Exit

Guarda lo spettacolo


VILIPENDIO


vilipendio 

Passeggiando su un enorme lettone dorato, una sfrenata Sabina nei panni di Silvio Berlusconi invita le signore in sala ad accomodarsi, ammicca promettendo omaggi preziosi e si lascia andare a commenti galanti, fino a sfoderare pubblicamente tutta la sua “virilità”. È il video di apertura dello show di Sabina Guzzanti, uno spettacolo scritto e portato in tournée per la prima volta nel 2008. Sola sul palco, con l’unico accompagnamento delle tastiere di Danilo Cherni e le percussioni di Maurizio Rizzuto, Sabina tiene banco per due ore e travolge il suo pubblico con un monologo senza peli sulla lingua, inframmezzato da brani di rap, rock o in perfetto stile Bollywood, tutti cantati rigorosamente dal vivo. Sfilano sul palcoscenico i personaggi più amati della Guzzanti – D’Alema, la Finocchiaro, l’Annunziata, Sgarbi, Bertinotti – insieme a persone comuni, commercialisti, avvocati, giornalisti, giovani candidati del Pd. Tutti insieme compongono l’allucinato ed esilarante mosaico di un’Italia che sembra uscita dalla penna di un autore satirico. E invece è vera più del vero… Giustizia, politica, rivoluzione, chiesa e corruzione. Leggere il copione di “Vilipendio” significa scoprire che lo show di Sabina Guzzanti non è solo pirotecniche esplosioni di risate e guizzi geniali di satira, ma anche riflessione e scrittura. Un lavoro compatto in cui le caricature si alternano alle riflessioni satiriche rafforzandosi le une con le altre.

Close
Go top