrittura.

Forse schiodo da qui per un po’. Continuerò a scrivere, ma solo per voi..

>> Guarda lo spettacolo VILIPENDIO <<

Commenta questo post

62 Commenti

  1. Ciao Sabi.
    non ho visto annozero ma condivido quello dici…
    mi spiace molto per l’ambra jovinelli….immagino il tuo groppo e magone….
    buona ricerca allora, dentro e fuori…
    “schioda” un pò anche per me.
    un abbraccio e buon lavoro. 🙂

  2. beh io questa sera non me la sentivo di guardare santoro.. ho guardato le ragioni dell’aragosta..un film a caso..avevo bisogno di coccolarmi un po’ con la frase finale..ma non mi ricordavo più che oltre che coccolarmi la tua voce alla fine piazza uno sberlone in pieno volto..e adesso mi sento così..coccolata ma con cinque dita stampate su una guancia..non conosco bene la storia del teatro di cui parli ma..in questi giorni tu hai perso il teatro e io ho perso il nonno c’entra qualcosa?forse no..se non altro durante la veglia nella camera ardente (si chiama così no?) scopri di avere dei parenti davvero strani e i discorsi che si sentono sussurrare sono troppo assurdi..troppo al confine tra il dolore e la comicità..mi è venuta in mente la scena del trio lopez marchesini solenghi sui luoghi comuni se non la conoscete ve la consiglio c’è su iu tiub..anzi adesso mi sparo un po’ di promessi sposi prima di andare a dormire..
    ci sono due cose che mi stanno profondamente sul cazzo riguardo il mio anno di nascita…essere nata sedici anni dopo woodstock ed essermi persa il trio dei tempi d’oro..beh riconosco che l’artista fra gli artisti il silvione nazionale che si fa il nodo sul fazzoletto per ricordarsi di fare una minchiata al giorno me lo sto godendo in pieno..ma non sono sicura di dovermi stimare per questo..buona notte giovani sky-walkers e che dio benedica questo blog..god bless you all

  3. Ho visto anno zero , purtroppo la penso come te Sabina, anche stavolta si è persa l’occasione per rivendicare la nostra dignità.
    Non riesco a capire come sia possibile inoltre invitare ghedini?
    Ci si aspetta forse che possa rispondere ?
    Quell’uomo è pagato dal papi padrone per non dire nulla, per parlare senza parlare e per non far parlare gli altri..il suo vocabolario è composto solamente di “ma va là”..”è falso”..”ma non è vero”…”ma va là” ,e mi sorprende che Santoro continui ad invitarlo ormai ad annozero ghedini fa salotto quanto bertinotti a porta a porta…
    ma lasciamo perdere la iena ( non so perchè ma mi ricorda quelle odiose iene sghignazzanti che circondavano il cattivo del re leone.. a proposito guardate questo video ihihihi!!!..http://www.youtube.com/watch?v=SBKgb_hTbqQ&hl=it).
    Tornando al programma mi ha fatto pena sopratutto per come è stato gestito..se l’intenzione era seguire vespa c’è riuscito alla grande!!!
    Ma che senso ha fare una trasmissione per ribadire quello che è già stato scritto su tutti i giornali che è a conoscenza di tutti senza intaccare minimamente la tesi ufficiale?
    senza sbugiardare nulla?
    ma solo lasciando sottointendere anche lui a bassa voce..”il pubblico si farà la sua opinione”..
    A quel punto fai una trasmissione su un altro tema, cavolo questa trasmissione aveva lo stesso spirito guerriero dell’impavido franceschini che a ballarò quasi sottovoce per non farsi sentire e con la faccia di un bambino che sa che sta per prenderle ha detto…”berlusconi va con le minorenni”………………………………..e poi si è fatto sbranare da BONDI..BONDI..mammamia
    Stiamo vivendo un delirio collettivo..l’unico ..davvero l’unico momento di sanità mentale in tutta questa vicenda è stata la presa in giro dei bloggers alle foto fasulle di papi al compleanno..centinaia di persone si sono sbizzarrite e DIVERTITE a inserire di tutto e di più in quelle foto..a dimostrare che non siamo ancora del tutto rincoglioniti…ma che per quanto poco siamo ancora capaci di distinguere il vero dal falso…
    Forse oggi ci sarebbe voluta la tua voce sabina nei panni di papi…magari con una risata saresti riuscità a portare un pò di verità nel cuore della gente..

  4. Ho visto Annozero. Puntata col piede sul freno, ma la barricata c’era ancora. Non essere severa con Santoro, Bonino e De Gregorio; forse sugli argomenti trattati non sono stati in tempo disponibili elementi oggettivi ed incontestabili. L’impressione, almeno, è stata quella di gente che parlava di cose di cui aveva sentito dire, non di cose viste o provate. Probabilmente, se Santoro avesse fatto la puntata non espressamente sui fatti recenti di Berlusconi, ma su un altro tema, che so, la morte della politica, si sarebbe potuto parlare delle stesse cose più liberamente, a titolo di esempio e senza avere l’aria di voler mettere a tutti i costi alla gogna l’imperatore e in piazza sua moglie. Magari sbaglio, ma mi sembravano tutti portati a non esagerare nell’incertezza, più che intimiditi da qualcosa. Certo che, con tali argomenti sul piatto, un tuo intervento sarebbe stato la cigliegina sulla torta. Peccato.
    Peccato anche per il teatro sotto sequestro, mi immagino la rabbia. Male anche per gli spettatori, già ti si vede poco.

  5. Grazie davvero Sabina per avere dato voce a quello che ancora alcuni di noi siamo riusciti a pensare e sentire ieri sera, di fronte alla puntata da Annozero.
    Ormai a sembra di vedere un quiz a premi in cui fanno una domanda demenziale per una cifra spropositata e il concorrente ci sta a pensar su due ore e poi magari sbaglia pure. E tu sei lì che dici ‘ma a me sembrava che il cavallo bianco di Napoleone fosse bianco…no?’.
    E condivido in pieno l’impressione che la gente non sappia più che dire semplicemente perché non sa ritrovare il filo della morale. E magari ieri sera avrei anche aggiunto che tutte ste ragazze saranno pure laureate, ma non è che la laurea sia proprio un accessorio così, come un rossetto o un paio di scarpe. C’è ancora qualcuno che la prende sul serio, che studia veramente, che pensa che nella vita si possa anche cercare di svolgere un lavoro, di essere professionali e preparati. E non siamo solo quattro cretini e sfigati.
    C’è ancora qualcuno che non crede al ‘facile’.

    E’ tremenda la faccenda del teatro. Però tu resisti, non ci abbandonare, scrivi. Noi ci siamo, pochi ma buoni, sotto sotto. Ci siamo, ci organizziamo, pensiamo e scriviamo, nel nostro piccolo o meno piccolo.
    Non sei da sola.

  6. Il post di Sabina si rivelo l’ultima goccia…
    questa è la frase “la mancanza di lucidità del ragionamento dovuta senza dubbio alla mancanza di principi. non potendo opporre un principio il risultato sono insinuazioni, suggestioni, gomitate e controgomitate, false speranze, servilismo, confusione ”

    Outing: mi consideravo autenticamente di destra (per molte questioni anche personali e di famiglia d’origine), ma banalmente non sono mai riuscita a trovare una destra italiana con la quale
    essere in sintonia.
    Mi sono avvicinata ad alcune persone di là e di qua, ho parlato, ho mentito, ho provocato…a volte – per vedere le reazioni, ho osservato, ho letto, a volte anche pensato(scherzo!), a volte per gioco a volte tanto per studiare gli esseri umani.
    Non ti annoio più con questo messaggio simil-blog-adolescenziale sinteticamente – d’ora in poi la sinistra italiana (tutta senza clustering castratorio) avrà un mio pur piccolo appoggio e il mio voto.
    Ho scelto. Probabilmente – era ora.

  7. Un abbraccio a te Sabina, mi immagino come ci si sente…per la chiusura del teatro.

    Fatti forza, sei veramente “gifted”, sei forte, la ragione dalla tua parte. Scrivi, pensa, distraiti anche con i lavori da giardinaggio (pure sul balcone), ffatti una camminata sui monti…litiga, piangi, fai l’amore…

    Siamo con te.

  8. Non ho visto la puntata di santoro per scelta, perchè saturi di televisione ed inutile dibattito che evita di dire le cose più importanti, quelle cose che riguardano la dignità di un paese, di noi donne che ci facciamo un “culo a tarallo” (perdonate il francesismo) tutti i santi giorni per veder rispettati i nostri diritti, per aver voce in capitolo nel mondo del lavoro, per poter sognare una famiglia, una casa, qualcosa di normale. E ho fatto bene, a quanto pare, ad ascoltare la musica ieri sera, anche se stimo Santoro e la sua squadra, ma invitare la Palombelli, Ghedini…a un dibattito di questo tipo non poteva condurre a niente di buono, sicuro niente di rivoluzionario. Nessuno osa parlare di senso del pudore, di vergogna, nessuno osa dire che il nostro presidente del consiglio è malato, ha seri problemi di comportamento nei confronti del sesso femminile, del denaro e del potere. La tv, anche quella non spazzatura, non osa, si sofferma sul gossip, sull’opinionismo che non costa nulla e che non nuoce a nessuno. Per fortuna c’è la rete,per fortuna ci sono i blog, c’è l’opinione dal basso, quella che non ha paura, quella che non si fermerà mai. Sinceramente dispiaciuti per la vicenda dell’Ambra, tra l’altro la notizia è stata oscurata del tutto, ma va avanti Sabina, metti su un film perchè il mondo ne ha un bisogno fortissimo.
    http://www.socialvirus.it

  9. Ieri ho visto Annozero, penso che in questo paese manchi un equilibrio da ogni parte politica…la Bonino che fa la morale poi è straordinaria, lei che aveva candidato Cicciolina!!!!!
    Ghedini tutto sommato non è malaccio, e comunque un rappresentante del centrodestra ci doveva essere, altrimenti il programma sarebbe stato troppo a senso unico…

    Piuttosto io sono preoccupato per questa ragazzina, che da un giorno all’altro è stata data in pasto ai giornali e alle televisioni senza che neanche se ne accorgesse…è stata dipinta come il diavolo, ma ragazzi ricordiamoci che è una RAGAZZINA di 18 anni…ma ci ricordiamo come eravamo noi a quell’età? Lasciamo stare il suo aspetto fisico, dentro è una comune ragazzina di 18 anni, e chi ormai è un adulto sa bene cosa si ha in testa a quell’età: più o meno il nulla, si pensa solo a divertirsi e si sognano cose impossibili….non ci avete pensato a come si sentirà in questi giorni? E ieri il programma di Santoro praticamente si è incentrato solo su di lei e sulla sua famiglia, hanno mandato tutte le foto di lei mezza nuda e come se non bastasse sono stati sotto casa sua e anche nella sua scuola….

    Scusate se ve lo dico ma è una vergogna…un contro è predersela con un adulto, un altro è con una bambina…

    Un grande elogio a Sabina per non averne minimamente parlato, si è comportata da vera donna….

  10. Ciao, elbonito!
    perdona la mia arroganza ma mi sembri o in malafede (NLP-media think tank di king B.) oppure non conosci le ragazze di 16-25 anni.
    Le ragazze come Noemi sono una parte non maggioritaria ma comunque consistente della società giovanile, per loro, spesso è un
    vanto essere al centro di più scabrose vicende. Ne conosco un po’.

    Si sentirà più che bene, chatterà via skype con le amiche invidiose e andrà a fare shopping e solo e solo se (come nei teoremi) – qualche galoppino del B. non verrà ad imporle le vesti sobrie da bambina ferita, perché fu deciso che serve credo tu non debba preoccuparti di nulla.
    Credo che la vita dovrebbe presentare anche i conti da pagare, essere un qualcosa che fa imparare il semplice concetto “la causa – l’effetto”.

    Non vorrei aggredirla, ma essere rispettosi della sua persona o giovinezza non posso. Non la rispetto. 18-17 anni sono tanti. Rispetto di più una che si scopa una band di metallari, perchè cerca l’affetto e vuole essere popolare…col tempo capirà – ma questa…
    Concludo: se non è completamente “marcia” qualcosa comprenderà, ma non scommetterei un euro (mi piace vincere)
    Sabina non ne ha parlato, probabilmente perché la crede poco stimolante non per rispettare la sua ferita innocenza (qui rido).
    Non sono d’accordo con te, ma ovviamente rispetto la tua opinione.

  11. Giusto elbonito, sono d’accordo, anche a me ha dato fastidio che si accanissero sulla ragazzina. Troppo ingenua, non vale.
    Poi ormai è braccata, se apre bocca sappiamo già che cosa dice.

    Però le sue dichiarazioni prima della bufera andavano lette eccome! Doveva leggerle Vespa, meglio ancora De Bortoli a nonno Silvio e chiedere un commento.

    Da Santoro mi sarei aspettato un bel collage delle ‘galanti’ esternazioni dell’imperatore e poi dei suoi discorsi al Family day. Bastava quello.

    E ricordare a Ghedini che se il suo capo è così ridanciano, perchè quando gli gridano un innocuo ‘buffone’ fa arrestare la gente?

  12. No, Sabina, non hai parlato troppo. Hai detto cose sensate e sagge e che si vorrebbero sentire sempre. Per fortuna verba volant et scripta manent, per cui possiamo rileggere quante volte vogliamo quello che hai scritto. Quindi quando ti senti di “parlare troppo”, sai che ti dico? Parla, parla, parla, parla… e mi farai felice!
    Capisco il nodo in gola per l’ambra…e non mi sento di esprimere nessun commento se non “che schifo” e “che merda di paese è questo”?
    Non vedo l’ora che esca il tuo prossimo film! Buono studio e buona ricerca (che sarà più che proficua)!
    E quando hai voglia di scrivere o ti prende la “sindrome di sconforto da regime” noi siamo qua, e lo sai bene!
    Saluti antifascisti a tutti gli amici e le amiche del blog!

  13. Misplaced anche io rispetto la tua opinione, anche tu sei un’adulta come me immagino….

    ma come fai a rispettare o meno una bambina di 18 anni? ti metti sul suo stesso piano? io non capisco proprio, ha 18 anni, è piccolissima, non si può rispettare o meno un adolescente, i ragazzini gli accettiamo e basta per come sono e copn tutte le fesserie che fanno e dicono, poi cresceranno e quando saranno maturi si potranno confrontare con noi…

    Non discuto il fatto che gli adolescenti (maschi e femmine) al giorno d’oggi siano smaliziati, ma non scambiate la sicurezza che ostentano mostrando qualche foto con la fragilità interiore che di sicuro hanno a quell’età.

    Lo ripeto, parliamo all’infinito di Berlusconi e Santoro, ma lasciamo stare i ragazzini, cerchiamo di dare ancora un minimo di morale a questo Paese…

    Quando ero piccolino mi ricordo che ai raduni di famiglia funzionava così: gli adulti in un tavolo a parlare delle cose loro, i ragazzini in un altro tavolo…so di sembrare un vecchio bacchettone ma mi piacerebbe tornare ai quei tempi…

  14. appoggio in toto quello che ha scritto Corazza, Vespa doveva ma continuo a dire che secondo me Ghedini è uno dei migliori là dentro…

  15. appoggio in toto quello che ha scritto Corazza, Vespa doveva fare un’informazione migliore…. ma continuo a dire che secondo me Ghedini è uno dei migliori là dentro…

  16. Non so se leggerai questi commenti, se ti connetterai in questi giorni, comunque scrivo lo stesso…forse questo è il primo tuo post che leggo nel quale mi sembra veramente di capire come ti senti. Ho visto la persona che c’è dietro lo schermo, con tutte le sue espressioni. Sembra strano ma è così. l’incazzatura per Annozero, l’unica voce fuori dal coro, ma che invece di camminare, sembra si trascini sempre di più; la rabbia perchè si dice sempre che in questo paese non c’è libertà di informazione, di espressione, non c’è libertà e basta, ma capitano quei momenti in cui, per un attimo, comprendi il vero significato delle parole. e li ti incazzi veramente. poi chiudono il tuo teatro, sai che dovrai fare l’ultimo spettacolo, so come ti sei sentita, o come ti senti tutt’ora…è successo anche a me. Supermaldipancia, uno di quelli che non vorresti se ne andasse mai, pensando che andrai in scena fra poco e poi il nulla. Torni a casa. Lo spettacolo non si fa.

    tu continua a scrivere, per liberarti da quello che hai dentro. scrivi per te, ma anche un po per noi. E’ bello essere uniti, anche se virtualmente.

    un abbraccio
    C.

  17. Re-ciao elbonito!
    Mi spiace andare OT, cercherò essere breve.
    nel mondo ideale sottoscriverei le tue parole, ma non è ciò che vedo e vivo.

    Nemmeno io parlerei di lei, ne farei satira su di lei – sicuramente e pragmaticamente mi si ritorcerebbe contro.
    Sotto grosso l’ullulio di lega degli psicologi (esiste?) e l’ordine di difesa dei genitori(?) mi impicherebbero virtualmente all’istante.

    Ma proprio perchè le conosco – eheheh…ti assicuro le fragilità non sanno cosa sia le ragazze simili (un esempio di fragilità ti ho descritto sopra).
    E’ qui che sbagliano i vecchi. Immaginano piccoli angeli indifesi, con finte corazze di finta protezione, invece abbiamo ancora poca morale,
    poca paura – nulla importa. Quasi nulla offende.
    Se ti diverte ti posso anche dire come ci si insulta : bimbominchia (uno immaturo, stronzo, esaltato), minchiosauro (vecchio-rompiscatole-che capisce niente).
    Spero di aver strappato un sorriso (l’intensione era quella).

    Ciao! :-)!

    PS: ora stacco. non arrabbiatevi per il linguaggio. Già cerco di controllarmi.

    Forza Sabina. scrivi, inventa, fai – come qualcun’altro ha detto prima di me e dirà dopo di me…TU SERVI AL MONDO. FAI LA DIFFERENZA.

  18. @Sabina

    Mi spiace moltissimo per la chiusura del teatro Ambra e non posso neanche immaginare come ti senti. C’è ancora qualche remota possibilità di vedere i tuoi interventi ad “anno zero”? Insomma che succede?

  19. Elbonito, scusa, ma come fai a parlare così della Paris Hilton de noiantri? Bambina?…bambina? ha diciott’anni! chi l’ha detto che a diciott’anni si ha la testa vuota? la mia testa non era per niente vuota a diciott’anni!
    Dici che sei preoccupato per lei e in un certo senso hai ragione, però allora preoccupati per tutta la marea di persone che in Italia non stanno bene e che confondono l’esteriorità con l’interiorità. Il che non significa propriamente “essere fragili”. Del resto l’ha detto Veronica tra le righe: mio marito non sta bene (e con lui parte del paese che sembra vittima del suo incantesimo). E non sei preoccupato che questa persona, la bambina, con i suoi occhialoni rosa, la sua grande parlantina, poi seguita da zero parlantina desideri rappresentarci politicamente (leggiti la sua intervista sulla Gazzetta del Mezzogiorno online)?
    Mi sono piaciute le riflessioni di Sabina. Ho seguito una parte del programma ma mi è sembrata un’occasione sprecata di affrontare un qualsiasi punto.
    Sabina non mollare… Nessuno di noi per quel che può molli…

  20. Leggo il post e mi rendo conto che tutti i miei pensieri di ieri sera sono descritti da te, nero su bianco, con chiarezza.
    Obiezioni talmente ovvie si sarebbero potute fare agli sproloqui di molti ospiti (Ghedini e Palombelli in cima) e invece niente.
    Indulgenza per il diritto di una minorenne a mostrare il culo (e forse anche a darlo via già che c’è) per fare strada. Le candidature di chicchessia (freaks, ballerine, tronisti e giullari) viste come un diritto inalienabile senza riflettere che chi ci rappresenta dovrebbe essere quantomeno preparato sull’argomento.
    Immagino il briefing fatto alle veline presunte ex candidate: l’Italia è fatta a forma di stivale, poi c’è la destra (quella che dove avete il braccialetto d’oro che vi ha regalato il premier) e la sinistra (quella dove c’è l’orologio). La destra è buona e la sinistra è cattiva. Fine del briefing.

  21. Ho visto solo una parte di ‘anno zero’ e poi ho dovuto girare canale, credevo di impazzire (sul serio). Ho sentito parlare la direttrice di “Novella 2000” (ehm…) . La osservavo, la ascoltavo biascicare sotto il suo caschettone buffo e , a un certo punto, quando ha detto che “Berlusconi è un bellissimo uomo” con la sua faccetta fessa ho pensato – e per davvero – di aver capito: ah, ok, il tema della puntata è così stronzo che hanno invitato questa comica che non ho mai visto, un po’ troppo caricaturale ma divertente: geniale, l’hanno messa insieme agli altri ospiti per buttare tutto in farsa, dicendo che è il direttore di una stronza rivista che a questo punto è sullo stessissimo piano dei quotidiani di informazione. Due secondi dopo, quando la Bonino le ha chiesto che aggettivo avesse usato, perchè non aveva sentito, ho capito che quella è VERAMENTE una giornalista, cioè una di quelle che hanno sostituito i giornalisti, e ho veramente dovuto girare canale perchè mi è presa un’angoscia tremenda.

  22. è da un pò di giorni che ho un magone assurdo!! molti di noi sanno che le cose stanno peggiorando sempre più, stanno prendendo una piega bruttissima. Sembra siamo gli unici ad accorgecene. Eppure una piccola speranza c’è, ci deve essere! non voglio arrendermi e lasciare che le cose continuino cosi.
    Deve essere ogni giorno che passa il momento migliore per agire e tentare di cambiare nel nostro piccolo le cose. O almeno tentando credendoci, non voglio farmi prendere dallo sconforto! non è giusto!

    Non ho visto per intera la puntata di annozero, non avrei retto!
    m’è bastato il servizio del tg5 sul decreto sicurezza con i seguenti 5 (dico 5 ) servizi che parlavano del problema che gli immigrati causano agli italiani, immagini studiate per bene…le parole erano soppesate per bene, ma le inquadrature indugiavano su letti sfatti o piatti ancora sporchi degli immigrati irregolari appena “raccolti” dalle case nelle quali vivevano in decine ( perchè alcune “bravi” italiani fittano a migliaia e migliaia di euro ) per stimolare un forte senso di fastidio all’italiota che guarda distrattamente le immagini e ignora l’annuncio del mezzobusto di turno!! mi veniva da piangere… non è giusto!!!! mi continuo in continuazione a dire che non è giusto!

    ma non voglio stare fermo a guardare!!!

  23. Ciao Sabi. Io annozero l’ ho visto tutto, e quello che anche a me ha colpito è stato il modo di far tacere Alexander Stille in trasmissione. Ha cercato di fare diversi esempi di situazioni simili, di ragazze appartenenti al mondo del così detto spettacolo che vengono arruolate in politica con compensi altissimi ed esperienza minima. Oggi in Italia si paga l’ incapacità, sembra che più si possa essere incapaci più si può essere utili. Questa è una tecnica cara al PDL, per quanto l’ idea Flavia Vento mi pare della margherita non era male come caduta dei principi. Stille faceva vedere che questa è una cosa usuale da tempo, ma Ghedini che gli urlava addosso e Santoro che diceva stiamo sul pezzo lo hanno taciuto ingiustamente, se avesse finito il suo concetto sarebbe stato molto più chiaro ciò che stà avvenendo, mettendo principi come dicevi tu, davanti a tutti i discorsi che si stavano facendo in studio che a volte rasentavano l’ idiozia. Quello che più mi ha colpito sono state le parole di Veronica Lario, quando la bravissima Guerritore ha recitato dicendo che Berlusconi non è un dittatore, lui si ispira a Napoleone, ma questa caduta in basso della politica potrà far arrivare la dittatura dopo di lui. Credo che purtroppo sia possibile, la politica stà arrivando a livelli così bassi che sembra essere feccia, associazione a delinquere, o forse lo è già, almeno per la maggior parte. Le persone oneste dalla politica dei partiti cercano di starne fuori il più possibile, spaventate dall’ essere contaminate. Dopo Berlusconi rischia di esserci un vuoto tale nelle istituzioni che potrà dare libertà eccessive a che prenderà il potere.
    Ma la colpa di chi è? Credo degli italiani, che non si indignano più, ipocriti, che minimizzano tutto. I risultati già li vediamo, vediamo i nostri ministri incompetenti, vediamo un paese funzionare male, senza rispetto per il lavoro, per l’ informazione. Mi fanno rabbia le persone che dicono che ci frega di questi pettegolezzi, facendo persino la parte dei nobili, di persone di sostanza, ma se il parlamento diventa il centro del pettegolezzo come puoi dire che ci frega?
    E’ verissimo ciò che hai scritto, ieri era quasi impossibile mettere ragioni di principio, in una situazione così putrida che stà contagiando l’ opinione pubblica italiana.
    Mi dispiace per il Teatro, avrei voluto vederti in quella sorta di ultima volta, sarai stata splendida!
    Sei fortissima Sabi. Allora buona ricerca, aspetterò il tuo prossimo film.
    Un abbraccio dalla Sardegna!!

  24. P.S. Sabina per favore continua con quello che fai anche e sopratutto per chi ti segue!! parlo anche per altri, ci sentiremmo troppo soli!!!

    GRAZIE

  25. Trent83 – il tuo commento è così bello e nobile…
    Da mesi mi attanaglia un problema molto pratico – come, dico come far tornare di moda l’onestà intellettuale?
    Come far invece “smodare” (si dice?) – quel viscoso doppiopesismo falso e accomodante…Mah.
    Il problema è che con società moderna(non nutrire le illusioni su di essa) si debba rapportarsi usando gli strumenti addatti.
    Per ora solo parlerò più serenamente e onestamente possibile.
    E’ difficile. Si è così abituati a “dire -non dire”, a indignrsi solo del caso Englaro, stare nel vago, mai una parola di troppo…

  26. Profondo dolore per la chiusura dell’Ambra…
    E una delle cose che più indigna è che non vi è alcuna traccia, né in TV, né in rete…come niente fosse.
    L’unica cosa che ho trovato è stato un articolo della Stampa risalente a dicembre, al momento del sequestro.
    Letto con le lacrime agli occhi.

    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=14&ID_articolo=350&ID_sezione=6&sezione=

    @Sabina: non mollare e non sentirti sola. Quando vuoi, vieni pure a fare una chiacchierata con noi, ok? 🙂
    Buon studio e buon lavoro x il film!

  27. Ciao Sabina,

    condivido quello che hai scritto,
    anche a me la trasmissione non è piaciuta…si è risolta in una chiacchiera senza senso…

    leggo oggi un’ansa dove si dice che berlusconi guardando anno zero si sarebbe lamentato che “non è informazione perchè è una trasmissione a tesi contro di lui”, quando ciò che è mancato è proprio un’idea, un filo conduttore, una tesi. Sono stati dati solo elementi sparsi e allusivi, senza mettere a fuoco il contesto.
    D’accordo con te che parlare solo della “questione lario” senza allargare l’approfondimento a tutte le varie carfagna della situazione, di fatto ha impedito il centrare il punto nodale della questione. Tra l’altro ci si sofferma spesso sul fatto della minorenne, quando non è quello il punto, anche giornalisti avveduti come travaglio dovrebbero sapere che legalmente non è vietato per un maggiorenne frequentare un minore che abbia compiuto 14 anni. Il punto è invece il sistema di selezione delle classi dirigenti, il considerare ormai il parlamento una prosecuzione del palinsesto raiset, e la prassi di piazzare amanti che si prostituiscono o che si sono prostituite, giovani o giovanissime, indifferentemente in televisione o in parlamento, tanto ormai sono considerate due sedi contigue aventi un medesimo padrone.
    E la palombelli è un cancro peggio di ghedini, non ho ancora capito se è scema o se è in malafede, forse un pò tutti e due, perchè è un artista nel distrarre sempre dalla sostanza delle questioni, a volte dicendo stronzate che ti viene da prenderla a schiaffi, come ieri, quando con fare indignato ha avuto la faccia di dire che “non bisogna essere snob riguardo a casting e alle soap, perchè oggi, quando chiude una trasmissione come incantesimo è come se chiudesse una fabbrica” …ma ti rendi conto??? E nessuno che le abbia detto : MA SEI PAZZA? MA DI COSA STAI PARLANDO? No, tutto nel calderone delle chiacchiere!
    Anche questo è ciarpame, e si confonde la democrazia con la chiacchiera da costanzo show, che schifo!
    Tra l’altro nessuno che abbia sollevato una domanda assolutamente logica: ma perchè la lario che è stata connivente con questo sistema per anni se ne esce solo oggi con queste affermazioni?? E invece quasi quasi ci scappava il santino per questa povera martire dell’imperatore…solo che lei se l’è sposato e fino ad oggi le è convenuto stare zitta all’ombra del sultano…o vogliamo veramente credere alla favoletta che improvvisamente illuminata dalla storia di noemi e papi, la povera veronica abbia finalmente capito con chi si è sposata? Ma per favore!
    gabriele
    p.s. perchè non eri in trasmissione ieri sera?

  28. Scusa Sabina se mi permetto ma vorrei suggerirti un nuovo personaggio.
    La moglie di Ghedini.
    Le hanno proposto un porno. Ben pagato, naturalmente.
    Lui è perplesso, ma il fine è nobile: finanziare la campagna elettorale del fratello di Bush nel 2012.
    ‘Che male c’è? E’ un lavoro come un altro! Ci sono i tecnici, i truccatori, tutta gente in gamba che fatica dal mattino alla sera. L’ha detto anche Barbara (Paolmbelli n.d.r). E’ spettacolo e piace, piace alla gente. E dai Nicolò, non fare il parruccone! Svecchiati!’
    Ghedini piange.

  29. anzi, riformulo la domanda finale e spero che apprezzerai la schiettezza:

    AVRESTI SCRITTO LE STESSE COSE SE IERI SERA AVESSI PARTECIPATO ALLA TRASMISSIONE? O LE HAI SCRITTE PERCHE’ CI SONO STATI PROBLEMI CON SANTORO?

    PERCHE’ NON C’ERI IERI SERA?

    gabriele

  30. Tu chiusa nel tuo bozzolo.. io chiusa nel mio tugurio.. bella coppia.. solo che dal bozzolo esce la farfalla mentre dal tugurio..????
    ..il titolo del post sembra un incipit del tono triste (mi verrebbe da aggiungere anche rassegnato..) che si percepisce nelle tue parole lungo l’intero commento..

    Ieri la puntata di Annozero aveva come sottofondo lo stridore prolungato delle unghie dell’avv. Ghedini (nel quale il coach Berlusconi ha ben inculcato il motto “negare SEMPRE negare”) che cercava di arrampicarsi sugli specchi nel tentativo di far sembrare ciò che appare chiaro a tutti come ciò che non è o di puntualizzare che si erano dette cose inesatte..
    Anche alla direttrice di Novella 2000 era stato sottoposto un copione da seguire rigorosamente solo che ad un certo punto si è fatta prendere dalla foga di recitare e ha iniziato a delirare con frasi del tipo: Berlusconi oltre ad essere un bellissimo uomo è anche un uomo d’altri tempi da qui ne consegue la sua generosità e il fatto che giri (testuali parole) con “una batteria di gioielli”.. Ghedini per cercare di salvare il salvabile continuava a ripetere “che problema c’è se Berlusconi è risaputo che sia un uomo molto generoso”.. è ovvio a tutti che non è questo il problema..!
    Il fatto che il Governo si sia riempito di escort è solo la punta dell’iceberg di un sistema in cancrena.. la soluzione di offrire prestazioni sessuali in cambio di un lavoro non è certo nata con Berlusconi.. ma non è questo il messaggio che deve passare.. non da un Capo di Governo e, a ruota, da tutti coloro che per parargli il culo minimizzano su quanto accaduto in passato e quanto, oggi, è sotto gli occhi di tutti..
    Alle volte, proprio ascoltando questi discorsi secondo i quali tutto è concesso e tutto è normale, mi viene da pensare di essere io fatta male.. forse è colpa dei miei principi “sbagliati” se sono disoccupata.. poi penso che se al mio curriculum allegassi un book con delle mie foto in mutande mi brucerei anche l’ultima possibilità di trovare un impiego.. così continuo a portare avanti la mia sana moralità..
    Spesso si sbandiera la libertà di scelta dando ad essa una connotazione erronea.. scegliere la via del sesso al posto dell’ufficio di collocamento.. non è libertà di scelta.. è utilizzare la propria sessualità come merce di scambio.. quindi più che libertà mi sembra privazione..! Certo, anche lì si può parlare di meritocrazia..
    Ciò che è squallido è vedere e sentire l’assenza di indignazione quanto meno da parte delle donne.. scusate la franchezza, ma a me fa schifo essere rappresentata (in quanto appartenente al genere femminile) da simili icone.. datemi pure della moralista.. ma io me la tengo ben stretta.. la moralità..
    Se schiodi in un luogo caldo.. vengo anch’io.. prometto di non disturbare..!
    Quanto al film.. è un piacere sapere che hai deciso di procedere con metodo per lavorarci sopra.. gettarsi in una nuova avventura (parlo per me) aiuta a lasciare alle spalle un po’ di delusioni e malumore e a non perdere l’entusiasmo..

    Ps se per il film avrai bisogno di qualche comparsa, fammi sapere che inizio ad organizzarmi per il book fotografico..
    Un abbraccio

  31. ho visto la puntata;

    non c’ho capito niente , non si è impostata la questione , il problema , e non c’e’ stato un dibattito.

    il premier è corso da una ragazzina che ha fatto il diciottesimo ,
    ma non si poteva parlare di ciò se non alludendo visto che mancavano delle prove su una relazione,
    e allora si è fatta una puntata su insinuazioni , non si può dire ma sappiamo;
    è assurdo parlare di queste questioni quando nel paese c’e’ ben altro di cui parlare , ma tutti stanno a parlare e fare trasmissioni;

    la bonino è probabilmente il simbolo di un contrastante moralismo , e di un ormai solito modo di fare conformista;
    la palombelli ne fa una questione personale , parla delle corna della veronica , come delle sue , e assolve dai peccati;
    la degregorio , era intenta a denigrare e far cadere il governo;
    l’avvocato di berlusconi , si compiace di sè e della propria intelligenza nel difendere il marcio e farlo apparire come buono e puro
    santoro non sapeva che dire , era molto insicuro.

    certo che è importante questa vicenda , mette l’accento sulla democrazia e di come questa possa essere confusa ed essere
    manipolata e strumentalizzata dal marciume del pdl.
    tutti hanno diritto a presentarsi alle elezioni , e di partecipare alla vita democratica , veline , puttane , zoccole , pompinare e pure Noemi se un giorno
    volesse entrare in politica , che partecipi; possono partecipare anche avvocati , scribacchini , giardinieri , disoccupati;
    ma la spinta politica , deve partire da questi , sono questi che devono vincere l’inerzia e presentarsi agli elettori , e presentare le proprie
    idee , la propria forza , la propria capacità di organizzare e realizzare;
    il problema non è se un giardiniere entra in politica , il problema è se un politico fa diventare politico il proprio giardiere;
    non c’e’ nessun problema se un contadino siede in parlamento , se questo è risultato utile alla propria comunità , se è riuscito a
    trovare un dialogo ed ottenerne la fiducia , se è riuscito a risolvere dei problemi comuni.
    il problema è che il politico va a puttane , e poi quella puttana diventa ministro. il politico fa una gita di gruppo e fa diventare l’autista sottosegretario ai trasporti.

  32. @ limpossibile

    se rileggi qualche commento precedente di Sabina capirà perchè non era da Santoro ( era impegnata con lo spettacolo all’Ambra)

    P.S. Decisione apprezzabilissima per un semplice motivo, sono pochi che antepongono il teatro alla TV.

  33. Bravo Camillozzo!

    Il problema è che quella non si chiama più democrazia ma MONARCHIA.

    E ci siamo in pieno ma sembra che il PD non se ne sia accorto.
    Infatti vuole far votare SI’ al referendum, anzichè far saltare il quorum.
    Così consegnamo il Paese all’imperatore e siamo a posto.

    Attenzione!

  34. @sabina

    io veramente tutto il discorso l’ho interpretato in un altro modo: quello che ha scandalizzato tutti (anke me) non e’ tanto il fatto che questa ragazza si sia messa le foto dv e’ in costume su facebook ma per l’appunto che non capiscano (o forse si chissa’) che e’ ugualmente prostituzione il MODO e l’ATTEGGIAMENTO che hanno e che si usa nei loro riguardi (o dovrei dire nei nostri? es. berlu che chiede ad una signora se vuole palparla)
    e’ scandaloso il metodo di scelta delle europarlamentari uguale ad 1 casting tv.
    a me la bonino e’ piaciuta a dire il vero: ha massacrato ghedini! la palombelli ha detto alcune cose belle altre no. la de gregrorio mi piace
    quanto a nosferatu: la trasmissione e’ cominciata alle 21 ed e’ finita alle 23.30: dopo le 22 ho perso il conto delle stronzate ke ha detto.

    buona scrittura

  35. ciao a tutti,
    ieri ho visto la puntata di Annozero e inizialmente mi è sembrata azzeccatissima:
    – commentare le parole del Presidente del Consiglio che a seguito di un “banale” pettegolezzo si è preso la briga ed il disturbo di andare in una trasmissione televisiva “definita” di “approfondimento politico” (Porta a Porta) per dare “la vera” versione dei fatti.
    – vedere cosa emerge se si cerca di verificare l’effettiva veridicità delle affermazioni del Silvio Presidente del Consiglio, non del Silvio Berlusconi “vecchio marpione”.

    Dopo i primi 5 minuti però, all’incirca dopo il primo intervento dell’Avv Ghedini, passatemi il termine, va tutto in “vacca”: la Bonino così come le altre donne che hanno parlato, si dimostra incapace di difendere la dignità ed i diritti delle donne, c’è chi ci dice che gli uomini degli anni 30 son tutti cafoni-volgari-sessisti (papà dissente), che va bene così perchè donna e sinonimo di “figa” , c’è chi dice che questa in realta è una “favola” e trattarla da cosa vera è sbagliato (io direi che questo è il “miracolo” italiano) e chi dice che è normale che il Presidente del Consiglio sia amico “intimo” di un’apparentemente misconosciuto messo comunale perchè lui stà in mezzo alla gente…. ecc ecc.
    In altre occasioni a Santoro la tramissione è sfuggita di mano, ma mai come in questa, devo dire che in più occasioni ha cercato di riportare la tramissine sui binari palesando anche certe cose che in una situazione normale l’ascoltatore era in grado di cogliere per proprio conto.
    Pure Travaglio che apprezzo moltissimo come giornalista un pò meno come “satirista” dilettante ci si è messo …. cercando di caricare ulteriorimente di ironia eventi di per se già ironici e grotteschi.
    Una puntata da dimenticare.
    Concordo con te Sabina quando dici :
    <>

    PS mi unisco al dispiscere per la chiusura di un teatro che ha davverro dato tanto a tanta gente.

  36. Neanche a me è piaciuto la puntata di ieri,forse sto esagerando ma soltanto alla fine Vauro ha fatto “informazione” con la satira.
    A dire la verità avrei preferito una puntata sulla nuova tabella della libertà d’informazione.

  37. @ Sabina

    mhhhhhhh sicilia? francia? …. mi viene da dire vai via dall’italia per qualche giorno, qualsiasi località di mare dove leggere, chiacchierare e mangiare con gli amici in tranquillità va bene!! ricaricati per benino!!!

    e per favoreeeeee continua a scivere per noi!!!

  38. @GunPowederPlot :
    invece a me la puntata è sembrata un opera d’arte moderna.
    Non so, un quadro dipinto di cacca.
    Mi ha affascinato l’orrore. falsità inviscidita. Inutilità, arrampicarsi sui vetri.
    Credo che avrei voluto che la trasmissione sfuggisse di mano ancor di più, per toccare l’estremo.
    Mi è piaciuto Travaglio grottesco sempre di più. Tutto distorto. La faccia mostruosa di Ghedini con le risatine paranoiche.
    Palombelli – una donna da naturale e solida stupidità, ma acculturata dai salotti e i lavaggi del cervello tipo “il femminismo brutto” (cit. Padre Pupazzi)…
    Non so…ho avuto quella sensazione.

    PS: tutto imho, senza pretese

  39. Schiodare da qui, intendi dall’Italia?
    Beata a te se così fosse!
    Io invece continuerò a sentire e guardare questo paese accasciarsi definitivamente sulla fanghiglia accumulata sulle strade, sui marciapiedi, sui pianerottoli e dentro casa (anche se non la vediamo c’è!).
    Divertiti alla preparazione del tuo nuovo film in Schiodoland, almeno tu.
    Ciao

  40. veramente una triste notizia la chiusura dell’ambra jovinelli. un peccato davvero. spero si possa fare in futuro qualcosa per riavviarlo…
    riguardo annozero di ieri, dopo un inizio positivo, ci sono state delle cose che non ho gradito, tipo la giornalista che inseguiva sta noemi nonostante lei le avesse detto di non voler essere intervistata.. io le telecamere moleste le odio a prescindere, che vengano da dx o da sx.. un inseguimento degno di studioaperto.. e poi non mi è piaciuta neanche la similfiction che hanno acchittato, sarà un metodo televisivo che porta audience, ma penso che sarebbe stato meglio citare di volta in volta…

    rigurado l’intera vicenda del sexgate de noantri, le candidature di veline, la cancellazione del merito, le foto taroccate, gli articoli sui giornali del nostro ducetto, preferisco un no comment, vista la volgarità e l’indecenza , che a me sembrano ovvie ma che purtroppo lasciano troppe persone in uno stato di indifferenza ahimè spesso complice.

    ciao

  41. Sbagli quando scrivi che Alexander Stille è stato interrotto mentre parlava della carfagna: stava parlando di Virginia Sunjust con qualche dato erroneo ( sicuramente veniale). Dopo il reportage di monica giandotti Santoro ha espresso le sue perplessità sul fatto che una quindicenne divulgasse così facilmente le sue foto in costume. Di mara carfagna ne ha parlato concita de gregorio in uno degli ultimi interventi. Per il resto concordo su tutto quello che hai scritto.

  42. @Misplaced_Xenia dice:
    invece a me la puntata è sembrata un opera d’arte moderna.
    Non so, un quadro dipinto di cacca.

    In tal caso però Santoro avrebbe dovuto condurre in mutande, legarsi un reggiseno in testa, cantare l’inno di Mameli dandosi delle mazzate sulle palle.

    A me piace Santoro nonostante le suoi difetti, non demonizzo la puntata solo, credo non la volesse così o almeno ci ha abituati diversamente.

    @gimba dice:
    e poi non mi è piaciuta neanche la similfiction che hanno acchittato, sarà un metodo televisivo che porta audience, ma penso che sarebbe stato meglio citare di volta in volta…

    Semplicemente citare di volta in volta, non avrebbe dato alle parole di Veronica la forza di “detonazione” che in effetti hanno avuto, quelle e l’intervista della presunta “concupita ex minorenne” sono state davvero parole “forti” per due diversi motivi:
    – le parole di Veronica Lario escono dalla veste domestica della moglie tradita e diventano parole di chi sa, di chi conosce un modo di vivere, di pensare di agire (non a caso Ghedini cerca per tutta la puntata di ricondurle sotto la luce della ripicca, delle parole dette perchè spinti da false informazioni) .
    – le parole dette dalla “ragazza” non sono affatto il frutto di un’ingenuità, ma direi di una spudoratezza, di una sicurezza nel fare che ti spinge a dire cose che fino a ieri era sbagliato anche solo pensare. Chi pensa che a 18 anni uno sia ancora ingenuo, forse non li ha mia avuti i 18 anni, dopo i 5 anni c’è già malizia .

  43. @GunPowderPlot:
    capisco che intendi, anche a me piace Santoro { non sempre}.
    Abbiamo avuto un’impressione discostante, io e te.
    Io ho visto un’orribile armonia tra il contenuto deforme e la forma sformata (ed ho apprezzato il circo Barnum per l’esaltazione dell’orrido).
    Tu avresti preferito probabilmente – una cosa più seria, utile e corretta nei contenuti. Pace.

  44. Annozero….non ci sono più molte parole, continuo a pensare che forse davvero è necessaria una sonora sveglia che obblighi ad una presa di coscienza generale..perchè l’unico motivo per cui la maggior parte dei cittadini assiste indifferente o poco più a questa situazione sociale e politica a dir poco indegna dev’essere perchè non ne ha coscienza..! e sabina, come hai detto sabato alla fine dello spettacolo, “dovremmo passare più serate come questa”, .perchè è necessario qualcuno che la suoni questa sveglia, come hai fatto tu con il tuo “vilipendio”!
    E quando sabato sera hai informato che speravi con molta probabilità di poter restare fino al martedì o al mercoledì ho avvisato due miei amici che non erano potuti venire e abbiamo chiamato per prenotare i biglietti per un’altra serata, chiaramente ci è stato detto che lo spettacolo era terminato domenica. Posso solo vagamente immaginare che doccia fredda debba essere stata per tutti voi che avete lavorato e stavate lavorando per continuare a salire su quel palco, però come hai scritto giustamente, dopo un’esperienza così forte e coinvolgente come quella di “vilipendio” la cosa migliore è prendere le energie scaturite dal teatro per dar vita ad un nuovo progetto, e tutti noi e coloro i quali vorranno ascoltare e continuare ad informarsi in questo paese dove sta diventando sempre più difficile pertecipare alla vita politica ( visto anche quello che abbiamo avuto modo di sentire ieri durante la puntata di annozero) saremo qui ( e fuori di qui) a parlare, a discutere, a interessarci! giorgia

  45. il buon servizio giornalistico di annorezo ha voluto dimostrare agli ancora scettici che l’orrido nano ha mentito sulla questione della ragazzina e quindi è, come d’altronde lo sono tutti i dittatori (la storia insegna) uno schifoso pervertito pedofilo. le parole della moglie ne sono una conferma. purtroppo i disturbatori di turno, il viscido e ghignante schif… e la melliflua e cerchiobottista barba… (“io non parlo male di berl ma non l’ho fatto neanche di sircana”, lasciando ad intendere che sia una brava giornalista perchè non parla) hanno impedito una discussione normale. per quanto riguarda lo sfruttamento della prostituzione in politica, siamo di fronte ad un sovvertimento totale di principi ritenuti, fino a qualche anno fa, indiscutibili.penso che non sia più possibile, oggi in questo paese, discutere di morale senza buonafede, di uguaglianza senza tolleranza, di giustizia senza legalità. non togli la puzza di merda se ci butti dentro un arbre magiche. è necessaria la pala.

  46. riguardo annozero non sopporto il fatto che nel bel mezzo della crisi mondiale in Italia stiamo a parlare del suo divrzio.

  47. sabina. l’articolo che hai scritto è bellissimo e come sempre, ogni volta che parli fai sempre riflettere. è vero quello che hai scritto, poi non capisco perchè travaglio è relegato solo nei primi 10 minuti visto che è l’unico a tenere testa ai guitti che il nano pedofilo sguinzaglia nelle varie trasmissioni. ho rivisto la trasmissione di santoro oggi pomeriggio appena tornato a casa e devo dire che non è stata un granchè….
    volevo dirti che se hai bisogno di un alloggio ti posso ospitare da me. ad helsinki, in finlandia, dove ci sono le chiese del 700 che in italia chiudrebbero perchè troppo brutte, almeno il pedofilo ha detto così, il bello è che nessuno qui si è accorto della sua presunta venuta…cmq. se vuoi un pò di pace vieni qui e ti ospito io. sei la benvenuta.
    Ciao sabina sii forte. ti voglio bene! ciao!!!

  48. Post scritto con grande amarezza, delusione e rabbia…ma analisi tagliente e lucida come tuo solito.

    Ci sono tutte le verità sulla nostra situazione italiana:

    – mancanza di lucidità del ragionamento dovuta alla mancanza di principi
    – la trasparenza viene da un sistema moralmente sano e dal fatto che se scoppia uno scandalo tutti si scandalizzano il giusto e anche di più
    – uno che riempie il governo e il parlamento di escort, non è un pettegolezzo, è un segno di decadenza mostruoso contro cui chiunque ha un po’ di amor di patria si dovrebbe scagliare con tutti i mezzi che ha
    – tutti hanno diritto di accesso alla politica anche le veline. Si confonde un diritto di accesso principio di democrazia col suo opposto, perché qui l’accesso non è garantito da un diritto ma da una rinuncia. L’accesso è garantito dal riconoscere che hai un padrone
    (quoto camillozzo: “il problema è che il politico va a puttane , e poi quella puttana diventa ministro. il politico fa una gita di gruppo e fa diventare l’autista sottosegretario ai trasporti”).
    – danno tutti per scontato che per fare spettacolo si debbano mandare foto in mutande. Nemmeno le donne sanno distinguere tra libera sessualità e il fatto che ragazze anche minorenni si devono prostituire per lavorare

    @Sabina: x quanto riguarda il tuo viaggio, vai in qualunque posto con pace e tranquillità, buona compagnia e buon cibo, dove l’eco delle cose italiane sia molto flebile…un sussurro nel vento 🙂 . Un abbraccio forte.

  49. ciao a tutti, e un abbraccio a Sabina… buon lavoro per il tuo prossimo film 😉
    non ho visto Annozero (raramente riesco a vedere qualsiasi trasmissione televisiva prima delle 23, purtroppo), ma mi tengo informato tramite web.

    Qui di sembra di vedere una similitudine con la faccenda dell’europarlamento, quando Schulz gli stava facendo un “mazzo tanto” con un intervento durissimo che sollevava parecchi e fondatissimi interrogativi sull’idoneità di B. a presiedere il Parlamento Europeo, lui ha tirato fuori dal cilindro il modo per eludere completamente le questioni di merito, sparando la minchiata del kapò, e dando poi a tutti dei “turisti della democrazia”.
    Il giorno dopo, tutti a discutere della “figuraccia”, fiumi di parole inutili, e le critiche di Schulz restano lettera morta (se vi capita, rivedetevelo su YT).

    In questo caso, invece, stiamo concentrandoci tutti su un aspetto altresì inquietante (la supposta pedofilia), ma meno “politico”, e infatti hanno gioco facile a rintuzzare degli attacchi basati praticamente sul gossip.

    La cosa che invece non capisco io è:
    il mio (purtroppo) presidente del consiglio si imbarca in una trasferta semi-clandestina per andare a Casoria (!) alla festa della figlia di un signor nessuno, un “dipendente comunale” con dei trascorsi un po’ dubbi, per discutere con lui (capito? con un Elio Letizia qualsiasi) delle candidature alle Europee (!!!), e tutti la trovano una cosa normalissima, tant’è vero che passa quasi inosservato chi solleva dei timidi interrogativi in proposito (vedi D’avanzo oggi su Repubblica).

    Secondo me ci potremmo trovare al cospetto di un nuovo Mangano, un trait d’union tra B. e la Gomorra (uno dei tanti, suppongo), sospetto rafforzato dal tenace interessamento del nanuncolo alle vicende campane già a partire dalla campagna elettorale, quando si fece un giro in centro a Napoli a braccetto con un assessore in odore di camorra, più tutto l’affaire della monnezza e termovalorizzatori vari, un’emergenza che probabilmente verrà risolta a tutto vantaggio dell’economia malavitosa.

    E noi non troviamo niente di meglio da fare che parlare della Noemi e della Veronica?????
    Saluti depistati a tutti

  50. Complimenti Sabi, hai una lucidità incredibile e una chiarezza unica nel centrare le questioni nel criticarle e nell’esporle. Hai capacità comunicative uniche. Peccato che in Italia si preferisce far parlare la palombelli …

  51. Nessuno ha capito nulla di nulla……Questa vicenda ha un’altra chiave di lettura che nessuno riesce a cogliere, perchè sopratutto nei salotti non solo televisivi ma anche casalinghi, c’è una strana gara ad apparire i più borghesi ed emancipati possibile…..Essere di sinistra significa anche ripudiare l’idea di dover avere per forza un guinzaglio, ma si ha quasi uno strano pudore nel pronunciare la parola ideali e pertanto il tutto viene delubricato alla voce “semplici cazzi suoi….”Perchè se la politica è lo specchio della società allora non ci si deve nemmeno meravigliare dei vizi a delle virtù del proprio Imperatore….Hanno in solo 20 anni dato una scentifica applicazione dello smantellamento morale e culturale di uno dei più vivaci ed avanzati popoli della storia…Il paese reale non esiste più, etichettato con gli aggettivi vecchio ed anacronistico ha lasciato il posto ad una classe di menager di successo (sfortunat), professionisti affermati, mafiosi, fascisti, impresari, paprazzi,veline e troniste di ogni sorta…..Studenti additati come guerriglieri metropolitani, operai manganellati e poi dimenticati, bambini che si accoltallano nelle scuole, mafie e violenza, fame e miseria lontana anni luce dagli studi telvisivi, dalle copertine patinate e dalle corti dei miracoli vengono seppelliti dal “ciarpame” di questi nuovi padroni …Come dovrebbe sentirsi chi ha insegnato per tutta la vita ai propri figli il vero significato delle parole dignità e libertà? Quando si chiede ad un giovane quale sia il suo valore morale più importante si risponde nel 90% dei casi la famiglia….Cioè si risponde di non avere alcun valore morale in quanto la famiglia è una parola dalle molteplici sfaccettature che si presta a diversi interpretazioni….La famiglia mafiosa che funziona come una piccola loggia massonica che cerca attraverso matrimoni ed apparentamenti di divenire sempre più ricca e rispettabile poducendo cultura del familismo, del nepotismo che pervade, è il modello di famiglia egemone in Italia….La famiglia dei mostri (“brutti sporchi e cattivi” ), in cui si pratica la violenza e la sopraffazione, in cui si consumano gli stupri e le cattiverie più meschine, in cui per qualche lira si finisce con lo scannarsi come dimostrano le cronache quotidiane, costituiscono un’altro modello di riferimento per gli italiani….Invece lo stereotipo della famiglia barilla che ci viene venduto è utilizzato come la coperta che deve nascondere il degrado di un popolo che proprio nel concetto di famiglia affonda il suo bigottismo, la sua grettezza, l’arrivismo, l’egoismo e l’opportunismo che lo qualificano…La famiglia della giovane Noemy non è che la punta di un haisberg, un’esercito di puttanelle senza intelligenza e dignità, di madri e padri pronti a tutto pur di vendere i propri figli della plebe ai servigi dei ricchi signori patrizi…..Che cosa è giusto e cosa è sbagliato è un’interrogativo che perde di significato in un paese e con un popolo del genere….. Ancora una volta mi sento fiero di non prendere parte a questo genocidio culturale e di essere considerato un’inevitabile effetto colleterale, un’ingranaggio che non risponde più ai meccanismi del sistema di controllo, fiero di rompere le palle al regime, per quello che posso e che ritengo giusto fare….

  52. @51st_state dice:
    il mio (purtroppo) presidente del consiglio si imbarca in una trasferta semi-clandestina per andare a Casoria (!) alla festa della figlia di un signor nessuno, un “dipendente comunale” con dei trascorsi un po’ dubbi, per discutere con lui (capito? con un Elio Letizia qualsiasi) delle candidature alle Europee (!!!), e tutti la trovano una cosa normalissima, tant’è vero che passa quasi inosservato chi solleva dei timidi interrogativi in proposito (vedi D’avanzo oggi su Repubblica).
    Secondo me ci potremmo trovare al cospetto di un nuovo Mangano, un trait d’union tra B. e la Gomorra (uno dei tanti, suppongo), sospetto rafforzato dal tenace interessamento del nanuncolo alle vicende campane già a partire dalla campagna elettorale, quando si fece un giro in centro a Napoli a braccetto con un assessore in odore di camorra, più tutto l’affaire della monnezza e termovalorizzatori vari, un’emergenza che probabilmente verrà risolta a tutto vantaggio dell’economia malavitosa.

    Lo scopo della puntata di Annozero era appunto far riflettere su questo, ma direi che non ha decisamente raggiunto lo scopo.

    @Misplaced_Xenia dice:
    Tu avresti preferito probabilmente – una cosa più seria, utile e corretta nei contenuti. Pace.

    Esattamente.

  53. Naturalmente su repubblica stamattina si parla di te e del tuo articolo qua sul blog, definendo la tua critica ‘a sorpresa’, credo tu l’abbia letto.
    Io trovo sacrosante le tue parole e la tua sintesi della trasmissione che io (purtroppo) ho visto, ma solo nella speranza ci fossi anche tu, non ero aggiornata su un tuo eventuale intervento e quindi…
    Dopo non ho saputo spiegare ad alcuni amici facenti parte della ‘maggioranza’ perché annozero sembrava porta a porta e mancavano solo i plastici, ho faticato a spiegare che Stille è un grande giornalista perché non lo hanno nemmeno sentito parlare o concludere un concetto, e qua le tue parole mi hanno aiutato a capire il perché dell’imbarazzo profondo che ho provato, così come ho quotato e condiviso il pensiero di trent83 e camillozzo nei quali pure mi ritrovo.
    Legalizziamo dunque la prostituzione (chiamiamo le cose con il loro nome!) spacciandola per ‘libertà’ (libero arbitrio) e tutti ad annuire senza staccarsi mai dal coro.
    Grazie, Sabina, perché tu lo fai con intelligenza e ironia.
    Suggerimento per il viaggio: Salento (oggi andiamo al mare!)? Fammi sapere 😉

  54. @Subcomandante –
    Condivido in pieno.
    Per me lo squallore di quest’ultima faccneda ha avuto un’effetto collaterale – il voler smettere di vergognarmi di dire ” il pane al pane”.
    Mi sono accorta che dico sempre le bugie (insomma meglio dire mi accomodo sempre all’interlocutore).
    Non riuscivo più pronunciare manco le parole come morale, ideali…
    La gente ti ride in faccia. Gli dici – morale serve, loro ti dicono da quando sei diventata una bigotta? …

  55. @sabina..di tutto ciò che hai scritto quello che più mi fa stare male,è la chiusura del teatro…..non ho parole,posso solo dirti che mi dispiace mltissimo,perchè so quanto questa cosa ti possa far star male….per favore se puoi schioda anche un pochino per me…con affetto eleonora

Rispondi a Misplaced_Xenia Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here