Home Politica Discorso piazza Navona: 105 giorni dopo

Discorso piazza Navona: 105 giorni dopo

CONDIVIDI

Carissimi, una mia cara amica mi ha chiesto se il discorso che ho fatto a piazza navona era pubblicato da qualche parte. le ho risposto di no, che glie lo avrei mandato via mail. poi ho pensato che magari poteva interessare anche voi leggerlo. credo che molti ne parlino per sentito dire. tra l’altro pubblico la versione integrale, in piazza ho accorciato dei passaggi per via del biondino che mi metteva fretta. copio incollo così come dai fogli che mi sono portata sul palco

per il video i vip leggono la bibbia (la parodia che ho scritto prima dell’estate per lo spettacolo e che vi ho promesso di mettere in rete) , oggi lo giro con la telecamera e spero che domani sia in rete.

buona lettura

osteria delle mistre ecc

le ministre so maestre

e se a letto so’ un portento figuriamoci in parlamento

dammela a me carfagna

pari opportunità

fior di viagra

na volta si moriva di pellagra

gli importa solo della sua prestazione

è il viagra che farà l’opposizione.

Nella prima repubblica sono scoppiati gli scandali, nella seconda si è discusso su come evitare che gli scandali potessero venire alla luce. Si è deciso innanzi tutto di non far più scegliere agli elettori i candidati da votare. Finalmente nella terza repubblica detta “auto convocata”, gli scandali effettivamente non scoppiano più. Saccà riabilitato dopo sei mesi e dopo tutte le porcherie che ha detto e fatto, la carfagna riabilitata prima ancora che le intercettazioni siano uscite. Le donne che contano trasversalmente, santanchè an, armeni rifondazione insorgono in sua difesa in quanto donna. Noi non sappiamo che è successo noi cittadini comuni, a meno che non abiamo lettor il quotidiano argentino, el clarin che ci informa ci sono delle intercettazioni in cui una ministra spiega a un’altra come si fa sesso orale col pres del consiglio, parentesi pompino.

La armeni

«Il paragone con la Lewinsky è una volgarità gratuita» non è la volgarità il problema è che un paragone a cazzo di cane, la levinsky non è stata fatta ministra. Delle pari opportunità per giunta che servirebbe pure come ministero, visto il livello delle donne che riescono a farsi strada.

Volete difendere anche queste donne? Da cosa poi? Da loro stesse? Allora non lo fate solo con le amanti di berlusconi! Perché ministra proprio quella quando ci sono delle martiri: come la poverina andata in overdose in compagnia dell’on mele del partito di casini, detto bordelli?

Perché la carfagna quando ci sono delle eccellenze come la corna che dicono sia stata tanto brava da provocare il coccolone a bossi?

Intanto da Tokyo il cavaliere dice, gli italiani non si scandalizzano per gli scandali e il gallismo piace. Un sondaggio fatto dal nipote di goebels assunto in incognita nelle pr del pld sostiene che la prossima volta il premier potrà fare un grosso passo avanti e al momento della presentazione del governo dichiarare: Pari opportunità? Succhiamelo. Col plauso degli italiani.

Per i 4 gatti che sfuggono al fascino del gallismo le uniche speranze restano il viagra e la mobilitazione sindacale delle prostitute. Obbiettano le prostitute: i sindacati sono corrotti non ci fidiamo. Se una fa la sindacalista si fa promuovere prostituta di prima classe anche si dedicherà alla fellazio senza passione anzi il rischio è che poi smetta proprio di lavorare e se ne stia a casa con uno stipendio immeritato.

Cofferati interviene contro la nuova ondata di qualunquismo e vieta i commenti politici nei bar del centro storico dalle 9 alle 19.

Il dibattito nella società civile è acceso:

scrive alex 32:

perché chi fa satira deve continuare a dire fellazio mentre i politici possono parlare apertamente di pompini?

Replica senza senso, autorevole proprietario di una uno del 96: si basta con le ipocrisie, domani vado al lavoro in mutande.

Più cauto mattia 79 proprietario di un cane di origini miste: io il mio voto l’ho venduto in cambio di un permesso per gli handicappati e sfido chiunque a dire che non ho fatto un buon affare.

° ° °

Blaterano sempre di politica con la p maiuscola, contrapposta a quella della piazza, emotiva, qualunquista, distruttiva. Ma col senno di poi nel 2006 il centro sinistra avrebbe dovuto dire: non abbiamo una maggioranza, questa legge elettorale ci impedisce di governare, si cambia la legge elettorale e si torna a votare. Questa sarebbe stata una scelta politica con la p maiuscola.

Col senno del poi anche se avessero perso sarebbe stata una vittoria meno brutta di questa, che lasciava più possibilità.

Quando hanno formato il governo, con 2 soli senatori in più del polo, ci siamo detti: avranno pensato a qualcosa. E come al solito non avevano pensato proprio a niente. Tiravano a campare come sempre, con dentro mastella, con dentro dini che poi ha fatto cadere lui il governo ma nessuno lo ha nominato vattelappesca perché. Sarà che da ex direttore generale della banca d’italia nominato da cossiga, terrà per le palle chissà quanta gente. Lo sapete com’è virile il dini…non lo sapremo mai. Ma loro fanno la politica con la p maiuscola, e sanno che la libertà di informazione e conflitto di interessi non sono prioritarie. Prioritario è il fatto che la gente non arriva a fine mese. Come se le due cose non fossero collegate. La trovata di veltroni: legittimare l’avversario e poi non lo nomina mai per sfregio. Non voleva fargli aumentare le voci su google forse.

Sappiamo che il governo lo ha fatto cadere anche razzinger (ha questo problema di rivalità con woytila che aveva fatto cadere il muro di berlino) con quella porcheria dell’apertura negata all’università della sapienza e sappiamo che la menzogna della censura a razzinger è stata sostenuta da tutti i media e da quasi tutti i politici. I poveri professori sono stati massacrati, perfino da cacciari: cretini che dovrebbero tacere per i prossimi 20 anni.

Questo è il controllo dei media. Riuscire a inventare una polemica che non sta né in cielo né in terra.

Perché razzinger dovrebbe inaugurare l’anno accademico? È vero che grazie al governo alla legge moratti, gli insegnanti di religione diventano di ruolo. Se il vaticano li licenzia lo stato continua a pagarli e possono insegnare anche altre materie senza essersi fatti i corsi di specializzazione i dieci anni di graduatoria che si fanno tutti gli altri. E senza avere le qualifiche richieste dallo stato italiano. Suona bene stato italiano. Questo significa che grazie a questa legge fra 20 anni il 30% degli insegnanti sarà stato scelto dal vaticano .

Grazie al controllo sui media di questo si sa poco e niente.

Questo succederà fra 20 forse. Ma 20 anni non sono ancora passati quindi che ora il papa inauguri l’anno accademico è prematuro. e razzinger fra 20 sarà dove deve stare all’inferno tormentato da diavoloni frocioni molto attivisti, poco passivisti. Non come quelli dell’arci che hanno accettato senza replicare di fare il gay pride a Bologna nemmeno in centro, perché cofferati non voleva con una bandierina sul palco tra le altre con una figurina di un ragazzetto con la svastica che dice: “mi chiamo italo odio i froci ma amo il mio camerata” perché non volevano prendere posizioni antifasciste.

Una donna è stata violentata e picchiata perché lesbica e altri ragazzi gay sono stati malmenati finiti all’ospedale, grazie alla campagna razzista del vaticano che va avanti indisturbata introducendo valori aberranti nella nostra repubblica laica fondata sulla resistenza. Dice ma la Guzzanti è gay?

No, non sono gay e non sono nemmeno rom ma piango davanti alla televisione e leggendo i giornali in questi giorni. Non sono nemmeno una trans ma mi tormenta quello che volete quello che è successo il mese scorso al prenestino.

Le telecamere del tg1 filmavano quelli che il giornalista chiamava dei ragazzi del predestino, che però avevano le teste rasate e le svastiche che non è un look proprio del prenestino, mentre braccavano delle trans che cercavano di fuggire tra i rovi urlando non siamo animali non siamo animali, la polizia guardava, alcuni fumavano, la gente applaudiva e la televisione pubblica ci parlava dell’esasperazione dei residenti!

Questo significa avere il controllo dei media.

Non ho parenti che hanno fatto la resistenza, ma non starò a guardare quando chiuderanno il museo di via tasso.

Non sono una moralista o meglio conosco il significato della parola moralista cari opinionisti dei miei coglioni,

moralista è uno come il sindaco di ny che dice che il sesso è il demonio e poi si scopre che spende 2000 mila dollari l’anno per trombare. moralista è l’on mele e il partito di casini detto bordelli. Ma insieme alle altre facilities non danno un vocabolario agli editorialisti? Cerami oltre che scrivere film ma alberto sordi ce l’hai presente? L’hai digerito o è ancora troppo presto? Se ne parla in autunno di chissà quale anno.

Non sono nemmeno girotondina è una parola che mi fa venire l’orticaria anche se le manifestazioni dei girotondi sono state importanti. lo dico perché non credo d’essere l’unica in questa piazza che la pensa così.

Non sono dipietrista anche se certo gli sono grata per quello che fa in parlamento, non sono grillina anche se penso che grillo abbia fatto un buon lavoro, meglio che sia, è una presenza e un lavoro positivo il suo.

Non lo so se è giusto proteggere le donne con le quote rosa, non sono sicura, per me lo possono pure togliere il ministero pari opportunità o lo possono lasciare, non possono però metterci una che fa la ministra perché ha sollazzato presidente del consiglio. La vita sessuale di b sono fatti suoi, ma questo non c’entra. Quello che sei berlusconi lo sanno tutti. avete letto cosa ha scritto la casa bianca al g8 nella sua presentazione. “uno dei leader più controversi nella storia di un Paese conosciuto per la corruzione del suo governo e per il vizio”.

Questo e altro hanno scritto sulla sua presentazione consegnata nella cartellina a tutti i leader del mondo.

Scopa con chi vuoi, con chi te la da, ma non ti puoi permettere di insultare le lotte delle donne perché ti facciamo un culo come un secchio. Chiedi scusa e metti al ministero chi ti pare, chiunque sia plausibile abbia delle idee su come migliorare la situazione delle donne, nel lavoro, a casa e per le strade.

La carfagna, donne ragazze è troppo. In tutto il mondo in america latina, del nord, in africa in india sono le donne che si organizzano e risolvono le cose, forse questo paese ha semplicemente bisogno di noi.

Vi sentite così radicali voi? Io no. Io ho pure votato veltroni. sapendo che in caso di vittoria non avrebbe fatto nulla di rilevante sull’informazione, giustizia, conflitto di interessi, istruzione, sanità, molti di noi responsabilmente lo abbiamo votato disperatamente più che responsabilmente, cercando di limitare i danni.

Rutelli no. Rutelli confesso che non l’ho votato. Ho pure fatto la pubblicità sul mio blog: andate a votare arrivano i fascisti, la gente che vomitava: – no rutelli no, e io: – per favore non sapete quello che ci aspetta.. poi quello ha continuato a fino all’ultimo a dire: voglio solo i cattolici, niente dissenso, niente sinistra… quando è arrivata la domenica ho preso in mano la scheda e non me la sono sentita. Ma non per irresponsabilità, non volevo essere invadente. Se proprio non lo vuoi sto voto non insisto. Un fatto di educazione.

Non ho mai né pensato né detto che destra e sinistra sono uguali. Nemmeno fascismo e socialismo sono uguali. Niente è uguale. È tutto diverso!

Ma il comportamento della nostra classe dirigente ha da tempo sorpassato i limiti della tolleranza.

c’è un modo di dirlo senza essere tacciati di qualunquismo? Non c’è un modo. Non va bene né un ragionamento, né dire solo i fatti, né dire vaffanculo, non c’è un modo. Perché la sinistra deve appoggiare la proibizione delle intercettazioni? La sinistra è sempre riuscita a fare le cose anche il modo pulito. Non è uguale alla destra la porcheria della scalata unipol bnl, la volete ripetere?

Dice perché i comici fanno informazione, non la fanno solo i comici la fa pure dagospia per esempio con lo stesso meccanismo. Si è sposato una miliardaria è entrato nei salotti e ci dice in anteprima le notizie i gossip finanziari dice quello che sanno le persone che contano e che i cittadini non sapranno mai, perché in tv non si parla di nessuna cosa importante in modo decentemente approfondito e comprensibile. Questo è un paese in cui le cose si sanno solo nei salotti e le masse non devono sapere niente!

Grillo che ha tre 4 informatori e sembra un mago agli occhi della gente. Lo sapevate che…? Ohhh! Sembra uno che tira fuori i conigli dal cilindro.

Io quando faccio uno spettacolo chiamo qualche giornalista bravo gli chiedo: scusa qua che è successo? e me lo spiega. sono tutte cose interessanti, non c’entrano tutte in uno spettacolo, ma quando me lo spiegano lo capisco quando leggo il giornale no. Così siamo ridotti. anche le domande semplici.

Una domanda ci siamo fatti tutti ad esempio dopo le intercettazioni.perché vanno tutti a mignotte? Hanno i soldi, hanno il potere, al di la di quanto ci scassano la minchia sul fatto che il divorzio è un male, la famiglia, no sesso senza procreazione e poi ci danno pure dei moralisti loro a noi! Ma perché si inguaiano sempre con le mignotte? che difficoltà c’è a trovare una donna non a pagamento? Te la fai questa domanda. Non è la domanda principale ma è tra le mille che ti attraversano la mente e a cui è giusto rispondere. E ci vuole poco. A me l’ha spiegato un extossico.

– vanno a mignotte? perché pippano. È molto semplice. È per questo che il pippatore è legato alla figura della zoccola. Anzi se va a puttane è quasi sicuramente un pippatore. È basilare che il pippatore cocainomane vada a zoccole. Perché lei ha la pazienza che a te non ti si alza l’uccello e lei sta là e tu Ti diverti a guardarla mentre sei fatto come una mina.

Questo perché la cocaina agisce sulla amigdala che libera le dopamine, al contrario dell’eroina che agisce sull’ipofisi che libera le endorfine, per quello lo spitbol è la cosa più buona del mondo, perché ti regoli il corpo come vuoi. Per quello il tossicomane non tromba e il cocainomane invece vuole trombare come un pazzo: perché le endorfine sono le stesse che escono fuori dopo l’orgasmo maschile.

E vanno possibilmente con più di una perché le fai giocare fra di loro , non hai l’angoscia che ce ne hai una sola che si aspetta la prestazione anche se la paghi.

Ho appurato anche che Berlusconi, non pippa. Vedete che siamo obbiettivi? Quello che è giusto è giusto. Lui è sex addicted, non si droga prende solo una tonnellata di viagra. Per questo è stato ribattezzato presidente vaso dilatato. Collaboratori vasellinati o vassalli.

Sono stata fuori dall’italia per un po’. Sono tornata e sull’aereo ho letto l’espresso. La notizia è scioccante. L’articolo di apertura dice che Berlusconi ha mostrato il suo vero volto: non un grande statista ma un uomo che pensa solo a fare leggi per sé! Ha ingannato l’opposizione con straordinaria abilità! . Meno male che avevo la cintura di sicurezza perché rischiavo di cadere dalla sedia! La sua performance è stata talmente geniale e inaspettata (sorrideva! Lui che non ha mai sorriso!), che ha ingannato perfino Veltroni!

Ho visto che in messico hanno una situazione non tanto diversa dalla nostra e fanno una opposizione molto efficace. Parlo dei cittadini normali non degli zapatisti. Tutte le volte in piazza ripetono una frase di

Josè marti, le cose cambiano quando c’è un leader che è pronto e quando c’è un popolo che è pronto. Noi non abbiamo né l’uno né l’altro forse, ma se non siamo pronti questo è il modo per prepararsi, manifestare, militare, organizzare. Nella piazza fra la gente nascono i leader nella piazza siamo un popolo, nei centri commerciali si sente meno questa cosa. Se l’opinione pubblica ha cambiato in parte idea su berlusconi e lui ha perso le elezioni nel 2006 è molto merito nostro. Stiamo tutti imparando a fare politica. La prossima volta che andiamo a votare dobbiamo poter votare un programma di cui siamo convinti e fieri.

Commenta questo post

235 Commenti

  1. Visto che riusciamo ad essere i primi a commentare ne approfittiamo per dare qualche direttiva da seguire affinchè i commenti non vengano ritenuti degli spam.

    * E’ assolutamente vietato utilizzare nomi utenti già esistenti (figuriamoci se il nome è quello di Sabina Guzzanti), a puro scopo di disturbo; chi si macchierà di questo “peccato” verrà bannato, o quantomeno la redazione proverà a non farlo postare più.
    * I voti sono quelli che decidono le sorti di un commento (questo spazio è di chi lo vive, non di chi ci passa per disturbare e basta): quando un commento raggiunge un “karma” di -15, verrà eliminato. Come karma si intende la somma, algebrica, dei voti positivi e negativi. Cioè se un commento riceve 10 voti positivi e 25 negativi allora è da considerarsi -15.

    Questo è tutto.
    Stiamo lavorando per invertire l’ordine dei commenti in maniera tale che all’inizio della pagina sia immediatamente visibile il commento più recente.

  2. REDAZIONE ora che non c’è tanto traffico, vorrei farvi notare che trattiamo (tutti, pure io) i commenti come se fossimo in una chat… SBAGLIATO
    Siccome il blog è piuttosto caldino, perche non ci mettiamo dentro una bella chat?
    TI AMO SABRINA!

  3. Volevo avvertire la REDAZIONE che, copia incolla, schiaffo il discorso integrale sul mio sito/blog… non mi chiedete i diritti perchè non c’ho una lira e perchè sono anarchico!!!!!!!

  4. Hai assolutamente ragione Itomarelli. Ma noi vogliamo semplicemente che questo blog sia il più coinvolgente e accogliente possibile per tutti! Quindi abbiamo visto che usate i commenti come se foste in chat e … ve l’abbiamo lasciato fare mentre studiamo come mettere su il forum 🙂 I commenti dovrebbero servire solamente a “commentare”, per l’appunto, il post!

  5. Ciao redazione! Non so se mi avete già risposto, ma mi sa che tornerò a scrivervi, avrei una richiesta piccola per Sabina, magari mi può accontentare!

  6. Sabi il sette di novembre non vedo l’ora di vederti dal vivo, ho preso il biglietto a napoli!! VILIPENDIO!! distruggili tutti, pero’ non dimenticare mai il tuo background, il trasformismo unico e perfezionista al mondo. Offese sottili non palesi, fregali.

  7. Finalmente sono riuscita a registrarmi!!!!!
    Sabina, come donna il tuo discorso a piazza navona mi e’ sembrata la prima cosa sensata che ho sentito dopo tanto tempo. Mi sento offesa come donna che lotta da una vita per riuscire ad affermarsi con l’uso del cervello (e non di altre parti anatomiche) nel lavoro e nella societa’, offesa dal paradosso di vedere chi ci dovrebbe rappresentare al governo (la carfagna) che e’ proprio la summa di tutto quello che molte di noi hanno rifiutato e combattuto da una vita, offesa da un nano che ha fatto della volgarita’ e della continua umiliazione delle donne la sua filosofia di vita e che purtroppo l’ha fatta assimilare a buona parte degli italiani.
    Niente di volgare o offensivo nelle tue parole. la volgarita’ e’ tutta negli atti e nella sfacciataggine di questi personaggi e nel loro livello infimo. Come donna sono arrabiata: dover vedere la carfagna che appare in televisione vestita da s.rita da cascia e che da lezioni di moralita, che offende te perche hai avuto il coraggio di dire quello che tutti pensiamo…
    Un abbraccio!

  8. secondo me col Presidente Napolitano
    era sbagliata la forma, io ci riprovo:

    caro Giorgio, core Napulitano
    simme cumpaesani, te voglie bene assaje,
    tu si’ comme nu frate amme’.
    tu si’ nu brav’omme, ma t’aggia avvisa’, tu si’ circunnate
    ‘e scurnacchiate: specialmente chille curtu curtu e ca’
    capa pittate ‘e nire. chille e’ male ‘ncavate e pure nu
    grande pallunare. e’ pure milanese, chella e’ gente strana
    assaje. vo’ distruggere ‘a scola ‘e stato pe’ fa’ turna’
    ‘a gente nell’ingnoranzita’.
    siente amme’, falle fa’ nu paliatone
    ra’ e Curazziere, male non fa.
    n’abbraccie e nu vase, frate mio.
    tuo

    ciruzzo ‘o contrabbandiere

  9. Proprio l’altra sera ho discusso con alcuni amici, compagni di azione politica. Mi ha sorpreso che l’unica ragazza presente oltre a me fosse anche l’unica a esprimere un parere differente dal mio/nostro. E cioè, in sostanza, che chissenefrega del motivo per il quale il premier ha deciso di fare ministro una 32enne con soli 4 anni di esperienza politica (paracadutata) alle spalle: l’importante è cosa la ministra dimostrerà di saper fare durante il suo mandato. E ve lo assicuro: la ragazza in questione è intelligente, sveglia, informata. Però era convinta che il mio/nostro discorso fosse moralista: perchè – dice – devi giudicare una dai pompini che fa? Ma io non giudico nessuna per questa nè per qualsiasi altra pratica sessuale. Giudico solo – e negativamente – il fatto che si arrivi alla poltrona di ministro senza altri meriti o gavette se non (vogliamo essere buoni) la bellezza o (non vogliamo essere buoni?) le prestazioni sessuali.

  10. Fiore de lino .
    Le pari opportunità per un pompino .

    Fior de garofano .
    Se deve rende lecito er lodo Alfano .

    E allora ?

    Fior de maiale .
    Veltroni prete scambia Orlando per Carnevale .

    Fior de cucuzza .
    Da prete e da fascista quanto me puzza .

    Fior de Limone
    La famo o nun la famo la RIVOLUZIONE ?

  11. …….Grazie al controllo sui media di questo si sa poco e niente…….

    ……..Non ho mai né pensato né detto che destra e sinistra sono uguali. Nemmeno fascismo e socialismo sono uguali. Niente è uguale. È tutto diverso!
    Ma il comportamento della nostra classe dirigente ha da tempo sorpassato i limiti della tolleranza.c’è un modo di dirlo senza essere tacciati di qualunquismo? Non c’è un modo. Non va bene né un ragionamento, né dire solo i fatti, né dire vaffanculo, non c’è un modo………

    …….Ho visto che in messico hanno una situazione non tanto diversa dalla nostra e fanno una opposizione molto efficace. Parlo dei cittadini normali non degli zapatisti. Tutte le volte in piazza ripetono una frase di Josè marti, le cose cambiano quando c’è un leader che è pronto e quando c’è un popolo che è pronto. Noi non abbiamo né l’uno né l’altro forse, ma se non siamo pronti questo è il modo per prepararsi, manifestare, militare, organizzare. Nella piazza fra la gente nascono i leader nella piazza siamo un popolo, nei centri commerciali si sente meno questa cosa. Se l’opinione pubblica ha cambiato in parte idea su berlusconi e lui ha perso le elezioni nel 2006 è molto merito nostro. Stiamo tutti imparando a fare politica. La prossima volta che andiamo a votare dobbiamo poter votare un programma di cui siamo convinti e fieri.

    Mente, cuore, prassi.

    Grazie Sabina. Un abbraccio

  12. Salve,scusate se il post non è il luogo adatto ma volevo informare la redazione che il banner di outig civile non funziona!Grazie ! a presto

  13. Eleonora, sono d’accordo al 200%!!!!!!!!!
    io non mi sento affatto una moralista e penso che ognuno nella sua vita privata possa fare quello che vuole. mi ripugna che quello possa essere il criterio per accedere a determinate posizioni… e mi stupisce che una donna che non capisca quanto sia importante scoraggiare certe cose. Ma anche a ma in italia e’ capitato di fare le stesse discussioni. Possibile che non si capisca la differenza fra il diritto di fare sesso come ti pare e l’illegittimita’ di affidare un incarico pubblico (e pagato con i soldi del pubblico) ad una persona che altro merito non ha se non quello della prestazione sessuale??????

  14. Ciao sabina! volevo dirti che qualcuno l’aveva pubblicato il tuo discorso! era nel libro di Micromega di luglio! un bel ricordo per chi ha passato quella giornata a Roma! quindi anch’io! c’èrano le dichiarazioni di tutti!
    Ciao

  15. LA NOTTE DELLE BORSE VIVENTI.
    http://www.ilmanifesto.it/oggi/immagineprima.htm

    Per chi c’ha ancora in mano qualche azione .
    La liquidazione data in mano ai “gestori” dei fondi comuni .
    Per chi ha dato ancora retta ar nano .

    Sfruttate l’occasione del rimbalzo dal supporto statico dei 15000p mibtel (*) , reazione matematico-statistica del tutto aliena agli sforzi dei mafiosi alleati coi bancari ladri che facendo man bassa dei nostri soldi vorrebbero dare a bere al parco buoi della bontà dei loro latrocini e, VENDETEVI TUTTO , fino a che dura , cioè forse qualche settimana , diciamo un par de mesi fino al prossimo limite temporale , che è natale .

    (*) Termini di analisi tecnica disciplina applicata ai grafici di borsa .

  16. Mi rendo conto di uscire fuori post tema, pero’ intendo esprimere tutta la mia solidarieta’ ad un altro grande uomo libero ROBERTO SAVIANO. Anche la sua voce e’ scomoda in questo paese, a tal punto pero’ che adesso rischia la vita. La situazione e’ grave e non bisogna restare impassibili. Resisti Robe’

  17. Io non riesco a vedere la peculiarità del caso Carfagna nel fatto che pur non avendo particolari meriti o pregresse esperienze politiche, scavalcando ogni gavetta sia arrivata direttamente alla poltrona di ministro. E’ prassi politica consolidata nel nostro Paese promuovere non solo e non tanto chi non ha ne meriti ne esperienza, ma soprattutto chi annovera tra le sue credenziali gravissimi demeriti a volte anche penalmente accertati. Si vedano i vari Previti, i vari Dell’Utri, i vari Cuffaro, Scapagnini, i vari Mastella in un elenco praticamente infinito.

    La particolarità del caso Carfagna sta proprio in ciò che appare con la più ampia evidenza. Una vallettina arrivista non particolarmente bella, non particolarmente brillante, che decide o a cui viene fatto decidere di far traslocare il suo nulla dal piccolo schermo alla politica, e per farlo gioca le sue carte, le gioca tutte e alla fine arriva quella poltrona dalla quale dopo un primo momento di invisibilità mostra tutta la sua incompetenza nel primo atto dotato di una qualche rilevanza mediatica.

    Il problema per me è chi ce l’ha messa, su quella poltrona. Lo stesso che l’avrebbe sposata se non fosse stato ammogliato con la Veronica, lo stesso che piazzava attricette in rai per comprarsi i voti di alcuni senatori della maggioranza ai tempi del governo Prodi, lo stesso del Bagaglino, lo stesso che si autodefinisce grande amatore, instancabile playboy, lo stesso che dorme 3 ore a notte e le 3 successive tromba, lo stesso delle leggi ad personam, insomma sempre lo stesso capace praticamente di tutto e capace di far passare questo tutto per risposta agli interessi del Paese…

    Un altro, qualsiasi altro presente sulla piazza, non l’avrebbe messa la Carfagna a fare il ministro. Lui si.

  18. Cara Monica-Holland, anche a me sorprende parecchio quando sono proprio le donne a fare questo tipo di ragionamenti. Perchè la cosa fondamentale è giocare ad armi pari, in qualsiasi competizione. Devi fare la pornostar? Allora è importante che tu sappia fare un certo genere di cose, che tu non abbia la cellulite nè ripugnanza per i fluidi corporei… E poco importa della tua intelligenza, della tua cultura e della tua preparazione. Allo stesso modo: devi fare il ministro? Allora è importante che tu abbia esperienza politica, carisma, idee, cultura. E poco importa (o dovrebbe importare) del tuo aspetto fisico e sopratutto della tua disponibilità a concederti.
    Ecco, mi piacerebbe vivere in un mondo in cui, così come Rita Levi Montalcini non va a disturbare la selezione delle pornostar facendo valere il suo Nobel, le ex vallette di facili costumi non andassero a disturbare la selezione dei ministri della Repubblica. Ma forse sono solo una sognatrice.

    Eleonora, http://repubblicadeglistagisti.blogspot.com/

  19. Ciao, Eleonora!
    bello parlare con persone intelligenti!!! Penso la pensiamo allo stesso modo su questi temi.
    Le donne italiane hanno ancora una strada un po’ lunga per riuscire ad “affrancarsi”… Io vivo in Olanda dove la situazione e’ migliore a mio avviso: e’ un paese molto liberale (forse il piu’ liberale) dal punto di vista sociale.
    Tanto per fare un esempio, qui la prostituzione e’ legale e le prostitute sono trattate come persone che hanno pari dignita’ a tutte le altre. La prostituzione di per se’ non e’ considerata una cosa buona dalla gente a livello morale (nessuno aspira a che la propria figlia faccia la prostituta, tanto per intenderci) ma si scinde la componente “sociale” da quella “morale” e si preferisce regolare un fenomeno che esiste da sempre, anziche nascondere la testa sotto la sabbia.
    In generale le donne qui sono rispettate e nel mondo del lavoro io mi sento trattata al pari degli uomini (cosa che non mi e’purtroppo capitata in Italia). In un paese come questo, quando parli della carfagna, si mettono tutti a ridere: in occasione dei mondiali, per prederci un po’ in giro (sigh!) hanno trasmesso in televisione il servizio tedesco della Bild dove facevano vedere il ns ministro per le pari oportunit’a, commentando che in italia la cosa piu’ importante e’ il look e l’aspetto… Non ti dico gli amici olandesi che razza di commenti ci hanno riservato….
    Spero di poter essere orgogliosa del mio paese un giorno… al momento non ci riesco!

  20. Monica se continua cosi non ci riuscirai mai ad essere orgogliosa…..pero’ mai dire mai, io sono ancora fiducioso ma sono anche un sognatore. .
    Siamo governati da troppi dinosauri in Italia.

  21. Saby,dopo aver letto il post di oggi credo che oltre ad essere una brava comica ed una donna con un cervello ricco di neuroni attivi,sei, secondo me,una ministra mancata.

  22. Gatta rilassati un po’, stai tranquilla siamo tutti liberi qui, fai cio’ che meglio credi, ma fallo e non pensarci troppo altrimenti ti agiti soltanto e resti ferma.

  23. Gatta volevo soltanto sdrammatizzare con un po’ d’ironia, cerca di farlo anche tu ogni tanto, aiuta!!….sei troppo agitata e sinceramente non ho capito il perche’, vuoi andare in olanda?? ti consiglio amsterdam e’ un bel posticino….per il relax 🙂

  24. Sab,sai che pochi giorni dopo il tuo discorso al No Cav mi è arrivata un’email minacciosa da un’utente di youtube che aveva appena letto un mio commento positivo e innocente ai tuoi video su Le ragioni dell’aragosta (neanche ai video di questo discorso eh,avevo scritto solo “tu non sei normale,grazie al cielo”). beh ‘sta matta mi ha scritto apposta per augurarmi,testuale, “il peggio dalla vita perchè persone come te (ovvero tue ammiratrici) stanno rovinando il nostro paese”. una mail lunghissima e piena di insulti e malauguri!ahahahah..poveraccia..
    comunque,torniamo a noi..MA A CAGLIARI CI PASSI CON VILIPENDIO TOUR? ti preeegoooo non ho soldi per volare a milano…siamo isolati dal mare e senza soldi,vieni tuuuuu

  25. Ahaa …. Gatta .
    Te lo fai uno spino con me ?

    Lassa perde sore , preti , frati .
    L’italiani , l’olandesi .
    Mannali affanculo .
    Semo tutti fij de sto monno .
    Apolidi .
    Famose uno spino , un mezzolitro , dimme te .

  26. Picus sei il solito che “si parcheggia” la canna e dimentica la solidarietà verso altri estimatori delle erbe che il buon Dio ci ha donato.
    Passa qua…
    Meglio la Cannabis Indica del mezzolitro di rosso di dubbia genuinità…
    La miglior erbetta che ci sia… coltivata con le mie mani…
    Pannocchiette resinose e friabili… infiorescenze dall’aroma potente e inebriante…

    Bene.
    Questa canna me la rollo alla brutta faccia di merda di fini & giovanardi.
    FREE MARIJUANA E FINI SI FOTTA!!!

  27. Beh … c’era prima la gatta .
    Però forse è astemia .

    Fuma maleficus .
    Ma falla girà , nun fa er sola .

    rooolll anotther one , pass it over to me .

  28. Gatta il cuscino – mi permetto di consigliarti di NON URLARE…
    Il maiuscolo, oltre a significare frasi urlate, non ha una buona leggibilità.

    Il Maiuscolo va usato con parsimonia, è uno strumento di ENFASI, ma a voler enfatizzare TUTTO non si evidenzia NIENTE!

    Dopo questo appunto mi sovrappongo all’invito di Picus… Ho un’erbetta niente male che alle Gatte fa impazzire…
    Rolliamo un bel joint alla brutta faccia di fini & giovanardi…
    FREE MARIJUANA E FINI SI FOTTA!!!

  29. Cara Sabina,
    è la prima volta che ti scrivo,
    voglio innanzitutto dire che hai tutta la mia stima per l’intelligenza, la determinazione e la passione che metti nel tuo lavoro e nelle cose che dici. Leggendo le risposte che hai fornito ad alcuni dei commenti ricevuti ho potuto apprezzare ancor di più il valore e il peso del tuo modo di pensare e di agire. Il riferimento all’importanza di agire nella propria realtà per aiutare “la liberazione” personale e di noi tutti, poichè in caso contrario si finirebbe solo con il “borbottare” e non trasformare nulla, l’ho trovato essenziale, così come mi è piaciuto molto il commento che hai fornito sempre a quel ricercatore riguardo la distinzione essenziale che c’è tra un’azione che da visibilità e un’azione realmente trasformativa del reale. C’era nella tua risposta un’intelligenza esistenziale profonda ed è la conferma di ciò che ho sempre pensato, che le persone intelligenti e che fanno un percorso nella vita, non possono che ritrovarsi su alcune verità fondamentali:)
    Detto ciò, voglio chiederti una cosa,
    io quella sera a piazza navona c’ero e ho sentito tutto il tuo intervento, un intervento teso e vibrante che mi ha davvero emozionato, perchè il coraggio della verità mi emoziona sempre. Dunque, sabato scorso, 11 ottobre, c’è stata una seconda manifestazione in piazza navona, ma tu non c’eri, e mi sono domandato, il motivo dela tua assenza…
    è stata una tua scelta? Non sei stata invitata? Te lo chiedo perchè mi sarebbe sembrato logico e importante che tu prendessi nuovamente la parola su quel palco. Visto che non è stato così ti pregherei di gettar luce sulle motivazioni della tua assenza.
    Mi auguro non ci sia stato una sorta di silenziatore nei tuoi confronti.
    Gabriele
    p.s.
    un fatto tecnico, a proposito dei troll o cose del genere, in alcune circostanze mi sono tovato a dover dare una valutazione negativa di alcuni commenti assolutamente beceri e privi di contenuti, tuttavia devo segnalare che segnando un voto negativo, poi il sistema ne registra 2. Non è una cosa corretta.

  30. Picus devi sapere che il prode D’Annunzio si recò nella selvaggia Sardegna e penetrò nell’impervia Barbagia, il regno degli irriducibili oppositori al dominio romano e alla conversione cristiana…
    Accadde dunque che D’Annunzio ad Oliena, nel cuore della Barbagia, venne conquistato dal “Cannonau”, un vino forte e potente… si sbronzò come un suino e l’indomani, svaniti i postumi dell’ubriacatura, lo battezzò “Nepente”. Cosa voglia dire soltanto lui lo sapeva.
    Però è un vino eccezionale…

    Un consiglio: premesso che bere vino e fumare canne è come pisciare controvento… se proprio vuoi mischiare le due cose, allora PRIMA fuma… e poi fatti un goccio…
    Tra un tiro e l’altro, tra un brindisi e l’altro, è facoltà dei convenuti declamare a voce altissima: FREE MARIJUANA E FINI SI FOTTA!!!

  31. @ limpossibile

    Non l’hanno invitata .
    Sabina è diventata personaggio contrario alla morale cattolica .
    Come un Petronio Arbitro o un Marziale qualsiasi .

  32. D’annunzio?? nooooo non lo sapevo!!
    picus,non so se il frascati sia più buono,ma tu provalo il nepente!!è un cannonau
    ora la smetto con l’off topic!!

  33. @ maleficus

    Nepente .
    Forse la sbronza è stata potente .

    I tuoi consigli sarebbero benvenuti se non che da vecchio non avessi già sperimentato tutti gli effetti collaterali e connessi .
    Insomma so’ pratico .
    Però un quartino de cacchione o una marvasia insieme a uno spino non ha mai ammazzato nessuno .

  34. Forse perchè sono talmente avanti con il pensiero che mi farei tranquillamente guidare politicamente(per restare in tema)da 10 donne su 10 se palesemente migliori, che trovo quasi un insulto nel 21mo secolo quote rose,pari opportunità ealtro nel generis.
    Stiamo scherzando noi di sinistra?
    Già,già,Zapatero quello nato dal nulla in quel di Leon ,città maledetta nella sua beltà ,sua natia e pure di Durruti ,quello del mondo che dovrà essere fatto a pezzi dalla borghesia o capitalismo se preferite.
    Già,già,Zapatero quello del speriamo che il potere non mi cambi e che il mio cambiamento non c’entra nulla con la destra e il liberismo di un certo tipo.
    Già,già,Zapatero che per non essere avanti come me,ha tagliato la testa al toro e fatto (bene)metà e metà.
    Già,già,Zapatero quello che ha ereditato un partito in preda alla più bordellara corruzione mai vista e i nostri …..quelli delle scalate capitalistiche,intrallazzati nel conflitto dei conflitti d’interesse più spaventoso del mondo ,senza regola alcuna ,tanto da indultare se stessi perchè se no avrebbero dovuto andare loro in galera:
    Già ,già,noi che avevamo contribuito a far cadere il caimano,lo psiconano,B o come cavolo volete chiamarlo.
    Noi che illusi ci siamo dimenticati della gavetta da lui fatta nello Scafandro, locale che fungeva da anticamera all’entrata nei VIP(mica parlo di Moro,Berlinguer ,Spadolini o chi altri)di provata tenuta sessuale e abilita nel frequentare piste bianche non sciistiche….già li aveva in pugno.
    E noi illusi che ci potessero mai regalare una legge elettorale consona alla democrazia a costo zero,tutti lì ad aspettare che finalmente si potessse regolamentare il conflitto d’interessi a costo zero.
    Ma no ,ma no,il capo,quindi il lider maximo, del più grande partito dell’ulivo ,tal Fassino,si prodiga non alla poltrona ma a fare il piddì ?
    Ma no,ma no ,il leader spirituale ,il vero dominante che si prodiga al Campidoglio e non alla poltrona?
    Ma si ,ma si è perchè mai doveva essere coglione il faccione bolognese?
    Un bel ministero per l’attuazione del programma (di costruzione del PD mica quello da noi delegato attaverso il voto che avete capito) e un bel Santagata al ministero et voilà les jeux sont faits.
    Fosse stato almeno Tony, il Santagata,macchè!
    Poi la tristezza,meritata, perchè vivendo di deleghe prima o poi ci ritroviamo con le braghe di tela perchè carissimi, mica tutti i giorni possiamo pretendere che nascano i Giggirriva eh che diamine.
    E io stupido lì a sperare che la sinistra radicale(ehhhhh si magari la risposta di ieri…ma che sei scemo se governavi tu?) potesse mai indurre Fioroni a far conoscere ai bambini delle elementari non soltanto il catechismo ma uno dei valori che sono tra altri fondamenta della nostra costituzione repubblicana per non trovarmi a doverlo spiegare poi a ragazzi che a 15-16 anni sono già o tolleranti o intolleranti e mi fermo qui.
    No ,no ,io er Cicoria non potevo votarlo, perchè al massimo nella mia città mi faccio un cynar o un ramazotti perchè pare che fosse solo da bere …ora non più: ha un saporaccio…
    No,no ,nemmeno Veltroni ,DiPietro o l’arcobaleno al quale pure lo gnomo con la vendola ,pardon pentola d’oro,si è rifiutato di accostarsi .
    E’ stata dura,nemmeno più motivavo gli altri.
    Per la prima volta ho guardato la scheda ho pensato ai simboli(ovviamente della mia parte) e ho compreso come e quanto l’uomo(inteso come razza)sia riuscito a far ricadere sugli stessi simboli le colpe delle proprie malefatte.
    Mi è caduta una lacrima perchè la tradizione nella mia famiglia c’è eccome se c’è mi sono voltato e mi sono detto…. ma và da via i ciapp ,potere assoluto,e sunt andà via.

  35. Sabinaaaa.
    Senti questa .

    Ho saputo una certa cosa.
    Fonte attendibile .
    Il trapianto non sarebbe riuscito ed il personaggio rimedia inserendo nei buchini al cranio delle polveri speciali nere che tengono in piedi quei “capelli” mostruosi.

    Materia per lo spettacolo !

  36. @ Picus – Non incominciamo con la vecchiaia…
    Io che avevo la barba bianca quando Mosè portava i calzoncini corti…
    Oppure i ricordi di un vecchietto terribile (il Numero Uno) che avevano come ritornello: «dissi “io sono troppo vecchio, però tieni bene a mente questo consiglio…”».
    Ma un tempo fui Jack Kerouac e forse anche Woody Guthrie, mi risvegliai che ero Tom Waits in un vicolo sordido con una bottiglia di bourbon ormai vuota…
    Quando ero Woody Guthrie ballavo alla luna con la mia bottiglia in mano e una ragazza con un buco nella calza…
    Poi accadde che mescolai railroad gin con la medicina del Texas, ma ero Bob Dylan, un hobo immaginario che viaggia a scrocco nel lungo treno verso la California…
    Mi risvegliai che ero Francis Scott Fitzgerlad, ubriaco di gin fin dalla mattina presto.
    Allora soltanto pensai che una sorsata di prodigioso Nepente mi avrebbe “rimesso in sesto”… ma non divenni mai D’Annunzio, diventai il Califfo dell’Hascisc e nello stesso tempo fui Pietro Micca, il terrorista eroe che morì provocando strage tra il nemico…
    A cosa si doveva tutto questo proliferare di personalità cariche di eccessi, ubriachezza e albe instancabili?
    Mah? Chi sa dirlo? È il Nepente…

  37. Sabina a me solo dispiace che per le tue prese di posizione, a volte forse eccessive per il livello di rincoglionimento nazionale , ci possa andare di mezzo il tuo normale lavoro. forse per tuo fratello è ancora più assurdo. di lui non si sente niente ma in tv lo si vede raramente
    mi immagino che ti metteranno in un angolo senza più neppura l’aria per respirare. sono vendicativi, se le segnano e appena possono te la fanno pagare. . e mi dispiace che si debba rischiare solo per aver espresso il proprio pensiero. è una cosa assurda ma l’Italia sembra funzionare un po’ così. ovvero non disturbare il manovratore e i suoi servi fedeli , la critica non è ammessa, non c’è dibattito pubblico. siamo passati dal teatrino all’avanspettacolo.

  38. @ maleficus

    Non incominciamo .
    Ma sto nepente è vicino a macomer?
    Perchè è l’unica zona che conosco della sardegna .
    Ci sono stato gratis in villeggiatura nel 1980 , tre mesi in inverno a spese dello stato in una caserma sperduta sull’altopiano tra cinghiali , pecore e indigeni allegramente ostili .
    Un cojone di quelli che hanno fatto il militare di leva .
    Il vino locale era bono , la sera facevamo il pieno per poi rigettarlo di notte in camerata .
    Non c’era altro da fare oltre a fare a testate con gli indigeni .
    Dicevano che eravamo continentali , esercito occupante .
    Non ci sono mai più stato .
    Ma conosco tanti sardi bravissima gente ed un paio ancora carissimi amici .

  39. Per limpossibile: il sistema non registra due voti, ci sono altre persone che votano insieme a te e ti sembra che il tuo valga il doppio.
    E’ capitato che il mio voto è valso 19!!!!
    Per Piazza Navona l’aveva detto una volta, ma era (credo) in un post del blog precedente!
    Sabina, il tuo discorso è meraviglioso: neanche l’Arcigay o Luxuria hanno mai detto quelle cose in favore della classe che pensano di difendere!
    Solo una cosa non ho capito: dici che il ministero delle pari opportunità lo possono togliere o anche lasciare, ma perché? Secondo me è importante che ci sia, non certo con questo ministro, ed è anche vero che le “quote rosa” così non servono a nulla se poi la mentalità non cambia (vedi in tv come viene spogliata la donna o anche il fatto che le donne pagano le peggiori conseguenze nei divorzi e i figli non ricevono i soldi che gli spettano dai loro padri…) però secondo me un ministero gestito in modo serio ci vorrebbe…
    Grazie per quello che hai detto! grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie….

  40. EHI EHI EHI!!!!! ASPETTA 1 PO’!!!!!

    COME MAI MI HAI SOSTITUITA CN SENZASENSO???

    sto scherzando eh…. xo’ nn facciamo scherzi…..

  41. @ michele c.
    Non puoi chiedere a Sabina di “moderarsi” per salvaguardare la sua “carriera televisiva”… È inaccettabile.

    Il problema rimanda al rapporto tra l’arte e il potere, tra satira e censura.
    Non posso improvvisare una lectio magistralis su questo denso argomento… Al massimo posso approntarti una bibliografia…

    Diciamo soltanto che per es. Dario Fo subì una fortissima censura e l’ostracismo televisivo negli anni ’60… con il “potere” che si augurava che crepasse di fame…
    Le epurazioni del regime sono poi state tante altre… Il nano di arcore riuscì a cacciare Biagi, Santoro… e così via.

    Ormai tanti anni fa vidi un incredibile spettacolo di Tadeusz Kantor: “Crepino gli artisti!” – Peccato che Kantor non sia più… lui che aveva fatto teatro in Polonia a dispetto del regime che gli chiudeva il teatro e gli imprigionava gli attori.
    Un artista autentico non si farà spaventare dalla censura e dal confino. Se viviamo in un regime chiunque può ritrovarsi in galera senza sapere perché.

  42. @ Picus
    Nepente NON è una località, è il nome di un vino prodotto a Oliena, a poca distanza da Nùoro.
    Capisco bene che se sei stato in Barbagia in veste di “esercito occupante” gli indigeni avranno dato esibizione di “balentìa”…
    È una realtà complessa, con storie che rimandano alla conquista romana fino alla feroce repressione e saccheggio del territorio dei savoia…
    Non credo che abbia grande interesse in questo blog.
    ‘Sta storia del Nepente era solo una battuta… e si è estenuata troppo. No?

    Ritorniamo a faccende più serie…
    Intanto mi rollo n’antra canna, sempre pensando a quelle facce di merda di fini & giovanardi…

  43. @ maleficus

    Che era un vino l’avevo capito .
    Sò tardo, ma nun sò scemo del tutto .
    Dicevo se la località Oliena o il Nepente erano vicini a quel Fort Apache di mia frequentazione .
    Tra una capocciata e l’altra comunque sparavamo pure con tutte le armi disponibili e buttavamo bombette d’assalto in un poligono dissestato ed in salita , ti lascio immaginare la caciara di schegge .

    Ma c’hai ragione .
    Passamo alle cose serie .
    Fai girare sta canna , va .

  44. ASPETTA UN ATTIMO… MI HAI PRESO PER IL CULO A P.ZZA NAVONA?
    ORA TI QUERELO, 1.000.000 DI EURO!
    io non ho una una del 96 e a lavoro semmai ci vado nudo!

  45. Ragazzi, spinto da alcuni vostri commenti,curiosamente sono entrato nel sito ufficiale della Carfagna…è una cosa da brivido!!
    Leggere poi il suo cv poi è stata la panacea al mio blocco intestinale!
    I commenti dei visitatori poi sono ridicoli, in special modo quello del consigliere comunale di Falconara (caput mundi!) che si sperticava in lodi ed incoraggiamenti nei confronti della ministra della Pura Opportunità!
    Avrei voluto lasciare alcuni frasi di circostanza,come Rambo in una sortita nel campo avversario, come i volantini di D’Annunzio sui cieli di Vienna….come la cacca del cane depositata sul tappeto più prezioso di casa, ma poi ho desistito…di merde lì ce n’erano anche troppe!
    P.S.Redazione,è possibile “trovare una cuccia” sicura per gattailcuscino…è vero però che seguirla nelle sue “elucubrazioni” risulta più facile che seguire i ragionamenti dei vari troll e/o fascistelli sul blog….

  46. stamattina ho rivisto un pezzo di “le ragioni dell’aragosta” …ma poi sono dovuta scappare…lo riguardo bene la prossima volta…

    ma la sapete la proposta della lega?…far pagare gli straneri 200 euro di tasse in più ogni volta che rifanno il permesso di soggiorno?…oltre i 70 che pagano attualmente? che dite ? disincentiva la permanenza in italia o impoverisce?…forse averlo sempre così duro toglie sangue al cervello …questo spiegherebbe le capacità verbali di alcuni di loro….. :)))))

  47. ohhhhh finalmente senza troll!Sono entrato per curiosità sul blog della “ministra” neanche ho osato leggere i commenti lungi mille miglia dal mio modo di vedere logicamente,per uscire di fretta nauseato mi è bastato leggere gli slogan al lato destro…….”ITALIANI IN 5 ANNI? NO GRAZIE! e sotto….”PIU’ FAMIGLIA”…..bhe dipende da quale famiglia se quella di provenzano o quella di gioia tauro o rosarno

  48. forse sarà che sono sfiduciato o è soltanto uno sfogo momentaneo,MA MI SO ROTTO DI firmare petizioni,fare chiacchiere,usare le normali regole della democrazia per lottare contro questi manigoldi Veltrusconini, loro non usano la Democrazia perchè la dovrei usare io?Quella poveretta di Eluana Englaro sta soffrendo le pene dell’inferno per colpa di pretacci criminali basterebbe solo questo per scatenare una “guerriglia” in un paese civile..ma siamo in Italia popolo di pecoroni….scusate lo sfogo

  49. @ ccchiu_pilu_pi_tutti

    Non mollare,ne vale la pena!
    Vogliono che non farci sentire persone migliori,Vogliono farci crescere come loro desiderano,Vogliono le nostre esistenze,belle, pulite e belle pasciute, vogliono farci vivere come i polli d’allevamento…ci riempono di “becchime” per non farci risvegliare alla meravigliosa grandezza della vita,quella vera, non quella “in diretta”
    I francesi anni luce davanti a noi (prima dell’era Bruni/Sarkozy) parlavano di Metrò-Boulot-Dodò…
    Resistenza

  50. una amica l’altro giorno mi riferiva che una sua conoscenza,presente a piazza navona, è rimasta un po’ perplessa
    in alcuni passaggi dell’intervento.. chissà quali? posso immaginare il malinteso..
    più perplessa io che conosco questa persona e quanto è potentemente passionale e combattiva nel sociale..!
    per non farla lunga, ho copincollato il discorso, in più sono andata a ritroso a ricercare i due link videotube e li ho inviati via mail
    alla mia amica, certa che quando si incontreranno avranno le “idee” più chiare
    visto che c’ero me li sono riguardati: ogni volta i brividi si moltiplicano!!!!!!!!!!!
    di conseguenza la fiducia del possibile aumenta!!!
    buonanotte a tutti 🙂

    ah! P.S.: ho acceso la tv “facendomi largo tra le ragnatele”, becco giusto le jene in questo passaggio:
    La bionda: “berlusconi vuole eliminare il termine veline, dice che è troppo offensivo”
    L’altro risponde: “ha ragione, tanto vale chiamarle ministre”
    chiuderanno il programma?
    dubito.
    forse solo una tiratina d’orecchie?

  51. lo so FAU.FAB non ho mai mollato è da fine anni 70 che personalmente resisto,una massima buddhista(cosi se scrive?) dice: Io ho attraversato i la malfa(padre)i Rumor,gli Andreotti le “stazioni di bologna” i pinelli,l’italicus…ma cazz questa galleria non finisce mai

  52. lo so FAU.FAB non ho mai mollato è da fine anni 70 che personalmente resisto,una massima buddhista(cosi se scrive?) dice: Io ho attraversato i la malfa(padre)i Rumor,gli Andreotti le “stazioni di bologna” i pinelli,l’italicus…ma cazz questa galleria non finisce mai………(.ho dovuto ripetere il post perchè la mia tastiera ha fame e si è mangiata la massima) sorry

  53. @maleficus
    il mio era più uno sfogo. Sabina e Corrado sono troppo bravi per il livello di mediocrità del pensiero numericamente dominante

  54. Grande Sabina!!! Grazie mille per aver riportato il testo di piazza navona! Erano mesi che lo cercavo, FINALMENTE l’ho trovato! Sono un ragazzo audioleso e per capire cosa avevi veramente detto l’11 luglio (dei giornali non mi fido più da anni: fanno solo informazione di regime) e sono stato costretto a farmi “tradurre” tutto da un’amica (che però mi ha fatto una “traduzione” un pò superficiale)… Grazie, grazie e ancora grazie, finalmente dopo 105 giorni posso sapere nel dettaglio cosa hai detto quel giorno. A nome di tutti gli audiolesi, GRAZIE!

    Sei una grande!

  55. bene cosi non vi rompo col mio blog………la massima era CHI NON ATTRAVERSA IL BUIO NON VEDRA’ MAI LA VERA LUCE…….e se non va manco questa proverò con la minima firmato chiupilu originale

  56. Ahhhhug buonanotte vi ho letto con attenzione, anche l’intervento della guzzanti
    e penso che dire:

    “Noi non sappiamo che è successo noi cittadini comuni, a meno che non abiamo lettor il quotidiano argentino, el clarin che ci informa ci sono delle intercettazioni in cui una ministra spiega a un’altra come si fa sesso orale col pres del consiglio, parentesi pompino.”

    Non è satira,… …è informazione…… giocare l’argomento satiricamente sarebbe molto più pesante….. ad esempio un parte integrante della satira è la parodia…
    m’immagino che succederebbe… tutto sommato una satira leggera…penso ai giullari di cui racconta Fo…. e a quanto sarebbero stati caustici….è ensura peggio del medioevo…..è una citazione che insulta il senso comune dell’intelligenza .., uno schiaffo alla cultura,… alla satira di un gran buffone come sabina guzzanti che rimarrà nella storia…. la carfagna no.

  57. Ho sentito da Floris una definizione lampante su come descrivere questa crisi finanziaria e i derivati, che ne sono al centro. Diceva così: è come se uno cercasse di vendere qualcosa che non esiste a un altro e successivamente di ricomprarglielo a meno.
    In pratica, immaginata a mo’ di scenetta, l’idea è questa.
    Sul marciapiede il mimo Lehman vende un caffè a un passante. I primi non vogliono un caffè solo mimato, ma poi viene uno che gli da 1 euro. Ecco allora che, da “onesto” affarista, il mimo cerca di ricomprare quel caffé, che non esiste, per 50 centesimi. Fin qui è solo un po’ stronzo, ma sembra semplice commercio. Tuttavia, sotto il nostro naso è avvenuto un piccolo miracolo.
    Ci siamo scordati che Lehman non ha veramente fatto quel caffè. Quel caffè il passante non lo può bere perché quel caffè è una mimesi, un artificio…. un derivato.
    Ed ecco il miracolo della finanza (o del mimo): una volta scambiato, anche ciò che non esiste finisce per esistere e addirittura acquisire un valore, nel nostro caso 50 centesimi. Veri. Magari nostri…

    Con il massimo rispetto per tutti i mimo del mondo!
    Tom

  58. Sabina sei fantastica. Le notizie del tuo blog e del discorso della carfagna sono arrivate perfino qua in Israele sul quotidiano “Ha’aretz”.
    Mah… diciamo che la politica sta andanda a puttane quasi ovunque.. anche qua…
    Spero che si sveglieranno tutti alle prossime elezioni …
    FORZA GUZZANTI!

  59. Allora lo avevo sentito tutto, mi pare . E’ stato interessante,coraggioso l’otto luglio, ma ormai parlare della Carfagna è come sparare sulla croce rossa, bersagliotroppo facile.La Gelmini ha solo pochi anni più di me e non so come fa,ma sembra mia zia- e sembra anche tua zia, Sabina-,è vecchia e non è una colpa vabene, ma è avvocato azzeccagarbugli e Non c’entra NULLA con la scuola!Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca . Scajola allo Sviluppo Economico promuove il nucleare! Il nucleare, che il popolo italiano ha rifiutato con referendum costituzionale! Altro che multe ai clienti delle prostitute…Il nucleare dovrebbe preoccuparci di più, ma nessuno se ne interessa.Matteoli Infrastrutture e Trasporti perchè in gioventù lavorava sui treni per Dachau, prima di entrare nell’Msi (toh sta battuta non è malvagia)…La Meloni brava, nonostante quella voce baritonale, la possiamo salvare, ma non è laureata !!! Spieghiamo il perchè al 17% dei giovani italiani tra i 22 ed i 35 che hanno conseguito una laurea(solo il 17% dei giovani italiani in quella fascia d’età ha una laurea e di quel 17% molti sono disoccupati e precari).
    Poi sbizzarritevi voi, che vi riuscirà sicuramente meglio, i ministri nel governo Berlusconi son 21 …Avoglia …
    Notte

  60. che poi la Carfagna alle pari opportunità sia scandalosa non ci sono dubbi, non mi fraintendete, non le sto dando dei meriti, ma il mucchio di ministri è quello che è,non mi sembra una pecora nera insomma.

  61. Ciao sabina, sono assolutamente solidale con te.
    Che cazzo dico, vorrei aiutarti in qualche modo e a differenza di tanti italioti mi va bene anche zappare e stuccare.
    Sono contento del tuo messaggio, ti vedo grintosa e talentuosa come sempre, però voglio avvertirti di una cosa, il regime, quello vero, è arrivato adesso, questa situazione è completamente diversa dalla disastrosa esperienza Berlusconi 2o, oggi tutto è più collaudato e funzionante e le difese immunitarie dello stivale sono state già completamente consumate dalle malattie precedenti.
    Questo regime riesce ad avere popolarità nonostante l’Italia oggi abbia tutti gli indici economici al ribasso, nonostante la crisi nera dell’economia reale, nonostante la crisi delle allodole finanziarie, nonostante ormai c’è uno sfacciato sfoggiare di leggi ad personam, non più celate con vergogna ma sponsorizzate in sincerità: questo passaggio storico è stato importante in tutte le degenerazioni democratiche, dall’Italia Giolittiana alla repubblica di Weimar…il regime è immune a tutte le cure perché è mutato in una tossicodipendenza da soap! Dove la gente giudica personaggi politici come se fossero attori, godendo per ottime interpretazioni e rammaricandosi per battute noiose, non giudichiamo più in base alla verità, cerchiamo la scorciatoia dell’opinionismo a cui ci hanno allenato anni di critica culturale confusa, anni di reality che premiavano il più “qualcosa”, anni di interattività passiva in un mondo storico che è riuscito a cancellare il pensiero usando il linguaggio come mezzo di rappresentazione dell’irreale.
    Oggi la maggior parte delle parole che si pronunciano in Italiano non esistono, sono costrutti senza senso e quando la parola perde di senso il ragionatore migliore è chi riesce a propinare il suo nonsenso più degli altri, visto che non c’è più la possibilità di giudicare qualcosa in maniera oggettiva.
    Tutte le volte che vedo questi tg urlare e sputacchiare notizie senza nessun fondamento giornalistico, invasati dall’obbedienza e dalla totale mancanza di criterio giornalistico mi aggrappo alla poltrona spaventato, mi sento un cretino preso a sculacciate da una mamma malata che mi insegna precetti assurdi e spaventosi, quasi quasi ho voglia di abbandonarmi a questa “verità” televisiva, alla fine, non vinceremo mai, perché resistere?

    Invece bisogna resistere come fai tu Sabina, perché questa nazione è sull’orlo del baratro e presto o tardi dovrà per fame e sete cambiare ed analizzare storicamente una delle pagine più nere della sua storia, l’esperimento del totalitarismo mediatico Italiano, un fenomeno che ha fatto paura a tutte le democrazie del mondo anche per la capacità tutta Italiana di esportare il peggio. Gli altri paesi però hanno analizzato e storicizzato già il nostro presente e, forse, non verranno contagiati da questa periferica malattia del cazzo.
    Allora forse quattro comici, tre scemi e qualche pazzo saranno letti per far vedere come non perdere la ragione.
    La satira, si sà, anche quando cadono gli scienziati, i filosofi, i professori, è sempre l’ultima che ha voglia di abbandonare il campo della resistenza:
    a nostra bella città, c’ha sempre pasquino là, a parlà di papi zozzi e il mondo non ricorda bonifacio VIII e i suoi modi rozzi? No Dante esiliato, una pulce nel suo presente ora e sempre ricordato.

  62. Alla fine è la destra che ha deciso di mettere la carfagna senza interpellare alle donne se gli sta bene o no questo..non penso hce le donne l’avrebbero voluta.io vedo tanto poco rispetto x noi donne. Dovremo farci pagare i danni

  63. ATTACCO FINALE AL DIRITTO DI SCIOPERO.

    Lavorare come servi sottopagati , magari pagati a stock options che è meglio e ….. zitti !!!
    Il prossimo sciopero o la prossima manifestazione in piazza non autorizzata dal governo mafioso sarà repressa a manganellate e fucilate dalla zelante guardia fascista .

    Viva il fascismo , viva i preti …. cioè viva l’Italia e gli italiani .

  64. NON SO SE QUALCUNO L’HA GIA’ SCRITTO…(NON HO LETTO TUTTI I POST..),MA L’INTERVENTO INTEGRALE DI SABINA A PIAZZA NAVONA E’ STATO PUBBLICATO DA MICROMEGA IN UN NUMERO SPECIALE DEDICATO PROPRIO A PIAZZA NAVONA. QUESTO NUMERO S’INTITOLA “IL REGIME NON PASSERA'”(USCITO A LUGLIO) E RIPORTA OLTRE CHE L’INTERVENTO DI SABINA ANCHE TUTTI GLI ALTRI INTERVENTI DI CHI HA AVUTO L’ONORE DI PARLARE DAL PALCO.
    NON SOLO: C’E’ ANCHE UNA RASSEGNA STAMPA DEL “DOPO PIAZZA NAVONA” E UN’ANTOLOGIA DELLE LETTERE ALLA REDAZIONE DI MICROMEGA!!
    MOLTO MOLTO INTERESSANTE.

  65. OPS..SCUSATE…IL NUMERO DI MICROMEGA CON L’INTERVENTO INTEGRALE DI SABINA E DEGLI ALTRI,RASSEGNA STAMPA E COMMENTI…E’ USCITO AD AGOSTO…NON LUGLIO!

  66. A proposito di scuola , dal sito Fisicamente .it:

    Anelli mancanti

    Coloro che governano la serva Italia danno mostra di loro abissale ignoranza. E lo possono fare perché l’ignoranza dei cittadini è ancora maggiore. Di seguito le puttanate relative alla scuola: si scambiano con allegria metodi con contenuti e i tenta di risolvere con la “bieca” tecnologia una situazione che è tutto meno che tecnologica. Si chieda a questo branco da zoo se hanno pensato ai programmi nazionali. Si chieda se hanno pensato di fare piani di studio ai quali debbono adattarsi le prove di valutazione. Si chieda se la scuola deve essere gestita da incompetenti e se gli insegnanti devono essere servi docili. Si chieda quale preparazione debba avere il maestro unico e quali competenze l’insegnante di lingue (letteratura straniera ?). Si chieda se dobbiamo avere laboratori virtuali riducendo la scienza ad operazione solo teorica. Si chieda se la valutazione dovrà essere fatta a test comequelli che orrendamente ci passa la TV.

    Si chieda che differenza fa tra chi risolve tutte le parole crociate e chi è capace di pensiero autonomo. Si chieda tutto, insomma, tanto non c’è speranza … costoro sono gli anelli mancanti dell’evoluzione.

    Buongiorno monsieur De Guillotin.

    Roberto Renzetti
    —————————————————————————————–

    Nelle università si occupa , nelle scuole si protesta , gli studenti ed i docenti si muovono NEL SILENZIO DEI MEDIA FASCISTI .
    Sosteniamoli e aiutiamoli … io je porto panini e birra , generi di conforto , esperienza pratica e solidarietà . AIUTATECI / LI / VI.

  67. Buongiorno….Sabina pero’ ogni tanto potrasti commentare anche tu, forse con la tua magia ci aiuteresti a capire gattailcuscino, almeno capire che vor di’ , pero’ chiunque sia e’ simpatica.

  68. …ragazzi con sta carfagna non se ne può più !!! sblocchiamoci!! chiediamoci piuttosto come mai abbiamo regalato la nazione a degli analfabeti psicopatici fascisti ecc.. e come ne usciamo !!?! ..anche il non voto dei grillini a portato a ciò.. e come dire:” fate come vi pare” ..e infatti lo fanno !!
    credo che bisognerà combattere questa senzazione di impotenza “..che tanto sono tutti uguali..” e credo anche che l’ironia e la satira siano tra le poche armi efficaci che ci sonoi rimaste per provare a dare una visione più ottimistica del futuro.. basta coi piagnistei!!! SABI for PRESIDENT !!

  69. Invece Sabina Guzzanti e’ da apprezzare anche per questo motivo, perche’ malgrado suo padre la pensa diversamente lei non si e’ fatta corrompere la mente. Invece tu tullio sei invidioso perche’ sicuramente hai ereditato un ideologia fascista e adesso non hai pace, lo dimsotra il fatto che invece di frequentare il blog di carfagna sei qui a giudicare Guzzanti. Come ti permetti di parlare di napoli spazzatura senza sapere che la munnezza in eccesso l’hanno provocata anche quelli del nord in accordo con la camorra, e soprattutto il dilemma e’ vecchio di decenni, cioe’ anche quando c’era il tuo amico silvio al potere, non e’ colpa solo di pecoraro. Poi che centra la sua sessualita’, se berlusconi fosse stato gay forse avrebbe avuto piu’ sensibilita’. Infine per dovere di cronoca, io che vivo a napoli, ti posso assicurare che i rifiuti ci sono ancora per strada, li hanno solo nascosti ben bene nella provincia. Sabina utilizza la sua popolarita’ per dare voce a chi non ne ha, ed io questo non lo dimentico…grazie Sabi

  70. http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/politica/sondaggi-2008/fiducia-governo/fiducia-governo.html

    Cara Sabina, leggo questo ed oltre a rabbrividire, mi pongo una domanda che giro anche a te o a chi vorrà rispondere: fare opposizione non sarà diventato, in alcuni casi, un modo per esibire la propria sopraffina arte oratoria e poco più?
    I dati che leggo sono sconfortanti. Per una logica del tutto simile a programmi come Amici nei quali in genere il più debole viene premiato al televoto (indipendentemente dai motivi delle critiche che riceve e dalla sua effettiva capacità), pare che in Italia i ministri più criticati (ed incapaci) ottengano un favore crescente.
    Non mi stancherò mai di dirlo, un’opposizione sensata va innanzi tutto fatta partendo dalla condizione di catatonia in cui versa molta popolazione italiana. Poi seguirà una necessaria rieducazione al gusto e all’etica (indipendentemente dalle sacrosante opinioni di ognuno), ma prima c’è bisogno di spodestare l’arroganza e la sottocultura degli attuali governanti.
    Le urla dai pulpiti, i comizi per gli addetti ai lavori, gli articoli ineccepibili non bastano più. E di questo passo non riusciamo più nemmeno a sperare.

  71. Da Libero di oggi…se la notizia fosse vera, presupposto che il giornale in questione inventa le notizie, sarebbe alquanto grave…copio e incollo…Sabi ci vediamo a Torino al Teatro Colosseo… 🙂

    Sono sicuro che il premier non conosce il problema nei suoi risvolti, alcuni dei quali celano insidie. Quindi, facendo ricorso al mio spirito da buon samaritano, gli vorrei dare una mano a non finire triturato da nuove polemiche. Tra qualche giorno il Parlamento discuterà e forse approverà – ripeto, forse – il taglio ai contributi per l’editoria. Il provvedimento, dice il governo, è indispensabile perché i soldi in cassa sono pochi e non bastano più. Insomma, sono stati imposti sacrifici a chiunque e sarebbe assurdo non fossero imposti anche a quotidiani e periodici. Il ragionamento fila liscio. Risultato pratico. Un settore atipico e già in difficoltà come il nostro (vendite in calo, pubblicità in crisi simmetrica a quella economica, costi elevati), dal prossimo anno avrà l’acqua alla gola. Pazienza. Chi avrà le forze per galleggiare sopravviverà, gli altri moriranno. È crudele, ma non c’è nulla da fare: noi non siamo banchieri e dobbiamo attenerci alle leggi di mercato. Non abbiamo mai protestato e non lo faremo nemmeno ora; oltretutto non sarebbe il momento, con i problemi che affliggono gli italiani. Ma c’è un ma. E su questo punto Berlusconi deve aprire bene le orecchie e ascoltarci. I suoi collaboratori, nel preparare il testo riguardante i tagli, vuoi per distrazione vuoi per compiacere al grande capo, si sono dimenticati di includere nell’elenco delle imprese destinate a soffrire quella del grande capo medesimo, cioè la Mondadori. Sissignori. Guarda un po’ quando si dice la coincidenza. Di sicuro l’amato Cavaliere senza paura e senza macchia ignora questo odioso particolare che potrebbe (…) (…) arrecargli un sacco di noie, per esempio l’accusa, nella……

  72. Concordo Ilaria ma credo anche che per risalire dal fondo in cui ci troviamo dovranno passere molti anni, la dinastia berlusconi dominera’ a lungo questa e’ l’amara realta. Ma noi resisteremo e combatteremo se necessario, non con le armi pero’ con le parole…le parole fanno piu’ male delle mazzate, vedi Saviano, un altro grande al quale io sono molto legato.

  73. Sì, sì, certo luxiano, nel mio intervento non volevo propagandare la lotta armata. Mi chiedevo però se ci fosse un modo migliore di un altro di veicolare le parole. Insomma, viviamo in un mondo di nani (sic) e ballerine, di forma senza sostanza, di pietismo lacrimogeno e di reality, non possiamo pensare di utilizzare armi poco affilate. La metafora è sempre non violenta, riguarda il come. I contenuti ci sono, lo so bene, ma se ciò che Sabina ,per citare la diretta interessata, dice, finisse per ritorcersi contro la sua stessa giusta, causa, non sarebbe meglio ripensare anche alle possibili forme? E’ solo una mia riflessione.

  74. Credo invece che un personaggio come Sab Guz potrebbe aiutarci a dare un ottimo contributo. Bisogna effettuare un azione programmata di messaggi subliminari concatenati atte a farci uscire da questi schemi retro’, prima o poi un ventata di modernita’ e progressismo dovra’ arrivare, come diceva il corvo non puo’ piovere per sempre!! Certo che se la popolarita’ di un truffatore aumenta sempre di piu’ qualcosa nelle menti degli italiani davvero non funziona, finiremo tutti per emigrare al nord europa?

  75. Stavo riflettendo sul fatto che questo clan di politici, oltre ad imporre is suoi abomini vari (leggi ad personam, lodi vari, schifezze, prestazioni sessuali in cambio di favori e cariche pubbliche, etc) vorrebbe impedirci di re la nostra e semplicemente di dire che non siamo d’accordo: perche’ questo e’ quello che ha fatto Sabina a Piazza Navona. Trovo questo scandaloso e anche molto pericoloso: e’ importante noncreare un precedente come questo e credo che dobbiamo essere solidali in tutti i modi possibili con Sabina. Se ci lasciamo togliere la liberta’ di dire cosa pensiamo in Italia, che cosa ci rimane???????

  76. ciao sabina.
    io da un po’ di giorni sto chiedendo in giro sui forum se qualcuno sa o si ricorda cosa hai detto durante questo intervento.
    quasi nessuno ha sentito il tuo intervento e quindi sa solo delle “scandalose offese” al papa (che pero’ puntualmente offende me che vivo con e amo una donna sposata e sto aspettando un/a figlio/a da lei fuori dal matrimonio… orrore) e di una non meglio specificata ma terribile accusa alla ministra del calendario.
    di quelli che ti hanno sentito quasi tutti si ricordano SOLO quelle due cose.
    ma che cazzo… il tuo intervento e’ durato quanto? un quarto d’ora?
    hai preso a schiaffi e calci un culo (giustamente) a destra e a sinistra e nessuno se ne rende conto o se ne ricorda.

    btw… preferisco molto di piu’ la versione live delle bozze che ti eri preparata.
    si sente che la piazza ti ha caricato “nel mentre” alla faccia di chi dice che tutti erano sconvolti e scandalizzati.

    ciao
    Mirko

  77. Mah , anche io sono perplesso e sto come in uno stato di torpore ultimamente (anche senza cannonau o nepente, che qualcuno ha citato…)
    Mi sembra ultimamente che parlando con la maggior parte delle persone, alcuni di noi , che sono la minor parte, e di cui anche io faccio parte, vivano in un mondo diverso da quello in cui evidentemente vivono gli altri.

    Ieri sera discutevo con due ragazzi riguardo a cose di lavoro (durante le riunioni abbiamo sempre meticolosamente osservato un certo “codice” o se volete ci siamo attenuti ad un non scritto modo di operare e non abbiamo mai parlato di altre cose, come ad es. la politica), e il discorso verso sera, prima di salutarsi, é andato a finire sulla politica:

    uno dei due mi dice che “… quelli di sinistra, non é che lui ce l’abbia con loro per partito preso, per caritá… peró… ” i má stomegá..”!!”

    Insomma, a forza di sentire propaganda di sinistra, non ne puó piú di sentire dare contro a persone per cui ci sono solo illazioni e non prove concrete di colpevolezza come Berlusconi, contro cui si sono “guarda caso”, diceva, scagliati unanimemente i personaggi di “mani pulite” circa 10 anni fa o giú di lí… mentre avrebbero praticamente non beccato nessuno di sinistra con affari loschi, il che, a suo parere, é perlomeno SOSPETTO…

    Ora, io non so appunto se vivo in un altro pianeta, ma a me:

    –> non sembra che ci sia stato un accanimento contro solo una parte della politica, bensí é un dato di fatto che un certo “lato” politico ha piú corrotti, sembra
    –> ad ognimodo, scandali ne sono avvenuti anche a sinistra, e non mi sembra che la magistratura non abbia indagato anche su politici di sinistra quando era il caso (Le cooperative rosse, ad es… )
    –> sembra che queste persone non abbiano ben presente che cosa si legge all estero su di noi… se vogliono anche loro sostenere la tesi del “complotto” dei COMUNISTI (esistono?) forse dovrebbero chiedersi come mai ci siano cosí tante persone che ce l’hanno su con certi esponenti politici…
    IL Berlusca parlava dell economist che non sarebbe affidabile e dovrebbe piuttosto chiamarsi “Ecommunist”, ma forse si dimentica che allora anche El Pais in Spagna, il Clarin in Argentina, il TIMES, il Süddeutsche Zeitung ed il Frankfurter Allgemein sarebbero da considerarsi “communisti”…???

    Quello che é piú triste é vedere come purtroppo la maggior parte delle persone evidentemente pensa che il nostro modo di comportarsi sia la norma…

    Alex

  78. Ciao Sabina,
    mi dispiace che l’on. Carfagna non abbia proceduto anche in sede penale nei tuoi confronti. E non perché auspichi una tua condanna. tutt’altro.
    Ma perché sarebbe stato assolutamente divertente se il tuo avvocato avesse chiesto l’exceptio veritatis. Sarebbe stato l’ennesima bellissima difesa della verità se il tuo avvocato avesse chiesto di deferire ad un giurì d’onore l’accertamento giudiziale non della ingiuriosità del tuo discorso ma la veridicità dello stesso.
    In pratica la “sentenza” del giurì avrebbe potuto essere la seguente: “in nome del popolo italiano (.. lo aggiungo io per ridere) si dichiara l’on. Carfagna ebbe a praticare la fellatio…”
    Sarebbe stato assolutamente splendido e surreale.
    Peccato, un’occasione persa di farsi due belle risata alle spalle di una donna da calendario

  79. Vulgus vult decipi, decipiatur!
    Il popolino vuole essere ingannato, sia quindi ingannato!
    Siano stramaledetti!!!
    Hanno intontito un POPOLO a colpi di volgarità e disinformazione ed ora, ridotto a POPOLINO, lo ingannano beffardi e compiaciuti esattamente come facevano gli imperatori romani con il “pane e i giochi del circo”.
    Ognuno di noi, amici di Sabina di Beppe di Antonio di Marco , ha il dovere morale e culturale di riportare la gente italiota al rango di nazione colta e dignitosa.
    Gli schiavetti del neoducetto, sudici ruffiani, torneranno o nei postriboli raiset o nel nulla da cui provengono.
    Bacione a tutti.

  80. Io come Ilaria sono piuttosto esterrefatto del sondaggio di LA Repubblica…anche se e’ solo un sondaggio e, come tutto cio’ che viene dai “mainstream media” , vada preso con le pinze, rimane piuttisto sconfortante…Purtroppo, con la forza della comunicazione, sparando sui luoghi comuni (tipo, i dipendendio pubblici sono tutti fancazzisti…) si riesce ad accumulare un enorme consenso. Il fatto e’ che e’ indubbiamente vero che molta parte dello Stato e’ inefficiente ed inadeguata (a causa di tutti, compresi dei politici che dicono di volerla cambiare) ma, grazie all’incantesimo del mago di Arcore (e alla stoltezza degli italiani) si sta distruggendo quel poco di buono che rimaneva…Forse quando gli italiani saranno con il frigo vuoto, decideranno di reagire. M aa quel punto gli eventi saranno veramente imprevedibili e ‘esito potenzialmente catastrofico

  81. @ Piersky
    Mi viene in mente la scena del “Caimano” di Moretti… Quando il popolino comincia a ingiuriare e tirare oggetti ai giudici e osanna il nano che spara le solite ca..te sulle persecuzioni delle toghe rosse!!! Quando sento parlare certa gente mi scoraggio e penso che non c’e’ niente da fare… poi mi faccio un giro sui vari blog e scopro che c’e’ tanta gente che la pensa come me!!!

  82. e vvvvai Sabina!!!! grande!!!
    non vedo l’ora di poter leggere il testo delle intercettazioni!! ci sara’ da ridere!!! 🙂

  83. @monica-holland Il fatto che la “gente dei blog” e’ una piccola minoranza….Per carita’ qualche milone di Italiani non del tutto rintronati esistono ancora, ma la grande massa e’ decisamente allineata con il potere dominante (che non e’ solo Berlusconi)… per il momento, non esiste nessuna alternativa al Veltrusconi (per me il Veltroni, e chi ci sta dietro, stanno avendo un ruolo essenziale nel determinare il successo del nanetto) Il partito di Di Pietro e’ troppo piccolo (e qualche carenza in materia di politica economica e sociale ce li ha ancora), la Sinistra e’ ancora in coma (e rischia di sparire definitivamente dopo le elezioni europee).. io la vedo bruttina 🙁

  84. Cara Sabina,
    è con un certo sconforto che registro la sindrome da accerchiamento che caratterizza molte delle voci che si leggono qui, in questi commenti, come in molti altri luoghi analoghi, dove le Pasquinate pro e contra tizio o caio la fanno da padrone. La tua satira, è un fatto evidente, è ormai azione politica, ma l’azione politica va oltre l’atellana di piazza e le aule di tribunale: qui, invece, si coglie un diffuso furore, un invasamento, una possessione campanilistica da guelfoghibellinismo, molto italiana, ma anche, consentimi, assai sterile. Non è chiaro, non lo è affatto, quel che accade in questo paese, Sabina, ma è evidente, senza dubbio alcuno, che la storia è figlia dei popoli in misura non inferiore a quanto i popoli siano figli della storia e la cifra del dilemma italiano è che la stoffa etica e civile di ciascuno di noi, nel calderone della media aritmetica, è assai lisa e di scarsa qualità, perché laddove si abbatte una civiltà sostanzialmente contadina e teocentrica, si dovrebbe avere cura di edificare in primis nella mente delle persone, attraverso l’educazione e la scuola, una coscienza critica, capace di analizzare la realtà e decidere. Invece si è scelto di edificare soltanto enormi ammassi di cemento armato, infinite distese ora di borgate, ora di piani di edilizia speculativa, la cui orrenda bruttezza, di un brutto davvero violento, non è che lo specchio di quella cesura mai sanata fra la miseria con pellagra che fu e la modernità civile che non è ancora. Perché questo paese non ha avuto una rivoluzione borghese che appendesse “les aristeux a la lanterne”, né Risorgimento (una pia invenzione degli storici postumi, dacché ne morirono assai di più di francesi che di italiani nelle tre guerre di “indipendenza”), né Resistenza, checché ne dicano i politici, furono fenomeni di massa. Furono fenomeni subiti: questo si, come testimonia la nomina tout court a prefetto di Napoli del governatore militare Generale di Corpo D’Armata Cialdini che in Campania fu spedito a spegnere il brigantaggio al comando di un corpo di spedizione di oltre 10000 soldati. Ironia della sorte ora Maroni spedisce nuovamente dei militi a “spegnere” il moderno brigantaggio camorristico, laddove per spegnere si intende “cancellare dai media” e non il più truce, ma assai più pregnante significato machiavellico del termine.
    Arresto questa tracimazione verbale incontrollata, ma ti dico (con simpatia) cara Sabrina, che tu operi in una società fondata da individui che, prima di tutto, devono imparare a capire e ad analizzare la realtà e che se il registro della farsa è utile a richiamare a te un po’ di luce mediatica e, indirettamente, a riportare al centro del dibattito politico certi temi che si voglioni scomodi e quindi sotto traccia, sii però anche consapevole che quella luce appartiene all’occhio di Sauron che ti fissa dalla vetta di Barad Dur.
    Con stima.

  85. @monica holland

    quello è un muc-clone. sabina guzzanti ha il pallino verde. tieni d’occhio anche il disegnino nel riquadro, confrontalo con l’originale
    ciao

  86. SOFFIA IL VENTO DEL RINNOVAMENTO.
    ________________________________

    Sono qui a muovere le vostre coscienze in riferimento ad un fatto che ci umilia di fronte a tuto il mondo, a quello che infanga l’immagine della nostra nazione, che per davvero la denigra al confonto degli altri partners europei.

    Ebbene Signori è arrivato il momento di cambiare il parrucchiere di Montecitorio. E’ arrivato il momento di dire basta. L’esempio più lampante è sotto i nostri occhi, la Carfagna… vi posso fare vedere delle foto di allora …e voglio dire ..anche la pettinatura è importante quando si fanno relazioni pubbliche… Berlusconi lo sa bene!
    non diciamo di licenziarlo, no per carità .. mettiamolo in mobilità a Palazzo Madama però,…. Certo, a Bondi non interessa e Berlusconi è convenzionato con la ItalSider … ma gli altri? Veltroni o Dalema ad esempio, a loro gli piace portare i capelli più lunghetti che gli ricorda i bei tempi… Casini si serve da quello di George Clooney spendendo un cifrone ….e allora facciamo un’opposizione seria costruttiva, sui problemi reali, con Di Pietro si può trovare un’intesa su questo… un leitmotiv che risalda la sinistra … non fate i soliti disfattisti…..

  87. Infatti i blog sono innovativi e utilissimi ma internet non ha ancora il potere della TV, per questo siamo una minoranza, lo dimostra anche il fenomeno Grillo che s’immaginava un segnale molto evidente nelle elezioni politiche, invece nulla di fatto, il niente per cento ottenuto. Guarda caso chi possiede le televisioni ha il controllo di tutto, anche dei sondaggi, pilota quello che gli pare. Io credo che per cambiare l’italia bisogna agire sulla cultura di questo paese e capire perche’ siamo gli unici al mondo a non avere una sana memoria storica. Attualmente siamo governati da un personaggio che tre anni fa era in preda ad una crisi di nervi quando il suo governo per ovvi motivi era caduto, e per altri motivi ancora sconosciuti. Oggi apapre tutto liftato e sniffato, ritornato alla grande con milioni di fedeli che gli cantani inni di gioia credendo a tutte le cazzate che racconta, incluso che tromba tre ora a notte, ma chi sei?? ma va’…Questa e’ gente a cui e’ stata violata psicologicamente la mente, non vedo altre spiegazioni. Non credo che la sinistra abbia tutte le colpe, la causa siamo noi italiani che non supportiamo un nuovo leader. L’importante e’ non perdere mai la speranza, resistiamo!! cosi in passato e’ stato sconfitto il regime, non dimenticatelo.

  88. Ragazzi….date un occhiata nella sezione video satirici….c’è l’ultimo che è quanto mai esplicativo…..per no parlare di quello che ho appena vist nella categoria informazione….bella!

  89. Cara Sabina scrivo il tuo nome maiuscolo perchè a differenza di quello delle pari opportunità merita rispetto, devo dirti che hai fatto un gran bel discorso e ti ringrazio per averci dato la possibilità anche a noi che non eravamo presenti di poterlo leggere, però ti deve fare una piccola osservazione riguardo a questa frase:In tutto il mondo in america latina, del nord, in africa in india sono le donne che si organizzano e risolvono le cose, forse questo paese ha semplicemente bisogno di noi. SICURAMENTE HA BISOGNO DI VOI COME A BISOGNO DI NOI penso come vedi ha bisogno sia di uomini che di donne capaci ognuno in base alle proprie qualità non voglio sembrare maschilista (anzi lungi da me) ma la tua frase mi è sembrata un po troppo semplicistica. Tutto il resto lo apprezzo e condivido pienamente.
    Concludi sempre la mia frase dicendoti TI VOGLIO BENE ed è un bene sincero anche se non ho avuto la fortuna di conoscerti.

  90. *alessandro: grazie mille….non li avevo ancora visti quelli nuovi….ma perchè sono datati 1° Ottobre che fino a due giorni fa non c’erano?

  91. Scusate l’off topic ma ho un desiderio. parlare dell’ILVA di taranto e far sapere in giro cosa è.
    Questa una lettera che ho scritto a Vendola.

    Nichi Vendola, vieni a ballare in Puglia…

    Leggere una dichiarazione e non capire chi l’ha scritta ingenera confusione e destabilizza.
    E proprio questa è la sensazione che provo leggendo le sue dichiarazioni, in qualità di governatore della Puglia, sull’intricata questione dell’ILVA (ex Italsider), lo stabilimento siderurgico di Taranto.
    Non uno stabilimento qualsiasi, ma uno smisurato stabilimento siderurgico che produce il 90,3% della diossina nazionale.
    Leggo che, a suo dire, “il siderurgico di Taranto dà lavoro diretto o indiretto a 25mila famiglie; non si vince la sfida con la globalizzazione impugnando l’arma della pizzica. Senza la grande impresa non si va da nessuna parte”.
    E l’arma della pizzica paiono impugnarla comitati spontanei di cittadini tarantini che vogliono indire un referendum consultivo per chiedere alla città di Taranto se vuole o meno smantellare l’ILVA.
    L’ILVA è uno stabilimento che ha trovato una brillante soluzione alla disoccupazione, perché da un lato dà lavoro e dall’altro uccide e lo fa nei modi più originali. Inquinando, spargendo polveri sottili e tumori, contaminando latte materno, non rispettando nessuna norma in materia di ambiente e, giusto per essere coerenti, nemmeno in materia di sicurezza sul lavoro. Dulcis in fundo, anche mobbizzando pesantemente chi parla una voce fuori dal coro.
    L’ILVA inquina e uccide lentamente e, a volte, uccide anche la capacità di pensare.
    L’ILVA inquina e uccide ma colora anche.
    È uno spettacolo. Basta seguire la strada che costeggia da un lato l’ILVA con le sue ciminiere a cielo aperto e dall’altro ciò che resta dell’acquedotto romano, lasciato a marcire, e vedrete l’unico acquedotto romano colorato di rosso.
    E per quanto il rosso sia un colore che ci piace, le polveri rosse ci piacciono un po’ meno.
    Le polveri si depositano e cambiano il colore delle cose, dei muri e, a volte, tra polveri e fumi, si rischia di non riuscire più a vedere i confini delle cose, si rischia di dimenticare qualcosa di essenziale.
    Che una città non può morire per lavorare, che cedere al ricatto occupazionale è fare il gioco di chi ci avvelena e continuerà a farlo, semplicemente perché nessuno lo ferma.
    Che obbligare a rispettare la legge è qualcosa di ben diverso dal sollecitare, auspicare, raccomandare, che mi pare sia quello che lei si sta limitando a fare.
    Di ILVA si muore. Ma di ILVA vivono 25mila famiglie.
    Questa la carta, quella del ricatto occupazionale, che ama giocare Riva, il ricco signore del nord che ha acquistato a svendita l’Ilva ex statale.
    E gioca questa carta quando gli fanno timidamente notare che il suo è uno stabilimento fuorilegge.
    Caro Nichi, lei che hai affabulato anche me con le sue doti da bravo oratore parlando delle “periferie del dolore”, cosa sta facendo per Taranto, immensa periferia del dolore e del veleno?
    Se le battaglie non si combattono a colpi di pizzica, lei con cosa le sta combattendo le battaglie?
    Ma poi battaglia possiamo davvero chiamare quella che sta conducendo?
    Lo definirei piuttosto un ameno scambio di cortesie tra lei e Riva, una corrispondenza di amorosi veleni.
    “Scusi Riva può abbassare la soglia della diossina e del mercurio in modo da rispettare le soglie comunitarie ed evitare di ammazzare la gente nei più disparati modi? Sì lo so che la legge gliela ha fatta ad hoc il suo amico Berlusconi e che attualmente il suo è l’unico stabilimento in Italia che può emettere queste quantità di veleno…ma sarebbe auspicabile che lo facesse. Con calma però”.
    E di fronte al “padrone” che risponde “ora non mi va, magari tra un po’ e state in guardia che chiudo acciaierie e burattini e me ne torno sul Lago di Garda”, come fa a non cogliere l’arroganza del potere, l’arroganza di chi comanda con i soldi, l’arroganza e la volgarità di chi è abituato a comandare e a non essere controllato?
    Mi spieghi perché per stare dalla parte degli operai è necessario fare da cassa di risonanza alla “voce del padrone”.
    Con le parole siamo tutti bravi, con i fatti un po’ meno, ma qui non vedo né fatti né parole che mi piacciano.
    “Come si può pensare, in questa fase, di chiudere l’Ilva, che fornisce lavoro diretto o indiretto a 25mila famiglie?”. Ecco un’altra frase che poteva dire Riva, invece lei ha avuto la compiacenza di precederlo.
    Ma certo lei esige garanzie di ecocompatibilità…
    La garanzia di non morire facendo un gesto insopprimibile e quotidiano come quello di respirare è una garanzia che non si esige. O c’è o non se ne fa nulla.
    Mi dica quale (ulteriore) dilazione si può accordare a chi sparge veleni e morte?
    E di fronte ad una città disperata e stremata che al fine trova la forza per reagire e chiede di indire un referendum consultivo per chiedere alla città stessa se vuole continuare ad essere avvelenata, lei cosa fa?
    Dimentica persino il valore democratico di un referendum e dice che ora non è tempo di referendum. Certo, questo lo capisco.
    Perché un referendum di questo tipo è una sconfitta per chi, come lei, poteva e doveva controllare e non lo ha fatto.
    Nichi Vendola, dica qualcosa.. anche se non di sinistra, ma dica qualcosa e venga a ballare in puglia…
    “dove quei furbi che fanno imprese non badano a spese, pensano che il protocollo di Kyoto sia un film erotico giapponese… dove la notte è buia buia tanto che chiudi gli occhi e poi non li riapri più”.

  92. @ Piersky,
    non essere pessimista. La rete e’ un mezzo potente: ho notato che sista allargando la cerchia dei “consapevoli e degli “informati”. Poi dobbiamo cercare di fare qualcosa ognuno nel ns piccolo. Io ho cominciato ad inviare articoli, link e a regalare i libri di Travaglio all persone a me care che ancora non avevano apero gli occhi. Alcune sono rimaste indifferenti, ma altre mi ringraziano perche’ “ora hanno capito”!!! Per me questo vale piu’ di qualsiasi altra cosa: possiamo tutti contribuire e se ognuno di noi fa qualcosa, aumentera’ il numero di persone che si svegliano dal rincoglionimento di 15 anni di imbarbarimento televisivo!!!

    @ Auryn
    Ooops!!! Grazie, non ci avevo fatto caso! faro’ piu’ attenzione in futuro!

  93. SAVIANO SE NE VA’…LASCIA L’ITALIA. E’ VERO CIO’ CHE LEGGO SU LA REPUBBLICA DI OGGI?? E’ VERO CHE SAVIANO PARTE,LASCIA IL PAESE?
    INCOLLO ALCUNE FRASI DELL’ARTICOLO…

    di Giuseppe D’Avanzo, da Repubblica, 15 ottobre 2008

    “Andrò via dall’Italia, almeno per un periodo e poi si vedrà…”, dice Roberto Saviano. “Penso di aver diritto a una pausa. Ho pensato, in questo tempo, che cedere alla tentazione di indietreggiare non fosse una gran buona idea, non fosse soprattutto intelligente. Ho creduto che fosse assai stupido – oltre che indecente – rinunciare a se stessi, lasciarsi piegare da uomini di niente, gente che disprezzi per quel che pensa, per come agisce, per come vive, per quel che è nella più intima delle fibre ma, in questo momento, non vedo alcuna ragione per ostinarmi a vivere in questo modo, come prigioniero di me stesso, del mio libro, del mio successo. ‘Fanculo il successo. Voglio una vita, ecco. Voglio una casa. Voglio innamorarmi, bere una birra in pubblico, andare in libreria e scegliermi un libro leggendo la quarta di copertina. Voglio passeggiare, prendere il sole, camminare sotto la pioggia, incontrare senza paura e senza spaventarla mia madre. Voglio avere intorno i miei amici e poter ridere e non dover parlare di me, sempre di me come se fossi un malato terminale e loro fossero alle prese con una visita noiosa eppure inevitabile. Cazzo, ho soltanto ventotto anni! E voglio ancora scrivere, scrivere, scrivere perché è quella la mia passione e la mia resistenza e io, per scrivere, ho bisogno di affondare le mani nella realtà, strofinarmela addosso, sentirne l’odore e il sudore e non vivere, come sterilizzato in una camera iperbarica, dentro una caserma dei carabinieri – oggi qui, domani lontano duecento chilometri – spostato come un pacco senza sapere che cosa è successo o può succedere. In uno stato di smarrimento e precarietà perenni che mi impedisce di pensare, di riflettere, di concentrarmi, quale che sia la cosa da fare. A volte mi sorprendo a pensare queste parole: rivoglio indietro la mia vita. Me le ripeto una a una, silenziosamente, tra me”.

    SE NE ANDRANNO TUTTI QUELLI CHE POSSONO,COSI’ COME SI LASCIA UNA BARCA CHE AFFONDA?

  94. cara daniela,
    ho letto da qualche parte, (credo su peacelink) che vendola sarà a taranto domani.. da quel che ho capito, non per ballare
    ma per recitare la parte dell’ispettore..colombo.
    ti consiglio di andare sul set del film munita di telecamera o videofonino ad intervistarlo, invia poi il filmato alla redazione… 😉
    Non scherzo!

    Solidarietà totale!!

  95. Uno scrittore di talento, un ragazzo coraggioso, un uomo semplice, Roberto Saviano. Non ha fatto altro che rendere pubblici gli atti giudiziari dei maledetti, con qualche considerazione personalem nulla di nuovo pero’ ha fatto molto clamore infinito, questa e’ l’importanza dei media. Poi ci chiediamo come mai i migliori medici, docenti, ingegneri, intellettuali lasciano l’Italia. Perche’? resteranno soltanto i burattini? io mi auguro di no, soprattutto per mio figlio per i miei nipoti.

  96. @ ccchiu_pilu_pi_tutti

    Grazie! Io ne conosco un’altra: Più buia è la notte, più l’alba è vicina!

    @ KIRU’

    Niente panico.Credo sia fisiologico riappropriarsi della propria quotidiana normalità.Superman esiste solo sulla carta stampata,Saviano è solo un uomo e come tale vuole vivere,non vedo cosa ci sia di male.Raccogliamo noi nel nostro piccolo, la testimonianza del suo coraggio e cerchiano con le nostre capacità di essere migliori noi e l’ambiente che ci circonda.Uno,cento,mille 60.000.000 milioni di Saviano.

  97. quando ho sentito la satira sul papa , all’inferno , inculato da dei diavoloni , frocioni e pure attivissimi ….. 😀
    nel 2008 in Italia per la prima volta si supera il tabù della chiesa ,
    e Sabina è stata capace di far sollevare la testa
    a schiavi repressi da pesanti catene partecipando scaturendo una sana risata liberatoria;

  98. kirù..è stato nuovamente minacciato di morte dalla camorra..stavolta con una data di scadenza entro dicembre,pare..tu che faresti? che ce ne facciamo di un saviano morto? io ieri notte non riuscivo a prendere sonno pensando che avrei voluto parlargli,dirgli di prendere il primo mezzo e salvarsi,perchè ci ha già regalato 2 anni della sua vita e non ce li meritiamo. la sua parte l’ha fatta, direi che ora ha il diritto di cedere il testimone o magari solo di scrivere dall’estero sotto copertura..meglio che più niente no?

  99. Avete visto le foto della carfagna su repubblica….versione punk 2005?? incredibile quella un ministro!! facciamo ridere i polli

  100. @ Kiru’
    Siamo immersi nella storia, ed è sempre difficile capire cosa sta succedendo, che piega prendono gli eventi.
    La storia è uno strumento essenziale: riconosciamo le analogie con il passato e siamo in grado di interpretare meglio il presente. Ma rimane un sentimento di impotenza, non siamo in grado di influenzare significativamente le dinamiche della storia… E si è portati a sottovalutare i fenomeni di intolleranza, razzismo, xenofobia… non si vuol pensare a cosa stanno portando, a cosa hanno portato.
    Nel 1939 anche Freud non capì subito che aria tirava nell’Austria del grande reich di hitler, ma fuggì via appena in tempo… invece le sorelle rimasero e morirono nei campi di sterminio nazisti.
    Penso seriamente di lasciare l’Italia… voglio vivere in un posto che non sia avvelenato dal cancro del vaticano, un posto dove la stampa sia libera e un berluskoni verrebbe spernacchiato e condotto in galera… Non si chiede chissà quale utopia, ma appena le regole del buon senso.
    Quanto costa ai cittadini italiani finanziare la setta cristiana dei cattolici? E perché il capo dei cattolici e tutto il clero cristiano devono metter becco in tutte le faccende dello stato? Etc etc… insomma cose inammissibili in un normale paese civile, ma del tutto normalissime in Italia.

  101. @ fau.fab

    non credo che saviano sia solo un uomo…saviano ormai è diventato un simbolo. falcone e borsellino sono stati uccisi proprio perchè simboli,non perchè uomini. sono simboli della lotta alla mafia. t’immagini cosa sarebbe successo se falcone avesse detto”vabbè..vado via dall’italia..non riesco più a vivere,rivoglio la mia quotidianità..”e avesse espatriato??…forse sarebbe ancora vivo.ma quanto coraggio ha dato agli altri, invece,rimanendo e continuando a lottare?? esigenze come quelle espresse da saviano sono umane,condivisibili e giustificabili….non lo metto in dubbio. le ha chiunque si definisca uomo. ma la decisione di partire,lasciare l’italia, non è semplicemente quella di un uomo…è quella di un simbolo…e come tale ha un valore e un peso totalmente diverso.
    è su questo che bisogna ragionare..su cui bisogna riflettere.

  102. Per giammy, palloso sei tu e tutti i giornali corrotti come le tue idee che fanno capo al re berlusconi.Chi scrive qui più che fazioso è coerente e informato.non credo allo schiavo che loda il suo re,se lo fa è perchè il re gli ha messo nella testa che quello è il migliore modo di vita possibile.Io credo allo schiavo che si ribella al suo re.Amo sabina e il suo corggio,cosa che tu non hai,lei si schiera con i piu deboli anche pagando personalmente con la censura che il tuo re e i suoi scagnozzi le hanno imposto.

  103. Adesso entro nel sito della bank of america, della bnp paribas, di mediobanca e rubo qualche milione di euro da regalare a:
    sabina, per pagare la troietta (1 + spese processuali),
    quello straccione di tanzi,
    un killer che faccia fuori tronchetti provera & C.!

    A presto Luca

  104. un simbolo con una madre e degli affetti che non sarebbero molto d’accordo.
    se falcone o almeno borsellino,che era perfettamente cosciente di essere un uomo morto che cammina, fossero espatriati avrebbero continuato in qualche modo a dare un contributo..la mafia li ha fatti saltare in aria e non solo ha dato un monito agli altri(vedete che succede a fare gli eroi) ma ci ha privato del loro lavoro e del loro coraggio. non sono d’accordo sul fatto che morendo ci abbiano dato coraggio..ci hanno dato un esempio portando avanti le indagini finchè è stato possibile.
    a tutto c’è un limite..finchè credi almeno di essere protetto a sufficienza dallo stato e decidi di andare avanti sei un eroe perchè rischi comunque,ma per non interrompere un lavoro importante. ma se hai la certezza che la bocca te la tapperanno con la bara non ha senso. e espatriare non è scappare,è preservare se stessi e il loro talento anche per noi

  105. @ KIKU’

    Cerco di spiegare meglio il mio pensiero: dare valore alla vita,quella con la v maiuscola, significa manifestare la propria natura di essere umano in tutte le sue sfaccettature e peculiarità, preferibilmente quelle positive e creatrici di valore per sè e per gli altri.Saviano,Borsellino, Falcone e tanti altri (nel grande come nel piccolo) l’hanno fatto o lo stanno facendo.Dovrebbe essere per tutti la cosa più naturale del mondo ma purtroppo non è così.Ora, personalmente preferisco un uomo di valore vivo e in grado di continuare ad assumersi questa responsabilità (in Italia, nel Burundi, su Marte, dove ti pare) piuttosto che un simbolo…
    Che sò, un iperbole,Gandhi avrebbe potuto dare un contributo contro l’apartheid in Sud Africa se fosse morto nel suo letto e nessuno l’avrebbe privato del suo posto nell’immaginario collettivo!

  106. @ mare

    Aveva “solamente “denunciato un patto scellerato tra mafia e Forza Italia in un articolo pubblicato dal settimanale “L’Espresso” il 3 ottobre del 2002 e il fatto che lo abbiano condannato rappresenta per te una luce nell’oscurità della tua esistenza?
    Visto com’è messa la cosa pubblica in questo paese nin citrovo niente di cui gioire.

    “Se Atene piange,Sparta non ride”

  107. Singolare e esplicativo l’atteggiamento dei sinistri (?) dirigenti .
    In specie Veltroni ( ricordatelo il tipo quando sarà il momento …. e più tardi sarà , peggio sarà per lui ) .

    Impresari delinquenti , collusi con le varie mafie che appestano il nostro paese cattolico, decimano allegramente i lavoratori ( già, pare che esistano ancora i lavoratori. Non hanno più rappresentanza democratica, sembra facciano schifo e sporchino il parquet della barca di D’Alema e fanno notizia solo quando muoiono ammazzati sul posto di lavoro ).
    E Veltroni che potrebbe armarsi di questi buoni motivi , tace … come verme tace .
    Colluso e traditore .
    Un fascista si è impadronito del ministero dell’interno e ridicolizza i morti per la costruzione di questa democrazia esaltando i criminali assassini antitaliani di Salò e Veltroni … tace … come verme tace .
    Una ghignante ciellina , una nipote di un prete sodomita indagato e ricercato per violenza ed assassinio , exgaleotto per truffa e concussione, distrugge la scuola pubblica in favore di quella privata e cattolica e Veltroni …. tace … come verme tace .

    Se invece io mi permetto di esaltare gli eroici combattenti per la Libertà del nostro paese, Renato Curcio e Mara Cagol , Veltroni si indigna , si indigna insieme a LaRussa , quello che a Salò erano tutti bravi ragazzi .
    Vero Veltroni che ti indigni ?
    Colluso e traditore .

    La fine dei traditori è davanti al plotone di esecuzione , e sono i primi ad essere fatti fuori .
    Ricordatelo infame .

  108. vladimir luxuria non sà quando è caduto il muro di Berlino

    il venerabile piduista silvio berlusconi non sà di essere ancora intercettato e che tutto quello che dirà potrà essere usato contro di lui dai suoi amici di partito che lo stanno intercettando….

    Maria non sà che maurizio costanzo è un ex piduista e cioè un ex appartenente alla p2 propaganda due movimento sovversivo ………. e che oggi lo stesso detiene un agenzia di indagini-marketing strettamente collegata ai piu’ grandi gestori telefonici con un reddito stimato attorno ai 5 milioni di euro annui

    non si sa più………………………………………………………………..

  109. probabilmente berlusconi dice bene le palle e la gente si sente rassicurata dalla sicurezza con cui sembra affrontare i problemi (a parole) . i fatti? è passato il messaggio che prodi avrebbe rovinato l’italia. ma io mi chiedo: ma se quando c’erano loro al governo (2001 2006) l’Italia “non era mai stata così rispestata in ambito internazionale” (cerco di usare le loro parole) ma come è possibile che tutte le conquiste (false) fatte dal suo governo sarebbero state distrutte in poco meno di due anni?! allora dal 2001 al 2006 il governo ha fatto solo aria fritta se nulla di solido ha resistito al ciclone prodi. sono dei virtuosi della menzogna.

  110. Veltroni tace come tace un verme perchè è tutto impegnato a mediare per far approvare alla Consulta il Lodo Infame che rende il mafioso immune .
    Vuole “dialogare” coi fascisti per scambiare una misera vigilanza alla rai con il Lodo .
    E’ un politico lui .
    Alta politica .
    Si batte per la solidarietà nazionale coi fascisti .
    La crisi impoverisce i ricchi ladroni e lui si presta per solidarietà vendendosi i voti della parte sana della nazione . Quella sana ma illusa che l’ha votato .

    E noi che ce ne freghiamo della borsa che crolla stappando bottiglie d’annata , lottiamo per dare un futuro ai nostri figli che non sia solo l’ignoranza promessa dalla nipote del prete sodomita .
    Nelle scuole e nelle Università fino all’alba per la notte bianca contro la distruzione della scuola .

  111. HO APPENA MANDATO UNA EMAIL AL QUIRINALE

    CHE EMOZIONEEE

    SABINA LO CHIEDEVA PER LA PETIZIONE PER LA LEGGE GELIMINI
    IO INVECE HO VOLUTO PROVARE IL BRIVIDO DI SCRIVERE

    VIA I MAFIOSI DAL PARLAMENTO
    DITE CHE MI ASCOLTERA

    BEH PENSO PROPRIO DI NO SENO IL PARLAMENTO ANDREBBE CHIUSO
    AH AH AH

  112. MA AVETE VISTO L HOME PAGE DEL QUIRINALE
    C E UNA FOTO DELLA PRESENTAZIONE DI UN CARDINALE DEL SUO LIBRO

    NON RUBATE LE SPERANZE

    AH AH AH
    RIUSCIRANNO ANCHE IN QUELLO CI SCOMMETTO
    A ME QUALCUNA ME L HANOO GIà SCIPPATA

  113. Mi è molto piaciuto il discorso di Piazza Navona.
    Ma ho da obiettare su questa frase “…per questo il pippatore è legato alla figura della zoccola. È basilare che il pippatore cocainomane vada a zoccole”.
    In queste due frasi si confonde l’ onesta prostituta con la zoccola. Le zoccole non sono le oneste prostitute. Le zoccole sono “quelle altre”.

  114. cOMUNQUE ANCORA UNA VOLTA MI RENDO CONTO DI ESSERUN GRAN IGNORANTONE
    mA SAPETE CHE NON SAPEVO SI POTESSE SCRIVERE AL QUIRINALE

    ma si puo proprio scrivere tutto ma tutto tutto e SOPRATTUTTO siamo sicuri che ci sia qualcuno che le legge o noi siamo sempre esolo dei miserabili SPAM

    SPERM
    COMUNQUE GRAZIE SABINA SEI UNA GRANDE FONTE DI INFORMAZIONI
    AH DIMENTICAVO

    SABINA FOR PRESIDENT

  115. ERRATA CORREGE

    SCUSATE SUBITO DOPO SPAM LA PAROLA è SPEREM
    Ho sbagliato a scrivere ed e venutoa fuori una brutta parolina
    scusata

  116. @ mare

    ma che cosa avrai da gioire che è stato condannato Marco Travaglio? Ma hai una pallida idea di cosa stiamo trattando in questo forum? Secondo te Previti avrebbe ragione? E magari pure Dell’utri è un santarellino, magari pure Geronzi, magari pure Tanzi, magari pure Confalonieri, magari pure….
    Ma svegliati e risciaquati il cervello prima di scrivere boiate!
    poi vedremo se in appello la sentenza sarà confermata, intanto GRANDE MARCO HAI LA SOLIDARIETA’ DI TANTI, CONTINUA A INFORMARE ANCHE STA MASSA DI CAPRONI, NON MOLLARE

  117. @ conte serbelloni

    si vabbè con la c… sai quando si scrive di getto qualcosa scappa… in ogni post c’è sempre qualche errore..però è anche vero che così peggiora l’italiano.
    sacrifichiamo un pò la sacra lingua di Dante per qualche concetto espresso magari in modo rozzo ma sincero.

    woody Allen: ” In generale un’affermazione della destra è sempre una cattiva notizia, è sempre una faccenda pericolosa. Perché la destra dà risposte molto semplici, dirette a problemi enormi. Ci sono i senzatetto? Che se ne vadano. C’è un aumento di criminali? Ripristiniamo la pena di morte. Soluzioni che naturalmente non tentano di capire il perché dei fenomeni a cui vengono applicate. Al momento possono sembrare efficaci, ma fra venti anni sarà peggio e ne faranno le spese le generazioni del futuro che di nuovo si troveranno di fronte problemi gravissimi.”

  118. Te lo dico io come funziona la censura contro la merda fascista , pidocchio che viene dal mare .
    Quando compare una cagata di un fascista subito si fa nota dall’olezzo che emana e per igiene pubblica viene subito fatta raccogliere da colui che la espulsa e gliela si fa mangiare .
    A te è piaciuta ?
    La prossima cagata falla a casa tua , il cesso pubblico , questo è luogo per persone per bene dove ai fascisti non è ammessa l’entrata .
    Capito ora ?
    Fa di sì con la testolina .

  119. ieri ero in libreria ed ho leggiucchiato il libro-intervista d sabelli fioretti a travaglio. gli kiedeva ki buttava giu’ dalla torre tra antonio di bella e paolo ruffini. rispose il 2′ xke’ t aveva chiuso raiot!!!! BRAVOOOOOOOOOOO!!!! anke io avrei fatto cosi’! DOPO AVERLO PRESO A SCHIAFFI E CALCI XO’!!!!!! ed e’ GIORNALISTA!!!!! puah!!!!!!!

  120. Vorrei sapere se Sabina intende parlare nel suo tour di questa grande porcata che è stata fatta a Travaglio da Previti o se a questo punto preferirà tacere….

  121. @conte
    La mi scusi, ma cosa ci fa lei in un blog la cui padrona di casa usa certe espressioni, in cui gli utenti si esprimono con lo stesso linguaggio, mica sarà qua per educarci tutti????????

  122. @ conte SMV

    Avra’ anche a disposizione un vocabolario di 500 parole caro conte:mi auguro non voglia spenderle tutte in questo blog e tutte in una sera!

  123. Condivido ogni frase ogni pensiero scritto nel tuo discorso….se ti necessitano soldi per la difesa sono disponibile ….vai avanti così sei tutte noi. Angela

  124. Partendo dal presupposto che in base al sondaggio di non molto tempo dietro al 70 % delle e degli italiani pagare le tasse purchè il ritorno dei servizi fosse più che buono andava bene,si presume che chi rappresenta il 30 % ci governa o no?
    Bene ,fino a questo momento allora le “figurine” sono :1)la Gelmini che deve spaccare le palle ai docenti , al personale ATA,ai ricercatori ecc.ecc.perchè Tanzi e Cragnotti,Colaninno e le Pagine Gialle,la Sogemi & Morabito e il ballo di S.Vito da lugano al Lussemburgo con la guardia di finanza ridotta a farfalla impazzita ,Catania e Cimoli e le buone uscite in stock option (magari 84)ma sempre danèe in ,le scalate ecc ecc MICA SI PUO’
    2)Alfano ,perchè prima che qualcuno ci azzecca e riesce prima di madre natura con il suo lodo ……. … e pensare che l’unico Lodo che mi piace è la ex velina 🙂
    3)Brunetta, che poverino mette tutto il suo impegno nella quotidiana sevizie mentale assolutamente finalizzata nel far provare agli altri tutto la sensazione di quel male che a lui madre natura non ha negato.
    Lasciando perdere le storielle su dove acquista in cm e di conseguenza(forse si,forse no non c’è dato sapere) in cariche chi non ha altezza e il fatto che ci possa essere anche un certo numero di lavativi ,assenteisti ecc ecc tra i lavoratori(del resto in perfetta par condicio con quello che capita di altro tenore tra i “Padroni”)era proprio necessario colpire tutti con “stì razzi de tornelli” ?
    Io ,che presto servizio a S.Siro ,vi posso assicurare che non fermano gli ultras così come non fermeranno i politici,marpioni, figuriamoci se non troveranno le loro contromisure magari sistemando il tornellino in un buon posto sicuro .
    Inoltre rendono particolarmente molto nervosi i normali avventori del tifo calcistico che sembrano sottoposti alle forche caudine e senza colpe perdinci .
    Mi chiedo se ,come per i decoder ,anche per stì tornelli non ci sia dietro un Berlusconi oppure “un amico”?
    Carfagna ?Eh no: spetta a Sabina e tutte le donne….noi aspettiamo le imprese del quinto cavaliere della tavola rotonda.
    Chissà chi mai sarà?
    Nel frattempo godiamoci Rete 4 e quel che ci costa e provate a protestare che sò ‘azzi vostri : e chi lo ferma Piccinini o un suo clone se si mette in testa di radunare l’armata pallonara che segue controcampo e il calcio?
    Chi ? 😀
    Nel frattempo i singles e le singles tornano con mamma e papà,i pensionati sopravvivono a stento,i precari flessibili attendono che anche Plastic woman faccia la sua apparizione e chi ha la fortuna di lavorare deve sperare che la Madonna di Medjugore l’accompagni silenziosamente nel proprio cammino quotidiano per evitare che possano tornare a casa in posizione verticale e gli scafisti imperterriti ,indefessi,instancabili continuano a scaricare merda tra la merda perchè questo è quello che siamo per questi “ladri di Pisa” nemici solo quando serve.Non tutti ,ma buona parte si.
    Perchè se sarà necessario ,per parcondicio, insiema a bella ciao ci faranno cantare faccetta nera ma dei loro conflitti d’interesse o di votare chi si vuole manco si parla.
    E io che già sognavo un programma ,per la verità un pochino maschilista (e per questo mi scuso ,ma si può capovolgere tranquillamente a piacere perchè in fondo sono questioni di “pari opportunità” …) dove si recitava più F … per tutti.
    Ah questi fascisti e alleati:sempre seri e immacolati senza nemmeno una macchia solo Dio ,Patria e Famiglia meglio però se la moglie… e quella di un altro 😀

  125. cio’ pure io la poesia sulle ministre 😀

    “la gelmini e la carfagna
    scrivon troia alla lavagna
    la carfagna lieta sia
    sotto ad una scrivania
    il dilatato berluscone
    gli regala due poltrone
    di carfagna lo sappiamo
    la gelmini ha avuto ano?”

    Scherzi a parte, io speravo che questa gente fosse “solo” fascista ma al peggio pare non ci sia limite.
    Esiste ormai una commistione totale di interessi personali e politica finalizzata al controllo di qualsiasi settore della vita sociale.
    E’ l’epilogo del piano di rinascita democratica di Gelli.
    Mancano (per poco ancora) solo il controllo della magistratura e della corte costituzionale e lo scardinamento dei rapporti tra i sindacati ed i lavoratori e l’avranno realizzato completamente.

    La notizia e’ di ieri e recita:
    Il governo di destra Berlusconi vuole abolire anche il diritto di sciopero.
    “il ministro del Welfare Maurizio Sacconi ha spiegato che si provvederà presto, con un apposito disegno di legge delega che «regolerà» le astensioni dal lavoro nei servizi pubblici.
    Chi sciopererà verrà schedato dall’amministrazione di cui è dipendente, sanzionato dalla prefettura, indotto a sostituire la piazza con un semplice fazzoletto al braccio.
    In pratica, sarà vietato scioperare.
    E non basta: viene soppresso un diritto garantito dalla Costituzione, quello di poter protestare individualmente. Per proclamare uno sciopero, bisognerà passare attraverso un referendum a maggioranza.”

    Chi dubita ancora che si tratti di un regime?

    valvola
    http://www.valvola.org

  126. sono sepmpre stato un femminista.
    cioè sono convinto che con piu potere alle donne non ci sarebbero cosi tante guerre nel mondo, col caz…o che una mamma manda a crepare un figlio in guerra dove glie lo ammazzano in un secondo , dopo che ha impiegato trentanni per farlo diventare un uomo

    ma giuro che non avrei mai pensato di potere ammirare cosi tanto una donna

    GRANDE SABINA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  127. @ conte SMV

    Prego conte, non mi annoveri nella cerchia dei suoi amici, sarebbe un onore troppo grande per un parvenu della sua specie!
    Sacrebleu!!! (il suo idolo avrebbe tradotto in CRIBBIO!!!)
    La esorto a non spendere il suo già limitato vocabolario con persone che non necessitano altresì del suo linguaggio da trivio per comprendere a quale (sotto) specie d’individuo Lei appartenga!
    Le palle,oltre che mostrarle sullo stemma (e che stemma!) le mostri con il contraddittorio e non con l’offesa gratuita!
    La ringrazio e Le auguro una buona serata!

  128. Io volevo solo aggiungere che neanche il ministro Gelmini scherza affatto quanto a preparazione(*ironic mode),specie se si considera la riforma della scuola italina che ha appena varato..solo una piccola aggiunta: il discorso si trova su youtube(mi pare diviso in due diversi spezzoni;titolo No Cav day: piazza Navona)…

  129. caro conte cervelloni vien dal mare(a me già per il nome mi stà sui coglioni) lei non ha proprio niente da fare per dar lezioni di grammatica a chi non le ha chiesto nessun parere e soprattutto a chi del suo parere non importa una sega?

  130. E comunque, peraltro e per inciso, il ‘tipastro’ odierno altro non è che un personaggio del Fantozzi… con tutto il rispetto per il nostro Fantozzi…

  131. Ciao Sabina,questi fascisti che stanno al governo picchiano come gli altri ,ma picchiano anche nella testa,con armi di distrazione di massa.Io ho tre figli e fatico molto a tenerli lontano dalla televisione.Mi piace molto l’idea dell’outing civile e mi piacerebbe registrare qualcosa ma l’ingiustizia che devo subire riguarda proprio la giustizia.Per grandi linee dico solo che riguarda la droga , il mio passato da tossicodipendente,e sono in attesa di sentenza definitiva per un reato che risale al 1997.Il lodo alfano lo ritengo una cosa spregevole fatta ai danni della Costituzione e dei suoi valori piu importanti,indispensabili per la convivenza delle persone.Io cerco di spiegare ai miei figli che la televisione non è la realtà,che avere una opinione è meglio che essere consumatore accecato dalla televisione.Sono convinto anch’io come i messicani ,e questo mi preoccupa ,ma mi preoccupa anche di più la crociata di di pietro e travaglio contro l’indulto.Credo che con il loro impegno giustizialista a tutti i costi contribuiscono ad irrobustire la gia forte giustizia contro i deboli, dei quali io mi sento un esempio molto rappresentativo.Cio che voglio dire è che l’indulto è servito a far uscire dal carcere molte persone tra le piu deboli ,quella popolazione carceraria che si è macchiata di reati minori ,che si è trovata in una situazione di disagio come i tossici;oppure semplicemente perchè se è povero sa che può non avere soldi in tasca,ma se ha figli la spesa a casa la deve portare .Noi quà a Taranto ragioniamo cosi. dipietro e travaglio con le loro posizioni aumentano questa grande paura e voglia di sicurezza che poi ha permesso alla destra di vincere le elezioni.Io penso che nel carcere ci vuole un gran cambiamento,bisogna far uscire chi è stato condannato con pene sproporzionate rispetto all’offesa(la maggioranza dei detenuti ),e buttarvici dentro chi non è mai stato condannato per reati ben piu gravi come politici , banchieri e imprenditori corrotti.Basti dire che se qualcuno commette un furto di 100 euro,con le immancabili aggravanti,.. rischia fino a dieci anni.Sai quanto hanno preso fiorani,ricucci ,berlusconi ecc…Scusa se invece dell’outing civile ho fatto self-outing …credo si dica cosi.Grazie per il tuo impegno Sabina,spero di vederti a Taranto in tournee.
    benni

  132. Carissima, ti ammiro molto per la tua bravura, cultura e intelligenza . Trovo che sei molto bella, anche, se posso dirlo.

    Ho saputo solo oggi (ma dove vivo? – ME LO DICO DA SOLA GRAZIE) che la ns ministra per le pari opportunita’ e’ un’ ex calendar girl, ex miss, ex conduttrice di programmi televisi … SONO SCIOCCATA.

    Non ce l’ho con lei personalmente, non la conosco appunto ho solo dato un ‘occhiata al suo blog e l’ho trovato pedante e retorico, strutturato come il sito web di un’azienda commerciale che so, toh! di un’albergo …. E ho faticato a collegare la ministra bruna, con lo sguardo freddo intravvista in tv con le immagini tristemente banali del suo calendario… PIU’ CHE ALTRO credo che i suoi trascorsi la dicano lunga sulle sue inclinazioni !
    SEMPLICEMENTE MI DOMANDO: CHE ESPERIENZA puo’ apportare la ministra in questione al ns parlamento?

    E’ ORRIPILANTE. Ma non e’ solo lei, il ns parlamento e’ un ibrido dove apparentemente i gentiluomini e le gentildonne nell’accezione piu’ pura del termine sono un esigua minoranza !

    E’ bello sentire che non solo io la penso cosi’ ma al tempo stesso mi chiedo: che senso ha andare in piazza manifestare protestare se poi non si ottengono risultati ? E UN’ALTRA COSA, CI SARANNO IN PARLAMENTO DEI POLITICI VERI, ONESTI NO? Se si potesse dare risalto a loro in qualche modo e non agli altri nei programmi tv e via rete, ci sentiremmo tutti meglio e sapremmo a chi far arrivare le nostre voci … Qualcuno ci sara’ poveri noi! E di questi bisogna parlare non solo satira e critiche che cadono nel nulla! Io non rido mica piu’ tanto sai e i piu’ sono come me….FORSE dovremmo fare come abbiamo sempre fatto: farci governare da qualcun altro, chiunque sarebbe meglio di noi!

    Scusa lo sfogo, comunque ora lascio il mio voto per raggiungere le 20.000 firme di cui parli nel blog.

    In bocca al loup, Raffaella.

  133. PUBBLICITA’ Regresso.

    Nuovo prodotto sugli scaffali Mediashopping .

    L’OPA OSTILE . made in arabia .

    Contro il logorio del capitaliberismo americano .
    Mentre la nave affonda tra spettacoli pirotecnici e balli in maschera di nani e ballerine .

    Accattatevilla . Per due euri ci regalano sopra un pò d’apartheid nelle scuole made in sudafrica ed una Pecorella favoreggiatrice di stragi fasciste alla corte costituzionale .
    Don Veltroni l’infame , l’ha già comprata e si è dichiarato soddisfatto dell’acquisto .

  134. Caro Matteo, il senso della misura che dimostri è apprezzabile anche se non ti condivido. I commenti come i tuoi sono libera espressione di un pensiero e meritano di essere presi in considerazione.
    Non posso rispondere a nome di Sabina, ma da parte mia posso dirti che la chiesa cattolica pretende di avere ingerenze eccessive sulla politica di uno stato laico come il nostro. Sono quasi inutili gli esempi, ma te ne porto alcuni: i pacs, dico o che dir si voglia, il testamento biologico, l’aborto ecc. ecc. Ognuno è libero di seguire i dettami di qualunque credo religioso, politico o altro, non si può però pretendere di far passare come dogma sociale ciò che è soltanto un valore cattolico.
    Questo in linea di principio poichè se volessimo entrare nel merito potrei parlarti dell’oscurantismo, dell’ignoranza e dell’intolleranza (l’abominio del rifiuto della contraccezione, ben sapendo che l’uso del preservativo è il solo mezzo di prevenzione dell’hiv sessualmente trasmesso) delle alte gerarchie ecclesistiche, segni pericolosi del ritorno ad un dogmatismo cieco e sordo che credevamo superato dalla Storia. In poche parole, ad ognuno il suo oppio, vi regaliamo volentieri il pastore tedesco.

  135. Matteo, io la penso esattamente come Sabina sulla chiesa e non ho avuto nessun “trauma”. Semplicemente credo che il vaticano non debba influenzare la vita sociale, politica e civile di un paese che si reputa democratico ma deve semplicemente essere un punto di riferimento per la comunita’ cattolica (che e’ un sottoinsieme degli Italiani e non la totalita’). Questo e’ un dei motivi per cui io stessa mi sono allontanata dalla chiesa che vedo sempre piu’ come l’incarnazione del potere temporale del clero e sempre meno come portatrice dei valori originari del cattolicesimo. Questa e’ la mia opinione e non pretendo tu la condividi ma penso che i cattolici debbano rispettare il fatto che non tutti sono cattolici e quindi non tutti devono vivere in Italia seguendo i precetti religiosi.
    Sabina usa la satira per esprimere le sue idee: puo’ piacere o non piacere. Sei libero di non andare ad assistere ai suoi spettacoli se non ti piace, ma lei deve essere libera di esprimere le sue opinioni e noi di poterle ascoltare e divertirci se le condividiamo. La satira e l’arte non devono essere soggette a censure. Se ben ricordi una discussione simile e’ venuta fuori in danimarca in riferimento e certe vignette….

  136. L’ultimo governo; tutto o quasi, finta opposizione inclusa, fatto da imprenditori e professionisti che non fanno della politica il proprio mestiere; pur propagandando un’ispirazione al libero mercato, si garantisce, facendo concorrenza sleale con gli strumenti del proprio potere, il monopolio del mercato; proprio perché incapace di reggere la concorrenza. La dimostrazione viene dal mercato immobiliare, sia per quanto riguarda le locazioni sia per quanto riguarda la compravendita. Emblema di detta filosofia è la proposta di legge anti prostituzione del Ministero delle Pari Opportunità; promossa, forse, per annientare la concorrenza, atterrita, forse, della miglior qualità e maggior professionalità probabilmente resi della concorrenza stessa.

  137. Cara Sabina,
    stavo pensando, visto che qui si parla di cinema e tu giri per il mondo con i cineasti più famosi, se era utile avere qui indirizzi dove si mandano le storie che potrebbero diventare un giorno dei film o telefilm.

    Chissà quanti hanno pensato di scrivere una puntata di Star Trek o Sex and The City, tanto per citare i primi che mi vengono in mente, o quanti vorrebbero vedere le loro storie su una pellicola. Non mi riferisco a me, voglio precisare, non ho storie; eppure, spesso mi sono chiesto chi è che scrive i gialli del Tenente Colombo o dove hanno trovato la continuazione di Spiderman, hanno fatto una gara di appalto? e dove, e tra chi?
    Si potrebbe aggiungere un link oppure vagliare le “opere” che vi arrivano. Sarebbe anche utile dare delle indicazioni su come si scrive una scenografia o riadattare un romanzo per la pellicola o il teatro.
    Che ne dici?

  138. Questa e’ un ottima idea, almeno sfruttiamo la nostra creativita’, in questa epoca italiana depressa potrebbero uscire fuori delle ottime sceneggiature. Magari si potrebbe sfruttare le tante vicende che ci mettono a disposizione i politici, come faceva sab in pippo kennedy show, ma lo ricordate? numero uno! ovviamente anche il mitico Corrado era un grande. Con una grande regia come Sabina Guzzanti sicuramente il successo e’ assicurato. E’ troppo bello sognare ma infondo e’ quello che ci resta oltra che resistere.

  139. Matteo, mi spiace, ma sei vittima di disinformazione e falsi luoghi comuni. Probabilmente sei stato educato alla “bontà” e “verità” del cattolicesimo e mai ti è venuto il dubbio che l’essenza del cristianesimo sia il nichilismo, l’impostura, l’abominio.
    Non è necessario essere stati sodomizzati dai preti per detestare queste tristi creature, questi corvacci neri di Galilea, questi aborti che vanno in giro ad estorcere la questua, imporre le indulgenze e propagandare i loro libri assurdi e ripugnanti.
    Il papa chi è? È il nemico mortale della vita, di ogni cosa bella e giusta che c’è sulla terra. Un essere ridicolo, un cialtrone ignorantissimo e per questo fanatico e invasato… Megalomane e affetto da narcisismo abnorme egli è convinto e vuol far credere d’essere il rappresentante di “Dio” nel mondo… E il gregge acefalo segue questo povero mentecatto e ne invoca la santa benedizione…
    Finché in Italia ci sarà il cancro del vaticano non saremo MAI un paese libero, civile, laico.

  140. Primio cazzata del giorno a Razza piave, hai battuto il presidente del consiglio per pochissimo!! mentre lui baciava bush razza sparava grosse grasse cazzate. Carfagna competente!! davvero bella questa.
    nb: a me piace molto di piu’ sabina come danna che mara la punk

  141. “E’ una sentenza – ha continuato Travaglio – che non mi aspettavo. Basta rileggersi l’articolo incriminato per capire che non c’e’ niente di diffamatorio. Ho semplicemente scritto che Previti era presente, un giorno, nello studio Taormina, e non che abbia fatto qualcosa di male”.

    Queste sono le parole di Marco di questa mattina. Sono basita: una persona come lui che ha sempre detto la verità, ha sempre detto che questi sono tutti mafiosi, all’atto pratico ritratta dicendo che non ha detto o non ha pensato quello che è sotto gli occhi di tutti?

    Prima lo stimavo per il coraggio di dire la verità, ma se basta una denuncia per fare due passi indietro non so più davvero chi ci possa difendere e dire realmente le cose come stanno anche a costo di andare in galera.
    Sabina pensaci tu! Ormai ci rimani solo tu a dire pane al pane vino al vino.

  142. Aahahahah!!! Scusate ma non riesco proprio a trattenere le risate vedendo chi definisce la carfagna competente!!! beh, certo dipende da che “disciplina” si intende… probabilmente si parla delle sue arti nascoste (neanche troppo nascoste a quanto pare!!!!)..

  143. il punto e’ un altro, Marco Travaglio ha espresso delle considerazioni che in un paese normale non avrebbero scatenato questo accanimento su di lui. Se continuano cosi tutte le persone colte di questo, vedi Saviano, andranno via. Chi restera’? la gente che non si dispera davanti a questo scempio di nazione? E crede anzi che manifestando il dissenso sia un errore grave per l’immagine della nazione. Se non siamo difronte ad un virus che ha corrotto le menti della gente, ditemi voi cosa e’?

  144. Francesca, penso tu abbia travisato. Travaglio non si e’ affatto tirato indietro!!! Ha semplicemente detto che l’articolo incriminato era uno dei piu’ “gentili” nei confronti di previti in cui non si diceva nulla di particolare rispetto ad altri dove ha fatto accuse (risportando fatti circostanziati) molto piu’ precise… Non volglio fare l’avvocato difensore di Travaglio ma io ho interpretato la cosa un po’ diversamente. Non ho il testo dell’articolo in questione e quindi mi e’ impossibile accertare cosa ci sia scritto..

  145. “Non era preoccupato dunque per quella querela?
    «Previti praticamente mi querela ogni volta che lo nomino. Quindi non mi preoccupavo. Ora è riuscito a trovare un giudice che gli ha dato ragione. Io continuo a ritenere di avere riportato semplicemente, da cronista, quello che ha raccontato un testimone oculare. Non sono abituato a parlare di complotti o di toghe azzurre o di sentenze politiche o di persecuzioni. Penso che quando non si condivide una sentenza, e io non la condivido, non si sta a parlarne tanto. La appelleremo e speriamo che in Corte d’Appello sei occhi vedano meglio di due».”

    http://www.corriere.it/politica/08_ottobre_15/travaglio_intervista_condanna_89c6f980-9af7-11dd-8bde-00144f02aabc.shtml

  146. grazie perchè in qst giorni mi sono chiesto spesso se esiste ancora qualcuno che crede nel valori basilari dell’essere umano, mi sento davvero preso in giro dalla classe politica.
    in teoria il politico dovrebbe rappresentarmi, il ministro proteggere i miei diritti.. e invece qui vediamo solo una corsa al potere, il gioco della sedia vuota, sembra sempre che si fermi la musica e ognuno cerchi di accaparrarsi una sedia..
    fortunatamente vedo che c’è ancora qualcuno che pensa le mie stesse cose, o meglio che nota le stesse dicrepanze che noto io, uno che si sveglia la mattina e dice “ma dove cazzo mi trovo?” funziona tutto al contrario…
    non voglio abituarmi, rischiamo di arrivare a pensare che tanto è così e che noi non possiamo fare nulla per cambiare le cose…
    e invece no dobbiamo impegnarci di più, parlare e anche urlare se serve.
    grazie sabina fai davvero un lavoro fantastico ti stimo davvero.
    vincenzo

  147. dunque, ci ho messo tanto (ho voluto fare da solo) per uscire dalla dipendenza….ora mi guardo intorno e vedo una esagitata con gli occhi che le schizzano dalle orbite che blatera in tv e, cosa grave è addirittura ministro,vedo un papa che assomiglia in modo inquietante all’imperatore palpatine di guerre stellari,del pres. del consiglio non voglio proprio parlare,abbiate pietà,il capo della opposizione che potrebbe fare gli spot per mulino bianco….se ci aggiungete che vivo nella sacrestia d’italia,dove fascisti e squali vari sono scatenati,aaaarghhhh ho voglia di farmi una pera…..

  148. Ciao Sabrina, è la prima volta che ti scrivo e mi volevo complimentare con te, con tutti coloro che lavorano con te e a anche con tuoi FRATELLI: SIETE MERAVIGLIOSI!! !!!!!!! TI volevo anche chiedere come mai l’11 non eri a Piazza Navona e se sai il motivo per cui sul sito dell’on.Di Pietro sono riportati gli interventi di Dario Fo, di Ferrante, addirittura di Simone Cristicchi e NON compare neanche un commento, una canzone di Andrea Rivera che ha presentato tutta la manifestazione….!!!! In bocca al lupo per il tuo lavoro…

  149. Grazie
    non sapevo del tuo discorso, ma ti ringrazio perchè ad oggi sei l’unica ad aver finalmente,detto come realmente è la situazione.
    Opero nel settore scuola, tutti i giorni arrivano notizie sempre più allarmanti, adesso siamo alle classi differenziate, la cosa peggiore è che alcune colleghe ritengono giusto il nuovo scenario.
    Questo è solo l’inizio, temo, da precaria e con un figlio la perdita del posto di lavoro è la cosa che mi preoccupa di meno.
    Il mondo della scuola seppur con i suoi difetti, distorsioni in qualche modo ancora rappresenta un luogo e di formazione e di integrazione, un microcosmo sociale dove gli alunni in maniera protetta imparano ad affrontarela società futura nella sua molteplicità, dove se da una parte incontrano difficoltà e discriminazione dall’altra accoglienza e condivisione, grazie alle molteplici figure docenti.
    Sono indignata, stavamo appena superando l’idea di tolleranza, per entrare nella dimensione della condivisione e l’integrazione, nella scuola, e nn solo, e ora?
    Molti dicono che è solo un obiettivo alla tremonti, questa svolta, che nn ha nulla di riforma pedagogica, è vero, ma forse sono folle io leggo altro in tutto ciò, demolire la scuola democratica.

  150. Signori, siamo al mondo alla rovescia: Travaglio è un delinquente la Carfagna è competente. Io a scrivere certe cazzate mi vergognerei anche da anonimo. Complimenti quantomeno per il coraggio.

  151. cerco un punk anarchico olandese
    vado a bologna a studiare aiuto
    sono pronta per partire per l’olanda
    cerco un punk italiano inglese tedesco punk anarchico
    cristiana favati
    se nn lavora
    se nn fà un cazzo
    se nn si fa sfruttare dal potere odioso è meglio

  152. ciao a tutti, noto che ovviamente il mio post è stato cancellato, me lo aspettavo, era giusto così…in effetti mi sento un po’ agnello nella tana del lupo…comunque…ringrazio chi ha risposto intelligentemente a quello che avevo scritto…è evidente che abbiamo posizioni diametralmente opposte…e per carità come ha scritto qualcuno di voi, certo che siete liberissimi di apprezzare la “satira” di Sabina. Io volevo soltanto dire che PER ME (è un’opinione) quella di Sabina non è satira, ma è un’offesa pura; la reputo una persona intelligente e credo che sarebbe benissimo in grado di muovere critiche costruttive nei confronti della Chiesa, però per me ripeto questo non succede, perchè mi sembra che le sue parole siano più offensive che altro…le vostre risposte hanno esteso il raggio d’azione del mio discorso…non so se riuscirò a ribattere a tutto…credo che in primis ci sia da dire una cosa per me fondamentale, senza la quale ritengo impossibile iniziare qualsiasi discussione…la Chiesa è fatta di uomini; e quindi di individui, di uomini e donne esattamente come ognuno di noi, con i propri pregi e i propri difetti, con i propri vizi e le proprie virtù, con le proprie debolezze e le proprie capacità; dico questo perchè gli errori evidenti che la chiesa a commesso nel corso della storia sono errori umani e non divini…quello che Gesù è venuto ad insegnarci è straordinario, poi un prete può essere in grado di spiegarti bene il messaggio di Cristo oppure no, capita, ripeto sono uomini anche loro con tutti i loro difetti, ma lasciatemelo dire anche con qualche pregio…quelle che ho letto nei vostri commenti erano critiche molto dure, non mi soffermo a controbattervi per ognuna di esse. Per quanto riguarda il peso e l’importanza del Vaticano nella politica vi ripeto che sinceramente sulla politica sono molto ignorante, però la mia impressione è che forse in passato la chiesa poteva avere una certa influenza, ma ultimamente mi sembra che il “potere” temporale ecclesiastico sia notevolmente diminuito; credo inoltre però che sia giusto e legittimo che la Chiesa esprima le proprie idee e le proprie opinioni in modo saldo; poi la decisione sta comunque alla politica e non alla chiesa….infine credo anche che in ogni cosa si vada a cercare sempre il peggio, infatti l’ho detto è vero che la chiesa ha commesso degli errori (come tutti noi del resto), però penso che abbia fatto anche grandi cose, voi prima avete citato tutti gli aspetti negativi e gli sbagli della chiesa, ma permettete anche a me di citare qualche cosa buona…Papa Giovanni XXIII, Papa Giovanni Paolo II, Madre Teresa, San Francesco ecc. …ora concludo, scusate se sono stato un po’ prolisso, ognuno di noi penso rimarrà della propria idea, come è giusto che sia, ma secondo me dobbiamo imparare tutti a rispettare gli altri, le loro opinioni, le loro idee e soprattutto trovare il modo giusto affinchè le nostre critiche siano costruttive e non soltanto offensive…grazie ciao buona giornata

  153. Buongiorno a tutti.
    Caro Matteo, non crede che gli uomini che compongono la chiesa debbano essere i primi a dover dare il proverbiale “buon esempio”? Vorrebbe citare qualche cosa buona che ha fatto la chiesa oltre ai soliti nomi? Forse il predicozzo contro la contraccezione? Oppure “gay è sbagliato, pentiti e ti perdono”? Sa che per esempio, un divorziato non può partecipare al rito dell’eucarestia? O ancora “la convivenza è peccato dovete sposarvi”…sa quanto costa un matrimonio in chiesa? Per Gesù cristo siamo tutti uguali, per gli uomini no. Sa che i i preti non hanno mai pagato l’ici? Hanno esoneri sulle tasse ed altre agevolazioni fiscali? I preti si, ha ragione, sono uomini …uomini molto privilegiati. Ma come, non eravamo tutti uguali? Infinenon capisco perchè lei afferma che la Chiesa abbia il diritto di esprimere le proprie opinioni, in modo saldo dice lei, la Signora Guzzanti no poichè offende. Offende forse perchè dice le cose come stanno?

  154. Sempre a proposito del fulcro del tema della presente discussione, e riallacciandomi a quanto detto nel commento precedente del 16 ottobre ore 10; io sono tra quelli che, proprio perché ritengo assolutamente ingiusto, crudele e abietto il trattamento e le condizioni di vita cui sono sottoposte le ragazze costrette a prostituirsi, in italia e ovunque; combatto l’ingiustizia dalla base, ovvero, oltre che per altri ovvi motivi, disertando i marciapiedi e le strade. Molto più, però potrebbero fare il governo e lo stato; utilizzando lo stesso sistema che illo tempore fu adottato per la riforma delle forze armate, ovvero costituendo un esercito di volontari professionisti, certamente più motivati e competenti. Anche contro il parere della chiesa; perché, sono daccordo anche io, come tutti, credo, che la prostituzione non sia certo il mestiere più nobile, seppur il più antico; ma pretendere di eliminarla facendo del proibizionismo e poi ignorando gli effetti collaterali di questo, sarebbe come avere una brocca bucata e illudersi che l’acqua non esca solo perché la teniamo lontana e non ci bagnamo, anziché, consapevoli della presenza del buco cercare di tapparlo. Riparare la brocca, poi, diventa un’altro argomento, che attiene più alla formazione e all’educazione.
    Quindi… perché non riaprire le case di tolleranza? Magari quotandole in borsa! Cosa che, con l’attuale situazione economica italiana, sarebbe un’eccellente supporto all’economia del paese ed allo sviluppo del turismo; un settore ne quale si potrebbe integrare efficacemente tutto l’apparato infrastrutturale della comunicazione italiana oggi, purtroppo, consapevolmente e dichiaratamente in crisi. Pensiamo solo agli organizzatori delle kermesse altamente specializzati ed esperti che abbiamo nelle TV italiane ed all’ampiezza delle fasce sociali nelle quali, purtroppo, riscuotono consensi a dir poco effervescenti. Pensiamo quale fervido mercato si aprirebbe… e con quali guadagni, per le professionalità più competenti… altro che stipendi da parlamentari!!!

  155. Matteo, mi verrebbe da dirti che il potere temporale della chiesa è solo esercitato in modo più occulto. La realtà dei fatti è piuttosto che le ingerenze vaticane sono così numerose ed esibite da farle ritenere, ad occhi poco esperti, quasi normali. Questo mi sembra l’equivoco fondamentale del tuo discorso (che ho votato in modo positivo pur non condividendolo affatto).
    La politica italiana è legata a doppio filo alle alte gerarchie ecclesiastiche, politicamente ed economicamante. Tuttò ciò in netta ed evidente contraddizione con lo spirito originario della chiesa cattolica (di carità ed uguaglianza, se non erro) e con i patti lateranensi, firmati ormai nel lontano 1929. Non mi dilungo sui nomi che fai: Papa Giovanni Paolo II era per me un reazionario poco incline ad un reale dialogo, ma comunque megliore del pontefice attuale, paragonabile, nel ‘900, solo all’oscurantista ed intollerante Paolo VI, protagonista (mi auguro senza celebrazioni..) di una fiction di prossima programmazione rai.
    Nella chiesa funziona un po’ come nella politica: arrivi in alto se sei docile ed inquadrabile. Ed infatti Don Milani venne spedito a Barbiana…

  156. P. S.
    Dimenticavo (che sbadatello… ma, perdonatemi, non sono un economista) l’enorme portata che potrebbe avere lo sviluppo economico degli indotti, se si riaprissero le case di tolleranza.
    Pensiamo alla crescita delle ordinazioni di salotti e divani, ed anche a quella di calzature o a quella di prodotti farmaceutici e visite mediche; e, perché no, al settore della ristorazione e a quello della comunicazione… dando per scontata la forte ripresa del mercato immobiliare.
    Per i metalmeccanici, ahimè, la vedo dura… come al solito, per loro, e sempre loro; anche se nessuno gli vieta di aggiornare le proprie competenze e trasferire la propria produttività negli altri settori in crescita.
    insomma… un vero e proprio toccasana per quest’Italia malata… un nuovo BOOM economico che consolerebbe tutti quelli che ora stanno cominciando ad intristirsi e a piangere… come Natuzzi, Della Valle e via discorrendo.

  157. Matteo,
    apprezzo il tuo modo garbato di rispondere ma ti consiglierei di documentarti meglio e di cercare di rispondere in maniere piu’ precisa alle varie osservazioni mosse da chi dibatte con te. Il trincerarsi dietro “l’umanita’ degli uomini della chiesa’ non e’ un’argomentazione che io considero valida: siamo tutti umani e qui non ci piove. Qui si discute sull’influenza che la chiesa vuole esercitare (e di fatto esercita in Italia) sulla vita sociale di una paese che si definisce laico. Se non si capisce il principio fondamentale che laico non e’ religioso e che in una democrazia ognuno deve essere libero di professare la religione che meglio crede e di seguire il culto che preferisce ma nessuno deve essere obbligato a seguire i “pareri” di un’autorita’ religiosa in cui non crede e non si riconosce, e’ impossibile intavolare qualsiasi discussione. Mi spaventa molto la miopia dei cattolici Italiani che si scandalizzano quando sentono dei diktat di alcuni paesi governati da integralisti islamici ma poi “integralizzano” la loro visione dell’etica, della morale e pretendono di applicarla in Italia, un paese che oggi (grazie al cielo) e’ fatto non solo da cattolici, ma anche da buddisti, musulmani, non credenti, etc.
    Non commettete l’errore che avete sempre commesso di credervi sempre dalla parte della ragione e di vedere il resto del mondo come miscredenti da catechizzare. La tolleranza e’ un principio che teoricamente professate, dimostrate che lo applicate anche nella vita quotidiana.

  158. @ Monica-Holland
    La tolleranza NON è mai stato un principio del cattolicesimo, anzi, tutto al contrario, fin dalle origini questa setta fanatica e perniciosa ha una concezione assolutistica della loro pretesa “verità rivelata”.
    La pochezza del loro dio, cialtrone e miserabile, vorrebbero imporla a noi liberi e fieri Gentili assieme ai loro libri assurdi e ripugnanti. Giacché per il cristiano vale il detto: «Sii mio fratello, altrimenti t’ammazzo».

  159. sinceramente mi ero ripromesso di non rispondere più, altrimenti rischia di diventare un batti e ribatti infinito….comunque a chi mi ha dato del lei, mi dia pure del tu, ho 19 anni…io non credo di sentirmi dalla parte della ragione, ma è ovvio che condivivdendo le idee della chiesa (almeno in parte…) non posso dare ragione a voi e non posso fare altro che credere di aver ragione (essendo un credente) senza però per questo imporvi il mio pensiero, assolutamente…é vero che gli uomini di chiesa dovrebbero dare il buon esempio per primi, però sappiamo molto bene tutti che spesso è difficile farlo (ad esempio, quante volte i genitori non riescono ad essere un buon esempio per i figli????) non si tratta di fare i soliti nomi se ne potrebbero fare molti altri….sul fatto della contraccezione, dell’omosessualità e tutte queste questioni cosiddette morali…vi confesso che certe volte non mi trovo d’accordo con il pensiero ecclesiastico, ma sempre in d’accordo con il pensiero di Cristo e purtroppo spesso e volentieri la Chiesa non riesce a far coincidere la Parola di Gesù con la propria idea o morale…Forse sono stato frainteso quando ho detto che la Chiesa ha diritto ad esprimere opinioni su tutto e anche la Guzzanti lo può fare benissimo senza però offendere…visto che per me è stata volutamente offensiva…non dice le cose come stanno perchè penso che ciò che ha detto se l’avesse espresso con altre parole sarebbe stato accettato anche da chi crede…
    per quanto riguarda le ingerenze vaticane sinceramente non lo so, a me non sembra che siano poi così ascoltate, certo qualcuna sì, sono d’accordo, anche se torno a ripetere che alla fine la scelta la fa chi siede in parlamento e non chi siede in vaticano…almeno credo?! al contrario io credo che Woytila sia stato parecchio attento al dialogo…però sono opinioni…non è il fatto di trincerarsi dietro l’umanità degli uomini, io ritengo che questo argomento basti a rispondere a tutte le osservazioni fatte, ossia l’uomo in genere ha da sempre sete di potere e purtroppo non è diverso nemmeno nel mondo della chiesa…questo volevo dire, ognuno di noi vorrebbe sempre cercare di arrivare al comando o comunque in una posizione che ci permetta di prendere delle decisioni e non di subirle e basta, è normale è smepe stato così e anche la chiesa non è immune a questo peccato!!! scusate se la forma della risposta non è prorpio perfetta ma cercando di rispondere alle vostre osservazioni non ho curato molto nè punteggiatura nè sintassi…grazie ciao

  160. Eravamo in molti a tifare per Anna Finocchiaro quando si dovette nominare il successore di Ciampi, volevamo farla Presidente della Repubblica. Sono qui a fare ammenda, sarebbe stato un inciucio. Ma a quei giorni non potevamo immaginarlo. Dopo sono arrivate le delusioni. L’ultima è rivelata da Liana Milella su Repubblica di mercoledì scorso. La Milella riporta queste dichiarazioni di Pecorella, a proposito della sua contrastata aspirazione ad essere nominato alla Consulta: “CERTO CHE DA LEI, DA ANNA, NON ME LO SAREI MAI ASPETTATO. FIGURARSI CHE MIA MOGLIE QUALCHE VOLTA E’ STATA PERFINO UN PO’ GELOSA DEL NOSTRO RAPPORTO…MA COME? FU LEI, QUANDO VACCARELLA DIEDE LE DIMISSIONI, AD AVVICINARMI E DIRMI: GAETANO, ORA TOCCA A TE, NON FARTI FOTTERE, QUEL POSTO E’ TUO”. Questa tipetta io volevo farla Presidente della repubblica.

  161. @ Michele Secondo
    Penso che in parecchi siamo rimasti delusi da molte cose negli ultimi anni… Io in un lontano passto tifai per d’alema… se ci penso adesso mi sento un’ingenua. L’importante e’ aprire gli occhi e guardare avanti. 🙂

  162. Rispondo a Gimmy: ora che Travaglio è stato condannato per diffamazione (di Previti!) si dirà che è incorso in un infortuniio, come capita spesso ai giornalisti che si avventurano in qualche informazione poco o male documentata. Ma non si dirà né che è mafioso, né che è ladro, nonché corruttore e falso testimone (capisci a me).

  163. @monica-holland
    Ti capisco. Quello che è capitato a me non lo auguro al peggiore..elettore. Pensa che in quel lontano passato che dici tu, ho votato finanche Pannella. .

  164. @ Michele Secondo
    Sono rimasta anche molto male che nella circoscrizione estero siano stati eletti i rappresentanti del PDL. Ti assicuro che ho pensato subito ai brogli: i nss voti sono ricevuti dai consolati ( se ti dicessi come funziona il consolato di Amsterdam… roba da vergognarsi) che poi li comunicano al ministero degli interni se non erro. Io non conosco nessuno degli Italiani all’estero che non sia critico verso berlusconi e visto che alle elezioni precedenti aveva perso i maniera netta, stento a creder che questa volta le cose possano essere andate diversamente… Questo insiame alle notizie sui presunti voti comprati in Latinamerica…
    Ho votato IDV anche se politicamente non condivido tutto con Di Pietro perche’ mi reputo tradizionalmente di sinistra… ma almeno ho votato per qualcuno che fa opposizione e che non mi sono pentita di aver votato per una volta!

  165. Matteo, la sua giovane età non è una scusante, è infatti “abbastanza grande” per capire… si renda conto di non essere più un bambino che accetta supinamente l’indottrinamento dei cristiani.
    Ma invece si dichiara “credente” senza rendersi conto delle contraddizioni stridenti che sono interne al cattolicesimo…

    «Se qualcuno giunge al punto di accettare acriticamente tutte le assurdità che le dottrine religiose gli trasmettono, e perfino di ignorarne le contraddizioni vicendevoli, la sua debolezza intellettuale non deve stupirci oltremodo» (Sigmund Freud, L’avvenire di un’illusione, 1927).

  166. @ monica-holland
    la tua ipotesi di brogli all’estero è molto attendibile. Purtroppo i nostri “sinistri” non “denunciano” come invece fa il Berlusca, che anzi è così previdente che le sue denunce le fa preventive. Infatti alla vigilia delle elezioni dichiarò che se avesse vinto la sinistra, ciò avrebbe automaticamente significato che i brogli c’erano stati. Bisogna riconoscere che la tecnica del Berlusca è efficace: parla chiaro, chiama le cose e le persone col loro nome, mente senza preoccuparsi delle conseguenze, si contraddice con la più scoperta faccia tosta, promette anche l’impossibile e, come diceva Montanelli, se vendesse vasi da notte farebbe venire la voglia di fare pipì. Purtroppo a sinistra ci sono gli accademici e i dotii disquisitori. Pare che, per fortuna, ci sia proprio l’eccezione Di Pietro. Non a caso, qualche giorno fa Franca Rame ha dichiarato che Di Pietro è l’unico politico che fa una effettiva opposizione e che ha i famosi attributi maschili. Anche io voterò per l’IDV.

  167. Ma vaa. La Chiesa può dire quello che le pare, l’art. 21 della Cost. non contempla eccezioni a carattere confessionale. Puo sostenere anche principi più incomprensibili, più anacronistici, più distanti dalla realtà dalla gente e dai tempi. Si possono condividere o meno. Alcuni si possono non condividere rimanendo cattolici, altri si possono condividere essendo atei. Il problema non è ciò che dice la Chiesa, il problema è che questa classe politica da 4 soldi con la credibilità ormai sotto i piedi, alla perenne ricerca del consenso, non ha le palle per dire “rispettiamo ciò che dice la Chiesa ma facciamo di testa nostra”, c’è di mezzo sempre il solito voto dei cattolici.Poi magari ai cattolici non gliene frega niente di quel che dice il Papa, visto che trombano tutti prima del matrimonio, sprangano immigrati, votano mafiosi, hanno 1 moglie e 6 ex mogli ecc ecc.

    Ricordo che i tempi in cui spadroneggiava la Democrazia Cristiana, ovvero un partito che PER STATUTO si rifaceva ai principi e valori della Chiesa, furono anche i tempi del divorzio e dell’aborto. Cosa farebbero questi laici da 2 lire se si proponessero oggi invece che allora queste delicatissime questioni?

  168. Un discorso lineare, pulito, spiritoso, privo di servilismi, e di leccaculismi che caratterizzano la comunicazione informativa dei vari TG di facciata politicizzati insopportabili e privi di contenuti veri ! Brava Sabina !

  169. SONO INDECISA TRA LO SCAPPARE IN UN ALTRO STATO (MAGARI LA SPAGNA) O ENTRARE IN POLITICA E COMINCIARE LA NUOVA RESISTENZA DEMOCRATICA… NON POSSO PIU’ STARE A GUARDARE MA HO ANCHE PAURA.

  170. @Tiziana

    Dovresti “uscire” dalla “politica” ed entrare nella “piazza”…….quello è il punto di avvio……:-))))))

  171. non si placa…non si placa…
    sabi leggi qui gli spagnoli de lavanguardia che dicono della (emh emh nostra) caracarfagna, ora si è data alla scrittura, pubblica un libro “stelle a destra” sulle donne di destra, sarà edito mondadori???

    [..Le parole di Mara Carfagna alla presentazione del libro fanno sorridere: “non bastano l’uguaglianza nei modi o i ruoli ottenuti per grazia ricevuta”; e La Vanguardia non perde l’occasione di ricordare come il ministro sia arrivata al dicastero “per opera e grazia di Berlusconi. Come per molti altri componenti del Gabinetto che però non sono comparsi nudi sui calendari”.

    “La Carfagna sì”, conclude l’articolo, “e anche se i suoi sforzi per redimersi risultano encomiabili anche se sembra esagerato ricordare nel suo libro che Sarah Palin è stata Miss Wasilla in cerca di un parallelismo salvifico”]

    fonte: http://vistidalontano.blogosfere.it/2008/10/mara-carfagna-cerca-di-farsi-prendere-sul-serio.html#more
    interessante notare come attorno all’articolo si aprano link pubblicitari di calendari, foto della carfagna osè, risultati per mara carfagna: scegli le migliori offerte!!( la trovo scontata??) insomma come dire cerco “ministro” e trovo benigni che dice “e facce vedè il tu ministero!!”

    baciozzi

  172. GRANDE SABRINAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! CONTINUA COSì!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! E FREGATENE DI QUESTI ITALIANI IGNORANTI E FASCISTI CHE VOGLIONO TOGLIERE LA LIBERTà DI PAROLA. HASTA LA VICTORIA.SIEMPRE.

  173. continua così sabina !!! ci sarò il 18 novembre a genova al vilipendio tour…LIBERTA DI PAROLA SEMPRE…e DI INFORMAZIONE
    BRAVA !!!

  174. Salve a tutti……

    …..il nocciolo sta nel prendere sul serio i contenuti emancipativi della Costituzione sia dal punto di vista delle garanzie liberali, sia dal punto di vista dei diritti sociali………
    ……la democrazia dovrebbe sempre funzionare a partire da una riflessione critica sui propri principi, ma nulla garantisce il progresso univoco e virtuoso del diritto verso la democrazia…….
    …….il populismo penale che presiede le politiche della tolleranza zero in nome della sicurezza offusca la costruzione in atto di un sistema giuridico che risponde a una visione classista della giustizia……
    ……anche se diminuiscono i crimini commessi, l’ostilità verso i migranti e la piccola criminalità viene alimentata dai media e dai partiti conservatori per costruire il consenso alle norme sicuritarie……

    che altro “leggere”?
    Il golpe è morbido e si avvia a conclusione……..”l’incidente” internazionale finanziario ha posto seri problemi…..implode il “modello di capitalismo” laddove nasce…..scelte nuove s’impongono…….la critica al capitalismo (ri)trova voce……….la sinistra italiana sonnecchia………il modello Pd avanza……….ci sarà una lotta fra classi o continuerà la lotta nelle classi……….

    a parma un gesto dimostrativo con tre petardi…….s’indaga in ambiente anarchico……tre presunti colpevoli anarchici indagati….se risulteranno colpevoli con prove certe…..un risultato comunque positivo ( si alza la testa…….lo stato si difende)…..al contrario, ennesimo depistaggio sull’ambiente anarchico…..conferma del golpe morbido…

  175. Ciao Sabrina,
    ho letto tutto il tuo discorso, anche se già me lo ero vista su youtube…
    che dire, a parte che approvo ogni virgola di quello che hai scritto, dico solo che vorrei poter svegliarmi una mattina a vedere finalmente che qualcosa sta cambiando…che la gente sta cambiando, che l’ informazione sta cambiando.
    ma non sono molto fiduciosa che ciò accada…
    io non ho tanto tempo per auto informarmi su quello che accade, ma ho alcuni paletti dai quali non mi muovo mai…tipo che mi chiedo come fa la gente a non accrogersi di che testa di ……è il sig. Berlusconi..di come facciamo a farci governare da uno cosi…basta pensare solo a quello che stanno conbinando con la storia dell’ambiente stiamo facendo la solita figura da coglioni.
    l’altra cosa che mi chiede è perchè non spostano il vaticano con il papa e tutti i suo vescovi? il vaticano è di tutti che se lo prendano anche il resto del mondo un po…
    preciso che io sono atea…da qualche anno ormai ma comunque rispettosa della religione e di chi crede…ma il papa devo fare le omelie sulla parola del signore e non su quello che succede nel mondo…è una cosa che mi manda in bestia…sapere che ogni santo giorno al telegiornale ci sarà un servizio nel quale il papa ci dirà cosa ne pensa della scuola delle borse che crollano!!! ma lui non deve parlare punto…!!! BASTA!!!

  176. ATTENZIONE ATTENZIONE.

    Nella sezione “Vilipendio Tour” trovate le nuove date dello spettacolo di Sabina a BERGAMO, SANREMO, CASCINA e ROMA.

  177. la chiesa parla di crisi economica? leggete qui:
    Il Vaticano investe sull’oro e non risente della crisi economica mondiale
    Ottobre 6, 2008 — criminievaticano

    CITTA’ DEL VATICANO – Il Vaticano puo’ permettersi in questi tempi di guardare con serenita’ e distacco alla crisi dei mutui e alla tempesta finanziaria che stanno scuotendo il resto del mondo: gia’ nel 2007, e su consiglio di abili consulenti finanziari, aveva trasformato i suoi investimenti azionari in oro, obbligazioni e contanti. Il giornale cattolico britannico ”Tablet” ha fatto esaminare ad analisti economici i dati contenuti nel rapporto annuale sulla gestione economica del Vaticano relativa allo scorso anno, preparato dalla Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede e reso pubblico gia’ nel luglio 2008. Non si tratta di cifre nuove, ma dalla lettura degli esperti emerge ora che la Santa Sede, sapientemente consigliata, aveva fiutato in anticipo i pericoli del mercato e convertito i propri investimenti, come un ”re Mida”. La Santa Sede possiede attualmente una tonnellata di oro che puo’ valere circa 19 milioni di euro.

    da http://www.papanews.it

    ancora più scandaloso, leggete tutto l’articolo:
    http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/cronaca/chiesa-commento-mauro/segreti-ior/segreti-ior.html

    “..l’opacità che circonda la banca della Santa Sede è ben lontana dallo sciogliersi in acque trasparenti. Si sa soltanto che le casse e il caveau dello Ior non sono mai state tanto pingui e i depositi continuano ad affluire, incoraggiati da interessi del 12 per cento annuo e perfino superiori. Fornire cifre precise è, come detto, impossibile. Le poche accertate sono queste. Con oltre 407 mila dollari di prodotto interno lordo pro capite, la Città del Vaticano è di gran lunga lo “stato più ricco del mondo”, come si leggeva nella bella inchiesta di Marina Marinetti su Panorama Economy. Secondo le stime della Fed del 2002, frutto dell’unica inchiesta di un’autorità internazionale sulla finanza vaticana e riferita soltanto agli interessi su suolo americano, la chiesa cattolica possedeva negli Stati Uniti 298 milioni di dollari in titoli, 195 milioni in azioni, 102 in obbligazioni a lungo termine, più joint venture con partner Usa per 273 milioni.”

    senza contare i possedimenti immobiliari, leggete leggete:
    http://quotidianonet.ilsole24ore.com/2007/05/10/11019-chiesa_possiede.shtml
    “BENI IMMOBILI
    All’incirca il 20-22% del patrimonio immobiliare italiano fa capo alla Chiesa. Un quarto di Roma è intestato a diocesi, congregazioni religiose, enti e società del Vaticano. Solo le proprietà che fanno capo a Propaganda Fide (il «ministero degli Esteri» del Vaticano che coordina l’attività delle missioni nel mondo) ammontano a 8-9 miliardi.
    Negli ultimi due anni il Vaticano ha cominciato a fare trading immobiliare, vendendo beni per quasi 50 milioni. Nel 2006 a Roma si sono registrate più di 8 mila donazioni di beni immobiliari, in provincia sono state 3.200. Il doppio rispetto a una città come Milano. Il più grande intermediario immobiliare che lavora con la Chiesa, il gruppo Re spa, realizza da questa attività circa 30 milioni di fatturato.”

    e questo solo in italia
    e nel mondo???
    e il patrimonio artistico senza prezzo perchè non lo si può neanche stimare??

    mi viene da vomitare
    dio (se c’è) sta proprio da un altra parte!!!

  178. sono uno studente romano e oggi abbiamo occupato il liceo scientifico azzarita…..questa notte forse dormirò a scuola ma la paura più grande è la polizia,coloro che ci dovrebbero aiutare alzano i manganelli….però qualcosa va fatta e noi studenti la stiamo facendo…..azzarita occupata!!!!!

  179. Stavo pensando a quanto si sta parlando giustamente della politica vecchia e liberticida che sta venendo avanti e pensavo: ok parlare di grandi cose, è giusto, ma proviamo anche a guardare cosa succede nelle nostre città tutti i giorni e cerchiamo di reagire cambiando le cose dalla base, dalle nostre città.
    Leggo oggi che a Bologna il Sindaco Cofferati, che mai ha capito la vitalità ormai spenta di questa città, ha cominciato in virtù dei suoi nuovi superpoteri a chiudere i locali pubblici perchè i ragazzi si fermano a parlare fuori dalle porte, sulla strada, perchè bevono birra sulla strada, perchè fanno gli happy hour vietati da un Regio Decreto del 1940…! Avete letto bene: 1940!!! Ma si vuole che tutti si chiudano in casa? Non si vuole che la gente si incontri e parli? Dobbiamo lavorare dalla mattina alla sera per uno stipendio misero e possibilmente andare a messa alla domenica?E basta? Come nella vecchia Unione Sovietica? Nella DDR? nella Spagna di Franco? Ma dico, forse qualcuno ha preso il copione di Harry Potter e l’ha mandato a tutti i Sindaci, Prefetti, Questori per mettere in scena un teatrino allucinante con i cattivi, i buoni, le streghe, le fate…? Qualcuno conosce il burattinaio?

  180. Volevo farti una domanda Sabina. Recentemente ho letto delle riflessioni di un giornalista che mi hanno colpito. Perché hai attaccato Mara Carfagna accusandola di aver ottenuto il ministero grazie alle sue fellatio senza esibire una singola prova di quello che hai detto? Cioè senza esibire prove chiunque può dire qualsiasi cosa. Non avresti dovuto documentare quello che hai detto o almeno citare le tue fonti? Cioè io potrei salire su un palco e dire le stesse cose di te, senza portare prove, lamentandomi poi della tua reazione? Non mi sognerei mai di farlo, ma allora non credi di aver fatto uno sbaglio in quella occasione?

Rispondi a ltomarelli Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here