Home Politica ALITALIA, GRAMSCI E IL WEB

ALITALIA, GRAMSCI E IL WEB

CONDIVIDI
alitalia fallimento indifferenza

IL FALLIMENTO DI ALITALIA E GLI INDIFFERENTI

Gli italiani non sono pecoroni, sono caprettoni. Capri espiatori di una classe dirigente parassitaria, irresponsabile e senza idee.

Il caso dell’Alitalia è una metafora perfetta di un paese che non può più volare.
Si sono sorpresi tutti per il NO dei lavoratori al piano di rilancio. Non si spiegano come abbiamo fatto i lavoratori a capire che il piano era FINTO. Che Alitalia sarebbe stata svenduta comunque fra un anno o giù di lì.
O si sono sorpresi perché pur avendo chiaro il loro destino, i cosiddetti “dipendenti” hanno rinunciato a qualche altro soldino per qualche mese, per la soddisfazione di vedere licenziati i dirigenti della compagnia? Magra consolazione? Un rigurgito di dignità?

Intanto in tv e anche sul web che sta per essere azzittito da nuove norme che dovrebbero proteggerci dalle bufale, i lavoratori sono quelli che fanno brutta figura.
Pare che la mala gestione sia troppo antica per fare i nomi di tutti gli irresponsabili che l’hanno affossata intascando stipendi favolosi. Questo dicono gli opinionisti nel talk.

Ma la demagogia vince sempre con la complicità di tutti quei capretti che trovano più facile accanirsi contro altri capretti addomesticati, che alzare la testa.
E Berlusconi riscende in campo proprio allattando un capretto. Il capretto addomesticato, con le zampe legate che cova in ognuno di noi. Dopo aver tolto ad Alitalia l’ultima possibilità di salvezza al grido di “l’Alitalia agli italiani” per vincere le elezioni.

Odio gli indifferenti scriveva Gramsci e tutti noi dovremmo adottare quest’odio se vogliamo uscirne. Un odio verso quest’attitudine di pigrizia e sottomissione che domina anche sul web. Non sono le bufale che dobbiamo temere. Sono quelli che twittano compatti contro Paola Perego come dice Venezia Cartolani nell’ultimo TgPorco, che mostrano i muscoli solo sugli argomenti proposti dalla famigerata colonnina destra di repubblica.it e non ci sono mai sulle questioni serie se non sono autorizzate dai loro pastori carnefici.
Non dobbiamo mai più fidarci di chi fa demagogia, siano i piddini o i 5stelle o la destra estrema o Alfano. La differenza può farla solo chi ragiona con onestà.
L’unico spazio di resistenza che ci è rimasto è la resistenza mentale. Sembra poca cosa ma il vantaggio è che se non siamo noi a cedere, è invincibile.

Mi verrebbe da concludere con Buona Pasqua che significa anche in sostanza Buona Primavera.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here